Cerca nel blog

martedì 27 novembre 2012

Enrico Tucci rompe gli indugi e si candida a Sindaco


  Reduce da una bella lezioncina sulla guerra dei tre Enrichi che insanguinò la Francia di fine XVI secolo, l'eretico è ben contento di annunciare che qualcosa, dalla parte opposta del cielo ceccuzziano, si muove, finalmente! E c'è di mezzo un Enrico anche a questo giro: ma non contro altri due che portino lo stesso nome...

 Il dottor Enrico Tucci, primario di radioterapia all'ospedale di Grosseto, giovedì mattina lancerà il suo guanto di sfida al Sistema Siena.
 Enrico Tucci ha tre meriti, sui quali l'eretico vuole fare riflettere:
1) quando era pidiellino (nessuno è perfetto), è stato uno dei pochi a battagliare politicamente contro il bancarottiere Verdini Denis: il Tucci - da Pdl a Pdl - ci polemizzava, Mussari Giuseppe gonfiava il portafogli dei suoi (di Denis) amici. E questo quando Denis Verdini - ancora oggi potente - era potentissimo, e non solo a livello toscano;

2)sempre quando era pidiellino, è stato il più deciso oppositore di Franchino il Ceccuzzi, con decisi interventi (registrati) in Consiglio comunale: altri si sono opposti perchè non potevano più non farlo, lui no;

3)uscito dal Pdl, oggi si presenta a candidato Sindaco. Da autentico sparigliatore del centro-destra, dopo la sua uscita di giovedì gli altri non potranno (e non dovranno) più giocare a nascondino: non solo ci mette la faccia, ma obbliga - o comunque induce - anche gli altri a metterci la loro. Vi sembra poco?

 Essendo uomo di buone letture nonchè di maturità classica, è un sessantenne cui l'eretico, in una ipotetica versione dell'Iliade in salsa senese, assegnerebbe volentieri la parte di Priamo, con la sua folta barba ben curata. Figli non ne ha un centinaio come il re di Ilio, ma un paio. Mi dice di possedere anche un gatto (Figaro), ed un cane (Romeo), che lascia evidentemente senza Giulietta...

  Credo che gli elettori moderati dovrebbero sin da ora ringraziarlo, per questo, anche se uno non lo voterà. L'eretico lo ha incontrato ieri pomeriggio, e il Tucci gli si è presentato con lo spirito giusto:
"A me questa melina sulle candidature fa venire il voltastomaco! Sai che faccio? Giovedì mattina voglio presentare la mia candidatura, poi si vedrà. Se il centrodestra vuole fare le primarie, sono pronto...".
 A parte uno sparuto gruppo di amici (di cui dovrà dire i nomi al più presto!), buoni sono i legami con Pietraserena, pur non essendo lui (almeno fino ad oggi) il candidato dell'associazione civica guidata da Romolo Semplici. Aderisce, il Tucci, all'Associazione "fermare il declino" di Oscar Giannino, e si professa un ex destrorso approdato, con la maturità, al sano liberalismo.

 L'eretico probabilmente non lo voterà, ma di certo questo blog seguirà con grande interesse l'iter della candidatura di Enrico Tucci.
 Siena è malata, come sappiamo; un bravo medico - con un po' di esperienza politica pregressa -  non può che fare comodo, come e più del solito. E Siena, soprattutto, non ha bisogno di "medici" che - prima di improvvisarsi tali - abbiano cagionato la malattia...

41 commenti:

  1. Ma guarda come siamo/te ridotti (senza nulla togliere al Dr. Tucci ovviamente): che esca allo scoperto un uomo di vaglia per dar la sveglia ad una amalgama che non sa che far da grande !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No perchè s'era ridotti benino prima. Bravo, continuiamo così a denigrare tutto e tutti, vedrai dove finiamo noi senesi. Perchè non ce la metti te la faccia e anche i soldi per la campagna elettorale invece di fare il poeta?

      Elimina
    2. Ma perchè Tucci è amico del Ceccuzzi, Monaci e Mussari? Non lo sapevo!!!! Vi meritate proprio chi v'ha comandato e distrutto.

      Elimina
  2. A noi, camerata Tucci!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Dato che il fascismo credo di conoscerlo molto meglio di questo anonimo, ricordo a tutti che quello di affibbiare un appellativo politico ad una persona a prescindere dal merito, è caratteristica tipicamente fascista. Giudichiamo le persone dai loro comportamenti, piuttosto.
      Franchino sarebbe di sinistra per avere lodato l'affaire Antonveneta o per avere cenato con i bancarottieri di Salerno, facendone entrare gli amichetti al Monte?

