Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 28 febbraio 2012

"Mussari Giuseppe": una bella serata, con i soliti assenti...

 
   In attesa di tornare a parlare d'altro, l'eretico non può non riferire ai suoi lettori dell'incontro di ieri sera alla sala dei Mutilati: reduci di guerra, non se n'è visto neanche uno, ma gente davvero tanta.
 Vista la colpevole dimenticanza ereticale durante l'incontro di ieri, bisogna doverosamente ringraziare gli amici della Libreria senese (Pippo Bonci in primis), che si sono adoperati per organizzare la serata in oggetto. In effetti, è la prima volta che una Libreria organizza un evento su un libro di denuncia (altro è parlare di un "innocente" romanzo come Gli scheletri nell'armadio).
 Buon segno anche questo, dunque, così come anche il fatto che in sala, oltre ai soliti noti (ma l'esserci sempre è segno di determinazione e incrollabile fiducia nella possibilità di cambiamento, non certo cosa di cui vergognarsi!) si è iniziata a vedere più di qualche figura prima ignota, in incontri di questo genere. Anche questo buonissimo segno.

  Certo che la cosa più positiva e stimolante è l'attenzione (esogena, non certo endogena) della stampa: Sara Frangini a moderare (Il Fatto quotidiano, scuola Travaglio), il giovane Di Turi (un letterato prestato al giornalismo, di cui risentirete parlare), addirittura Paolo Mondani di Report (roba grossa grossa, dunque...), il quale ha ripreso tutto lo svolgimento della serata.
A rappresentare i Montanelli locali, c'era giusto il piccolo grande Augustino Mattioli, arrivato con uno dei suoi caratteristici berretti da Antartide: e al cui ingresso si è scatenato un piccolo ma sentito applauso da parte del pubblico. Un applauso che Augustino merita tutto, ma che - a pensarci un pochino di più e meglio - mette una tristezza immensa. L'eretico sperava nel contraddittorio con qualche mussariano: ancora una volta, le speranze sono andate delusissime...

  Particolarmente ispirato l'avvocato ereticale Luigi De Mossi, che - soprattutto nel suo primo intervento, salutato da un convinto applauso finale - ha parlato della libertà di stampa e del diritto-dovere del cittadino ad una corretta e libera informazione.
Arrivando a scomodare perfino  Beppe Fenoglio (peraltro un autore che gli è caro parecchio), ed il suo partigiano Johnny: in una città in cui - più che partigiani Johnny - ci sono tanti Johnny stecchino...

Ps Ah, l'eretico dimenticava: sì, pare proprio che qualcuno dell'entourage mussariano (indovinate chi) abbia provato, a fare sequestrare il libercolo. Birbone!!

41 commenti:

  1. ma che l'eroico avvocato de mossi sia anche amico e sodale del bellandi (compagno di merende del mussari) non insospettisce nessuno?...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'avvocato De Mossi non ha certo bisogno di farsi difendere da me (io da lui, invece, sì, ahimè); ciò detto, non so se sia sodale del birraio Bellandi o meno: se è per quello, comunque, anche l'eretico è amico di molti preti, quindi...

      L'eretico

      Elimina
  2. Bastardo Senza Gloria28 febbraio 2012 11:33

    Buongiorno. Sulla bontà della serata non avevo dubbi. Un po' d'aria fresca, finalmente.
    Mi vorrei soffermare, tanto per non cullarsi troppo, sul fatto da te tristemente sottolineato, della mancanza della stampa cittadina, e soprattutto di coloro che si sentono di difendere ancora tali "grovigli armoniosi". Anche le "giovani leve", che tanto sbandierano autonomia e libertà, vedi il Sig. Lorenzini, perché non sono intervenuti? Lo dico senza polemica, perché non cercare un sano contraddittorio?
    La risposta è triste ma purtroppo una foto dei tempi, sono tutti omologati!
    Speriamo appaia il più presto possibile, un avvistamento di qualche animale strano, o di un ufo, così sapranno finalmente di cosa scrivere e parlare.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Felicissima che sia già arrivata la TV nazionale, quella seria, se c'era Report! Mi farebbe piacere sapere se e quando faranno vedere il servizio, puoi tenerci informati? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non così lontano, non così vicino, il D-day: comunque certamente si darà ampio risalto, ci mancherebbe altro!!
      L'eretico

      Elimina
  4. Mi spiace non esserci potuto venire, soprattutto per complimentarmi con te ed ascoltare parole su due semplici concetti come democrazia e libertà. Forse quando sull'ultima pagina come luogo si stampa rileggerò la parola "Siena" anzichè "Città di Castello", qualcosa nella nostra amata città sarà cambiato.
    P.S comunque alle ore 11 di lunedi di copie ne avevo già acquistate due. Una per me e una per specularci dopo il sequestro!

