Cerca nel blog

martedì 2 aprile 2013

Sanità senesota: lo strano curriculum del dottor Giacomo Centini...


   Mentre la città è con il fiato sospeso (più o meno) per sapere chi sarà il Supercandidato proposto dal Pd (cioè da Franchino il Ceccuzzi), torniamo volentieri a parlare di Sanità senesota. Oggi ci occupiamo di una new entry per il blog, ma non per chi scrive, avendo già di lui scritto, con Capitolo ad personam, nel libro "Sua sanità".
 Si tratta del rampantissimo e bocconianissimo dottor Giacomo Centini: che non è una figura di secondo o terzo piano della sanità ospedaliera senesota, bensì è il Direttore amministrativo dell'Azienda ospedaliera universitaria senese.
 Un incarico (molto ben retribuito) di enorme responsabilità, a maggior ragione in tempi di spending review, in cui si sta attenti davvero a tutto (per poi magari sperperare milioncini, come a breve documenteremo, proprio alle Scotte).

 Il curriculum vitae del bocconiano dottor Centini è davvero unico al mondo: l'avete mai visto un cv SFORNITO DI DATA DI NASCITA, in vita vostra? All'eretico, ormai purtrtroppo temprato a visionarne tantini, non era mai capitato: c'è sempre una prima volta, no?
 La cosa curiosa è che l'ottimo dottor Centini è un po' come quegli atleti africani (alcuni di straordinaria bravura), soprattutto ma non solo calciatori, dei quali l'età anagrafica è sempre un optional: ma il Nostro (ce lo dice lui stesso) è nato a Siena, non nella Rift Valley, in mezzo agli altopiani da cui provengono i migliori corridori di fatica del mondo! La cosa più curiosa, infatti, è che nel suo imperdibile curriculum ci sono informazioni di ben poco valore, ai fini del cv ("sport praticati: motociclismo e vela", per esempio: e chi se ne frega...), mentre appunto NON c'è la data di nascita.
 Quando fu nominato (2011), pare (pare, appunto: perchè certezza non c'è...) che avesse trent'anni (quindi sarebbe del 1981, beato lui).
 Il problema della data di nascita è tutt'altro che marginale, come ex silentio il dottor Centini dimostra di ben sapere. Nel recente aggiornamento curricolare scrive di "avere ricoperto funzioni dirigenziali nel settore sanitario/ farmaceutico" nel periodo intercorrente fra il 6 settembre 2004 ed il 31 luglio 2011 (quando fu nominato a Siena).
 A parte il fatto (tutt'altro che incidentale!) che per accedere a cotanto incarico bisognerebbe avere lavorato prima in una struttura sanitaria vera e propria, e non alla MCINSEY, come nel suo caso, resta il fatto che - ce lo dice lui stesso - il dottor Centini (alla faccia dei bamboccioni) a 23 anni era un pezzo grosso nel settore sanitario e farmaceutico ("organizzazione e gestione del gruppo di lavoro...responsabile della formazione e valutazione delle performance dei membri del team...sviluppo delle relazioni con i nuovi clienti" et alia).

 La domanda finale è questa, inevitabile.
 Perchè cotanto genio (rara avis, di questi tristi tempi) non fa sfoggio della sua straordinaria precocità, svelando lui stesso lo scoop sanitario dell'anno: quando è nato il dottor Giacomo Centini?

Ps Segnalo volentieri un incontro, presenziato dal candidato Enrico Tucci, sulla Fondazione Mps (quel che ne resta): giovedì alle 21 a Palazzo Patrizi; interverrà Paolo Barrai, esperto di Borsa ed antimussariano della primissima ora.
 Segnalo meno volentieri che oggi è il settimo anniversario dell'incendio (doloso) in Curia. Un incendio per il quale nessuno ha pagato, e molti hanno sofferto, il professor Franco Nardi in primis. Un'altra vergogna senesota (domani è anche il compleanno di Acampa Giuseppe: campane a festa?). 

52 commenti:

  1. Per maggiore precisione l'incontro sulla Fondazione MPS mi risulta sia presenziato sia da Tucci che da Michele Pinassi del Movimento 5 Stelle. Vi giro il manifesto preso da internet

    OPERAZIONE VERITA'

    FONDAZIONE MPS
    Passato, presente e futuro.

