Cerca nel blog

domenica 6 maggio 2012

Report e i bovi di Colonnino...


      Da che parte cominciare? Bella domanda, bella domanda. Come spesso fa l'eretico, si inizia dalla fine, con la Gabanelli, padrona di casa, che spiega come Mussari, Mancini e Ceccuzzi abbiano rifiutato di farsi intervistare, rinunciando tout court a dire la loro sulle cose senesi: consueto boomerang mediatico, che la dice lunga sullo spessore dei tre (quello della Provincia giustamente non è stato neanche preso in considerazione), e sulla capacità di affrontare domande scomode che a Siena nessuno osa fargli.
Unico ed ultimo paladino del Sistema Siena, Stefano Bisi, ormai sempre più soldato nipponico pronto a difendere perinde ac cadaver una causa ormai persa: incapace di ogni forma di autocritica, anzi pronto ad affermare che il Sistema Siena andrebbe semmai rafforzato, invece che smantellato. Gli mancava giusto la bandana con le palle montepaschine al posto del Sol levante...

  Ciò che dobbiamo fare, riflettendo sui 60 minuti reportiani, è cercare di immaginare l'impatto del reportage su di un montanaro di un maso dolomitico, oppure della casalinga di Voghera, ovvero di un parcheggiatore abusivo partenopeo: che immagine avranno ricevuto, della città?
 Quella di una realtà corrotta, collusa con poteri tutt'altro che democratici, piena di silenzi ed ambiguità. Un'immagine, purtroppo, aderente al vero. Una città che ha cullato il suo delirante sogno di grandeur, e poi ci ha battuto la bocca.
 Sì, nel lungo servizio c'è stata qualche imperfezione, qualche sbavatura: Mussari fatto passare dalla Gabanelli come ex democristiano (se la sarà presa a bestia, Lui così orgoglioso della sua autocertificata sinistrorsità...) insieme a Gabriellone Mancini; una certa carenza di analisi sull'inossidabile (fino al 27 aprile) potere del Pci-Pds-Ds-Pd (Franchino se li è fatti tutti, uno dopo l'altro...), e qualche altra inezia.
La sostanza, però, c'è tutta: soprattutto perchè è la prima volta che la Siena mussarizzata viene mostrata a qualche milione di persone oltre la Tressa e la Foenna. Questo è il dato sostanziale. Almeno forse la smetteranno, in Fortezza a fine estate, di parlare di Buon governo e di Città-modello per il Pd. Se vorranno continuare, ci sarà un pochina più di gente che si metterà a ridere.

 Ci sarà tempo e modo, poi, per analizzare i singoli buchi neri proposti da Paolo Mondani: il ruolo della massoneria (Grande Oriente d'Italia) nelle cose senesi; il licenziamento dalla Fondazione di un manager come Nicola Scocca al quale semmai si sarebbe dovuto dare una medaglia al merito, vista la sua onesta lungimiranza; il caso Alexandria, di cui questo blog ha fornito una succulenta anticipazione, a suo tempo; i soldini dati all'amico costruttore di Verdini (come ampiamente ricostruito nel mio recente libro su Mussari), et alia.

 Per ora, andiamo a lettino con in mente la lezione del professor Colonna sul Palio e, anche, sul Sistema Siena: ad imperitura memoria. "Prima, se i bovi del Palio avevano la diarrea, pagava tutto la Fondazione; ora invece la diarrea l'hanno fatta venire a noi!".

Ps Gli argini della censura praticata dal Sistema Siena stanno finalmente cedendo, uno dopo l'altro; suggerisco ai lettori di andare su Panorama on line,  quando hanno tempo e voglia.
 Potrebbero esserci sorprese: una volta, fino a poco tempo fa, assolutamente inimmaginabili...

95 commenti:

  1. sì, ma almeno quando parlava di Galaxy un rinvio al tuo libro, Eretico mio, lo potevano fare!
    E di PD s'è sentita poco, pochissimo la sigla
    Infine, qualche oppositore c'è stato e c'è eccome,m non ricordarlo ha umiliato la città in un punto delicatissimo:la SPERANZA.
    Dott. Mondino, ci pensi, ci pensi! E' in debito con Siena e... il suo Eretico!

    RispondiElimina
  2. Per curiosità sono andato a vedere la trascrizione della puntata: la parola "Pd" é presente una sola volta in una domanda neutra, mentre "Partito Democratico" é completamente assente, "Ceccuzzi" é citato due volte, mentre non si ha traccia di alcun esponente nazionale del Pd, mentre non mancano Verdini e Berlusconi. Rileggendo il testo invece, mi sembra che i due Dc di cui si parla sian Mancini e Guzzetti, il che scngiurerebbe l'errore macroscopico di Mussari democristiano.
    Se questa doveva essere la scintila, mi sa che toccherà cercare un altro accendino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì sì, i due democristiani erano Guzzetti e Mancini m'è parso di capire.

      Elimina
  3. Colonnino è stato preso come l'archetipo antropologico del senese medio... A Siena c'è da essere contenti, insomma. La sua volgarità che fa strappare risate a voi senesi, vi restituisce una immagine logora quanto i "troiai" (si dice così, no?) che la città di Siena ed i senesi tutti hanno sempre fatto nel corso della sua storia e con cui è diventata la terza banca d'italia. Il fatto è che se ad un colono fai trovare una casa piena di soldi li saprà gestire da colono. Proprio come Siena ha gestito i suoi ed ora che i coloni senesi sentono sempre più forte l'odore dei fanghi delle stalle, senza "vantazioni" (dite così, no?) si accorgono di sapere che tutto è marcio, che tutto è cacca proprio come quei fanghi delle stalle. Ma è troppo tardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Anonimo,
      cordialmente rispondo che alla tua ironia fuori luogo... di fatti tutta l'Italia è profondamente sommersa dal fango... dalle Alpi alla Sicilia! Se il marcio è finalmente venuto fuori, come la ribellione in Sicilia della mafia.... non è che siamo tutti mafiosi o rappresentati dal "poro" colonnino... è bene che lo schifo venga fuori e che sia denunciato e processato! provo onta e vergogna per questa cosa e il dolore per una città che mi ha dato i natali si ricolma subito con altre persone come l'Eretico che ha le palle e la penna avvelenata per denunciare! Molti con questo fango c'hanno mangiato (e speriamo che vadano tutti in galera) ma altri con il loro sudore si sono sempre distinti per la loro dignità!

      Elimina
    2. Non sono senese ma vivo quì ormai da tempo e trovo disgustosa la mossa di Mondani di intervistare 3 persone (la lupaiola, il tartuchino e il nonno nostalgico) che non possonno rappresentare una città e i suoi abitanti. Un colpo basso voluto e scadente dal punto giornalistico, come strappare una risata con una barzelletta volgare. Servizio fazioso da Politisches Büro, che sembra voler inquisire, ma alla fine gira la frattata e punta l'indice contro i cittadini, l'opposizione nazionale e locale e altre menate varie.Bravo Baffino, ti stai candidando ad essere l'Andreotti del nuovo secolo.

      Elimina
  4. anche se erano cose che si sapevano, il servizio è riuscito ad aprire la mente e a far venire il coraggio a tanti senesi, anche del pd, ad aprire la mente e spero a chiederne il conto.

