Cerca nel blog

mercoledì 25 luglio 2012

Sciopero Mpr: nè con la dirigenza Mpr, nè con la dirigenza del sindacato!


   Giusto il tempo di tornare dai Balcani (ne riscriveremo domani), ed ecco che l'eretico non può non affrontare l'argomento dello sciopero montepaschino di venerdì 27. Se ne scriverà post eventum, certo; qualcosa di stimolante, però, lo si può scrivere anche prima, soprattutto partendo dall'analisi di ciò che è stato lo sciopero del marzo scorso, di portata storica.

  Chi sciopererà fra meno di 48 ore, lo farà contro il Piano industriale per il prossimo triennio impostato dai diarchi Profumo-Viola.
 I quali - è bene ribadirlo - sono pieni di difetti (in più, Arrogance ha seri problemi con la giustizia, più l'indifendibile amicizia con Rosaria Bindi from Sinalunga, imperdonabile), e difatti da questo blog è partita la proposta che NESSUNA CONTRADA LI INVITI ALLA CENA DELLA PROVA GENERALE D'AGOSTO (che poi viene meglio anche a loro, altrimenti gli tocca stare a Siena per ferragosto, invece di andare a spendere i loro soldoni a giro...).
Non si deve mai, neanche per un momento, però, dimenticare chi ha aperto la strada alla nazionalizzazione di fatto della banca: Mussari Giuseppe. E non bisogna dimenticare neanche per un attimo chi è stato prono, supino e quant'altro ai suoi desiderata, vale a dire buona parte del sindacalismo bancario senesota, in primo luogo la Cgil.
 In quella frizzante mattina di marzo, con Siena invasa dai bancari come non era mai accaduto prima, non solo non avevano previsto alcun comizio (unicum nella storia delle grandi manifestazioni sindacali italiane, temo), ma erano arrivati oltre, ben oltre: NON FU LA POLIZIA, NON FURONO LE FORZE DELL'ORDINE A CERCARE DI IMPEDIRE L'INGRESSO DEGLI SCIOPERANTI IN PIAZZA DEL MONTE. FURONO GLI ATTIVISTI DELLA CGIL SENESE, come dimostrato da decine di foto e videoregistrazioni. Con ciò, si potrebbe chiudere il discorso e farla finita.
 A chi come il sottoscritto chiedeva spiegazioni, il Segretario confederale della Cgil senesota Claudio Guggiari blaterò qualcosa, nella concitazione del momento. A bocce ferme e a circa 4 mesi di distanza, il Guggiari ha forse chiarito alcunchè, sull'idea di non fare entrare i manifestanti davanti alla sede storica della banca? Non c'era alcuna ragione di ordine pubblico, come penosamente cercarono di spiegare alcuni cigiellini: dimostrino il contrario, se possono. Erano bancari, quelli in Piazza; e per quasi tutti era il primo sciopero dopo anni di vita lavorativa.
 Il "sindacalismo del foularino" - impersonato proprio da quel Guggiari che indossava un pregevole foulard violaceo, per l'occasione - non trovò di meglio che schierare i suoi dirigenti CONTRO la volontà dei manifestanti, invece che A FAVORE. C'erano forse accordi pregressi con l'allora dirigenza mussariana, in tale senso? Chi ancora ha il buon cuore di pagare la tessera, non avrebbe il diritto di saperlo?
Una volta entrata la folla degli scioperanti in Piazza Salimbeni, cosa fecero i sindacalisti del foularino? Si mischiarono alle forze dell'ordine - che non mossero, lodevolmente, un passo - per riprendere in mano la situazione. Sui gradoni della Piazza, comunque ci dovevano essere loro.

 Venerdì, furbi come sono, il comizio lo fanno di certo, e con che toni, magari. Red - dalle colonne del Cittadino - li ha esortati in tal senso, ricordando maliziosamente il non-comizio di marzo.. Vedremo, vedremo.

  Un amico montepaschino mi chiede, dopo che gli ho esposto queste ragioni sullo sciopero:
"Concordo con te, ma tu sciopereresti o no, se fossi un dipendente della banca? Perchè non l'ho mica capito, sai...".
Rispondo - a lui come ai lettori - in modo molto chiaro, almeno così spero: certo che sciopererei, ci mancherebbe altro: la situazione esige questo ed altro, molto altro; davanti al comizione cigiellino, poi, mi metterei a sorridere, anzi proprio a ridere, di gusto. Battendo le mani, ma a presa in giro. Li seppellirei di pacifiche, civilissime risate.
 Così, tanto per fargli capire che al Vap ed a una quota di salario, pur a malincuore, si può rinunciare; alla propria intelligenza, a quella proprio no...