      L'eretico

      Elimina
    2. Franchino è uno dei più grossi dittatori stragisti in circolazione in Italia in questo momento. Gli mancano solo le armi... ma in cuor suo forse si sta organizzando

      Elimina
    3. Sul termine "Camerata" wikipedia la pensa in modo un po' differente, fino a collocarlo addirittura negli ambienti di sinistra... http://it.wikipedia.org/wiki/Camerata_%28politica%29

      Elimina
  3. Ma anche no! ...ce ne sò già abbastanza che so' venuti da fòri Siena a comandà!
    Vada, vada, lui e tutti i su' amici fascisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo del 27-11, 15:01.
      Se questo post è lo specchio della sua intelligenza, "vadi", "vadi" lei!!!

      Elimina
    2. mi lasci senza parole, Anonimo delle 15:01. L'imbecillità umana non ha davvero confini, per tacere dei pregiudizi (e lo dico io che sono ancora comunista, di quelli veri, trozkista per la precisione). Guarda le persone,caro Anonimo, lascia perdere le etichette......

      Elimina
  4. Professore mi sa che questa volta hai preso un abbaglio nel lodare l'operato di questo candidato. Comunque, anche se non credo, potrei essere io ad aver preso l'abbaglio. Sei sicuro che il dottore lanci la sfida al sistema Siena? Sei sicuro che i suoi duri interventi in Consiglio Comunale avevano il nobile scopo di fare un'altrettanto dura opposizione? Chi vivrà vedrà. Notizia positiva è che almeno abbiamo il candidato di destra ora aspettiano quello civico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo,
      un abbaglio nel lodare Tucci? A mio modo di vedere, proprio no: quello che ho scritto, parmi difficilmente smentibile, fatti alla mano. Contano SOLO quelli.
      Ceccuzzi è più verdiniano di Tucci, per esempio. Tucci al potere non c'è mai stato. E si potrebbe continuare (tralasciamo la questione culturale, perchè lì si sprofonda nel ridicolo comparativo).
      Il problema di Tucci è piuttosto chi avrà come compagni di viaggio, questo sì: il suo viaggio - come detto - lo seguiremo con grande attenzione. In questo contesto, era importante che partisse qualcuno, e lui è partito, lancia in resta. Vediamo gli altri...

      L'eretico

      Elimina
  5. Tucci, io per qualche ragione che ignoro, ho simpatia per lei. Tuttavia le chiedo se può provare a convincermi della bontà dell'atteggiamento anti-keynesiano che caratterizza la dichiarazione di intenti del movimento "fermare il declino" cui lei aderisce.

    cordialmente
    BK

    P.S....io sono una che fa le bucce a tutti, ne avrò anche per gli altri. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, non essendo un economista ovviamente negli anni ho cercato dei punti di riferimento che, messi alla prova dei fatti e delle mie modeste conoscenze di storia moderna e contemporanea mi convincessero. Il più importante di questi è l'Istituto Bruno Leoni. Le segnalo pertanto un articolo divulgativo di Antonio Martino sul fallimento e la inadeguatezza delle politiche Keynesiane
      http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=8069
      Le segnalo anche una simpatica discussione, tutta interna al Pd, nella quale il keynesiano Fassina si prende del demagogo da Boccia pubblicata sul Corriere della Sera dell' 11 agosto 2012.
      Dulcis in fundo le segnalo "la Bibbia" dei sostenitori di fermareildeclino, ovvero il Manifesto Capitalista di Zingales. Diciotto euro spesi bene. Cordiali saluti Enrico Tucci

      Elimina
    2. A Beatrix Kiddo mi permetto di segnalare questa analisi http://noisefromamerika.org/articolo/riduzione-debito-pubblico-meglio-aumentare-tasse-ridurre-spesa del prof. Giulio Zanella, senese classe 1974, professore di Macroeconomia all'Università di Bologna e coordinatore regionale di Fermare il declino.

      Credo che se Keynes potesse ritornare in vita scudiscerebbe volentieri chi in Italia e nei PIGS ha attuato le sciagurate politiche di deficit-spending degli anni Ottanta. Purtroppo l'Italia non ha saputo approfittare del cosiddetto "dividendo dell'Euro": a partire dai primi anni del nuovo secolo la spesa pubblica ha ripreso la sua espansione, vanificando gli sforzi fatti negli ultimi anni Novanta.