    RispondiElimina
  5. RIPETO: Ho visto il servizio. Tutto bene, tutto corretto! Il punto però resta il fatto che Siena è al corrente di tutto ciò da circa cinque o sei anni..e cosa è stato fatto? Il Corriere di Siena continua ad essere in edicola, il Monte dei Paschi continua ad essere visto come un qualcosa di proprio da dover difendere come la "brava" moglie in famiglia, si discute su bilancio si, bilancio no, come se quello fosse il vero problema e intanto nessuno che dice: ma perchè Siena ed i senesi sono incapaci e totalmente arretrati rispetto agli altri senza qualcuno che sovvenzioni i loro vizi? Ma nessuno veramente crede che un essere umano possa vivere bene anche senza una banca o una fondazione? Ma davvero ci reputiamo immuni da questo disastro? Tutti noi siamo responsabili! Certo chi ha amministrato lo è doppiamente ma nessuno è innocente: una città che collassa senza la Fondazione Monte dei Paschi è una città inesistente e che almeno si deve vergognare se non addirittura autodemolirsi nell'attesa che qualcuno abituato a lavorare ed a faticare decida di ricreare una comunità "normale" fatta di persone vere e costruttive e non di nullafacenze abituate all'idea che produrre significa passare semplicemente sette ore e quindici minuti seduti ad una scrivania in attesa del sindacalista o del politico di turno che chiedendoti il voto di auto conserva il posto di lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro "anonimo", hai ragione in pieno!

      Elimina
    2. Sono d'accordo! Siamo una città incapace di stare in piedi senza una fondazione, non sappiamo produrre niente, non siamo in grado di costruire un futuro. Siamo una città tristemente inesistente perinde ac cadaver.

      Elimina
  6. VISTA LA SITUAZIONE e come hanno risposto le contrade (il Consorzio è una loro rappresentanza) l'unico modo per ri dare dignità a secoli dis toria e tradizione è quella che proprio dalle contrade nasca l'idea di UNA RACCOLTA FIRME: o tutti gli attuali dirigenti cittadini (COMUNE, BANCA, FONDAZIONE, CAMERA DI COMMERCIO, SINDACATI, ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA E TUTTO CIO' CHE HA RAPPRESNTATO TERRENO DI VOTI CLIENTELARI) si simettono o il prossimo 2 luglio nessun Palio verrà corso in nome della serietà e importanza della grande festa senese.

    RispondiElimina
  7. Unica nota dolente di tutto il servizio, le interviste al comitato contro l'ampliamento di ampugnano... un comitato che ha sparato puttanate a dx e sx inventandone di tutte non ostante fossero dalla parte della giusta causa... incredibile... =____=

    RispondiElimina
  8. non sapeva che la Fondazione non potesse avere la Sansedoni . . . ah ! ! ! scusate. . .al compagno grande lavoratore nonchè ciclista e persona acculturata c'era da dare una presidenza quindi la Sansedoni serve .

    RispondiElimina
  9. Com'è che Mondini è stato una serata intera ai Mutilati alla presentazione del libro su Mussari e non ha fatto vedere nemmeno un fotogramma dell'Eretico? Vabbè che per parlare del sistema Siena mezza giornata non sarebbe bastata, però fassi passà avanti anche da Colonnino...
    Consoliamoci pensando che per lo meno il coperchio dal pentolone di m... nel quale ci troviamo l'hanno sollevato e che da oggi qualche italiano in più sa che Siena non è solo Palio, ricciarelli e tanta vomitevole retorica!

    RispondiElimina
  10. Francamente sono rimasto piuttosto deluso. Report in questa occasione ha confermato le malignita' di chi accusa il Gabanelli's team di non fare prigionieri quando guarda in una direzione e di essere molto miope in direzione opposta. La disfafta del Monte e' cominciata prima del 2007, quando sono cominciate le acquisizioni di banche fallite. Qualcuno ricorda la Banca 121 del mitico De Bustis? Lo sputtanamento globale per quelle truffe che erano le polizze "4you"? Chi c'era dietro? L'amnesia completa sulle magiche paroline PCI, PDS, DS, PD come su alcuni nomi importanti (do you know D'Alema?) non sono errori veniali. Ancora una volta sembra sia tutta colpa di Berlusconi: si e' parlato di Verdini, di Berlusconi con tanto do foto in compagnia dei furbetti della Menarini, della massoneria (=P2 quindi Berlusconi; la gente non ne sa niente di Grande Oriente d'Italia e altre logge), di Mussari ex-democristiano. Tutto vero, per carita', ma sembra quasi che a Soena governi da sempre la DC ed il centrodestra. Va bene che tutti vorrebbero avere l'opposizione fiacca e collusa come a Siena, ma avere il mano le briglie del comando ti da' ben altre responsabilita'. Che mi sembra non siano state minimamente considerate. Peccato, peccato davvero.
    Dario Vignani

    RispondiElimina
  11. Quasi due ore di trasmissione sono servite a dare solo un'infarinatura della situazione (poco è sempre meglio di niente) ma per poter toccare tutti i problemi che attanagliano questa città e parlare in modo un pochino approfondito di quello che è successo e continua a succedere all'università, all' ospedale, all'aeroporto, in comune ecc., con tanto di nomi e cognomi dei dissestatori, alle persone che non hanno modo di leggere i vari blog e navigare su internet, di quante trasmissioni ci sarebbe bisogno?

    RispondiElimina
  12. Bastardo Senza Gloria7 maggio 2012 07:35

    Magari, caro professore, una puntata di report, sarebbe interessante incentrarla sul palazzo di giustizia di Siena, sempre così solerte con i querelati dal "potere".
    Mi sembra che di carne al fuoco, anche nuova, ne sia uscita ieri sera no?
    Un ricordo va anche alla ex Prefetto di Siena, che tra una festicciola e un'altra non si era accorta di niente.......ma era tutto così bello e di spessore morale ineccepibile.....

    RispondiElimina
  13. Non so cosa dire. Pur essendomi sempre informato sullo stato dell'arte di questa città, conoscendo la verità ed agendo di conseguenza, ieri sera ho ascoltato come inebetito il dipanarsi della trasmissione. Avevo il malessere ed il nodo alla gola sotto un'espressione apparentemente lapidea, perchè, se è vero che chi vuole conoscere la verità la conosce, sentirsela comunque sbattuta nel muso così, in una città dove fino a pochi anni fa ci si vergognava ad "essere portati per bocca", da come risultato uno sdegno così profondo da causare male fisico. Non c'è più posto per le indecisioni, per gli astensionismi, per la gente di malafede....è solo ora di fare qualcosa!

    RispondiElimina
  14. Un grazie di cuore a Milena Gabanelli e a tutto lo staff di Report. Quel poco di ottimismo che conservo è frutto della tenacia e del coraggio di gente che non accetta di farsi tappare la bocca e assistere a questo paese (e a questa città) che va a rotoli.
    Concordo con l'apertura di questo post. Il silenzio dei tre moschettieri è assordante e la dice lunga sulla loro incompetenza, disonestà e incapacità di far fronte all'attuale situazione.
    Sulle "piccole" omissioni della puntata di ieri penso anch'io che uno spazio l'Eretico se lo sarebbe meritato. Avrebbe di sicuro avuto da dire qualcosa di più della "massaia" che dalla cucina lanciava accuse qualunquistiche e demagogiche su tutto e tutti. Altra cosa: è sfuggito a me o i Monaci non sono mai stati nominati? Forse, visto che "qualcosina" ancora contano a Siena, un piccolo paragrafino anche su di loro male non ci sarebbe stato.

    RispondiElimina
  15. Eretico ... che dire ... complimenti ... tristemente perchè nel baugigi lo prendiamo noi senesi in primis, la toscana tutta e poi gli anche altri.
    Probabilmente c'è molto di più ancora sottaciuto ma quanto è stato reso da te noto nel tempo pone, a questo punto, una domanda: "noti" i fatti manca la soluzione, quali passi possiamo e dobbiamo fare concretamente per risollevare le nostre sorti ? In quali tempi ?