Ps Essendo appena rientrato, ho da sbrigare varie cose e cosette. Se ce la faccio a passare in centro con calma, però, un foularino viola come quello del Segretario generale Guggiari lo voglio proprio acquistare, per l'occasione di venerdì. Compagno Guggiari: hasta il foularino, siempre!!

27 commenti:

  1. Questo ci avrà il foularino quello di prima invece andava sempre in giro con il cappello da fattore rivestito

    RispondiElimina
  2. Prima di tutto, né si scrive con l'accento acuto e non grave. E poi, che razza di post è questo? A questo punto della situazione? Se vuole fare il brillantone, lo faccia pure. Ce ne faremo una ragione. Di "opinionisti" in disservizio permanente effettivo come Lei ne sono pieni i rigagnoli della storia (con la s minuscola, nel suo caso) e della cronaca (idem). Se in questa fase non si sente di stare né (ecco, impari) con la Banca né (e ridaje!) con il Sindacato (quindi nemmeno con Siena e e Senesi) stia pure da solo sull'albero a cantare.
    Mi firmo "Anonimo" perchè non merita nemmeno un patronimico o iniziale o nickname.
    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo (del Politbjuro della Cgil),

      rispondo molto volentieri al suo veemente intervento contro di me.
      Visto che mi pungola (giustamente) sulla questione dell'accento: in primo luogo, la ringrazio, come faccio sempre quando un lettore rimarca un mio errore. Che tale è, senza dubbio: che l'eretico - reduce dalle maledette tastiere croate - abbia iniziato a dare i numeri? Possibile, possibile.
      Visto però che è così solerte nel correggermi, non posso non aggiungere che, nel farlo, ha commesso un errore anche lei!!
      "Di opinionisti in disservizio permanente effettivo come lei NE sono pieni i rigagnoli...". Quel Ne, caro amico cgiellino, è di troppo: e se non se ne accorge, problemi suoi. Chi di NE ferisce, dunque...
      Ciò detto, la ringrazio ulteriormente per avermi fatto ritornare sull'argomento. Con un'ultima considerazione: la Cgil senesota (che pretende di rappresentare tutti i senesi: sicura?) eccepisce sugli accenti, acuti o gravi che siano. Fa bene, mi trova solidale.
      Sarei stato molto, molto più contento e gratificato se avesse mosso bocca o penna di fronte a quei 3 o 4 miliardini di euro pagati in più per Antonveneta. Credo lo sarebbero stati anche i dipendenti montepaschini.
      In quel caso, di fronte alla tempestività della denuncia, alla Cgil avremmo anche perdonato un eventuale scambio di accenti...

      L'eretico

      Elimina
    2. Non sono della CGIL e nemmeno un dipendente Mps. Scusandomi a mia volta per non aver saputo che scrive su tastiere croate, continuo però a ritenere ugualmente singolare e lo sviluppo dell'arco sintattico ed il contenuto delle sue argomentazioni.
      Ripeto, se siete già così divisi a Siena, e su queste questioni di tale importanza la vedo duretta davvero.
      Ci sono momenti nella vita dove occorre sapere dove e con chi stare. E chi fa il maître à penser lo deve sapere prima e meglio degli altri.
      Cmq, tornando a bomba, come dite voi: il problema di tutto è stata l'autoreferenzialità.
      I nominati non hanno mai risposto a nessuno delle loro scelte, mai nessuno si è alzato a dire" ma che cazzo state facendo? Comprate una Banca decotta che vale 2 a 9?".
      Musei poi era ed è un egotista megalomane con manie di grandezza lasciato solo in una Azienda senza controllo, e quindi....
      Ora il problema è una altro: a chi rispondono Viola e Profumo, con un Sindaco dimissionato, un CDA che non rappresenta il Capitale e gli Azionisti ( l'unico che ci ha messo i soldi, il Ministero del Tesoro, non ha rappresentanza in Consiglio), partiti ed Enti Pubblici allo sbando?
      Potranno portare e gli di lascerà portare in fondo questa operazione di "macelleria sociale"?
      Il buffo che quando era a Unicredit, Profumo esternalizzava i back Office perchè la Banca era in reddito, ora al Mps lo vuol fare perchè la Banca non guadagna. mah!
      Con accenti o senza accenti, siamo solo all'inizio.
      Se il quadro generale continua a deteriorasi di questo passo, anche le beghe senesi verranno risucchiate in un de profundis epocale, altro che questa malattia senile del "montepaschismo" : l' "ombelichismo", il guardare cioè il mondo partendo dal proprio ombelico.
      Saluti.