      Approfitto per informarla che tutti gli aderenti del comitato senese di Fermare il declino, impegnati con liste civiche o partiti, si sono autosospesi dalle attività del comitato per evitare conflitti di interesse nelle prossime scadenze elettorali.

      Cordiali saluti
      Luca Mosè Sanna
      Comitato Fermare il declino "Luigi Einaudi" - Siena

      Elimina
    3. Grazie dott. Tucci, apprezzo che mi abbia risposto subito. Andrò a leggere le cose che mi ha suggerito.

      cordialmente
      BK

      Elimina
    4. Grazie anche al dott Sanna!
      BK

      Elimina
  6. "...l'eretico non lo voterà".
    Apprezzo anch'io il Dott. Tucci, persona schietta e competente, però lo sfidante di Franchino dovrebbe essere il più possibile ecumenico e quindi poter prendere anche il voto dell'eretico, che ritengo un voto assai pesante, visto il consenso che aggrega.
    Ma il superavvocato De Mossi?

    RispondiElimina
  7. Chi invece sta facendo campagna elettorale per Ceccuzzi è la solita Anita Francesconi.E' impegnata a favore di Ceccuzzi e cerca voti per Franchino insieme al braccio destro Renzoni.La Francesconi da leader senese di Forza Italia non poteva che schierarsi per Ceccuzzi.

    RispondiElimina
  8. ovvia, si comincia bene. Ottima persona, di qualità, sono contento della sua candidatura. La Laura che farà? Avete notizie?

    RispondiElimina
  9. Certi commenti sono fantastici: Ceccuzzi non è votabile, però - in sostanza - lo voto lo stesso perché chi si presenta per l'opposizione non è di ortodossia PD. Stando così le cose, fossi Ceccuzzi, mi ricandiderei anch'io. Guardate la persona, guardate le idee, smettete di guidare solo col retrovisore! Luca. P.S.: Il fascismo è finito quasi 60 anni fa. Se ne può parlare come dell'Impero Romano, da ora in poi?

    RispondiElimina
  10. Il simbolo che ha scelto per la sua lista fa molto pensare a un accordo con il Ceccuzzi che gli ha commissionato il lavoro sporco, tant'è che è uscito fuori con un simbolo confondibile con quello di un movimento in contrapposizione al PD. Non ci sarebbe niente di male se danneggiasse l'altro movimento ma essendo confondibile può danneggiare anche se stesso. Quindi le cose sono due, o è in malafede o ha dimostrato che la prima scelta fatta ha giá sbagliato e a Siena di gente che sbaglia ne abbiamo giá a bastanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pòrino...questa è bella! Vai allora, e visto che mi pare ti riferisci a Nero Su Bianco, vota pure i Monaci che loro sì so' vera opposizione!
      Ma sicuramente saprai cose sul Tucci che noi umani...o no? Quale genio del complotto t'avrebbe detto 'sta roba? Plotigatt? http://it.wikipedia.org/wiki/Plottigat
      Quando l'eretico scrive qualcosa, su Franchino, la ASL, Bozzi o Plotigatt, ha la buona abitudine di argomentare coi fatti. Magari qualche suo lettore potrebbe comincia' a fa' lo stesso...

      Elimina
    2. io voterò proprio i monaci per come stanno le cose al momento!

      Elimina
    3. Intanto una cosa è certa: Albertone Monaci è dentro al PD con franchino, tant'è che si è esposto a favore di Bersani per le primarie e continua ad avere figure a lui riconducibili in Fondazione e in Provincia.
      Visto che hai riconosciuto la similitudine dei simboli ti faccio una domanda: se tu dovessi scegliere un simbolo per la tua lista ne sceglieresti uno confondibile o uno ben identificabile?

      Elimina
  11. Nel pieno rispetto dei molti post dissonanti gli uni dagli altri rivendico il diritto di ognuno di dire la propria. Il Dott. Tucci ha la saldezza morale per rispondere ad ogni critica anche la più feroce. Quello che invece mi fa ridere, per non piangere, è che qualcuno pensi che fascista e comunista siano termini e/o valori che abbiamo ancora senso.
    Siamo ancora fermi li!?!?!?!?!
    Scegliamo un amministratore onesto e capace poi si starà a vedere.....
    Il Ceccuzzi è entrato in Comune con una maggioranza di coalizione del 64% ed ha fatto la fine che ha fatto......
    Meditate gente, meditate
    Jacopo Sordi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente qualcuno che dice cose sensate!!!!