    RispondiElimina
  16. Ottima analisi, ai "buchi" mondaneschi aggiungerei anche l'assenza (sicuramente per questioni di tempo) di altre pedine dello scacchiere incancrenito quali Boldrini & Co. lato S. Niccolò, i vicini dell'Usl 7, e certi "liberi professionisti" che da sempre scambiano la promozione del sistema con la prestazione di consulenze...per non parlare della falsa solidarietà/beneficienza, ma ci sarà tempo e modo come hai detto...sono curioso di vedere come si svilupperà adesso la mediacrazia cittadina, comprese le chiacchiere "ai barri" [cit. Prof Colonna]

    Saluti Eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il massimo per me e' stata la denuncia dell'ex del Bisi che accusa l'occulto e lo strapotere del suo e x marito!

      Elimina
  17. Caro Eretico,
    la trasmissione della Gabanelli purtroppo non sortirà alcun effetto. Almeno a livello nazionale. Io vivo al nord e, guardando la trasmissione con mia moglie nordica, ci si è resi conto che non era possibile capire nulla se non già informati in precedenza della situazione.
    Forse l'hanno capita chi lo deve capire.. ma speriamo!

    RispondiElimina
  18. Alla fine era un servizio ottimo ma è vero che gli intervistati non hanno reso un bel servizio: il comitato d'ampugnano, Colonnino e il Lucci (pensionato e azionista...).
    Ecco, magari dire che il Lucci è (ed è stato) anche altro avrebbe fatto un buon servizio all'informazione. Il Bisi si è dato poi la zappa sui piedi da solo e l'ha data sui piedi di Siena.

    RispondiElimina
  19. Guardando report sembra che a Siena è da sempre che governa il centro destra, e che finalmente il PD (unico mai nominato nella presentazione dello sfascio) salverà la città e le nostre anime... Se questo è giornalismo io sono Babbo natale.

    RispondiElimina
  20. La più SCONVOLGENTE ammissione è quella del DIRETTORE DELLA NAZIONE... CACCIATO da CECCUZZI... cose da purghe staliniane... VERGOGNA!

    RispondiElimina
  21. Un colpo (forte sì) al sistema Siena e uno scapellotto al PD e al Mussari, dai quali il peccato originale prese vita. Sempre meglio di niente, meglio del silenzio che si legge questa mattina sui quotidiani cittadini (pure sul cittadinoonline -??-). Ignobile il rifiuto dei tre banditi di non concedersi alle telecamere, loro che fino ad un anno fa da RAI3 si sarebbero fatti riprendere anche al cesso). Fantastico il Bisi: ultimo soldato giapponense o primo tra i furbacchioni trogoloni?

    RispondiElimina
  22. Ho apprezzato molto il fatto che una puntata di Report fa comunque molto rumore, anche a livello nazionale. Per il resto ci sarebbe molto ma molto da discutere...
    Cosa c'entrava il Palio? zero. La foto di Silvio è stata messa, ok, ma quella di D'Alema perchè no?
    vabé...dai...accontentiamoci... per chi qeste cose le conosce è stata comunque una soddisfazione, per quei senesi che non la conoscevano un amaro risveglio, per il Bisi un tonfo nel muso (ammesso che lo capisca)

    RispondiElimina
  23. come ti avevo scritto in un commento poco tempo fa, il CALCIO STA AL POPOLO ITALIANO COME IL PALIO STA AL POPOLO SENESE; togli il palio e scoppia la rivoluzione.

    Mi fa piacere che abbiano intervistato il colonna perchè è la pancia senese, che forse con qualche altro aiutino potrebbe incazzarsi e barbiconeggiarsi..

    il consorzio amici del palio.. che dire... a report non hanno dato nemmeno le immagini del palio.....

    Mi auguro solo che il bilancio comunale non venga approvato, poi si ride

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non solo... Non concedendo le immagini l'autore del servizio si è appropriato,guardacaso,proprio di un filmato che comprendeva la caduta di molti fantini convolgendo naturalmente gli stessi cavalli.
      COMPLIMENTONI!!Continuamo a dare assist ai nostri detrattori!!!
      BRAVI FURBI!!!

      Elimina
  24. mi accodo al coro di persone "poco soddisfatte" da report
    perche' passano dei concetti non rispondenti al vero

    - (lo hanno evidenziato tutti ma è corretto dirlo) il servizio fa passare il concetto di una siena berlusconiana e verdiniana facendo passare il leggerissima controluce il blocco di potere storico. invece l'idea ereticale è di un centrosinistra che si pone al governo della città con gli stessi metodi del berlusconismo ma non di berlusconi governatore di siena

    - mussari e mancini democristiani ... dovevano dire monaciani

    - report poi non ha sottolineato adeguatamente alcuni punti, voluto "dico non dico"
    a) i 3 miliardi extra di BAV li ha presi l'OPUS DEI
    b) OPUS DEI = alleanza fra Vaticano e Massoneria
    c) il Palio NON è il CALCIO e la semplice equazione panem et circenses viene risolta con Siena e Mensana. Vero è che fare bene il Palio è la prima cosa che viene chiesta ad una amministrazione senese
    d) si continua ad attaccare le erogazioni a pioggia della Fondazione ... io mi chiedo se preferivate l'Aeroporto, il nuovo Stadio, la Metropolitana leggera e tutte le "grandi opere" che ci hanno propinato negli anni ?? oppure un tessuto sociale diffuso e capillare capace di dare risposte porta a porta ? ... si' anche il famosissimo convegno sul restauro dei corni da caccia (citato anche da Lucci) ha una sua valenza sul territorio. Vedo molto peggio i soldi dati nell'ultima erogazione per un congresso alla UniSI sulla prima metà di mandato di Obama
    e) giusto puntualizzare la questione dei currucula dei dirigenti MPS e BMPS. Ciò però non vuol dire che i tanto decantati esperti o professori o tecnici (purtroppo ora tanto di moda) non siano peggio. il problema è metodologico non tecnologico.

    - aggiungo poi che ho apprezzato poco le "gole profonde" trattai in modo simile a certi personaggi di "xfiles" (nota serie tv sci fi anni 90).
    a) se i bilanci sono truccati si prende e si compone il 117 in modo anonimo e sicuro. "somme extra bilancio" significa moltoooooooo
    b) il massone. si ritrovano 4 personalita' che dominano siena. pero' la massoneria non ci entra nulla. eppure il reportage apre proprio con un venerabile (Bisi). perdonatemi ma questa cosa mi torna poco. Non so' quanti massoni conoscano a Rai 3 ma non vorrei che la gola profonda sia stata "prodotta" dagli stessi ambienti senesi per sganciare dalla mente dello spettatore l'equazione Siena = Massoneria

    - per il resto tutto ok. Grazie al programma per avere spiegato alla opinione pubblica nazionale i nostri problemi

    F.to
    l'uomo qualunque

    P.S.
    colonnino sindaco

    RispondiElimina
  25. sono rimasto molto deluso dalla puntata di report! C'hanno fatto passa come una città di coglioni sprovveduti dove comanda il Bisi! Ma dai!!! Chi glielo ha detto al mussari di comprare antonveneta il Bisi? Siamo propio senza speranza!|

    RispondiElimina
  26. Aia! Aia! La predizione Maya!!! Ai, se s'avvera! Ai ai, se s'avvera!!!