    Dopo tutti gli errori compiuti, che hanno portato al disastro la Fondazione, e la controllata Banca MPS, gli attuali Amministratori avrebbero la pretesa di fare la modifica dello Statuto.

    Ospite Paolo Barrai
    Blogger ed Economista Indipendente

    In collaborazione con Associazione Pietraserena, Lista Civica Siena C'è, Comitato Luigi Einaudi Siena, MoVimento Siena 5 Stelle.

    Giovedì 4 aprile ore 21,15
    Sala di Palazzo Patrizi, via di Città 75, Siena

    RispondiElimina
  2. Grazie delle importanti precisazioni: sulla data di nascita del Genio amministrativo delle Scotte, nonchè sulla serata di giovedì, cui purtroppo l'eretico non potrà presenziare.
    A questo punto, non c'è due senza tre: manca un anonimo che scriva chi incendiò effettivamente i due uffici della Curia il 2 aprile del 2006 (non vale dire lo Spirito Santo: copyright già bruciato)...

    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sii PIU' SAGACE sulle MAPPE!

      Elimina
    2. La sensazione è che Direttori (amministrativi,generali e sanitari)siano tutti emanazioni di Sua Sanità per cui l'età non è importante. L' attitudine indispensabile richiesta semba che sia quella di accettare senza discussioni gli ordini di palazzo (investimenti scriteriati, tagli irrazionali, nomine scellerate), poi se si deve "collocare" un giovane ne si decanta l'intelletto ed il curriculum universitario se vicevera il prescelto è in là con gli anni si dice che c'è bisogno di esperienza,il gioco è facile...finchè dura.

      Elimina
  3. Il Dott. Centini da direttore amministrativo del policlinico, potrebbe anche informarci se si stanno sprecando soldi pubblici con un impalcatura alta più di 30 metri tirata su nel piazzale del terzo lotto per dei lavori che, come da cartello affisso, dovevano iniziare nel ottobre scorso?
    ADP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe anche dire se ritiene giusto che i soldi pubblici vengano impiegati x pagare all'Istituto S.Anna di Pisa la Indagine sul clima interno alla quale ha aderito solo circa 1\3 dei dipendenti

      Elimina
    2. E non sono soldi pubblici sprecati i 2 reparti di malattie infettive che da tanto tempo dovrebbero essere unificati ma che misteriosamente rimangono staccati?

      Elimina
  4. Carissimo eretico ,se le tue affermazioni sul Dottor Centini
    corrispondono a verità dimostrabili (credo di sì)mi chiedo:
    chi ha avuto la responsabilità di tale scelta?non sarà stata forzata dalla solita casta che supera sempre la legittimità e la coerenza delle scelte? Personalmente sono convinto che sia così!ti esorto vivamente a continuare ad
    interessarti di sanità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non erro e' nipote dell'ex assessore alle pari opportunità' del comune di siena, giunta Ceccuzzi. Casta, castissima.

      Elimina
  5. Raffaele, posso dire una cosa che non c'entra niente?
    Ho finalmente finito Gli scheletri nell'armadio. Mi è piaciuto tantissimo. Accidenti, Raf, sei proprio bravo!Secondo me è da premio Strega.
    Grazie per avermelo regalato.
    Attendo febbrile l'uscita del tuo prossimo romanzo.

    marghe carignani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo associarmi alla Carignani sulla bellezza del romanzo ereticale.
      Poi voglio aggiungere che io un Cv senza la data di nascita non lo concepisco perchè sotto molti aspetti è la cosa fondamentale da indicare. In Procura lo sapranno?

      Elimina
  6. Ultimamente ho notato nei commenti un nome: Anna G.
    Spero non sia la Castissima più potente d'Italia.Ci siamo capiti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non sono la Gioia, tranquillo...

      Elimina
  7. E' un prodotto del Liceo Europeo presentato a Siena dal glorioso Convitto nazionale Tolomei e che ebbe una sola classe, la sua.

    Te lo comunico perchè coetanei. Dopo le superiori l'ho perso di vista quindi non so cosa abbia fatto o non fatto.