      Elimina
  3. Visto Eretico, un'altra soddisfazione per te... su Fratello Illuminato (che spero "riapra" definitivamente) un articolone su Del Mese & co!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto, visto: e goduto con tutti i crismi. Un altro nodo che viene al pettine (la strada è in discesa, ora, ma i bovi sono scappati...).
      Mi associo all'augurio sui Fratelli: capisco benissimo le difficoltà (chi meglio del sottoscritto?), però dateci sotto. Anzi, per meglio dire: ridateci sotto, ed alla svelta!!

      L'eretico

      Elimina
  4. Chissà se anche stavolta Ceccuzzi e Bezzini proveranno a manifestare contro chi ha distrutto il Monte... oooh?

    RispondiElimina
  5. Ieri sera ho partecipato ad una assemblea sindacale a Chianciano: a tratti sembrava una conferenza dell'Eretico....!

    RispondiElimina
  6. L'idea della risatona nel muso mi sembra la più appropriata.
    Uno che riderà (per non piangere o fare altro)

    RispondiElimina
  7. Bastardo Senza Gloria26 luglio 2012 10:58

    Caro professore ben tornato. Per domani sicuramente ci vedremo nella mischia e sentiremo un pò cos'hanno da raccontarci coloro che fino a ora erano con la "governance" montepaschina, mi riferisco a quella dell'ultimo decennio.
    Per il resto dobbiamo registrare l'imbarazzante presa di posizione del pd di siena, per voce dei suoi massimi esponenti, Guicciardini e Carli, delle attuali scelte del tandem di Mps, e quindi vedremo come riusciranno a mischiarsi alla folla protestante. Loro, giustamente, preferiscono stare con i lavoratori, ma anche con le scelte di ProfumodiViola, loro in pratica sono "oltre" in "alto" tanto i coglioni se li devono girare altri......

    RispondiElimina
  8. Visto il bollore forse è meglio se il Guiggiari, invece del foulard, si porta un cappellino dietro

    RispondiElimina
  9. il pd locale : inqualificabile, come sempre. ennesima occasione in cui hanno perso l'occasione per tacere !
    i risultati che vediamo sono frutto proprio di anni di ipocrisia e gestione clientelare della cosa "pubblica", in questo caso la Banca.
    gestione del tutto identica a quella della cosa pubblica più in generale, cioè delle Istituzioni tutte (e infatti osserviamo i brillanti risultati...Ateneo, Azienda Sanitaria, Comune), ma anche di tutti quei serbatoi di consenso elettorale "privato" : associazioni di ogni genere, ovviamente sindacato, e ahinoi anche le contrade.
    speriamo bene.
    il peggio è che, una volta constatato LO SFASCIO, da certi cervelli ci si può aspettare soltanto una sequela di decisioni ancora una volta inique e clientelari !
    l'esempio calzante è la spending review......fatta così era bono anche il poro Spago !

    RispondiElimina
  10. è per questi motivi che, a prescindere dal proprio credo politico, TUTTI I SENESI DOVREBBERO BOICOTTARE la BELLA FESTA DEL PD 2012 "IN FORTEZZA"!!!!!!

    L'unica cosa di bono è che almeno il presidente della provincia non eisterà piu, e sopratutto che a ridare i cavalli c'è il Mitico Der Kommissar

    Ciao
    Ale Benve

    RispondiElimina
  11. Invece bisognerebbe ci andassero anche quelli che non ci sono mai andati, ma a dargli qualche golino fatto bene

    RispondiElimina
  12. Ma il Bezzini a questo giro viene? No perchè una persona del suo peso politico non può mancare...