    RispondiElimina
  27. http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/un-riportino-a-report-gambarotta-fa-notare-che-ieri-sera-nella-puntata-sul-buco-38621.htm

    RispondiElimina
  28. Attenzione perché è facile distarsi guardando il dito e non la luna. Report ieri sera è stato uno spartiacque fra due qualcosa che tocca ai cittadini far diventare lo ieri e il domani. Ora possiamo anche passare del tempo a dire che non è stato detto tutto, che non è stato nominato il Monaci, il Cenni, il Rossi e la moglie-dalle-scarpe-belle, ma avremmo solo perso un’ottima occasione per cogliere l’attimo.
    Dobbiamo capire, ed accettare, che un sistema socio-economico basato su di una rete di convenienze comuni pseudo-massoniche non può più reggere perché semplicemente oggi non ha più le forze per mantenere tutti come ha sempre fatto.
    Dobbiamo invece dire grazie a Beppe, Gabriello & soci, perché se ci fosse stata gente competente non ci saremmo accorti di nulla. Ha ragione il massone col grembiulino a dire che il sistema-Siena deve essere rafforzato: così non basta, devono fare di più e meglio. Che assonanze mi sorgono spontanee!
    Le sciagurate scelte finanziarie che hanno prosciugato le casse della banca hanno forse consentito a un idiota medio come me di capire un nuovo significato della parola incompetente, anche se tanti altri campioni ieri sera non sono stati nominati.
    Chiedo aiuto al professor Ascheri, ma storicamente non mi pare che l’italiano (o il senese, a parte qualche episodio che rischia di diventare folkloristico -leggasi Barbicone-) sia fatto di una pasta che si ribella facilmente. Siamo un popolo culturalmente costruito per annuire, credere ed adorare il dictator di turno (vi consiglio di leggere "La fabbrica dell’obbedienza" di Ermanno Rea).
    Fra poco inizia il circo del Palio, la Robur è salva, ci sono i play-off della Mensana. E come dice la Gabanelli a Siena in ogni famiglia c’è qualcuno che lavora al Monte (dice la stessa cosa Crepet del perchè la camorra sia così potente a Napoli…). C’è qualcuno a Siena disposto a rinunciare a tutto questo?
    Io non ci credo: Report ieri sera ha stabilito un prima ed un dopo, ma il dopo avverrà (se avverrà) fra molto, moltissimo tempo. Il peggio addavvenì.

    RispondiElimina
  29. Mi sembra che la censura sia sempre ben presente nelle fila di Report. A part il fatto che una trasmissione come questa andava fatta tre o quattro anni fa, con il Mussari sempre in sella e non dopo la sua defenestrazione, e con i problemi appena aperti, e forse in parte rimediabili, mi risulta che siano state tagliate interviste a personaggi molto più significativi dei tanti apparsi, a partire dai sindacalisti,solo ora svegliatisi.
    Ma forse dare voce a certi cittadini coraggiosi, e per questo scomodi a tutti i "sistemi", era troppo anche per report.

    RispondiElimina
  30. Alla fine perfino Colonnino avrebbe saputo gestire meglio di loro: quando il sistema funzionava se uno parlava amle ne' barri s'accontentava... e ora?!
    Sono mancate molte interviste che avrebbero spiegato di più, un prezioso cameo invece l'inserto pubblicitario di Rai3: la prossima programmazione dei film su J. Bond, 0 07 !
    Un messagio subliminale per palati sopraffini...

    RispondiElimina
  31. Non sono assolutamente soddisfatto del sevizio di ieri.
    Altre volte, e su altri temi, REPORT è stato decisamente più incisivo. E'mancata la voglia di andare fino in fondo, di analizzare il (DE)merito dei principali attori del "Sistema Siena", la loro reale appartenenza politica, la loro provenienza, tutti i mutamenti subiti nelle varie campagne elettorali, gli incarichi di dirigenti spiccatamente politici e, soprattutto, il legame a filo doppio tra la "casta" ed il PD locale e nazionale. ALTRO CHE BERLUSCONI!!!!Il clientelismo di questa città è stato fatto passare per il qualunquismo di una massaia di fede avversa a questo "regime".La desamina degli accadimenti senesi di "COLONNINO", anche se condivisibili e con le dovute censure, hanno comunque fatto passare un'immagine del "SENESE MEDIO" abbastanza imbarazzante dalla quale, pur essendo anch'io contradaiolo e per di più tartuchino come il sopracitato, mi dissocio totalmente.Considerato che tu, Eretico, hai collaborato a questo servizio, potevi metterci anche 3 minuti della tua faccia facendo risaltare alle cronache nazionali gli stessi ABUSI che menzioni sul blog giornalmente. Non per questo disconosco il tuo impegno e la stima che provo nei tuoi confronti rimane immutata. Evidentemente il legame politico che subisce una rete come RAI3 ha avuto il suo peso.
    M.G.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro M.G.,
      ti rispondo volentieri perchè non vorrei ci fossero equivoci di sorta.
      Tu scrivi, riferito a me, che "potevi metterci anche 3 minuti della tua faccia facendo risaltare alle cronache nazionali gli stessi abusi che menzioni sul blog giornalmente".

      Report aveva ben più di 3 minuti sul sottoscritto e con il sottoscritto chiacchierante, da fare vedere o di cui discutere. Non è stata una mia scelta, quella di non apparire. Questo per onestà intellettuale: se ci sarà da aggiungere altro, di certo lo farò, e volentieri.
      L'eretico

      Elimina
    2. Sottolineo le ultime due frasi del mio intervento e spengo sul nascere quella che potrebbe essere una polemica inesistente:Non per questo disconosco il tuo impegno e la stima che provo nei tuoi confronti rimane immutata. Evidentemente il legame politico che subisce una rete come RAI3 ha avuto il suo peso.
      Cordialmente,M.G.

      Elimina
  32. Bel servizio, peccato solo per le omissioni sulle responsabilità dei "compagnucci" ma teniamo presente che era RAI TRE: non si parla di corda in casa dell' impiccato!
    Complimenti di nuovo al Bisi (ma c'è o ci fa?) e per il silenzio omertoso della stampa locale di stamani.

    RispondiElimina
  33. Onestamente speravo in qualcosa di meglio. Comunque almeno servirà a smuovere qualcosa, forse.
    In particolare mi sembra che il PD e la politica senese in generale ne escano un pò troppo indenni (siamo pur sempre su RaiTre...).
    Non ho mai sntito nominare il nome D'Alema Massimo, forse un accenno si poteva fare (121, myWay, De bustis...).
    Personalmente non mi è piaciuta molto la parte sul Palio (Grande Colonna!!!), che comunque io lascerei SEMPRE fuori da queste cose.
    Mi dispiace che la città ne esca così male, soprattutto per tutti quelli, sono tanti, che negli anni passati hanno lavorato onestamente nella banca e nell'università. Oppure per tutti quelli che si sono fatti una vita senza ottenere favori dalla fondazione, dal consiglio comunale o dal rettore di turno. Ma forse è il giusto prezzo da pagare.
    Michele

    RispondiElimina
  34. Ceccuzzi, Mancini e Mussari (rigorosamente citati in ordine alfabetico)non si sono fatti intervistare. Mi sarei meravigliata del contrario e comunque mi è bastato e avanzato il Bisi. Anzi COMPLIMENTONI a Carla Fineschi

    RispondiElimina
  35. Fontebrandino7 maggio 2012 10:33

    dobbiamo ritenerci tutti in parte responsabili, anche se in parte, di questo triste risultato.
    è chiaro che la responsabilità è in gran parte di chi materialmente è stato nella stanza dei bottoni, ma ognuno di noi ha avuto una seppur minima parte di "culpa in vigilando"........
    ciò deve farci ingollare anche l'immagine non proprio edificante DEL SENESE emersa ieri sera....ce la siamo cercata !
    cosa fare adesso ?
    cacciarli prima di tutto.
    e che ogni senese nel suo piccolo si impegni di più, smettendola di coltivare il singolo stupido orticello, e che invece di alimentare questo sistema punti a ricostruire una comunità fondata su MERITOCRAZIA E TRASPARENZA !
    speriamo in un moto d'orgoglio e di dignità.
    SMETTIAMOLA DI ACCONTENTARCI DEL POSTICINO DI LAVORO.
    Siena vale molto di più.

