Cerca nel blog

venerdì 21 giugno 2013

Giunta Valentini: il trionfo della Restaurazione


   E così, la Giunta Valentini è alfine arrivata in porto. Nata il 20 giugno, all'inizio dell'estate, c'è da chiedersi se reggerà fino all'autunno, se cioè i "magnifici" (sic) otto arriveranno a mangiare il pan co' santi o meno.
 Il dato politico più evidente è la rottura di Valentini con l'ala di Albertone Monaci: nessun monaciano dentro, tantomeno quell'Alessandro Pinciani che, fino a qualche giorno fa, era stato dato come vicesindaco in pectore. La cosa, in effetti, ha piuttosto del clamoroso. Si potrebbe eliminare il "piuttosto" d'ordinanza, se Pinciani, o chi per lui, restasse fuori anche dalle nomine fondarole.
Ha fatto bene i suoi calcoli, Rodolfo Bruno Valentini?
Su questa strada, comunque, il neosindaco va applaudito (salvo appunto ripensamenti di luglio), ed anche ulteriormente incoraggiato.
 
  Quanto al fatto, invece, di presentare la sua Giunta come una compagine almeno parzialmente non allineata con il Pd o satelliti, questo proprio no, ed una persona intelligente e preparata come il neovicesindaco, Fulvio Mancuso, lo dovrebbe suggerire al Valentini, forse fattosi prendere la manina dall'emozione del momento.
 Degli otto (5 maschietti e 3 femminucce), non ce n'è mezzo che provenga dalla società civile, intendendosi per questa la parte della società non appartenente al Pd o alle sue ramificatissime gemmazioni.
 Il professor  Fulvio Mancuso ha al suo attivo la presenza nel Cda di Mps leasing; la Tarquini è targata Sel, a Siena sistematicamente portatore d'acqua al Pd, come tante volte scritto; il professor Maggi, addirittura, era una delle candidature ceccuzziane uscite dal cilindro piddino nel marzo pazzerello che ci siamo lasciati alle spalle; Leonardo Tafani significa i Riformisti, formazione ormai crepuscolare, comunque fedelissima di Valentini (ma almeno il Tafani è persona di sport); Sonia Pallai non ha mai fatto un passo fuori da Confesercenti, il che già la dice lunghissima (non a caso, è la Sharon Stone piddina, no?); Anna Ferretti rappresenta, da par suo, l'assoluta continuità (anche a livello di conflitto di interesse, pur essendo persona onesta) con la Giunta di Franchino il Ceccuzzi;  Paolino Mazzini è un renziano-valentiniano che ha, fra le altre, la colpa, incancellabile, di essere stato in Deputazione della Fondazione Mps al momento del secondo aumento di capitale (2011), quello affossa-Fondazione: vi sembra poco?
 Molto meno noto è questo Mauro Balani, presentato come manager indipendente: il quale Balani, però, venendo dalle fila di Etruria (cooperativa toscana di distribuzione alimentare), tutto è fuorchè non targato Pd o Sistema Siena. Per gli smemorati, si vuole ricordare che il futuro affossatore di Mps, tal Mussàri Giuseppe, ad inizio carriera era stato consulente proprio di Etruria.

  Non ce n'è mezzo, dunque, che non venga dall'orbita piddina, che non sia stato beneficiato, più o meno lautamente, da quel Sistema Siena che ormai ha dato i suoi frutti.
Ad ogni buon conto, l'eretico augura ogni bene alla nuova Giunta, che comunque parte con un vantaggio fenomenale: peggio delle ultime, non è possibile fare, neanche impegnandosi h24.
 D'altro canto, le urne questo hanno sentenziato: nonostante tutto ciò che è accaduto, non è tempo di autentica società civile, non è tempo di uomini (e donne) effettivamente nuovi, non è tempo di persone sganciate dai partiti (dal partito, per meglio dire).
 La Restaurazione in salsa senese è dunque servita: il Risorgimento deve ancora attendere. Se mai ci sarà...

Ps Durante l'estate, questo blog si occuperà dei singoli neoassessori, o almeno dei più stimolanti fra gli otto. Che si fa, si parte dal gentil sesso o dai maschietti? Si accettano consigli, come sempre.