    RispondiElimina
  8. Premettendo che, per ragioni anticlericali, avrei voluto io bruciare la Curia nel 2006, vorrei perorare la causa del dott. Centini.
    Una volta tanto che un ggggiovane sale prepotentemente alla ribalta, non frustiamone le ambizioni. Stiamo sempre a dirci che l'Itaglia è un paese di vecchi...Lo vedi, caro Eretico, che questi ggggiovanni hanno ancora qualcosa da dire?
    IO SOSTENGO I GGGGIOVANI!
    Simone Bernini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sei te quello cha ha fatto l'intervista all'eretico che ho letto alcuni giorni fa?

      marghe carignani

      Elimina
    2. Giacomo è sempre stato un ragazzo intelligente,studioso, ambizioso e determinato. Lo conosco da almeno 18 anni e pur non conoscendolo dal lato professionale, al contrario tuo Eretico, non posso che averne un'ottima considerazione. Mentre noi perdevamo tempo con le bischerate adolescenziali, Giacomo aveva milioni di interessi e riusciva a far coincidere le proprie passioni, con gli ottimi risultati scolastici. A 19 anni si è iscritto alla Bocconi, dimostrando a tutti la differenza sostanziale tra perdere tempo e conquistarsi un posto nel mondo. Che dire del Centini? Che forse ogni tanto noi giovani, dovremmo smettere di guardare ai più bravi con invidia disfattista e al contrario, prenderli come esempio e modello. Non conosco le sue vicende professionali perchè per natura sono riservata e non mi informo, tuttavia penso che voler volare alti, non possa che essere un atteggiamento lodevole. Se tutti fossimo come lui, probabilmentee esisterebbe realmente la meritocrazia, perchè invece di perdere tempo a lamentarci, staremmo sui libri e 12 ore al giorno a lavoro, con passione, foga e ambizione costruttiva, doti tali da permettere a chi le ha, di dimostrare il proprio valore, quando c'è.

      Camilla Marzucchi

      Elimina
    3. Se è come lo descrivi, tanto di cappello e, più che altro, aspettiamo con ansia che lo dimostri. ...

      Elimina
    4. Lo scopo del post dell'eretico non credo sia quello di mettere in dubbio la vivacità di mente o il profitto scolatico del Direttore Amministrativo in questione ma quello di far passare un concetto fondamentale :le carriere folgoranti fatte da alcuni pre-destinati al successo in deroga alla mancanza da parte loro di un requisito fondamentale per ricoprire certi ruoli delicati e cioè l'esperienza danno ai dipendenti di una azienda come quella ospedaliera dei messaggi cosi destabilizzanti che molti di loro si credono in diritto di tirare solo al 27 ed altrettanti si dannano l'anima per avvicinarsi ai potenti di turno allo scopo di ottenere un trasferimento o una nomina con buona pace di quella minoranza che continua a lavorare seriamente

      Elimina
    5. e lo scopo della mia risposta era puntualizzare sull'atteggiamento che devono tenere i giovani... le carriere folgoranti in certi casi sono deleterie e figlie di una cultura che non piace nemmeno a me...ma quando a far carriera è un ragazzo che a 30 anni vanta una magistrale in economia alla Bocconi, master ad harward ed ha girato il mondo per lavoro, beh mi viene di dire ai miei coetanei che c'è bisogno non di invidia, ma di un esame di coscienza... troppo comodo puntareil dito solo perchè Tizio è figlio di.... i figli di.. se competenti, ambiziosi e qualificati hanno diritto a voler ricoprire le cariche che gli spettano... cariche che spetterebbero a qualunque giovane laureato in Bocconi e con master per il mondo, anche fosse figlio di contadini. Idea mia, prendila come un'opinione....

      CM

      Elimina
    6. Personalmente sono a favore della meritocrazia. Ho laurea con lode, dottorato, una pagina di pubblicazioni su riviste internazionali, anni di esperienza tra germania, olanda, scandinavia, inghilterra, stati uniti e australia. Adesso, con un po' di capelli bianchi, che faccio? Il dirigente? No, il precario, con uno stipendio annuale poco più alto del mensile di questo Centini. Però io sono figlio di contadini...

