Cerca nel blog

martedì 16 ottobre 2012

Mussari under attack: pubblicare o non pubblicare?

 

   "Essere o non essere, questo è il problema: se sia più nobile d'animo sopportare gli oltraggi, i sassi e i dardi dell'iniqua fortuna, o prender l'armi contro un mare di triboli e combattendo disperderli".
Dispiace scomodare Shakespeare per le torbide vicende giudiziarie senesote, però proprio questo è il dilemma, atroce, dei giganti del giornalismo locale, Stefano Bisi e Tommaso Strambi.
"Pubblicare o non pubblicare, questo è il problema", di fronte all'inaudita (e non terminata!) offensiva mediatica del Giornale berlusconiano, a firma di Gian Marco Chiocci.
Da sabato, è un martellamento giornalistico che la Casta senese mai aveva conosciuto.
 Sul perchè (sui perchè), già ci siamo dilungati su queste colonne sabato scorso, e non vale la pena aggiungere molto: c'è chi azzarda che sia un'offensiva volta non solo a scaricare l'ormai indifendibile Mussari Giuseppe, ma anche a dare il colpo di grazia a colui che, accompagnato da Franchino il Ceccuzzi, passò pochi giorni prima delle ultime elezioni dalla Coop di San Miniato dicendo che a Siena il Pd doveva vincere e vincere bene (cioè subito, senza ballottaggio). Il messaggio dalemiano fu puntualmente raccolto, anche grazie alla desistenza di fatto del Pdl che allora presentò l'impresentabile Alex Nannini candidato a Sindaco. A questo giro, e da alcuni mesi, il Pdl si è messo a fare opposizione: non barricate, certo, ma decente opposizione sì.  Ah, se avessero iniziato prima: magari anche Il Giornale si sarebbe svegliato con qualche mese o anno di anticipo, no?

  Torniamo a noi, però. Come hanno risolto la questione, i due maestri di giornalismo?
Lo Strambi, visto che è il caporedattore locale di una testata che aveva una sua dignità, è stato costretto a fare scrivere a Cecilia Marzotti un paio di pezzi, domenica: uno, ampio, nel fascicolo locale, un altro perfino nel "nazionale" (ricordando che i quotidiani della Monti Riffeser, se Dio vuole, in tutta Italia non arrivano). Di fronte ai futuri frequentatori di emeroteche, l'ottimo Strambi potrà almeno dire di avere pubblicato qualcosa: il minimo del minimo, ma qualcosina sì. Con tanto di ciliegina finale, alquanto apprezzabile, della Marzotti, tesa a risucchiare in pieno Franchino il Ceccuzzi nel vortice dell'affaire Antonveneta. Leggere per credere.

 Stefanino Bisi, invece, resta silente: francamente - direbbe D'Alema -  da un combattente (peraltro con le spalle sempre ben coperte) come lui, non ce l'aspettavamo proprio. Come si fa a restare silenti, dopo 4 articoli di cotale portata, tre dei quali (specie il primo) sparati in prima pagina?
"Pubblicare o non pubblicare, questo è il problema": Stefanino l'ha risolto non pubblicando alcunchè. Facendo finta di niente (come per la rassegna stampa ad uso interno dei montepaschini, silente sugli articoli di Chiocci: curioso, eh?).
Che stia preparando una rivincita clamorosa e livorosa, iniziando lui una campagna giornalistica paragonabile, in loco, a quella del Giornale? Urge una rapida manovra mediaticamente diversiva. Che qualcuno fra i massoni grandorientali presenti sabato pomeriggio al Garden (al Garden!) gli abbia suggerito qualcosa? Certo è che qualcosa sta tramando, Stefanino, altrimenti non lo riconosceremmo più: secondo l'eretico, ne vedremo delle belle, a breve. Ad majora!

Ps Chiocci nel fare l'elenco dei blogger locali - lo scorso sabato - si è colpevolmente dimenticato dell'ottimo Santo. Che fa un eccellente lavoro quotidiano, spesso complementare a quello ereticale. Un avvertimento bisiano, giorni fa, dall'Angolo dell'unto, è arrivato anche a lui: ben gli sta!
Ma lui, che è stato il secondo blogger a Siena dopo Giovanni Grasso, non si è scomposto più di tanto. Chapeau.

35 commenti:

  1. bravo e giusto, Raffaele! Il Santo fa un lavoro eccezionalmente utile, unico con la sua selezione che consente di farsi un'idea di quanto succede peraltro evitando di comprare giornali non sempre propriamente necessari...davvero bravo!
    Chapeau anche da me... prometto un intervento sul suo blog perché s'è accumulato molto materiale, ma a questo punto dopo venerdì, con il suo Mezzogiorno di fuoco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rinvio è già scritto.