    RispondiElimina
  36. MAURO TEDESCHINI – EX DIRETTORE LA NAZIONE
    Avevo un giornale che stava andando molto bene, in un mercato in grande calo.
    All’improvviso ero sul Frecciarossa diretto a Bologna, ho ricevuto una telefonata dall’editore che mi comunicava che un articolo uscito in cronaca di Siena, un articolo in cui si riferiva di un comunicato ufficiale della fondazione Monte dei Paschi, aveva fatto irritare profondamente il sindaco di Siena che è un po’ l’azionista di riferimento,
    diciamo, del mondo bancario senese. E tutto questo ha fatto sì che l’editore mi dicesse che dovevo passare dalla sede dell’azienda nel gruppo poligrafici, che controlla anche la Nazione, a Bologna, dove c’era una cosa per me. E questa cosa per me era una lettera di licenziamento in tronco, del tutto inusitata.

    RispondiElimina
  37. deluso deluso da questo servizio

    RispondiElimina
  38. "Giuseppe Mussari, biografia (non autorizzata) dell’uomo della Rocca"
    http://blog.panorama.it/economia/2012/05/06/giuseppe-mussari-biografia-non-autorizzata-delluomo-della-rocca/

    RispondiElimina
  39. Caro Eretico, la tua preziosissima consulenza non è servita ad evitare il confezionamento di un "pastone" in cui si è parlato di (quasi) tutto senza far capire (quasi) niente. Alla fine è venuto fuori che "i democristiani" Mancini e Mussari hanno rovinato Banca e Fondazione con la complicità di Berlusconi (il Gran Maestro del Gran Maestro ?), Verdini e Pisaneschi (ma dai!). Anche a Report tengono famiglia e così ci si è dimenticati di chi ha governato la Città per oltre 60 anni e ancora la governa, ovvero i comunisti della filiera Pci/Pds/Ds/Pd, e delle pesantissime ingerenze passate e presenti del lider maximo D'Alema e della pasionaria Rosy Bindi. E meno male che Ceccuzzi, confermando la sua pochezza, non si è fatto intervistare. Con quelle omissioni e gli assist sparsi qua e là persino lui poteva spacciarsi per diskontinuator (vedi Repubblica di domenica 6 maggio) e fare un figurone. Colonnino salvaci tu!
    Enrico Tucci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CONDIVIDO IN TOTO CIO' CHE SCRIVI.
      E vorrei solo aggiungere... MALEDETTI!!!!!

      Elimina
  40. report è di parte ed infatti si è visto...nessun accenno a banca 121 de bustis..al pc pds ds e così via..a D'Alema che allo stato attuale continua a decidere le sorti di sienina......L'alieno ceccuzzi è apparso quasi immacolato....già ma lui non c'era in questi anni......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti quoto in toto....uno schifo di trasmissione.

      Elimina
  41. Rimango, come molti hanno già scritto, deluso della puntatona, tanto attesa.
    Io non ho "letto" cose nuove, se non quanto sospettato, al di sopra della sputtanatura del Sistema Siena.

    Primo punto. Il servizio ha fondamentalmente messo in luce (o VOLUTO mettere in luce) che la città (e i cittadini) e la banca sono distanti, due cose separate, distinte, nemmeno imparentate se non nelle origini. La terza banca italiana e "i barri", "i bovi" e "la cacaiola". A che serve ciò? A non far storcere il naso alla opinione pubblica quando la banca prenderà il volo, tanto si capisce che "...era già una realtà lontana...".

    Secondo punto. L'assist al sedicente discontinuatore è sotto i nostri occhi. Finalmente un amministratore che vuole tagliare con i vari nomi grossi della economiapolitica italiana, e che vuole "regolare" tutti i tentacoli del potere exDC (pure Mussari...mah...), e invece ci sono questi accaniti margheriti che fanno resistenza! Chiaro, no?

    Terzo punto. Ma veramente questa popolazione bècera e ignorante (tale ci hanno fatto passare...) vuole candidarsi a capitale della cul-tura? (visto che il prof.Colonna parlava di inc...te). Questo è un drammatico autogol...
    Quarto punto. I montepaschini non mi fanno pena per niente. Mentre io ero a fare il precario a 800e/mese all'università, poi calcio nel didietro, poi mille gavette eccetera, loro entravano (grazie a babbi, zii ecc.) con prima sede Siena, dopo una settimana incravattati e impettiti, a discutere dei "problemi di parcheggio in viale Mazzini al rientro della pausa pranzo...". Certo non sono tutti così, ma ci sono degli esempi... E ora dovranno iniziare a LAVORARE!

    Quarto punto. Qualcuno, a Roma, si è fatto delle grasse risate sotto i baffi...

    Sono e rimango contadino, di quelli veri dentro, ma non certo scemo, e nemmeno bifolco come hanno tentato di farci passare ieri sera...

    RispondiElimina
  42. La puntata della Gabbanelli è stata prima di tutto, come molto spesso sono le sue trasmissioni, UN PESSIMO SERVIZIO PUBBLICO.
    Almeno per 3 motivi:
    1. Perché non ha detto che Siena ha Banca e Fondazione perché i SENESI (non i calabresi, tanto per dire) hanno di fatto inventato l' una e costruito l' altra (insomma Siena è arrivata agli orribili tempi moderni - diciamo dal 2001, anno della nomina a sorpresa del 38enne Mussari a capo di una delle più capitalizzate fondazioni del mondo - più o meno con le sue gambe)
    2. Perché non ha detto che Siena ha adesso quello che si merita per aver affidato le sue istituzioni a gente, di cui nessuno, o quasi, nato a Siena, PROFONDAMENTE CORROTTA e INCAPACE che ha dilapidato un patrimonio di generazioni;
    3. Perché non ha detto NOMI E COGNOMI dei corruttori (e si sanno tutti dal primo all' ultimo da anni!!!) ... anzi ha persino paventato nomi, quindi DEPISTANDO, che non c' entrano nulla o quasi (tipo Berlusconi ... )

    Ha rappresentato in compenso Siena con l' icona Colonnino. Bella idea ... Insomma il messaggio della Gabbanelli è stato: " ... dove ci sono cittadini bonaccioni e troppi soldi in giro arriva la P2 e Berlusconi e si porta via tutto ... "

    Ma che bella verità Gabbanellica !
    In compenso, nella vergognosa trasmissione della Gabbanelli:

    - si è omesso di dire che una operazione bancaria come quella Santander-Antonveneta-MPS è una TRIANGOLAZIONE pre-concordata (visti i tempi in cui si è conclusa) ... e nelle triangolazioni chi fa il vertice del triangolo incassa la plusvalenza per se e per gli aventi diritto (Emilio Botin = gesuiti)
    - si è omesso di dire che Antonveneta (cattolica) + MPS (PCI) stavano a significare semplicemente la banca (NECESSARIA POLITICAMENTE) del neonato PD (comandato in toscana dalla democrista Rosy Bindi)
    - si è omesso di dire che il mostro Antonveneta-MPS è nato con la benedizione di Draghi a capo di Banca d' Italia (gesuita pure lui e notoriamente filo-PD)
    - si è omesso di dire che questa operazione si è fatta a mercato fermo, quando non c' erano più fusioni da un pezzo e tutti già temevano il tracollo del mercato (non come ha detto il democristo Guzzetti in trasmissione), cioè è stata un' operazione politica non economica
    - si è omesso di dire che detta operazione si è fatta dissaguando la Fondazione MPS (comandata dal rag. democristo Mancini), fondazione che era una delle più forti e capitalizzate del mondo fino ai primissimi anni 2000 e che, unica in Italia e nel mondo, era di fatto INDIPENDENTE dalla rete di controllo pan-bancaria-industriale e molto, troppo, democraticamente legata ai cittadini del territorio.