    RispondiElimina
  13. l'eretico purtroppo ha ragione.
    E come dipendenti mps siamo nella merda fino al collo!
    La Dirigenza fa quello che fa, con la scusa di non essere lei la causa di tutto il marcio trovato in azienda.
    E si permettono di fare anche i belloni, rinunciando ad emulumenti, dando l'esempio dei sacrifici che si devono fare! Intanto in saccoggia galleggiano milioni di euro delle precedenti esperienze senza avere certamente come i lavoratori il problema del mutuo da pagare ( stipulato con la banca si badi bene quando in fondo all'anno entravano in tasca maggiori risorse) o dei figli da mantere.
    A contraltare di questo che cosa c'è?
    IL NULLA.
    Un sindacato debole, sputtanato dai baci ed abbracci avuti negli anni con la precedente sciagurata gestione!
    Una classe politica inetta ed inesistente!
    L'ex sindaco si era già messo l'anello per rivendicare la scelta di Profumo e Viola! Bello, eh compagno, il piano industriale del duo ?
    Anche il Mancini - forse sarebbe l'ora che andasse a passare le terme a rapolano o a petriolo, magari scendendo (col paracadute si intende) dal centro del ponte - non poteva che elogiare il piano industriale dei manager.
    Al Guicciardini hanno inserito lo stesso disco e fa uscire dalla bocca analoghe insensate affermazioni!
    MA HANNO IDEA DI COSA PARLANO? SI DOCUMENTANO?
    SEMBRA lo stesso refrain dell'ANTONVENETA..POI ABBIAMO VISTO COME E' ANDATA A FINIRE.
    E l'opposizione politica?...meglio lasciare perdere, visto che la sua credibilità è pari allo zero, dato che ha sempre inciuciato nel " groviglio arminioso " di bisiana memoria.
    EH si,SIAMO MESSI PROPRIO BENE!
    Nessuno ad esempio ha risposto all'offesa di splendor Profumo che se la redditività della Banca è pari allo zero ciò non è certamente colpa dei dipendenti, ma del suo amico (pur non essendo banchiere ) MUSSARI o dei dirigenti a sei zeri che dovevano essere allontanati, ma che restando attaccati con la colla alla loro poltroncina!
    I GOLINI ?????

    RispondiElimina
  14. Io non sciopero.
    Mi sono rotto i coglioni di rimetterci soldini di tasca per far gongolare i cari sindacalisti, gente che di lavoro parla e basta, visto che del lavoratore ha spesso solo lo stipendio.
    Ritengo questa forma di lotta inutile e desueta, perchè nessuno si stringe un pò le meningi e si inventa qualcosa di più efficace che non peschi nelle buste paga dei montepaschini?
    La butto lá, uno sciopero bianco? Sciopero della cravatta ad oltranza?
    Mi scuso in anticipo per eventuali accenti sbagliati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La manifestazione in Piazza Salimbeni è stata molto meno affollata di quanto tutti si aspettassero: 300, 350 persone. E senza discorso.
      Ne parliamo nel pomeriggio...

      L'eretico

      Elimina
  15. ...si ecco poro Spago. Quando la banca assumeva Spago andava bene a tutti, perché poro citto lo stipendio se lo guadagnava...

    (e spero che si capisca che non mi riferisco al caso singolo del compianto concittadino, ma delle modalità di gestione provinciali di quando la banca era diversa, modalità che non rimpiango)

    RispondiElimina
  16. chissà se il sindaco di monteriggioni valentini aderirà allo sciopero di oggi come dipendente della Banca MPS. Certo è che se davvero dovesse partecipare al corteo e qualcuno che ha letto le sue uscite sul piano industriale di Profumo nonchè quelle uscite scritte dal neo segretario guicciardini, suo prossimo parente, lo dovesse riconoscere qualche spintone o la classica "vociata" sarebbe il minimo.

    RispondiElimina
  17. fare sciopero? qualcuno mi spieghi perchè dovrei fare sciopero quando:
    1) perchè non si staziona mezza giornata davanti alla sede dal PDS che ha causato questo disastro?
    2) perchè questi sindacalisti che conosco personalmente è oltre 20 anni che non hanno mai lavorato e quindi non sono credibili non si mettono da parte?
    3) perchè guggiari (vergognoso)della cgil non ha mai chiesto al suo rappresentante il Fondazione come stava veramente la situazione della Banca /Fondazione mentre oggi è molto interessato e partecipa allo sciopero?
    4) perchè il corteo è tempestato di bandiere rosse quando sono stati i rappresentanti di queste bandiere a rovinare la città di Siena?
    5) perchè non si fanno mega cartelli con i nomi di chi ha disastrato la città in particolare il ceccuzzi del pds ?
    6) perchè si fa sempre sciopero di venerdi così la gente dice che siamo sempre i soliti per fare ponti ed andare al mare quando quest'anno senza vap non ci vado nemmeno di sabato e di domenica?
    7) perche' non si dividono le ore dello sciopero in piu' giorni per creare maggiori problemi?
    8) perchè prima di chiedere di fare sciopero i sindacati non propongono una piattaforma da discutere con l'azienda e farla capire ai lavoratori invece di scioperare così..bovinamente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neppure io ho scioperato .....

