Cerca nel blog

lunedì 24 gennaio 2011

Complimenti a Siena Tv e Radio Siena: censurato anche sul calcio...

     Ormai avvezzo a tutto, segnalo l'increscioso episodio di stasera, giusto perchè ieri avevo scritto un post in cui segnalavo la mia partecipazione alla trasmissione sulla Robur in onda stasera su Siena Tv e Radio Siena, alle ore 21,00. Chi l'ha vista, avrà notato la mia assenza. Non so quello che esattamente sia stato detto al proposito, perchè non ho più avuto voglia di vedere il suddetto programma: ma si tratta semplicemente di CENSURA, senza se e senza ma. Tanto più squallida e vergognosa, se pensiamo che io avrei ovviamente parlato dello 0 a 0 del Siena a Reggio Calabria, del fallo di Rossettini o di cose simili (l'avevo anche scritto nel blog, ieri: più di questo!). Lo dico subito, e chiaro: il conduttore Luciano Sardone - che conosco da una venticinquina d'anni -, nonchè il suo collaboratore Francesco Rustici, hanno una sola colpa, grave: quella di essere stati così ingenui da chiamarmi, da invitarmi alla trasmissione. Errore, ingenuità imperdonabile.Hanno fatto una cosa normale, in una città che normale non è più da tempo, e non solo per la censura.
Chi comanda a Radio Siena e Siena Tv - Vasco Bonci -, ha impedito loro di farmi andare, punto e basta. In tutte le parti del mondo, si chiama censura, appunto. Attendo con impazienza un comunicato di fuoco dell'ottimo Roberto Romaldo - a nome del Gruppo stampa autonomo di Siena - per stigmatizzare l'accaduto, anche se non ho la tessera: o la censura vale solo per i tesserati?
Pare che il motivo cogente sarebbe che ci sono cause e querele che mi riguardano: viene, francamente, da ridere. In primo luogo, sia le cause che le querele ovviamente niente hanno a che vedere con il calcio (al limite, con il basket, vedasi Ferdinando Minucci); ma soprattutto: se in questo paese chi ha "rapporti" con la Giustizia non avesse diritto di parola, i talk show televisivi si farebbero con tre o quattro politici, da cercare con attenzione massima, come i funghi fuori stagione...vogliamo dire solo di Siena? Chi ha "problemi" con la Giustizia, non va più in televisione, come è successo a me oggi? Benissimo: allora Mussari Giuseppe non apparirà più in televisione, nè a fare il neobanchiere, nè con le felpe 1472 addosso...
  Un'ultima cosa, dedicata a chi non mi ha voluto in studio a parlare di ventidue ragazzi in mutandoni: ma uno specchio, per guardarvi in faccia la mattina, ce l'avete, in casa, o no?
Raffaele Ascheri

6 commenti:

  1. Che vergogna! che vergogna...ma allora perché non orgsanizzarsi per le elzioni?
    Se ne parla sabato dalle 10,30 nella sala delle lupe in Comune: diffondere la voce; è riservato a chi è contro il 'regime'...

    RispondiElimina
  2. W l'Italia!!!!

    Paolo Pepi

    RispondiElimina
  3. E' semplicemente vergognoso!!! E' questa la città che si vuole candidare a capitale Europea della Cultura?? Purtroppo ne so qualcosa anche io che sono in ferie forzate. Un grosso abbraccio e l'augurio che i senesi si rendano conto come sono messi... Saluti IL SANTO

    RispondiElimina
  4. che tristezza.....

    RispondiElimina
  5. Meglio una settimana stile Tunisia , che vivere una vita sopportando i soprusi e gli abusi da parte di piccoli, sporchi MAFIOSI, vestiti da banchieri e politici . Tutta la mia solidarietà e appoggio .Marco Fattorini .

    RispondiElimina
  6. piu'si e'forti,piu'si e'fragili..in un regime di deboli..

    RispondiElimina