      Elimina
  2. Effettivamente non leggere niente in merito sulla stampa locale è da delinquenti.Da cittadina mi sento offesa e presa x il c...o. Un'affare del genere ha rottamato la città e la provincia e qui in prima pagina del corriere l'alluvione a Badesse....Ma che posto è questo?

    RispondiElimina
  3. Raffaele stiamo attenti,

    l'avvocato ha (almeno) sette vite, come i gatti, è furbo, anguillesco e super coperto, della serie "se cado io cadete tutti".

    Mi aspetto un colpo a sorpresa; non abbassiamo la guardia noi e, speriamo, la magistratura (più passa il tempo e più si avvicina la prescrizione).

    Robertino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli unici soggetti di cui Mussari Giuseppe deve aver paura sono i suoi conterranei calabresi che ne hanno favorito l'ascesa e con la stessa velocità potrebbero farlo cadere ....

      Elimina
  4. Caro Eretico,

    segnalo che l'importo massimo dell'aumento di capitale che la banca potrà deliberare senza chiedere nulla a nessuno equivale esattamente alla cifra che lo IOR aveva messo a disposizione per salvare il San Raffaele.

    Se quel miliardino finisse nelle casse della banca ? Socio 'industriale..' che non ha fretta e potrebbe sviluppare sinergie importanti.

    Un ruolo fondamentale sarà svolto dall'avv. Briamonte, storico consulente dello IOR e, da pochi mesi, consigliere del MontePaschi.

    Walter da Viadana (MN)

    RispondiElimina
  5. Mi scusi professore, ma quando parla di opposizione del Pdl, parla a livello nazionale vero?? No perchè in caso contrario devo richiedere pensione ed accompagnamento per cecità totale.
    Con stima.
    Chicco Ortalli

    RispondiElimina
  6. Siena doveva avere i marciapiedi d'oro ed invece i senesi dovranno pagare l'IMU più alta della Toscana per ripianare il deficit del comune adesso che babbo monte non ha più soldi.
    Dove sono i politici che hanno ridotto Siena in questo stato ?
    Sempre al loro posto ! Attaccati alla loro poltrona!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dove sono i senesi che devono pagare l'imu più' alta della Toscana? Davanti al computer invece che nelle strade!!!!!!!!!

      Elimina
  7. Rassegna stampa di oggi:
    La Nazione Siena fa un ampio pezzo sulle indagini della Procura senese (sentiti Franchino, il Paonazzo del Nicchio e don Fabio Ceccherini come persone informate sui fatti per l'affaire Antonveneta), addirittura a firma dello Strambi: complimenti, seri;
    Il Corriere di Siena, invece, continua la sua afasia: dà giusto giusto notizia (pagina 9) degli interrogatori a Cenni, Ceccherini e Ceccuzzi, ma niente di più. Pregasi controllare la forza giornalistica delle altre notizie presenti;
    Il Giornale (senza l'edizione fiorentina, chiusa) continua l'attacco alzo zero, andando a fare conoscere al pubblico berlusconiano la vicenda dei legami tra Ceccuzzi, Mussari e il clan salernitano capitanato da quel gentiluomo di Paolone Del Mese. Tutto finanziato allegramente con i dindini montepaschini, as usual.

    Ps Rispondo a Chicco Ortalli: se c'è uno che ha criticato con estrema durezza l'appeasement forzaitaliota negli ultimi anni, quello è il sottoscritto (basta documentarsi, all'occorrenza: ci sono decine di pagine in libri e blog). Visto che negli ultimi mesi hanno fatto qualcosa di buono (anche fosse solo fare cadere Franchino), giusto riconoscerglielo. Per il futuro, chi vivrà, vedrà.

    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Segnalo articolo del bravo Mario Gerevini sul Corriere della Sera di oggi, mercoledì 17 ottobre, dal titolo I PEGNI E I MISTERI DEGLI IMMOBILI MPS.

      Elimina
    2. Leggere l'articolo de Il Giornale è un po' come rileggere il tuo libro. Semmai un'avevi ragione!!

      Elimina
    3. Postato alle 7.48... ma a che ore ti sei alzato?!

      Elimina
  8. Premio Frajese a Gian Marco Chiocci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci allarghiamo troppo, prima accertiamoci che non sia tutta una...manfrina politica (v. il blog del fratello illuminato in proposoto)

      Elimina
  9. Caro Eretico,

    Ci puoi spiegare quali sono i motivi di questo attacco mediatico conto Mussari ? Tutto ovviamente passa dalla volontà di fargli saltare la poltrona dell ABI. Di MPS (scusa MPR) oramai non interessa più nulla a nessuno.

    Tu che hai agganci, dacci una chiave di lettura...