      Sindacalisti vergognosi da sempre al servizio dell'azienda (con 'a' minuscola).

      Oggi ho visto l'ilaria d.r. (amica intima di arrogance anch'egli con la minuscola) dopo l'uscita in piazza salimbeni. era tutta sudata e sbattutella .... porella !!

      Robertino

      Elimina
  18. Sono contento se lo sciopero e' fallito. I sindacati non meritano alcun appoggio, soprattutto ora che tenterebbero di provare a recuperare credibilira', furbescamente sulla pelle e con i soldi dei dipendenti, dopo aver ubbidito per anni ai capoccioni del Mps e avere appoggiato tutte le scellerate scelte anche quando qualcuno in assemblea metteva in guardia dai rischi di Antonveneta.
    Il problema e' di garantire ai dipendenti un'alternativa per farsi ascoltare, visto che ilPD tenterebbe di mettere su un altro inganno con un forum sul credito chevdice gia' un monte di fregnacce. Penso che l'unica possibilita' possa essere quella di potenziare l'associazione Buongoverno Mps, autonoma dalla politica e forse appoggiata da quella parte dell'opposizione, leggi alcune persone delle ex liste civiche, che ha sempre preso posizione, sia nelle assemblee mps che nei dibattiti pubblici, sui pasticci del vecchio e del nuovo Cda.
    Quindi invito anche gli altri dipendenti a fare come ho fatto io: andare al sito Associazione Buongoverno Mps, scaricare i moduli e iscriversi. Dopo cio' stimolare l'associazione a procedere ad un'azione di responsabilita nei confronti del vecchio Cda, la richiesta di cacciare tutti i dirigenti legati a Mussari ancora al loro posto (ad esempio i vari Rossi), impedire la definitiva nazionalizzazione del Mps e il trasferimento della direziobe a Milano o Roma e via dicendo.
    L'assemblea del 9 ottobre e' gia alle porte.

    RispondiElimina
  19. Rispetto i colleghi che non hanno scioperato anche se non condivido il metodo: lo sciopero non è per i sindacalisti ma per noi stessi. Se uno non è d'accordo con le strategie del Sindacato lascia la tessera e attiva un aumento di stipendio che visti i tempi non guasta......Se la tessera non l'avete lasciata, invece, siete la testimonianza che il sindacato è da sempre servito per altri scopi...

    In bocca al lupo, colleghi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quello che può servire ti pocco assicurare che la tessera l'ho rimandata al mittente dopo il vergognos teatrino del 16 marzo: mi hanno anche telefonato dalla Lizza per spiegare le loro ragioni salvo tacitarsi alla svelta visto che ragioni non avevano.

      Elimina
  20. Attenzione: chi lavora in un'azienda di oltre 33.000 persone non può fare a meno di un Sindacato (...con la S maiuscola). Il problema sono " questi" sindacalisti.
    Allora, se si vuole veramente cambiare qualcosa, non ci si riesce restituendo le tessere ma mettendosi in gioco per mandara a casa chi, in buona (pochi...) o cattiva fede (tanti), ha contribuito allo sfascio che stiamo vivendo sulla nostra pelle.
    Anche chi intende dirigere la Banca con seria managerialità' non può prescindere dall'avere interlocutori seri in rappresentanza dei lavoratori.
    Il problema vero e' proprio in questo dubbio: quali sono i veri obiettivi del nuovo management e quale peso continuano ad avere i top manager " vecchi", ancora al loro posto, nonostante le loro chiare responsabilità . Come possono essere considerati attendibili anche solo nella scelta dei responsabili di secondo e terzo livello ( le cui competenze appaiono ignote ai nuovi arrivati) da chiamare a condurre in porto il nuovo Piano ?
    In questa fase, i lavoratori hanno ancora di più bisogno di seri rappresentanti. Da singoli dipendenti , infatti, si fa solo il gioco di chi vuole prenderci uno ad uno, fidando sulla paura.
    Sarà casuale la frase della Della Riva che estenuava meraviglia per l'esistenza di dirigenti sindacalizzati ?
    Certo in SKY o in TNT non si trovano molte persone che da 35 o 40 anni sono in azienda.

    RispondiElimina
  21. Il correttore automatico ha prodotto vari refusi.
    Ovviamente parlavo della sig.a Dalla Riva che non "estenuava" ma "esternava"

    RispondiElimina