    RispondiElimina
  5. ricordati di me! :)
    camilla

    RispondiElimina
  6. Sicuramente è un gioco di parole sarcastico definire taluni giornalisti senesi "Montanelli locali". Penso che intendessi - legati al Monte. Sarebbe ingeneroso confondere il grande Giornalista, simbolo di libertà ed indipendenza con la stampa locale!

    p.s. purtroppo non sono potuto venire alla presentazione. ho acquistato il volume, che terrò con me per fartelo autografare appena ti incontrerò.

    RispondiElimina
  7. Bravi quelli della Senese, ma è chiaro che lo facevano per vendere i libri...

    RispondiElimina
  8. Eh sì, l'hanno fatto di certo per quello, ci mancherebbe altro. Volevano vendere più copie possibile del libro, gaglioffi. Sono comuni peccatori.
    Non filantropi autentici come il banchiere-etico Mussari Giuseppe...
    L'eretico

    RispondiElimina
  9. siccome non sono molto a conoscenza dei Mussariboys, o chi sarebbe quel birbone che voleva impedire l'uscita del libro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso, non potrebbe che trattarsi di colui che viene definito (dal Bisi) "uno dei principali avvocati toscani": Fabio Pisillo.
      Ma sarà di certo una leggenda metropolitana...
      L'eretico

      Elimina
  10. Sto leggendo il tuo libro mi unisco al coro dei complimenti e rinnovo la mia stima per te come ho fatto in altre occasioni.
    I giovani "giornalisti" senesi.... marionette.
    Però c'è da capirli.. è dura al tempo d'oggi avere un stipendio e un impiego per campare...e purtroppo a Siena dove impera un sistema di stampo mafioso o sei allineato o sei disgraziato...C'è da portare la voce e essere d'accordo

    RispondiElimina
  11. E' normale che un libraio venda libri,
    non lo è che un banchiere venda magliette
    ...e non faccia più i mutui.
    Se li faccia i giubbotti, ma antiproiettile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mussari, per sua stessa ammissione, non è banchiere nè economista, per cui è adattissimo a vendere magliette.

      Elimina
  12. Stasera corro ad acquistare

    RispondiElimina
  13. Bella presentazione, sono felice di aver potuto partecipare.
    Per chi non è su Siena, è necessario prenotare il libro presso una Feltrinelli o è già distribuito anche fuori città? così, per regolarmi.

    grazie

    CM

    RispondiElimina
  14. Da oggi è su Poggibonsi (domani Colle Val d'Elsa, poi si va a sud).
    Altrimenti, meglio fare riferimento appunto alle Feltrinelli (0577 44009).
    L'eretico

    RispondiElimina
  15. Ho visto la foto con la giornalista Frangini sul Santo. Belloccia parecchio...

    RispondiElimina
  16. Carissimo eretico la cosa meravigliosa sarebbe stata quella di chiudere la serata con un bel rinfresco a base di prodotti tipici provenienti dalla generosa terra di colui al quale hai dedicato il tuo libro.

    Cosi' semplicemente

    RispondiElimina
  17. Ieri di passaggio in libreria ad acquistare il libro mi è stato segnalato come incredibilmente tutti quello che l'hanno acquistato lo abbiano comprato non "per sè" ma "per regalarlo ad un amico". E' questa la Siena di oggi? Ci si vergogna anche di comprare un libro "sgradito" ai potenti e ci si nasconde dietro al fatto che lo si vuole regalare? Io ne ho comprate due copie, una per me e una per un amico, la lettura è molto coinvolgente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà di sicuro così, anche perchè a Siena ci si conosce tutti... per quanto mi riguarda invece ho avuto modo di leggerlo in una sala di attesa piuttosto affollata e ho notato che interessava molto, anzi una signora mi ha anche chiesto di cosa trattasse e ha detto che lo comprerà.

      Elimina
    2. Questa, in effetti, potrebbe essere una trovata intelligente, per bypassare la censura delle Pravde locali: LEGGETELO NEI LUOGHI PUBBLICI, AFFOLLATI!
      Il giallo e la bellezza assoluta del biografato attirano molto, poi...
      L'eretico

      Elimina
    3. Ti è piaciuta l'idea? Mi fa piacere, ora che si va incontro al bel tempo e le gite si intensificano, tutti in Piazza, in Piazza del Monte, per le scale del Duomo, alla Lizza a leggere il libro!!!

      Elimina
    4. Mi è piaciuta moltissimo, anche perchè francamente NON ci avevo pensato. Questa idea la riprenderò diffusamente nel prossimo pezzo sul libro, diciamo nel fine settimana.
      Ci sono già delle chicchine gustosissime, riferitemi da quegli avidi dei librai, da raccontare a proposito della diffusione del libro ereticale...
      L'eretico

      Elimina
  18. Ci sono gli amici, poi gli amici degli amici: Johnny stecchino, no?