    Mettiamo in fila i soggetti di questa tragedia
    1) opus dei
    2) massoneria internazionale
    3) PD
    4) bildenberg
    5) berlusconi
    6) finanza nazionale ed internazionale

    ops ... sto' elencando solo sinonimi ...

    Aiuto Eretico, perche' sono nel pallone!!

    F.to
    l'Anonimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anonimo,
      per quello che mi riguarda, in larga parte ti ho risposto nel pezzo di sabato scorso, che avrai di certo letto (è attualmente number one, in classifica). Il tuo elenco è senz'altro stimolante, ed hai ragione sul fatto che di quasi sinonimi si tratti: tutti hanno come punto in comune quello di badare al Dio danaro.
      Ma vorrei battere su un'altra cosa: è chiaro che Il Giornale si muove su una logica di sganciamento berlusconiano da Mussari, ma è altrettanto veritiero che i Direttori dei quotidiani, di solito, tirano anche a vendere più copie. A parte a Siena...

      L'eretico

      Elimina
  10. Permettemi una riflessione: plaudo l'indagine della Procura senza sè e senza ma. Mi auguro che il lavoro dei Magistrati si svolga con la giusta serenità e si arrivi alla conclusione delle indagini rimettendo al GUP la decisione. Vorrei però che in tutti i blog senesi non si cedesse al "tintinnio delle manette" : credo che abbiamo l'opportunità di fare un salto in avanti intermini di civiltà. Pretendiamo i ladri in galera, a Siena ci hanno sottratto soldi e futuro, ma al contempo dimostriamo che noi cittadini siamo in grado di superare questa tragica esperienza di corruzione , prima mentale e poi materiale, partecipando TUTTI alla ricostruzione della città che si baserà su modelli nuovi, con opportunità nuove e maggiore trasparenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manette??!!!......noooo moncherini!!

      Elimina
    2. Caro Doc J,
      per quanto mi riguarda tanta di quella "gentalgia" che ha contribuito, direttamente o indirettamente a farci sprofondare in questa situazione non la vorrei piu` sentire nemmeno nominare!! Figuriamoci se la vorrei veder partecipare alla ricostruzione, come dici te!

      Elimina
  11. Eretico oggi è il Corriere della Sera a sparare contro Mussari. Ogni giorno c'è un attacco, che vorrà dire?

    RispondiElimina
  12. http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/banche-con-lincesto-al-montepaschi-funziona-cos-presta-i-soldi-a-chi-ti-compra-45458.htm

    RispondiElimina
  13. Tanto per ricordare ...

    21.11.2007
    LETTERA DI MUSSARI E VIGNI A TUTTI I DIPENDENTI
    L’operazione Antonveneta apre nuove prospettive di crescita e di valorizzazione professionale

    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2012/10/saga-montepaschi-mussari-lettera-di.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mussari: “non ho ricevuto alcun avviso di garanzia”. L’ultimo che l’ha detto è stato Formigoni

      http://www.linkiesta.it/blogs/trenta-denari/mussari-avviso-di-garanzia-mps-antonveneta

      Elimina
  14. alfredo carini17 ottobre 2012 14:55

    direi che la guerra ha avuto inizio, i tempi di pace son terminati! stiamo a vedere cosa accadrà! ma in realtà perche stare solo a vedere dato che questo è forse la cosa peggiore che il popolo senese ha fatto negli ultimi 50 anni. Forse sarebbe auspcabile che tutti partecipassero, qui non si tratta di destra o sinistra ma i persone che hanno agito per propri interessi personali portndo la comunità senese a condizioni vergognose. Ed è anche l'ora di agire per ricostruirci un futuro economico indipendente da Babbo Monte. Ora si deve e si può!!!!!

    RispondiElimina
  15. Anche la stampa è eterodiretta dalla politica!
    Tutto si spiega, secondo me, in un ottica di riposizionamento delle varie forze politiche in vista delle prossime elezioni nazionali,specie ora che tutti vogliono passare come rinnovatori. Questo riposizionamento vale anche fra i vari personaggi all'interno del medesimo partito.
    Fra i vecchi pertanto ci sarà qualcuno che dovrà tirare, politicamente, le cuoia e, se non si trovano accordi pacifici, in questo contesto potrebbe venire fuori tutta la m...a accumulata nel passato anche al livello periferico. Non si potrebbe spiegare così l'attuale interesse su Antonveneta, Mussari ecc?