21 commenti:

  1. no, Restaurazione è parola completamente sbagliata. Che ha Restaurato, il Ceccuzzi o che altro? Non c'è Cannamela, non c'è il Marzucchi, neppure uno di Monaci, pensa tu, è rivoluzione. Se dura.
    Pensa la situazione complessa. Barzanti attacca quando può Valentini e dice che la sua lista è del Monaci!
    Tutto rincoglionito o incavolato per non esser stato nominato assessore alla cultura?
    Preoccupante piuttosto che il Valentini abbia confermato il gruppo per la Capitale della Cultura. Mi sembra fin qui inconcludente, a meno che non scrivano segretamente chissà quali meraviglie. Vedremo. L'articolo del Sacchi sul giornalino della mia contrada è aria fritta.
    La giunta Neri sarebbe stata meglio? Fammi un'ipotesi amico caro.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Silvia,
      rispondo a te (ed anche ad altri che scriveranno sull'argomento).
      Che la situazione sia complessa - come scrivi -, nessun dubbio. Che non ci siano monaciani (almeno in Giunta), è cosa da me subito notata ed apprezzata sperticatamente.
      Quanto al resto, credo che basti rileggere con attenzione il pezzo, come di certo farai: non c'è una persona, in questa Giunta, che non venga dal Sistema Siena, dopo essersene allontanata negli ultimi mesi (ma non prima...).

      Avrebbe fatto meglio Eugenio Neri? Certo non avrebbe rivoluzionato niente, ma non avendo il partitone dietro, almeno tre o quattro nomi nuovi probabilmente li avrebbe tirati fuori, insieme ad altrettanti vecchi marpioni postcastisti. Fai tu i tuoi calcoli...

      L'eretico

      Elimina
    2. Come no! E se avesse avuto le ruote, il Neri, avrebbe fatto anche il carretto!
      Ma via via ...

      Elimina
  2. ho capito bene? fuori i monaci ed in auge il chianino ceccuzzi? povera Sienina ma ripeto è cosi?

    RispondiElimina
  3. Il Gazzettino Senese (S&B editori) ha pubblicato sul suo profilo facebook tutti i curricula dei neo-assessori. Ognuno di loro ha studiato qualcosa che ha a che vedere con la carica che dovranno ricoprire. Così da dare l'impressione che siano effettivamente preparati. Fa eccezione la Tarquini, la quale ha la delega a: istruzione, politiche giovanili, asili nido, formazione e pari opportunità. Peccato sia laureata in Scienze Politiche, indirizzo Politico-Internazionale (con lode). In compenso però, specifica il Gazzettino, ha una bimba di 7 anni.
    Anch'io ho un'automobile, forse potrei occuparmi di trasporti.
    Che tenerezza...

    Guido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha ha ha! Ho fatto la stessa considerazione sulla Tarquini anch'io, leggendo il suo curriculum sul cittadino online!
      Mi ricorda il curriculum di un ingegnere che cercava posto nella ditta metalmeccanica dove lavoravo tempo addietro; pensando di passare da ganzo scrisse che tra le specializzazioni era anche "appassionato delle Ferrari di formula 1". E 'sticazzi!

      MICHAEL KOHLHAAS

      Elimina
  4. Bhè via qualche persona pulita al di là di chi l'ha proposta c'è. Il sistema lo critico anch'io, ma non vedere le positività del percorso umano e "da società civile" di qualcuno forse è eccessivo...

    RispondiElimina
  5. Sono tutti oppositori del Sistema Siena, dal primo all'ultimo. Col Pd non c'entrano assolutamente niente e nessuno è mai stato in nessun consiglio di amministrazione. Come avrà fatto il Valentini a trovare tutti questi verginelli? Sarà un fenomeno della politica!

    RispondiElimina
  6. Caro Eretico,

    A me la Pallai piace ... in tutti i sensi (arrossisco).

    Credo che questa giunta sia tutta targata area PD perchè questo impongon gli equilibri. Valentini ha provato a mettere assieme sia l'obbligo di esprimere una appartenenza che il capire qualcosa del tema.

    Domandona : possibile che fra uno degli assessori ci sia la "mente" (ghost writer?) del sindaco ?