      Elimina
  12. Se tutto ciò che scrive l'eretico è vero, e non ho motivi per disconoscerlo, come non ho motivi attuali per dubitare della schiettezza del Tucci, non si potrebbe fare, da queste colonne, un invito accorato anche al DeMossi al fine di una coalizione davvero trasversale, che non avesse una targa ideoogica sbagliata e di facciata sfacciata a cui si potessero aggrappare quelli che pensano con le terga? IO direi che ogni sano di mente potrebbe avvalorare la tesi che la sx a siena non fa una politica di sx e siccome al momento la cosa più importante è riuscire a sopravvivere in questa melma, credo che tutti quelli onesti e di buona volontà potrebbero riconoscersi in un movimento che aggrega anime in maniera equa e trasversale.
    Io mel'auguro, per il bene di siena....

    RispondiElimina
  13. Concordo con il commento di docj, chi parla ancora di fascismo e comunismo, destra e sinistra, soprattutto a siena, dimostra di essere fuori dal tempo e dalla realta'. In poche parole dei pori cani.
    Siena ha bisogno di serieta' e competenza, e forse il dr. Tucci, pur conoscendolo poco, sembra averle. E comunque leggo la sua mossa come un modo di rompere l'assordante silenzio della vera alternativa al pericolo dei due gruppi di area Pd, ex diessini ed ex margheritini, che vorrebbero tornare a sacvheggiare la citta'. Penso che Tucci voglia dare una disponibilita' e voglia innescare una reazione, per poi valutare se ci potranno essere candidati migliori di lui, e questo lo apprezzo.
    Tanto dipendera' da chi partecipera' con il suo gruppo a questa competizione, perche' penso abbia bisogno di solidi compagni di viaggio, come dice bene l' Eretico, da solo non va da nessuna parte e rischia, come gia' succede con qualche strullo, di essere strumentalmente etichettato di destra.
    Un richiamo all'Eretico: ritengo un errore la tua dichiarazione aprioristica di non voto al Tucci. Se fosse sostenuto da gruppi credibili e trasversali, seri e competenti, perche' non lo dovresti votare? Da una persona che ritengo intelligente e attenta ai contenuti come te mi aspetto piu' obiettivita' e apertura.
    Saluti a tutti

    RispondiElimina
  14. Sento odore di "lista civetta".Ed è un segnale molto forte che dimostra la "debolezza" dello schieramento Ceccuzziano.E' fuori discussione che chi si presenta indebolendo lo schieramento di opposizione non fa altro che aiutare il candidato Sindaco della "sinistra che fà solo danni".Io comunque il "Tucci da Grosseto" non lo voterò anche perchè non mi piacciono i suoi "compagni di viaggio"! Ma siamo poi veramente certi che il candidato Sindaco sarà il Ceccuzzi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come no turiamoci il naso e votiamo monaci!!! attento però forse oltre al naso c'è da turarsi altro...ma come si fa a votare chi ha sempre comandato??? anzi...con che popò di faccia tosta si ripresentano questi da ceccuzzi ai margheritini??? mi pare il caso di dire basta!!! o vigni o cinque stelle o tucci per ora!!! aspettiamo gli altri e vediamo chi si fa avanti ma no a chi ha fatto solo danni!!!

      Elimina
  15. di sicuro prima del ceccuzzi io lo voto! Adesso aspettiamo il terzo candidato

    RispondiElimina
  16. Il voto lo so si dovrebbe chiedere/dare su programmi esplicitati e verificabili cercando un volta ottenuto il consenso, di dar conto ai cittadini dello stato di attuazione dei programmi stessi in maniera puntuale e trasparente .
    Basta con le etichette e cominciamo a confrontarci sui contenuti.
    In altri termini i nomi sono importanti e la storia personale pure ma quello che conta di più è cosa è avere un programma praticabile e realizzarlo.
    Obbiettivi persone tempi e competenze
    E la consapevolezza che la politica è davvero la più alta forma di servizio che un cittadino può svolgere per la sua comunità
    ........... destra o sinistra ........ :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il programma per i prossimi due-tre anni l'ha già scritto Laudanna.
      Questa città adesso ha bisogno solo di un "operatore ambientale" che faccia piazza pulita di tutto lo sporco che c'è. Fatto questo si potrà parlare anche di programmi.

      Elimina
  17. Certo che a Siena non se lo dovevano prorpio aspettare che vincesse Renzi... per recuperare qualcosa Bersani si è scomodato di persona: viene venerdì a provare a raccattare qualcosa. Io dico che a sentirlo ci va solo chi l'ha votato, però...