      Elimina
    7. Ma i figli di contadini bene benissimo che vada x accedere a certi posti devono fare i concorsi altrimenti a 30 anni anche se bravi e pieni di medaglie nessuno se li fila

      Elimina
  9. Lungi da me voler fare polemica, ma ultimamente in Italia ci si lamenta parecchio per l'età troppo avanzata della classe dirigente. Mi pare che non si sia mai contenti....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prossimo direttore amministrativo avrà 5 anni, come Luigi XIV. Chi sarà il suo Richelieu?

      Elimina
  10. Carissimo Eretico,tanti sono gli argomenti interessanti alle Scotte:Il giovane genio che profuma di Arrogance,
    profumazione almeno diversa dal comunissimo odore di margherita...tanti hanno paura di scrivere e di parlare..
    ma la scontentezza è tanta,speriamo che non ci siano ricadute sull'assistenza.

    RispondiElimina
  11. Ma che leggiadria di penna che hai: è meraviglioso il copyright già bruciato!
    Bisogna avercelo lo "spirito" per leggerti: sei grande!

    RispondiElimina
  12. Per l'anonimo di ieri, ore 18,57: è innegabile che uno dei cancri più purulenti di questo disastrato paese sia la gerontocrazia. Detto questo, è altrettanto lampante (e sacrosanto) che per ricoprire determinati incarichi direzionali in strutture di rilievo come l'AOUS occorrano precisi requisiti, che il protagonista di questo post semplicemente non ha.

    RispondiElimina
  13. curriculum vitae? e a che serve quando si è figli del già potentissimo e reverendissimo per trent'anni direttore dell'associazione industriali ? Don Raffaè credi davvero che i castisti e quanti ne fanno parte anche dopo la commenda lascino i propri figli a giro per il mondo?

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Le domande sorgono spontanee, in effetti.

      Purtroppo l'eretico ha dovuto nuovamente fare propria l'arte della censura (di cui Siena è maestra, come si sa): oggi tre commenti censurati, sul dottor Centini.
      Uno era particolarmente efficace e caustico: peccato che, su 6 aggettivi usati, almeno 4 fossero querelabili all'istante...

      L'eretico

      Elimina
  14. Al prof.Franco Nardi consiglierei di andare a sentire nell'Aula Magna dell'universita' il 18 aprile illustri relatori disquisire sul tema"Potere e corruzione" ...Racconti la sua storia"Se non ora quando

    RispondiElimina
  15. A proposito di vertici della sanità sul sito dell'ASL fiorentina http://www.asf.toscana.it/index.php?option=com_docman&task=cat_view&gid=177&limitstart=20 è stata pubblicata la delibera n. 197 titolata Cessazione del rapporto di lavoro Dr. Nicolò Pestelli purtroppo non è presente il testo integrale (guarda caso!!) ma dato che ormai è più di un anno che il Dr. Pestelli è a Siena e che con la ASL di Firenze aveva solo un rapporto come 15 septies e non come dipendente a ruolo (per cui non poteva stare in aspettativa - aspetto già trattato da questo blog) quale rapporto si cessa con quella delibera???
    Mi piacerebbe tanto che lei potesse occuparsi anche della sanità fiorentina perchè ci devono essere tante magagne anche lì, purtroppo non so come si possano far venir fuori....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasciate stare il Dott. Pestelli, per il momento è in faccende affaccendato ..insieme al Dir. Amm.vo e a Capitan Burlone Franchi sta traslocando mezzo Centro Direzionale dal piano 2 al piano 1 e viceversa; la collocazione dei dipendenti è fondamentale in un'Azienda che si rispetti!! Tanto i conti sono in ordine e tali spostamenti sono a costo zero !!

      ps: chi sarà il nuovo dirigente amministrativo come da fresca Delibera n°131 del 4/4/2013 ?? Si accettano scommesse, ma visto il proponente e responsabile del procedimento non potrà essere che donna !!

      Elimina
    2. A proposito, Eretico, che fine ha fatto il promesso articolo sul buon dr. Franchi, novello condottiero della USL 7??? Ci sono circa 2500 dipendenti in trepidante attesa......