    Conosco bene il mondo SMA e, sinceramente, auguro ai dipendenti del comune di non essere trattati con lo stesso approccio aziendale.

    Stefano Maggi ... posso dirlo ? Me lo permetti Eretico ? ... ma non era del PDL/ Forza Italia / Anti Groviglio ?

    F.to
    L'Anonimo (che incrocia le dita che siano tutte persone che diano il meglio)

    RispondiElimina
  7. La Pallai per esempio è sempre stata una tenacissima oppositrice della Casta di Siena

    RispondiElimina
  8. ...la nuova giunta e' la testimonianza di un totale accordo tra Valentini e Ceccuzzi senza nessun sussulto di coraggio coerente con le parole spese dalneo sindaco per 6 mesi...

    RispondiElimina
  9. Caro Valentini...ma nessuno ti ha raccomandato di mettere Gianni Porcellotti in giunta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Persona troppo autonoma dall'apparato, come dimostrato nel caso del Comune di Castelnuovo Berardenga. No good!

      Elimina
    2. Un altro che col sistema c'entra poco.... Lo sapete dove lavora? Mi pare gia troppo vederlo consigliere

      Elimina
    3. Il Porcellotti lavora in provincia, ed è una persona estremamente efficiente, preparata e precisa. Detto da uno che ci ha lavorato. Io mi sono sempre chiesto uno in quel modo cosa ci faccia in un ufficio pubblico...

      Elimina
    4. Ecco infatti...

      Elimina
  10. Non mi pare che sia gente attrezzata a superare l'emergenza imminente, già dall' inizio dell' estate si sentono i rumori della potente recessione che colpirà in autunno, e questa volta colpirà nella carne viva. Inoltre si tenga presente che il consenso è solo del 25% e non è facile amministrare. A chiarimento sarebbe bene leggere la parte pubblica del bollettino , geab 76, in italiano.

    RispondiElimina
  11. Francesco Galli22 giugno 2013 00:38

    Una minestra riscaldata!! Nulla di veramente rivoluzionario. Trionfo del PCI, PDS,DS,PD, Valentini non ha chiuso col partito, perchè continuano a dirlo? Ho sentito di persona dichiarare che lo stesso Valentini e altri che si erano candidati con lui, avevano strappato la tessera del PD. Nulla di tutto questo, nulla. La Ferretti è forse estranea al partito?. La Tarquini ne è forse distante ? Ma non di certo!! La Tarquini è impastata di PD e dal PD. La conosco personalmente e la reputo degnissima persona ma è stata sempre a bordo del SISTEMA e si è fatta portare tanto volentieri dove le è piaciuto. Quindi tutti bravi e onesti fino a proba contraria ma tutti e dico tutti sono del SISTEMA, col SISTEMA nel SISTEMA e per il SISTEMA.
    Francesco Galli

    RispondiElimina
  12. State tranquilli su una cosa: di questo neoassessore Balani o l'Eretico o qualcun altro prima o poi si occuperà...

    RispondiElimina
  13. Ma possibile che mai niente va bene? che non ci sia nulla da salvare. Ragazzi cerchiamo di stare un'attimo calmi e seguire con attenzione e senza giudizi preventivi, accuse , gogne etc.. D'altronde la situazione a Siena è pazzesca, sfido chiunque di voi a proporre qualcosa di diverso senza criticare, criticare cosa che si fà benissimo dietro una scrivania. Caro Eretico , io ti seguo e mi piacciano i tuoi scritti..ma tu a chi avresti nominato come assessori?

    RispondiElimina
  14. E io che pensavo che a Siena fosse giunta l'ora del cambiamento, oggi la critico aspramente, pur considerandola città d'adozione, avendoci studiato e vissuto per anni. Mi ricordo quando chiedevo come si potesse votare il Cenni, che poco prima delle elezioni si impegnava a fare quello che non aveva fatto prima e lo si rivotava... Ma mi rispondevo, c'è MPS che lo tiene su... Ora che MPS è agonizzante, si riesce a votare ancora PD... Eretico, senti un non senese che considera Siena una seconda culla, lascia perdere... Se non basta quello che è successo a cambiare l'andazzo, figurati in futuro con la restaurazione MPS-PD.

    RispondiElimina