    RispondiElimina
  19. Il Pd cosa ha da dire sulla Fondazione che voleva salvare Ricucci a suon di milionate di euro? Se esiste il partito forse dovrebbe battere un colpo...

    RispondiElimina
  20. Caro eretico, sono un'assidua lettrice/frequentatrice del tuo blog, ho letto tutti i tuoi libri, non sono senese, ma vivo a Siena, dove mi sono trasferita per motivi di lavoro. Non ho partecipato alla presentazione del libro, ma ho visto il video. Ho appena terminato di leggere il libro che ho acquistato per me (non per regalarlo ad un amico, frase di circostanza, come ha segnalato un altro lettore....). Complimenti, complimenti, complimenti, un'eccellente biografia, anche se non autorizzata, di un esponente di quel sistema che, all'inizio, lascia di stucco chi arriva a Siena...

    RispondiElimina
  21. E' stata veramente una bella serata.

    Mi è piaciuto molto l'intervento di De Mossi. Se quello che ha detto quando ha citato il partigiano Johnny gli veniva dal cuore (e non ho motivo di dubitarne) è veramente una grande persona.

    Personalmente lo vorrei come sindaco al posto di quel coso che c'è ora.

    Concordo sul fatto che la Frangini sia parecchio belloccia però la regola dei 3 minuti come moderatrice non l'ha fatta rispettare.

    L'Aurigi c'ha messo troppa foga e poi ha iniziato a dare i numeri (letteralmente) ma è sempre un bel personaggio :-)

    La storia dell'ex-funzionario della fondazione è la dimostrazione di come la mafia senese uccida senza sparare. Per quel poco che vale ha tutta la mia stima.

    Riguardo a Paolo Mondani di Report la domanda per l'Eretico (se lo sa e ritiene di dirlo) è: stanno preparando una puntata sulle banche in generale, proprio sull'MPS o su Siena tutta? Vero che il montato è sempre una piccola parte del girato ma lui ha ripreso quasi tutto...

    Per ora ho letto solo poche pagine ma la foto di mussari con buoncristiani nella quarta di copertina vale da sola il prezzo del libro...

    Buon lavoro a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie delle belle parole. Per quanto concerne l'ottimo Mondani di Report (persona tra l'altro squisita), capirai che è preferibile un gesuitico silenzio...
      L'eretico

      Elimina
  22. Dimenticavo: i libri mussariani sono anche a Colle e Poggibonsi.
    A chi ce l'ha, buona lettura!
    L'eretico

    RispondiElimina
  23. Risono io: qualcuno della Affondazione deve spiegare perchè nel 2007, come scritto nel libro, decise di salvare Stefano Ricucci. Allora?

    RispondiElimina
  24. Stamattina ho visto che il libro è anche all'edicola dell'ospedale. Bene così, però non vorrei che a qualcuno venisse un coccolone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto anche io. Certi libri non fanno per niente bene alla salute!

      Elimina
  25. Bellissimo libro soprattutto "illuminante" e che Sienetta viene fuori sarebbe bello fare con il libro il bookcrossing, lasciarlo sopra le panchine della città per farlo leggere a tutti questi sonnacchiosi senesi riempiamo Siena di libri gialli!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti! Il bookcrossing forse è troppo, però almeno il bookwatching (senza insomma lasciare libri a giro, e lo dico contro il mio interesse!) sarebbe stimolante...

      L'eretico

      Elimina
  26. dal corriere.it :

    http://www.corriere.it/economia/12_marzo_01/abi-commissioni-bancarie_7fcdf812-63a7-11e1-b5fe-fe1dee297a67.shtml

    mussari: rischio di rivedere il sistema del credito a imprese e famiglie
    Dl liberalizzazioni: si dimettono i vertici dell'Abi
    Si dimette il comitato di presidenza dell'Associazione bancaria, per protesta contro la parte del dl che riguarda le banche

    NON CI CREDO CHE SI DIMETTA!!!!!

    Sallustio

    RispondiElimina
  27. Vediamo di capirne di più tra oggi e domani.
    Per intanto, consiglio ai lettori di frequentare al più presto (chi non l'avesse ancora fatto) il blog Il Santo...
    L'eretico

    RispondiElimina
  28. S'è dimesso ma secondo me ritorna in sella fra non molto. Scommettiamo?

    RispondiElimina
  29. Anche la Camusso si è schierato con il boccoluto! I rinfreschi per il Palio servono sempre...

    RispondiElimina
  30. All'eretico garba tanto la Bernini del Pdl ma anche questa Frangini del Fatto non sembra per niente male!

    RispondiElimina