    Insomma la sig.ra Gabbanelli si è dimenticata di dire i pochi concreti e reali perché e percome dalla gestazione e infine dalla nascita del PD (acriticamente liberista, mercatista, filo-atlantico e anglosionista - contro un PCI/PDS ormai tramontato e spesso riottoso sui temi cruciali di cui sopra) era meglio per tutti i non Senesi (e ce ne sono tanti fuori e dentro Siena) avere una banca MPS ridimensionata ma piena zeppa di democristi allineati (o affini grembiulini) a certi interessi nazionali e sovranazionali e una fondazione MPS inerme e controllabile da esterni.
    Vi sembrasse poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se ciò di cui parli è corretto mi pare che criticare così pesantemente un servizio che presenta fatti veri e riscontrabili, pur se non completo, senza metter in evidenza i lati positivi sul piano dell'informazione in questa città è un po' buttare via il bambino con l'acqua sporca.
      O no?

      Elimina
    2. Mi dispiace ma non sono d' accordo. Quello che ha fatto la Gabbanelli ieri è un gioco che in Italia si perpetua ogni giorno in mille ambiti dal secondo dopoguerra. Si chiama depistaggio.
      Cordialità.

      Elimina
  43. La trasmissione ha comunque scuarciato il velo che copriva la città e il Mps.Ora chi vuole difendere l'operato della classe politica senese, deve veramente arrampicarsi sugli specchi. Mi sembra,invece, che non ci sia da parte della popolazione quella sana autocritica che permette di fare pulizia ed andare avanti. Colonnino farà pure becero,ma è quello che si sente in giro per Siena.Che ci sia lo zampino del PD nazionale (D'Alema e company) dietro molte acquisizioni, non c'è dubbio.Il Pd senese, conservatore come è ,mai avrebbe fatto quelle operazioni senza il parere del nazionale.Non è tutta farina del Mussari.

    RispondiElimina
  44. Neanche Report può sopportare le amare verità ereticali...

    RispondiElimina
  45. Fontebrandino7 maggio 2012 12:30

    LEGGETE CHE FACCIA TOSTA :

    "Il Partito democratico di Siena – si legge ancora nel documento – rappresenta una delle esperienze più avanzate dell’incontro di più culture politiche, ispirandosi sempre all’equilibrio, al coinvolgimento e alla massima valorizzazione delle diversità di opinioni. (...) Il Pd è un soggetto che esprime una diffusa capacità di governo attraverso una classe dirigente ispirata a un reale e palese pluralismo, (...). Per questo il nostro partito ribadisce la disponibilità al confronto e all’ascolto di tutte le opinioni che riguardano i temi di interesse della città"

    MA CI PRENDETE PER I FONDELLI ????
    VORREI TENTARE DI CONCENTRARMI SU QUANTO DI BUONO POTREBBE SCATURIRE DAL SERVIZIO DI IERI SERA, MA COSI' E' DAVVERO TROPPO, E MI CONVINCO SEMPRE PIU' DI QUANTO ABBIA RAGIONE CHI SOPRA HA PARLATO DI ASSIST VOLUTAMENTE SERVITO DA RAI3 AL PD LOCALE E NON SOLO !!!
    IERI SERA NON E' EMERSO CON SUFFICIENTE FORZA QUALE SIA IL VERO MALE DI QUESTA CITTA' : IL PD, CHI LO GUIDA, CHI LO VOTA E CHI CI SI CONFONDE.

    FUORI DAI COGLIONI !

    RispondiElimina
  46. Ciao un saluto

    Ho visto su internet la puntata di Report, ed anch'io, sinceramente, forse mi sarei aspettato maggior "profondità" nell'affrontare gli argomenti MPS, Comune, groviglio armonioso, Fondazione, etc.

    Vorrei anche inserire un paio di articolo apparsi oggi, sul sito Dagospia, in merito proprio alla trasmissione di ieri.

    http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/un-riportino-a-report-gambarotta-fa-notare-che-ieri-sera-nella-puntata-sul-buco-38621.htm

    http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/1-la-svendita-de-la7-nuovo-duello-in-casa-de-benedetti-tra-carletto-e-38632.htm

    RispondiElimina
  47. ...comunque il portale del corriere di siena è da stamani che è in aggiornamento...
    Che al Bisi sia venuto il male del Colonnino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veramente il sito del corriere di siena del Bisi è da un pezzo che è in aggiornamento....

      Elimina
  48. carissimi,
    ho letto tutti vostri interventi (al momento quasi 100) ed ho visto Report 2 volte su Youtube (a freddo su youtube, in aggiunta alla diretta in tv)

    concordo pienamente con tutti voi !!
    Report di ieri è stato arma bellica senese nello scontro romano fra le due anime del PD

    non c è bisogno che ve lo spieghi ma DS e Margherita sono in guerra piena a Roma. Questo perchè sottotraccia il terzo polo (inventato dallo Stesso PD come cavallo di Troia per Casini) è diventato sirena di attrazione per gli ex Margherita. Oggi che i poteri forti europei hanno dato vita al Governo dei Tecnici il terzo polo è diventato un bell' appeal ... sopratutto in chiave elezioni 2013 (se si votasse oggi l'italia sarebbe un bis di francia e grecia)

    gli ex DS per questo hanno bisogno di mettere al sicuro la cassaforte del PD (leggi MPS) limitando in modo importante il peso degli ex margherita (sopratutto se i rimborsi elettorali verranno "limati" in modo importante)

    Gente !! Siena è in guerra per i poteri romani !!
    MPS e FMPS sono il campo di battaglia ed i caduti sono gli enti locali senesi (leggi bilancio comune).

    Report di ieri serviva a defenestrare Gabriello Mancini ed a mettere in angolo MussABI (anche io penso che non sia corretto dare alle gambe del bocculuto quando questi e' in disgrazia) dando le colpe al Bisi di essere una sorta di "grande vecchio" ...

    Eretico pls dicci la tua !!!

    p.s.
    Frase Topos "che differenza c è fra PD e PDL ? ... Una lettera"

    RispondiElimina
  49. Dì la verità prof, oggi ti è venuta un po' di nostalgia... a leggere tutti questi commenti per pubblicarli è un po' come essere stato a scuola a correggere i compiti!

    RispondiElimina
  50. Carissimo Eretico, ho letto il tuo libro sulla biografia non-autorizzata del Mussari, l'avvocatuccio. Tutto bene, è veramente interessante e penso che mi leggere anche i precdenti sulla 'Casta', però toglimi una curiosità.....ci sono tanti nomi nel tuo trattato, ma non ho trovato quello del ex Vigni Antonio. Anche lui ha avuto molte responsabilità della bancarotta del Monte edinvece se n'è andato con un mucchio di soldi come buonuscita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle pagine 40-41 il nome c'è, ma concordo che il buon Vigni meriti di più, molto di più: ci sarà qualche ragione se se n'è andato con una buonuscita di 4 milioni, no?. Chissà che un giorno, almeno a livello bloggeristico, non ci scappi qualcosa...

      L'eretico

      Elimina
  51. Non penso che in due ore si potesse fare di più e meglio. Ma ( lo dico da uomo di sinistra) sembra che a Siena comandi quella macchietta del Bisi. D'ALema, Caltagirone (suocero di Casini), Monaci, Bindi, e compagnia bella, dove erano???

    RispondiElimina
  52. Su Rai3 "Report" e' stato seguito da 2 milioni 571 mila telespettatori, con il 10,46 per cento di share.