      Elimina
    3. non siate egoisti!! diteci .... diteci tutto ciò che sapete.... siamo davvero curiosi

      Elimina
  16. La responsabilità di tale scelta l'ha avuta, guarda caso, il pessimo precdente DG tal Morello.
    Un'altra delle tante perle di un DG scelto, si dice, dal Presidente del Consiglio Regionale Monaci; un DG che ha gestito l'Ospedale sotto dettatura, infarcendolo di figure sponsorizzate, trascurando le competenze ma privilegiando le appartenenze. Peggiorando così qualità e servizi.
    E anche questa nomina sembra non abbia rispettato i requisiti richiesti, tant'è che c'era una richiesta di chiarimenti del gruppo del PDL in Regione. Senza risposta.
    Sono felice che l'Eretico inizi ad indagare su questa fallimentare gestione dell'Ospedale, e magari spieghi come mai questo Morello, giustamente cacciato da siena, anche da Ceccuzzi (l'unica cosa buona che ha fatto), sia stato "premiato" con la Direzione della prestigiosa ASL 10, dove non lo voleva nessuno (c'è stata addirittura una protesta dei Sindaci della zona).
    L'Ospedale di Siena, un altro disastro che grida vendetta e da risanare|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Dott Morello? Il solito del dott D'Onofrio? Allora e' un vizio ma non illudiamoci non ha fatto solo questo e più che altro il nuovo DG non e' meglio sapete perché? Il regista e' sempre lui

      Elimina
  17. OT
    Una banda costruita intorno a te http://www.vostrisoldi.it/articolo/banca-mediolanum-a-rischio-fallimento-il-fisco-chiede-344-milioni-di-euro/62373/
    Vedrete che alla fine un accordo per l' elezione del nuovo Presidente della Repubblica e sulla formazione del nuovo Governo si troverà...

    RispondiElimina
  18. Non vorrei soffermarmi sull'età del Dottor Centini!piuttosto
    mi chiedo sa lavorare o no?Sua è stata l'idea del giornalino
    interno alle Scotte come mezzo di comunicazione,dove i dirigenti se la cantano e se la suonano per l' eccellenze che ci sono in azienda.

    RispondiElimina
  19. NON CI RACCONTIAMO CAZZATE SUI MERITI DEL CENTINI !! SARA' SICURAMENTE PREPARATO COME DECINIE DI ALTRI GIOVANI CHE PERO' LAVORANO NEI CALL CENTER. GUARDA CASO LUI E' FIGLIO DI UN CASTISTA !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto questo, detto tutto.

      Elimina
  20. Conosco figli di papà bravissimi e figli di papà poco dotati
    che vanno avanti per l'importanza del cognome.Sicuramente alle scotte hanno riempito le poltrone in maniera capillare
    strategicamente per non avere settori importanti scoperti.
    Il settore infermieristico è pieno di culoni che riempiono le poltrone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "...Asserit A ,negat E,verum generaliter ambo;il quale verso suona chi à è chi non à non è;e chi à ed è afferma e nega in modo assoluto,non lasciando luogo ad appellazione....Che cose dunque è il civil consorzio figliupl mio?-Una parolaccia composta di vocali,consonanti mute,semivocali,e liquide.Ed ecco perchè in tutti gli abici l'a è prima,e l'e è dopo,perchè CHI NON A' NON E'".(Vincenzo Padula,Le vocali - ossia la prima lezione di mio padre.1878)

      Elimina
  21. Conosco personalmente il dott. Centini fin da piccoli, anche se da qualche anno ci siamo persi di vista.

    A prescindere dal non rispetto delle regole riguardanti le esperienze lavorative passate, che senza le opportune aderenze non sarebbe stato possibile, vorrei far presente che questo poterebbe non essere stato un danno alla comunità.

    La società Mc Kinsey (la più importante azienda di consulenza aziendale internazionale) per la quale il dott. Centini a lavorato negli anni precedenti l'attuale ruolo ed il Master ad Harvard (uno dei più prestigiosi), dimostrino che le qualità e le competenze del soggetto siano state ampiamente testate da soggetti sicuramente al di fuori del piccolo groviglio armonioso: dubito che il rettore di Harvard possa essere stato influenzato da una chiamata dei nostri politicucci locali).

    Non credo avrebbe avuto difficoltà a trovare un lavoro altrettanto remunerato, ma fin dal trasferimento a Milano dichiarava la volontà di ritornare nelle sue terre. Non mi pare giusto che chi siano figlio di persone influenti non possa lavorare in posti di rilievo a Siena senza subire una logorante caccia alle streghe. Le cose di cui vergognarsi nelle assunzione della politica locale sono le persone che altrimenti non sarebbero stati in grado di trovare un'occupazione di egual livello altrove.

