Cerca nel blog

martedì 4 dicembre 2012

Il compagno Enrico Rossi nella bufera...


   L'eretico si era solennemente ripromesso di non scrivere più alcunchè sulla Sanità toscanota fino all'uscita del suo libercolo (visti gli accadimenti, uscita posticipata di una decina di giorni): ma come si fa a non scrivere niente, adesso che finalmente il cerchio sul compagno (e Gran moralizzatore) Enrico Rossi inizia a stringersi?
Rielaborando il materiale, mi sono accorto che il primo pezzo in cui lo tiravo in ballo per il buco (quello di Siena, meno eclatante di quello di Massa, ma ben più indifendibile, vista la presenza della moglie in qualità di Direttore generale...) risale al 23 agosto 2011!
I nodi stanno venendo dunque al pettine, in particolar modo su Massa (segnalo le stimolanti intercettazioni pubblicate oggi dal Corriere della sera fiorentino, davvero imperdibili). Massa si lega in modo eclatante a Siena, come abbiamo già detto e stiamo per ripetere.
Analizziamo però prima la reazione del compagno Rossi all'avviso di garanzia per falso ideologico: lui si professa ovviamente sereno (mai uno che ammettesse che gli girano gli zibidei, come a qualunque normotipo quando viene messo sotto indagine); ma è soprattutto il ragionamento concernente il dottor Giannetti, ad essere curioso. L'ex Direttore amministrativo di Massa Giannetti (già condannato per peculato) lo accusa, e pesantemente: di avere ben saputo tutto del clamoroso buco, in buona sostanza. Il compagno si difende, sprezzante (verso Giannetti, nonchè verso la logica): è il solito giochino, lui accusa me per difendere lui. Come in altri casi, qui il Gran moralizzatore della Sanità toscanota vuole abusare della nostra intelligenza: secondo il Giudice, Giannetti è un ladrone (ha rubato per fini personali più di un milione di euro, ma ne mancano all'appello oltre 400!); solo Rossi capisce in che cosa la grave, gravissima posizione del Giannetti verrebbe alleggerita dall'accusare (falsamente) il Rossi stesso.
Il Gran moralizzatore sarà esperto di Sanità, ma gli consigliamo di progredire in fretta nella conoscenza della Legge (la quale cosa pensiamo che gli sarà sempre più utile, nella sua carriera): se Giannetti mente spudoratamente su Rossi, va incontro alla calunnia, reato molto grave, che andrebbe a peggiorare una situazione già pesantissima per lui. Giannetti tutto sembra, fuorchè un cretino patentato: se accusasse Rossi calunniandolo, meriterebbe piuttosto l'Oscar del masochismo duro e puro.
Altro (puerile) argomento difensivo del compagno Rossi: sono stato io a denunciare tutto alla Magistratura. Sì, peccato che l'abbia fatto abbondantemente fuori tempo massimo, nell'ottobre del 2010: per dieci anni, da Assessore alla Sanità della Regione, la formidabile mente di Pontedera non s'era accorto di niente(come gli rinfaccia pesantemente anche la Commissione parlamentare d'inchiesta su Massa, peraltro). Che Oscar meriterebbe?
E poi, come già scritto in questo blog: lo sapete la dottoressa Benedetto (futura signora Rossi, allora Direttore generale dell'Asl senese) chi mandò all'Asl massese, mentre Rossi improvvisamente si accorgeva delle malefatte massesi? Il "Mozart dei bilanci", il dottor Grazioso: colui che è stato mandato via in malo modo dall'Asl senese proprio per il suo modo di "gestire" i bilanci. Toh, guarda un pochino il caso. Il Rossi denuncia, la futura moglie manda il dottor Grazioso a gestire il buco.

  A questo punto, i prossimi giorni cosa ci porteranno? Se avesse decoro istituzionale e personale, il compagno Rossi si dimetterebbe su due piedi, ma non lo farà. Assisteremo piuttosto ad una "formigonizzazione" del Gran moralizzatore, che resterà sulla poltrona fin tanto che gli sarà possibile, esattamente come l'ottimo Roberto Formigoni in Lombardia. Nel frattempo, per mancanza di denari, in molte Asl si è smesso di operare(!), garantendo solo le urgenze. Hasta la victoria, compagno Rossi!