    RispondiElimina
  16. Caro Fausto,
    non c'è dubbio alcuno che sia così.
    E ciò che vale a livello nazionale, vale anche sul piano locale e, nel caso di specie, senesota.
    Oltre agli interrogati dalla Procura (Cenni, Ceccherini e Ceccuzzi), oltre a Mussari Giuseppe, ci sono altri in Mps e nel Pd che sanno tutto, o quasi.
    Poi ce n'è uno che non è né targato Mps, né Pd, né è un giornalista, ma sa tutto, degli intrighi della Siena castista.
    Non chiedetemi chi sia, però: diamo tempo al tempo...

    L'eretico

    RispondiElimina
  17. il Pdl fa opposizione?? rinunciare al proprio simbolo e a un proprio candidato per le prossime elezioni equivarrebbe a fare una "decente opposizione"??

    RispondiElimina
  18. Scusate se vado leggermente off-topic:
    1 - Profumo ha dichiarato in assemblea che "Ad oggi non abbiamo elementi per avviare azioni di responsabilità" sulle passate gestioni di Banca Mps; mi pare che alla luce dell'indagine su Mussari questi elementi non solo ci siano, ma siano anche macroscopici.
    2 - A giugno ci sono le elezioni, chi vince nominerà il mese successivo i vertici della fondazione, vorrei che tutti i candidati in campagna elettorale specificassero se intendono far promuovere dalla fondazione (l'ente maggiormente danneggiato e legittimato) un'azione di responsabilità.

    RispondiElimina
  19. @Anonimo17 ottobre 2012 18:05

    Leggi bene il mio commento : non voglio che i dissestatori partecipino nuovamente , voglio che partecipino i cittadini.Tutti i cittadini che hanno a cuore le sorti della città tracciando una linea di separazione tra i senesi e quelli che hanno venduto e/o contribuito a vendere la propria città.
    Spero di essere stato più chiaro.....

    RispondiElimina
  20. Vi consiglio un articolo interessante.
    Buona lettura!
    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-10-18/moodys-taglia-rating-gradini-071330.shtml?uuid=Abd2nGuG&fromSearch

    RispondiElimina
  21. quello di gracciano18 ottobre 2012 09:44

    chi è? Montezemolo?

    RispondiElimina
  22. Carissimo Eretico,
    Carissimi Lettori,

    Giusto per fare informazione volevo rendere noto che, sulla rassegna stampa della BMPS, che giornalmente seleziona gli articoli sulla stampa nazionale e locale per i 30.000 dipendenti, i pezzi riguardanti i "dispiaceri" BMPS son sempre casualmente tagliati.
    Per esempio ieri, presumo per un errore di scannerizzazione, si è dato risalto all'articolo della Nazione su una certa corsa ciclistica, ma non dell'articolo su Beppino.

    Saranno forse solo notizie false e tendenziose??

    Buona giornata

    RispondiElimina
  23. in questi giorni per il Corriere di Siena la notizia più importante la fuga di bestiame dal mattatoio di Colle...

    RispondiElimina
  24. "RIPRENDIAMOCI SIENA"
    FACCIO UNA PROPOSTA A TUTTI I BLOGGER CHE SEGUONO QUESTE PAGINE, E COME PENSO, ANCHE ALTRI BLOG SENESI.
    PROVIAMO A ROMPERE LE PALLE A TUTTI.
    FRANCAMENTE SONO STANCO DI LAMENTARMI E CHE TUTTI SI LAMENTINO, IL LAMENTO E' FINE A SE STESSO, BISOGNA AGIRE.
    PROVIAMO A IDENTIFICARCI NEI VARI BLOG IN MODO DA COMINCIARE A FARE UN PO DI RUMORE SERIAMENTE.
    ALTRI HANNO INIZATO COSI E CI SONO RIUSCITI, IO HO PENSATO A UN BEL "RIPRENDIAMOCI SIENA" DA INSERISCE ALL'INIZIO DEL PROPRIO COMMENTO/POST.
    SARA' COME AVERE UN DISTINTIVO CHE LENTAMENTE SARA' RICONOSCIUTO E ALLORA POTREBBE ANCHE USCIRE FUORI DA QUESTA SCATOLA DI LATTA E ANDARE PER LE STRADE.
    NON SCHERZO, IO VOGLIO FARLO E PROPONGO A TUTTI DI FARE QUESTA PICCOLA GRANDE COSA.
    PENSATE CHE COSA SAREBBE VEDERE SU TUTTI I BLOG TUTTI I COMMENTI CHE INIZIANO CON QUELLA FRASE.
    SCOMMETTO CHE POI POTREMMO FARE QUALCOSA DI PIU GROSSO E SCENDERE IN STRADA. DA ALTRE PARTI STA FUNZIONANDO, PERCHE' NON QUI?
    IL LIMITE STA DOVE OGNUNO DI NOI LO PONE!
    CHE ASPETTIAMO ALLORA... "RIPRENDIAMOCI SIENA"
    GC

    RispondiElimina