    Purtroppo non vivo più a Siena da anni, e vorrei conoscere gli effetti dell'operato del dott. Centini sull'andamento dell'Azienda Ospedaliera (preferibilmente numeri alla mano); questo sì sarebbe un corretto metro di giudizio circa la sua assunzione.

    S.P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora Anonimo delle 19.34 del 4 aprile aspettiamoli questi numeri vedrai non tarderanno

      Elimina
  22. Giacomo è bravo, ma non aveva i requisiti. Questo è un dato oggettivo. L'esperienza non si impara sui libri ed è richiesta per quella posizione in quanto ruolo delicato ed impegnativo.
    È figlio dell'ex presidente dell'associazione industriali. Altro dato oggettivo.
    Gira prepotentemente voce in ospedale che non stia facendo un buon lavoro. Questo non è un dato oggettivo, però è un dato che si ripete...e si ripete...vox populi...

    RispondiElimina
  23. Forse è meglio puntualizzare alcune questioni: 1- per andare alla Bocconi o frequentare un master ad Harvard non è necessario essere particolarmente intelligenti, basta pagare le tasse che sono molto care e qui aiutano i soldi, non il cervello. 2 – mi piacerebbe sapere se tutti i gggiovani che qui lo stanno difendendo sono gli stessi gggiovani suoi amichetti che sembra hanno avuto e continueranno ad avere tante belle consulenze in ospedale, ben pagate. ovviamente non sono infermieri e la paga cambia parecchio. 3 – nel curriculum che è su internet si legge, oltre agli interessanti studi a (udite!udite!) CUba, anche l’argomento della tesi, molto adatto al settore sanitario e alla medicina cioè motociclismo. Come ha già ben spiegato l’Eretico in un post di qualche giorno fa vogliono trasformare gli ospedali toscani nella fabbrica modello toyota e quindi all’ospedale di siena sono stati lungimiranti e hanno cominciato dal motociclismo. 4 – a chi ha parlato di meritocrazia consiglio di andare a leggere il significato sul dizionario. L’Eretico ha chiaramente fatto presente che per ricoprire quel ruolo sembrano non esserci i requisiti richiesti dalla LEGGE. Lo sapete che vuol dire rispettare le leggi? Oltre al dizionario non farebbe male anche un’occhiata alla Costituzione Italiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo solamente per descrivere in maniera più dettagliata il mondo accademico di qualità e per amor di verità.

      Chi pensa di poter fare un parallelismo fra la meritocrazia vigente dentro l'Università di Siena e le due più rinomate università rispettivamente Italiana e Statunitense evidentemente non è mai entrato in contatto con questi ambienti e la professionalità e trasparenza che le contraddistingue.

      Per entrare sia alla Bocconi che Harvard c'è un test di ingresso anonimo. Le domande per essere ammessi ad Harvard sono molto maggiori dei posti disponibili, e dubito che negli Stati Uniti possano essere interessati alla politica locale Toscana. Unica eccezione può essere fatta per i figli dei principali donatori agli istituti di cui sopra, ma parliamo di milioni di euro all'anno, e dubito che il padre del suddetto abbia sborsato tali cifre per assicurare un posto al virgulto. E finire l'Università Milanese in pari e con il massimo dei voti è per lo meno sintomo di serietà ed impegno.

      Quanto alla tesi di laurea bisogna discernere il soggetto dalla metodologia utilizzata. Uno strumento economico/statistico per la valutazione del settore
      motori non è detto che non possa essere riadatta per essere riutilizzata in altri ambiti.

      Per fare chiarezza comunque ritengo che sia scandaloso che una norma pubblica possa essere aggirata da chi ha sufficienti aderenze. Ribadisco però che in questo caso penso che la professionalità e competenze che in questo caso la ASL senese potrà sfruttare non hanno nulla a che fare con molte altre assunzioni o promozioni di centinaia di altri dipendenti che al di fuori di questo sistema di potere non sarebbero in grado di trovare altri impieghi che richiedessero una
      qualsiasi professionalità.