    RispondiElimina
  53. Carla Fineschi con i pantaloni da vero uomo , crapapelata con il... grembiule da armoniosa pulzella: finalmente a ciascuno il suo ruolo

    RispondiElimina
  54. si, va bene, il servizio di report poteva essere più incisivo, parlare della politica senese,dell'antonveneta, entrare di più nel buco dell'0università etc, ma ricordiamoci che era solo un oretta scarsa. prendiamone il buono e cioè che è servito a lanciare il sasso nel fontone e a far aprire gli occhi a chi ancora non li aveva aperti

    RispondiElimina
  55. All'inizio la senzazione è stata di sgomento, non perchè fossero cose a me igniote, ma solo perchè vedere la mia Siena buttata di domenica sera sulla gogna a quel modo, mi ha fatto piangere.
    Sento parlare di cose che finalmente cambieranno, di menti che si illumineranno, di coscienze che di apriranno: mi ci scappa da ridere.
    Sì cari, perchè il buon Colonna una cosa l'hadetta giusta:
    tutti a Siena ci s'aveva un orticello da difendere e ci stava bene a tutti. Al di là di una commovente e sorpesa Marisona tutti si sapeva come andavano le cose e si chiudeva gli occhini. Tanto basta che il Siena sia in A, la MensSana vinca gli scudetti e che du volte all'anno ci diano i cavalli e gli sghei da girare a tutti a qualche farabutto da buttarci sopra.
    La verità è brutta ma non parlatemi di risvegli e di prese di coscienza: che siamo una bella città di merda (consentitemi il francesismo) si sapeva da tempo e quando ce lo dicevano, invece di fare i "senesoni", si poteva anche ascoltare....

    RispondiElimina
  56. Condivido gran parte delle critiche mosse al servizio, ma pur in presenza di evidenti lacune ed omissioni, ritengo che da questo emergano tre elementi certi:

    1) MPS attraverso una controllata londinese movimentava fondi extra- bilancio.

    2) In relazione ad Antonveneta, oltre all'incomprensibile sovrapprezzo, abbiamo appreso che Guzzetti è in possesso di informazioni tali da non poter essere rivelate a microfoni aperti.

    3) Al fine di mantenere il consenso indispensabile per l'elezione di Ceccuzzi, MPS ha fatto ricorso a massicce dismissioni immobiliari allo scopo di presentare un bilancio molto positivo. Secondo rumors interni MPS, questo ha permesso affari d'oro a personaggi vicini al presidente, presenti nel cda di alcune partecipate.

    Come si dice: "tre indizi fanno una prova". Ma allora il bilancio MPS è credibile? Oppure è stato manipolato secondo necessità?
    Sono garantista, ma anche curioso di sapere se la gestione della banca nell'ultimo decennio è stata corretta e se tutto è stato fatto nel rispetto della normativa vigente.
    Certe risposte dovrei averle dalla magistratura, ditemi pure che era tutto regolare e che nessuno ha sbagliato ma almeno fate un indagine! Ditemi qualcosa!
    Se come al solito niente si muove, cosa dire? Verso la Lizza, forse qualcuno la toga preferisce arrotolarla e farci un grembiulino....

    RispondiElimina
  57. Anche per i più ottusi, siamo ormai arrivati a dire le cose come stanno senza se o ma (quando dico questo mi viene sempre in mente quei dementi che dicevano e qualcuno dice ancora: come si sta qui un si sta da nessuna parte! Capite benissimo a cosa mi riferisco). Ora, finalmente, grazie anche all’Eretico che benedico solo per questo, le colpe e gli errori commessi hanno un nome ed un cognome (in verità molti più di uno). Questi personaggi, ma come dicevo non sono ancora apparsi come si deve tutti, non solo hanno di fatto impoverito la comunità senese sottraendole la ricchezza economica ma, peggio ancora, l’hanno condizionata soprattutto attraverso l’annichilimento intellettuale delle stesse persone (ricordo a tutti che qui e fino ad ora lavora solo chi è di parte; scusate, meglio dire amico o della cricca). Hanno cioè sempre, dico sempre, mascherato le loro azioni dietro una fasulla nonché improvvisata ideologia e ciò per mantenere un consenso elettorale utile, anzi fondamentale, per comandare nel tempo e quando le chiacchere non bastavano più giù coi posti di lavoro e permessi dati a bella posta! Tanto per dire, vi sarà capitato, a voi comuni mortali, di fare qualche richiesta al Comune e vederla poi negata con mille giusti motivi mentre, ai soliti noti, tutto è permesso, o no? Senza tema di smentita hanno gestito così anche le Contrade, indicando Priori e Capitani a loro graditi, usandole cioè, alla fin fine, per i propri scopi, consensi e tornaconti personali (v. la sicurezza e tutte quelle migliaia di regole del cazzo in barba alla Tradizione). I tempi sono cambiati è vero e si sa; ma sarà possibile che cambiano sempre e comunque come vogliono loro? Il Magistrato delle Contrade o meglio ancora, la seconda Giunta del Comune, si è forse mai ribellata? Ha mai messo, nel tempo, dei paletti o dei punti all’ordine del giorno per discuterli col Sindaco o comunque tali da mettere in discussione qualcosa? (se qualcuno volesse rispondere con dei fattarelli gli rammenterei che ora è troppo tardi!) Non volevo parlare di Condtrade ma, capite bene, se per la cosa più amata dai senesi si ingolla anche la merda che vi aspettavate dalla gestione della cosa pubblica? Doveva finire per forza così: come Pantaneto o Piazza del Campo vale a dire un luogo per rifugiati (loro dalla povertà mentre i nostri dalla galera)! Amen e buona notte indignati del cazzo, perché anche voi sapevate tutto, seppur non nel dettaglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bastardo Senza Gloria7 maggio 2012 20:42

      Se un giorno, non so, ci conosceremo, vorrei avere l'onore di stringerti la mano.
      Mi permetto di darti del "tu", hai tutta la mia approvazione. Spero ti leggano tutti con la stessa attenzione con la quale ti ho letto io.

      Elimina
  58. TRE RIFLESSIONI A FREDDO.
    1)BELLO O BRUTTO CHE SIA STATO IL SERVIZIO HA SQUARCIATO IL VELO DELL' OMERTA'. NE HO AVUTO RIPROVA CON I MIEI GENITORI (78 e 76 anni) classici DURI E PURI DEL PD CHE NE IO NE LE CANNONATE AVREBBERO SMOSSO DALLE LORO POSIZIONI:OGGI A MIA DOMANDA SUL SERVIZIO HANNO AMMESSO CHE I VARI PERSONAGGI CITATI "...CI HANNO CONCIATO BENE...".
    2)CONCORDANDO CON TATTI INTERVENTI DEL BLOG MI SEMBRA CHE DAL SERVIZIO SPUNTINO - PER LIMITARSI ALL'AFFARE BALDASSARRI -FATTI DI RILEVANZA PENALE;
    3)L'UNICA PECCA DELLA TRASMISSIONE E' IL NON ESSERSI DOMANDATA SE, DATO IL VORTICOSO GIRO DI MILIARDI,VI SIANO STATI MANDANTI OCCULTI.

    RispondiElimina
  59. Salve

    Mi sembrava giusto inserire anche il commento del sindaco, in merito alla trasmissione Report di eri sera.

    http://www.gonews.it/articolo_134009_sindaco-Ceccuzzi-Questa-citt-libera-pulita.html

    RispondiElimina
  60. Franchino faceva meglio figura a farsi intervistare!

    RispondiElimina
  61. Franchino faceva meglio a andare a casa dopo l'ultimo Consiglio comunale!

    RispondiElimina
  62. non c'è limite alla stupidità umana!!!!

    RispondiElimina
  63. La trasmissione conteneva davvero grosse omissioni riguardo ai burattinai romani che muovono le faccende senesi, a cominciare da "baffino" fin dal tempo di De Bustis, Caltagirone in tutto il suo spessore, ecc. Però ha dato una bella spinta a chi volesse ricostruire (di nuovo con un libro?) come ha funzionato il sistema Siena negli ultimi dieci-venti anni. C'è bisogno di un quadro dove trovino posto tante e tante figure, non solo la triade Ceccuzzi-Mancini-Mussari...
    Complimenti all'Eretico, che ha animato questo servizio, benché ne abbiano poi tagliato l'immagine e il nome.
    Silvia Tozzi

    RispondiElimina
  64. Tutte le mattine Canale 3 commenta le notizie pubblicate sulla Nazione e sul Corriere di Siena, stamane l'emittente è rimasta spenta. Strana coincidenza!!