21 commenti:

  1. Inoltre altra carne a cuocere...
    http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=b2.11.27.19.56
    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si. 26 milioni senza considerare i 40 in più che la regione ha dato di finanziamento ( o copertura...).

      Elimina

    2. Ieri interrogatorio-fiume del compagno Enrico: nove ore e mezza. All'uscita, oltre ovviamente a dirsi sereno (ritonfa!), ha avuto parole di fuoco per l'ex amministratore dell'Asl massese Giannetti, suo accusatore, condannato a 5 anni e mezzo: "sono contento che Giannetti sia in galera".
      Alla faccia della sbandierata serenità "olimpica" (Rossi dixit). Non si è accorto, il compagno Enrico, che così facendo ha sdoganato, per il futuro, la forma mentis iperforcaiola: e se un giorno gli si dovesse ritorcere contro?

      L'eretico

      Elimina
  2. Bastardo Senza Gloria4 dicembre 2012 19:25

    Il Sig. Rossi, che cita spesso Montesquieu, tanto da meritarne il "titolo", si dovrebbe domandare quanto sia producente per il partito che rappresenta, molto attento alla questione morale e sempre dalla parte dei giudici, resistere nella sua posizione di potere.
    Insomma caro sig. Rossi, qui si sta facendo due pesi e due misure. Ad altri personaggi politici appartenenti ad altri schieramenti è stato chiesto esplicitamente di dimettersi per cose anche meno gravi, e lasciare che la giustizia "facia il suo corso" e di presentarsi davanti ai giudici come semplice cittadino e non come presidente della regione. Chi avanzava tutte queste richieste?
    Ma il sua partito di appartenenza naturalmente!!!
    Ora come la mettiamo? Si dimetta e chiarisca tutto e poi torni pure ai suoi incarichi.
    Hasta la victoria!!!! Un richiamo che per quelli della mia generazione significava in maniera inconfondibile il "Che".....anche lui aveva fatto medicina...o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Bsg,
      hai proprio ragione: anche il Che era un giovane medico, che poi si dedicò ad altro. E sai che ti dico, Bsg? Che mi fa ribrezzo, autentico, pensare che il compagno Rossi si sia appropriato anche degli ideali guevaristi per gestire in questo modo la pelle dei suoi concittadini. Moltissimi dei quali, tra l'altro, lo votavano anche...

      L'eretico

      Elimina
    2. Che ci faceva l'Eretico stamattina a giro per i corridoi delle Scotte? Appuntamenti importanti?

      Elimina
    3. Potrei rispondere così: "I ca..i miei", ma siccome sono un signore d'altri tempi, ti dico che ero andato a donare il sangue alla Patria, come invito tutti a fare, perchè ce n'è sempre un gran bisogno!

      L'eretico

      Elimina
    4. Sei un grande: risposta ai limiti della perfezione...

      Elimina
  3. È un momento delicato, dunque, quando un consigliere del presidente (al momento non indagato) chiama Rossi e gli dice: «C’è qualche problemino a Lucca, Enrico». Rossi chiede: «Eh?». L’interlocutore spiega meglio: «Nei vecchi bilanci (omissis, nome di un dirigente locale, ndr), per tappare i buchi, per portarli a zero...». Il governatore commenta: «Ehm...». L’altro continua: «Gli avanzi dei fondi dei dipendenti non li metteva a debito, ma li metteva a copertura del disavanzo sul bilancio». Rossi ribatte: «Sì, va beh ragazzi e vuol dire che non si pagano i dipendenti..

    fonte corriere delle sera

    Essendo uno di quei dipendenti, di quelli che ci mettono la faccia, la professionalita' e l'attaccamento al lavoro più bello del mondo mi IMBUFALISCO ( eufemismo allo stato puro).

    Non commento ma sono andato alla primarie e ho votato Renzi. Ci sara' pur un motivo se nelle regioni " rosse" ha vinto lui al primo turno.
    A destra non si vota per tanti motivi ma per favore, Bersani, levateceli dai coglioni (ops l'eufemismo stavolta non ha funzionato)e finalmente farai qualcosa di sinistra
    Uno che ha perso a Monteaperti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marchionne è un ragazzo, se il Pd alla fine è costretto a farlo fuori voglio Rossi candidato da Cordero di Montezemolo!!!