    RispondiElimina
  18. Bastardo Senza Gloria28 novembre 2012 16:21

    Trovo le cose scritte da Raffaele sul conto del sig. Tucci giuste e condivisibili.
    Penso che al di la di obsoleti ragionamenti ancora incentrati su destra/sinistra, in questo momento serva sopratutto delle brave persone e sicuramente il sig. Tucci lo è.
    Questo non deve impedire ragionamenti sul fatto di votarlo o non, ma deve semplicemente garantire anche chi non lo votasse della bontà della persona.
    Buona fortuna.

    RispondiElimina
  19. Destra? Sinistra?
    Perchè Siena è stata una citta amministrata dalla sinistra?
    Gli affitti, il costo degli immobili, l'IMU più alta d'Italia, la questione morale ...ecc. sono cose di sinistra?
    Meglio forse cambiare prospettiva, e, come altri hanno già detto, prima dell'appartenenza politica è opportuno andare a cercare una persona onesta intellettualmente, competente, non invischiata nel carrozzone politico degli anni passati, diciamo un semplice "buon padre di famiglia". Se poi a questo si accompagnano nel nuovo sindaco nuove idee di amministrazione, ben vengano (idee realizzabili, non chimere di Ceccuzziana memoria).
    Se coloro che hanno amministrato la città ,e le istituzioni annesse e connesse, negli anni passati avessero avuto queste caratteristiche ci saremmo ritrovati nelle macerie in cui siamo? Penso di no.
    Lo stato delle cose poi farà, purtroppo , il programma di mandato; senza lilleri, è noto, un si lallera ed allora, temo, il futuro sindaco dovrà correre per gestire principalmente le priorità.
    Detto questo, non conosco il Tucci ( è innegabile però che alcuni suoi vecchi compagni di partito erano forse un pò armoniosi), ma, se quanto afferma l'eretico è vero ben venga la sua candidatura.
    Caratteristiche come quelle sopra indicate sono anche dell'Avv. De Mossi, per cui ben accetta sarebbe anche la sua candidatura. Altri poi si facciano avanti...
    L'importante è muoversi e trovare possibilmente un amalgama comune delle (vere!) anime di opposizione al Ceccuzzi, che, ritengo, sarà candidato unico del PD.
    Fausto

    RispondiElimina
  20. Scusa Eretico puoi dire al chianino ceccuzzi che oggi 29 novembre 2012 di commentare l'artcolo del Sole24 ore laddove dice che l'agenzia intenationale di rating Moody's declassa a quasi spazzatura il Comune di Siena (scusa se c'entra poco con l'artticolo in argomento)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo, parole sante !
      stavolta quel faccia a gomitolo non si fa intervistare dal corrierino dei piccoli eeehhh ?????
      non la commenta questa notizia !
      è proprio un bossolo, io non gli affiderei nemmeno una scarpa, figuriamoci una città.

      Elimina
  21. Leggo sul Cittadino che il Tucci si è presentato stamattina attaccando Ceccuzzi, Mussari e Mancini-Monaci: bravo Enrico, avanti tutta!!

    RispondiElimina
  22. Nell'intervento che ho fatto in conferenza stampa, disponibile su http://buongiornosiena.it/, dopo il doveroso richiamo alle oggettive responsabilità di questi signori, ho detto che dobbiamo andare OLTRE le note vicende per ridare fiducia ad una città impaurita, ripiegata su sé stessa. Ho lanciato degli spunti che svilupperemo più compiutamente nelle prossime settimane: Siena "città intelligente", importanza del welfare culturale, assoluta tutela del welfare sociale con risorse derivanti dall'abbattimento degli sprechi e delle rendite di posizione, grande attenzione all'Ospedale, turismo come primo motore dello sviluppo, privilegio delle necessità delle famiglie nella pianificazione edilizia. A differenza di altri non pensiamo di essere dei geni, né di rappresentare la "Siena migliore". Siamo persone per bene, che si mantengono con un lavoro od una meritata pensione, altri studiano (con profitto). Siamo cittadini che desiderano fare qualcosa per la città in cui sono nati od hanno scelto di vivere, non più disposti a delegare la rappresentanza ai partiti o peggio "al partito", ma decisi a realizzare l'alternanza civica al governo di una Siena altrimenti destinata ad un declino irreversibile.
    Enrico Tucci

    RispondiElimina