    RispondiElimina
  65. E' servito parecchio Report a livello di elezioni, come del resto è servito parecchio il grande agitarsi di partiti inesistenti a Siena (Lega Nord), ex democristiani nelle liste civiche eccetera.
    1) oggi il Pd in provincia è arrivato a prendere perfino l'80% dei voti.
    2) Chi alza la voce fa casino, ma non riempie le urne (vedi Lega Nord, Liste civiche eccetera)
    3) Tutto questo scangeo viene fatto da chi e perchè? e perchè proprio ora? Ad animare gli scontenti non ci sono quelli che 20-30 anni fa facevano davvero opposizione (vedi Msi) che erano emarginati, ma ci sono quelli che 20-30 anni fa giravano nel mestolo. Un sarà mica per questo?
    4) La trasmissione di Report è servita a fare una cosa: a portare finalmente la Finanza nelle contrade nei giorni del Palio. Almeno 1.5milioni per un palio non li paga più nessuno, le cene della vittoria da 100 euro non le fa più nessuno, e tutte le minchiate esentasse delle società di contrada non le fa più nessuno.
    5) A proposito, questa è una città di contadini (intellettualmente parlando, ovvio), solo pochi hanno capito che la pilotata trasmissione di Report è il classico bastone nei coglioni del marito per far dispetto alla moglie.
    6) Vi auguro sogni d'oro. chi è ricco in questa città resta ricco; chi è povero in questa città continuerà ad essere il povero; chi è nel mezzo lo prende nel baugigi (anche quelli che erano felici di vivere di 1500euri al mese e non inseguivano con la bava alla bocca e l'invidia tipica del contadino il vicino di casa o il compagno di lavoro che aveva una bella figa tra le mani, una macchina più grossa e magari una casetta a Castiglioni anzichè a Marina di Grosseto...)
    Per tutto il resto... c'è l'autoerotismo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O' bravo DeGortes, 'un ti s'avesse a riconosce dalla portata de' ragionamenti. Quanto tempo libero avrai...

      Elimina
    2. dici che e' acetello ? effettivamente parla da persona con soldi case e parecchia fica ... ma talento ?

      p.s.
      sono un contadino e sono orgogliosissimo della mia appartenenza culturale ed antropologica

      Elimina
  66. IL VELO (PIETOSO) SQUARCIATO E L'ASSORDANTE SILENZIO DELLA POLITICA SENESE IL GIORNO DOPO REPORT SU MPS, SIENA, UNIVERSITA', PALIO, AMPUGNANO,MASSONERIA E UNA CLASSE DIRIGENTE VERGOGNOSA.
    NICOLETTA INNOCENTI

    RispondiElimina
  67. sarei curioso di sapere cosa ha detto a microfoni spenti il signor Guzzetti a Mondani eh eh eh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quizzone, gli avra' detto che la plusalenza è finita a ?

      a) opus dei
      b) massoneria
      c) broker in malafede
      d) PD

      L'accendiamo ?

      P.S.
      Caro Eretico, tu che insegni storia e che sei anti clericale ed antigrembiulini, è davvero possibile dal punto di vista antropologico una alleanza fra Opus Dei e Massoneria ?

      Non sono due realtà nate proprio l'una in opposione all'altra ?

      Elimina
  68. Con quanta gente ha scritto e commentato sulla trasmissione nessuno aveva capito di cosa si trattasse veramente... UN FRULLATO DI DIFFAMAZIONI!!! Allora, per quanto possa essere stato fatto male, omissivo e quant'altro a qualcosa è pur servito... ora c'è solo da sperare nell'intelligenza della gente.

    RispondiElimina
  69. La Gabanelli dovesse perdere il lavoro (non si sa mai coi tempi che corrono...) ha di certo un futuro come veggente. mi pare che a fine trasmissione, parlando dei tre che non si erano fatti intervistare disse che "QUELLA DI NON PARTECIPARE E' UNA SCELTA, SALVO POI LAMENTARSI IL GIORNO DOPO"

    RispondiElimina
  70. Siena è una città libera e pulita, così ha detto Ceccuzzi. Prof. Ascheri, gli faccia un po' di lezioni sui verbi e gli insegni che deve parlare al futuro. SIENA SARA' UNA CITTA' LIBERA E PULITA quando tornerà ad essere amministrata da gente competente ed onesta

    RispondiElimina
  71. no ma, vi prego, leggete questa e poi ditemi se un "vaffa" almeno non vi scappa di bocca, anche se siete le persone più educate del mondo!

    http://www.ilcittadinoonline.it/news/148406/Ceccuzzi_su_Report___Trasmissione_gravemente_offensiva_.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo l'intervento tardivo del Sindaco fa solo piangere. In quali mani siamo? Non poteva parlare davanti alle telecamere? Anche lui come Mussari, Bisi e altri sanno solo querelare e denunciare. La devono smettere perchè sono ridicoli!

      Elimina
  72. "Siena è una città libera e pulita. Respingiamo al mittente la rappresentazione andata in onda, ieri domenica 6 Maggio su Report, perché è molto lontana dalla realtà di una città che per quanto sconti duramente la crisi economica, è sempre un simbolo di molte eccellenze italiane. La trasmissione si è rivelata gravemente offensiva per la città, i senesi, il Palio, le sue tradizioni. La costruzione del servizio parte dalla deformazione del passato ed arriva persino ad ignorare i cambiamenti messi in atto in questo primo anno di mandato e sopratutto negli ultimi mesi con il rinnovamento totale del consiglio di Banca Mps che ha operato la Fondazione. Un chiaro tentativo di fermare il tempo e raffigurare una situazione senza speranza. Il futuro di Siena è già cominciato, ma c'è qualcuno che lo vuole soffocare per aprire una stagione di vendette e di regolamenti di conti. E' doveroso, oltre che giusto, riflettere con severità su scelte del passato che non hanno dato i frutti sperati, come su eventuali errori e sottovalutazioni, ma con una storicizzazione documentata ed equilibrata."

    Ceccuzzi vai a vederti i siti del Corriere (della Sera eh, non del corriere dei piccoli dell'amico con il grembiulino).
    La Finanza al Monte dei Paschi -Inchiesta sull'acquisizione Antonveneta:
    http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2012/9-maggio-2012/finanza-monte-paschi-201102322821.shtml

    http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/05/09/news/siena_blitz_della_finanza_nella_sede_monte_dei_paschi-34758732/?ref=HRER1-1

    Forse la Finanza e la Procura la pensano diversamente.

    RispondiElimina
  73. gdf in mps

    ed a casa di Gabriellone ... oramai sono convinto ... Report serviva solo per fare fuori Gabriellone (inchiodato al seggiolone) ... ora con la scusa di Antonveneta aggiotata detto in TV (ma la procura non aveva mai avuto dei dubbi prima?) per forza scatta l'obbligo della azione penale ...

    Ora caro Gabriellone che hai provato la libidine di una ispezione nel domicilio privato come ti senti ? al boccoluto non fanno nulla perche' adesso e' fuori dai giochi ...

    perdonatemi ma a me questi metodi non piacciono ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che Beppino fosse democristiano al suo arrivo a Siena da studente mi risulterebbe sacrosanto ... chiedi a chi lo conosceva all'epoca e magari lo introdusse nel partito ...... forse Report ne sa più di te Eretico. Informati.

      Elimina