      Una volta tanto che il potere usa la sua capacità di sorpassare la legge nell'interesse della comunità è sì scandaloso, ma fare una crociata contro un comportamento scorretto che porti ad un beneficio per la comunità senese mi sembra davvero miope.

      Che poi sia il primo a scandalizzarmi del mal governo senese, tanto da dover aver lasciato la mia città natale per trovare gratificazioni, è un'altra questione.

      Come detto prima poi sarei grato a chiunque potrebbe fornire dati oggettivi sull'operato. Che poi questa situazioni obblighi ad un controllo molto più strette sull'operato del dirigente mi pare un fatto insindacabile.

      Forse, data l'età, la cosa migliore sarebbe che il padre desse le dimissioni dal ruolo che ricopre, in modo da eliminare il marchiano conflitto d'interessi, e si lasciasse ad un serio professionista la possibilità di contribuire a migliorare il proprio territorio.

      L'anonimo S.P. :-)

      Elimina
    2. Caro Eretico, hai capito come funziona? Chi chiede solo di applicare la legge è miope, quindi a quest'ora tu dovresti essere cieco! Interessante sentire che questo serio professionista sarebbe addirittura un beneficio per la comunità senese. In effetti senza questi benefattori e geni i senesi sarebbero solo delle capre. Vorrei dire al nostro amico anonimo S.P. difensore delle cause perse(secondo me sei parecchio in zona, altro che emigrato a cercar fortuna, la fortuna l'hai trovata) che ha un bel senso dell'umorismo oppure ci sono altre ipotesi: 1) ha bevuto o fumato sodo. 2) è uno degli amichetti o un parente 3). è il motociclista.

      Elimina
  24. Nella Asl 7 avvengono più o meno le stesse cose..tutti i posti di rilievo ricoperti da raccomandati della casta o persone che ricoprono o hanno ricoperto ruoli politici....che strano eh? e si fanno pure le guerre interne....ma quanto dovrà durare???

    RispondiElimina
  25. Come ci possiamo meravigliare di tutto il sudicio che gira dentro alla Sanità se proprio i vertici delle Aziende vengono reclutati illegittimamente ?
    Si pensi al Pestelli, il cui testo di delibera per la cessazione del rapporto di lavoro con l'USL di Firenze non e' pubblicato. Se fosse tutto ok che motivi ci sarebbero per non esplicitarlo come per tutti gli altri atti? Allora sorge forte il dubbio che fosse illegittima la conservazione del posto come incaricato; saranno restituite tutte le somme impropriamente pagate dal Servizio Sanitario quando e' stato direttore amministrativo di Firenze e direttore generale a Siena ? Ma al nostro Governatore e moralizzatore Rossi chi glielo fa fare di tenere a galla questi personaggi ? Non e' che ripartendo proprio dalla pulizia e correttezza dei vertici si possa intravedere in Sanità uno spiraglio positivo per le tante persone serie che ci lavorano ? Per i cittadini che usufruiscono di questi servizi fondamentali ?

    RispondiElimina
  26. 1. Il direttore sanitario ed il direttore amministrativo sono nominati dal direttore generale tra soggetti che non si trovino nelle situazioni di incompatibilità e non versino nelle condizioni ostative di cui all'Art. 3, commi 9 ed 11, del decreto legislativo n. 502/1992, e successive modifiche, e che siano in possesso, rispettivamente, dei requisiti indicati ai commi 2 e 3.

    2. Per la nomina a direttore sanitario sono richiesti i seguenti requisiti:

    a) laurea in medicina e chirurgia;

    b) età inferiore a sessantacinque anni;

    c) esperienza almeno quinquennale di direzione tecnico-sanitaria in enti, aziende o strutture sanitarie pubbliche o private di media o grande dimensione.

    3. Per la nomina a direttore amministrativo sono richiesti i seguenti requisiti:

    a) laurea in discipline giuridiche o economiche;

    b) età inferiore a sessantacinque anni;

    c) esperienza almeno quinquennale di direzione tecnica o amministrativa in enti, aziende o strutture sanitarie pubbliche o private di media o grande dimensione.

    Probabilmente il punto c) è rispettato, altrimenti NON potrebbe esercitare la carica per legge.

    RispondiElimina