Cerca nel blog

venerdì 10 febbraio 2012

Congresso Pdl: via Verdini, please!!

   Chi conosce l'eretico, bene sa che ci sarebbe solo un motivo al mondo tale da farlo votare per il Pdl: che ci fosse in lista Anna Maria Bernini (ex Ministro per le Politiche europee, purtroppo solo per pochi mesi), la più affascinante e glamour delle politiche berlusconiane. In quel caso, crocetta assicurata (e scheda forse annullata, per il solco troppo pesante impresso, con la matita, sulla scheda...).

  Ciò detto, veniamo dunque a parlare dell'imminente Congresso provinciale del partito berlusconiano (pare 2300 iscritti nel Senese). Domani a Bettolle (io l'avrei organizzato a Piancastagnaio, al terzo rifugio...), dunque, si confronteranno due blocchi entrambi piuttosto agguerriti, il che preliminarmente è già un bene: comunque vada, non saranno confronti farlocchi e pilotati come quelli organizzati dal Pd locale.
Ciò aggiunto, andiamo al sodo: i due blocchi sono quello della continuità verdiniana (Marignani e giù per li rami) e quello - di provenienza in larga parte aennina - capitanata dal giovane Michelotti, avvocato poggibonsese. I maggiorenti del Pdl sono tutti con Marignani, pare senza eccezione alcuna. Marignani, Manganelli, Staderini: tutte brave persone, secondo l'eretico, ma troppo legate al Richelieu di Fivizzano (leggasi Denis Verdini, coordinatore nazionale Pdl). Colui che ha imposto Nannini a improponibile candidato Sindaco di Siena, per non dare fastidio a Franchino il Ceccuzzi e a Mussari Giuseppe, dal quale era solito andare a battere cassa. Qualche volta con pieno successo (vedasi la Baldassini Tognozzi Pontello dell'amico Riccardo Fusi), altre volte meno.
Quella della candidatura nanniniana del maggio scorso - mi sia consentito - è stata davvero troppo grossa, ed è anche piuttosto ravvicinata. Politicamente imperdonabile. Gran merito nell'avere Franchino al posto di comando oggi - è bene rimarcarlo - dipende da quella scelta. L'eretico non si stancherà mai di ripeterlo. Dopo una cosa così, bisogna lasciare il campo ad altri.

  Una discontinuità sarebbe indubbiamente positiva e salutare (anche per contrastare in modo più incisivo Franchino).
 Il buon Marignani dice di essere l'"usato sicuro", e probabilmente ha ragione. Ma ora è tempo che cambi il guidatore, nella macchina del Pdl senese. Per non ritrovarsi più Nannini candidati a Siena, per esempio...

Ps A proposito del pasticciere prestato alla politica (sic), lui viene dato per equidistante, fra i due contendenti. Che fa, domani, tira a sorte? 

22 commenti:

  1. In effetti mi piacerebbe essere informato sul tipo di opposizione che startebbe facendo il candidato sindaco Nannini. Qualcuno ha qualche riscontro?

    RispondiElimina
  2. L'eretico assolutamente no: NON PERVENUTO. Ovviamente ben lieto di essere smentito in futuro...
    L'eretico

    RispondiElimina
  3. Assolutamente non pervenuto, davvero.
    Sarebbe molto più dignitoso un ritiro...
    Pervenuto invece il rinvio del congresso ...causa bollettino meteo!!?

    RispondiElimina
  4. non pervenuto anche come pasticcere,a volte entri giù in massetana verso l'una e senti odore di penne all'arrabbiata,porannoi

    RispondiElimina
  5. Parecchio meglio la Carfagna della Bernini, ma parecchio!!

    RispondiElimina
  6. il pasticciere organizza il buffet......

    RispondiElimina
  7. parecchio meglio la Prestigiacomo, e della Bernini, e della Carfagna! anche se de gustibus no disputandum est..

    RispondiElimina
  8. Il Marignani dovrebbe invitare al Congresso il Ceccuzzi visto che ha fatto di tutto per farlo vincere...

    RispondiElimina
  9. Ma Ruby fa parte delle politiche del Pdl o è esterna?

    RispondiElimina
  10. Poi volendo si può anche parlare della figura barbina che il Pdl senese sta facendo in tutta Italia... https://twitter.com/#!/search?q=%23Bettolleombellicodelmondo

    RispondiElimina
  11. se ne parla anche qui http://www.notapolitica.it/2012/2/10/salvatori_politica-10-02.aspx

    RispondiElimina
  12. Una volta tanto, un po' di polemica personale..che nel Pd di Siena non esiste, perchè quelli parlano sempre come non esistessero differenze di pensiero!

    RispondiElimina
  13. Sono d'accordo con l'ultimo commento. A livello locale il Pdl si dimostra capace di una dialettica e di una vivacità interna da cui il Pd senese avrebbe solo da imparare...

    RispondiElimina
  14. In effetti qual è la differenza di vedute per esempio fra il Ceccuzzi ed il Bezzini?

    RispondiElimina
  15. Comunque la Carfagna effettivamente è di un altro pianeta...

    RispondiElimina
  16. Vista l'insipienza dei commenti al pari delle tesi congressuali, del tipo: "Levati te che mi vendo io, a meno!" l'unica soluzione è il commissariamento del PDL Toscano al fine di estromettere Verdini, seppellirlo nei suoi debiti e allora ripartire! Sennò il partito è finito, come Berlusconi, e tutti lo stanno abbandonando per andare in Lega (con Maroni al posto di Bossi è già al 14% nazionale!!).

    RispondiElimina
  17. A me fa impazzire di curiosità l'indecisione dello statista Alex Nannini: come si schiera, al congresso? Per quale piattaforma programmatica opta? Eppure lui è esperto di congressi: per portarci le paste, però...
    L'eretico

    RispondiElimina
  18. Secondo me non ci va nemmeno. Questa è gente che lavora...

    RispondiElimina
  19. W il Nannini! La bignolina al potere!!

    RispondiElimina
  20. Il vero colpo sarebbe candidare Gianna Nannini...

    RispondiElimina
  21. Enrico Tucci2 marzo 2012 12:28

    Caro Eretico, domani a #bettolleombelicodelmondo a partire dalle ore 9 sarà tenuto il congresso provinciale del Pdl senese nel quale il coordinatore uscente Marignani, a suo tempo nominato dal nominato (da Verdini) coordinatore regionale Parisi, tenterà di respingere l'assalto "dell'estrema destra che da sempre si limita ad avere un atteggiamento disfattista senza mai pensare a proporre delle valide alternative alla sinistra" capitanata dall'Avv. Francesco Michelotti a cui vanno tutta la mia stima ed il mio appoggio. Qui di estrema c'è solo la insoddisfazione per la gestione di un partito che è immobile mentre la sinistra di (mal)governo vede crollare tutte le sue granitiche certezze. Venga a trovarci. Le porte saranno aperte. Purtroppo per lei al posto della Bernini troverà Capezzone, ma la crisi c'è per tutti ...

    RispondiElimina
  22. Ringrazio Enrico Tucci dell'invito.
    A dirla tutta, avevo già deciso di fare un salto a Bettolle. Certo con la Bernini presente sarei venuto con tutt'altro spirito. Se la fate venire a Siena, bisogna organizzare qualcosa in grande. Io la pubblicizzo per due settimane di fila...
    L'eretico

    RispondiElimina