      Elimina
  4. prof.ssa Giuliana4 dicembre 2012 20:13

    per quanto attiene alla serenità rimando a quanto detto da Crozza qualche settimana fa: "Ma gli mandano avvisi di garanzia o Fiori di Bach"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi interrogatorio, avrà dato tutta la colpa al Giannetti...

      Elimina
  5. Forse "il greppo inizia a franare"...e siamo solo all'inizio!!!
    Speriamo che da ora in poi si riesca a rompere il muro di silenzi che ha da sempre coperto le malefatte di certa sinistra, anche perchè questa gente ci prende chiaramente x il c..o e i cittadini toscani si dovrebbero indignare invece di continuare a leccare il sederino in attesa di qualche briciola. Questi politicanti gazzillori hanno semplicemente distrutto una regione (Siena è l'emblema del disfacimento...) e continuano imperterriti,sempre pronti a MORALIZZARE con i loro ipocriti discorsi! Complimenti compagni, la Toscana Vi ringrazia.

    RispondiElimina
  6. Se io c'avessi un parente che non viene operato per mancanza di fondi...

    RispondiElimina
  7. Il compagno Rossi ieri NON si è presentato in Consiglio regionale a spiegare alcunchè; non pago, pare abbia detto pubblicamente che non si aspettava di essere intercettato. Voleva, pretendeva che glielo dicessero in anticipo?
    Un consiglio, da parte di un ex (spero!)intercettato: occhio al cellulare...

    L'eretico

    RispondiElimina
  8. Sulla questione del buco della USL di Massa Rossi ha giocato sporco come dimostra la ricostruzione dei "tempi" pubblicata sul Corriere Fiorentino.
    Il 28 settembre 2009 la Corte dei Conti informa il presidente Martini e l'assessore alla Sanità Rossi (da nove anni!) di "grave irregolarità contabile ... connessa situazione di rischio per il mantenimento degli equilibri di bilancio". La dott.ssa Donati responsabile finanziario del dipartimento sanità dà alla Corte una risposta interlocutoria. Il 20 ottobre 2010 il presidente della regione Toscana Rossi porta i libri contabili della USL in Procura della Repubblica. E' passato un anno, come mai?
    Nel marzo 2010 vengono tenute le elezioni regionali e il potentissimo assessore alla sanità Rossi viene eletto presidente della regione Toscana. Uno dei primi atti che firma delibera il conferimento alla Dott.ssa Donati della responsabilità di tutto il bilancio regionale ... Ed ora il grande Moralizzatore rimane attaccato alla poltrona come un Formigoni qualsiasi!
    Enrico Tucci

    RispondiElimina
  9. Oggi viene fuori il buco dell'ASL di Firenze. Una ventina-trentina di milioncini, pochi spiccioli... ma chi è responsabile del buco? L'ex DG, no? E perché è "ex"? Ma perché in pieno stile castista è stato mandato a fare altro... l'assessore regionale alla salute! Voglio dire, se uno è bravo che fai, te ne privi?

    Odradek

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il DG è diventato ex, il DA è diventato ex e così tutto ė a posto.
      Moralitá???

      Elimina
  10. Bravo Pd, ancora hai fatto bingo! Ma ora che gli è rimasto da devastare?

    RispondiElimina
  11. Dopo non essersi presentato in Consiglio regionale, oggi il compagno Rossi sdottora di primarie e di leggi elettorali sul Fatto quotidiano. Ovviamente esaltando il modello toscanota, as usual.
    Quanto alla Sanità (soprattutto ai bilanci), zitto e mosca. Domani parlerà in Procura, o invece si avvarrà della facoltà di non rispondere, in quanto indagato?

    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mamma un vole, un vole, un vole
      che io faccia l'amor con te,
      ma vieni amore, quando la mamma un c'è.

      Ho seminato un campo d'accidenti;
      se la stagione me li tira avanti,
      se la stagione me li tira avanti,
      ce n'è per te e pe' tutti i tu' parenti.

      PECCATO NEVICHI !!!!!

      Uno che ha perso a Monteaperti
      ps
      secondo me risponnde e sara' molto simile ( per non dire identico) a Crozza nell' imitazione del celeste formigoni ( minuscolo per Dio)

      Elimina