Cerca nel blog

giovedì 9 febbraio 2012

Happy birthday, Mister Major, happy birthday to you...

  La neve ancora imbianca la città (e stasera dovrebbe arrivare un'altra bussata non da poco...), i paesaggi innevati trasudano una bellezza aggiuntiva, supplementare: insomma, è lo scenario giusto per festeggiare degnamente il compleanno di Franchino il Ceccuzzi. Il suo primo da Sindaco, ovviamente (ed il venticinquesimo da uomo d'apparato, o giù di lì...).

  Siccome oggi le campane suonano a festa per lui, l'eretico - nell'augurargli i meno sinceri auguri - vuole essere buono, e regalargli un consiglio, a mo' di personale cadeau di compleanno.
Dal momento che Franchino si trova ad avere almeno due fronti di lotta politica su cui riversare le sue forze (all'interno, lo scontro, tutto endogeno al Pd, con i monaciani, vale a dire con i vecchi margheritini-lusini; all'esterno, contro i cani sciolti che gli fanno opposizione, in Consiglio comunale come altrove), deve dosare al meglio le forze: va bene che - politicamente parlando - è un giovanotto, va bene che da qualche termpo ha scoperto le benefiche virtù del fitness: resta però il fatto che il dosaggio delle forze resta fondamentale, quando i problemi sul tavolo sono molti, e nessuno di facile risoluzione.
Il consiglio, dunque: appoggiandosi all'autorevole magistero barzantiano, l'eretico consiglia a Franchino di lasciare perdere la sindrome da complotto, da assediamento antisenese. La lasci perdere, che è meglio. La lasci agli Alemanno, che tuona contro il complotto della stampa nordista per giustificare l'inefficienza capitolina (sic!).
Se uno è Sindaco di Siena, può - anzi deve! - parlare di società quotate in Borsa (indovinate di quale...). Se uno è Sindaco (non solo di Siena), deve abituarsi a raccattare qualche critica, insieme agli elogi dei laudatores di turno. Fa parte del gioco, del Big game della politica, anche nella Repubblica di Siena.
 Questo è il consiglio, anzi la proposta: aprirsi, aprirsi, aprirsi. Organizzi, Franchino, un incontro pubblico con questi rompicoglioni di bloggers, invece di chiudersi a riccio: ci scapperà qualche domanda birba, certo; ma l'eretico è sicuro che, alla fine, il saldo potrebbe essere positivo, forse anche per Franchino stesso.
 Perfino Putin - constatato il suo innegabile calo di popolarità - ora si fa intervistare da persone che prima si rifiutava di incontrare: tempi bui per tutti, con questo Internèt maledetto. E il Presidente Obama - come già ricordato in passato - ha aperto le porte delle sue conferenze stampa a più di un blogger.
Noi che siamo così culturali ed europei, non si potrebbe fare lo stesso? Si aspettano risposte, dunque.

 Ad ogni buon conto, happy birthday, Mister Major, happy birthday to you: Marilyn lo cantava meglio, l'augurio; ma nella vita - a 45 anni ormai lo si dovrebbe sapere -  bisogna accontentarsi di ciò che passa il convento...

12 commenti:

  1. "Ognuno è ciò che fa"
    E' un detto che sta a significare che le persone si comportano in base alle proprie esperienze di vita vissuta.

    Aprire qualche spazio di opinione a qualche dissidente?
    Beh se nella vita vissuta, le tue esperienze sono tutte legate alla scuola di Partito come può uno come il Ceccuzzi capire che aprire ai dissidenti potrebbe essere addirittura utile?

    Se la legge non lo impedisse, il Ceccuzzi avrebbe già da tempo staccato internet come in Corea. Altro che dissidenti ....

    RispondiElimina
  2. Se il Ceccuzzi facesse un incontro con i blogger e con qualcun altro magari poi imparerebbe a fare meno figure cacine quando arrivano i giornalisti da fuori...

    RispondiElimina
  3. Chissà come sta festeggiando il prestigioso traguardo dei 45 il nostro sindaco

    RispondiElimina
  4. Aspetta e spera...

    RispondiElimina
  5. Ma allora è meglio Obama di Franchino? No, dai...
    L'eretico

    RispondiElimina
  6. Lo sapevate che all’ufficio comunicazione oltre alla fidanzata del Bisi c’è un altro collaboratore del corriere di Siena un certo Bruno Interlandi. La succursale del corriere di Siena in banca???

    Il capo dell'area comunicazione della banca è David Rossi

    RispondiElimina
  7. Strano e curioso, perchè questo giornale ha una linea di solito molto critica con il Monte dei Paschi...

    RispondiElimina
  8. COMUNICAZIONE MPS...quando i sindacati

    Coordinamenti RSA - Banca Monte dei Paschi Siena Spa


    Welcome in Montepaschi Fashion


    Apprendiamo dalla stampa che la Banca Mps ha presentato, al Milano Fashion Media, il suo progetto fashion dedicato ad una linea di abbigliamento con il marchio 1472 (T-shirts, polo, felpe).
    Evidentemente per l’Azienda essere glamour è un dovere, un obbligo non prescritto dalla legge, ma lo stesso potente a tal punto da dividere il mondo in due categorie, gli IN e gli OUT.
    La Banca Monte dei Paschi, nelle eleganti vesti dei suoi manager e degli esperti dell’immagine e della comunicazione, ci tiene a scongiurare il pericolo di essere classificata come banca OUT, e pensa di fare la scelta giusta, quella che avanza verso il futuro fashion dei nuovi manager informali.
    Prima è stata la volta del vino che legava la banca al suo territorio. Adesso è la volta di gadget griffati MPS che connettono la banca ad uno scenario più globale e moderno, ad un’immagine al passo coi tempi dettati dai ritmi della moda.
    Poco importa se le filiali della stessa banca versano in condizioni “fin de siècle” a causa di una politica di riduzione dei costi tesa a favorire un bilancio più glamour.
    Evidentemente per qualcuno l’entrata nel mondo della moda è una scelta illuminata che prefigura un’eleganza libera dai condizionamenti della vita reale e che può portare a privilegiare la leggerezza dell’apparenza rispetto ad un senso della realtà sempre più odioso e retrò.
    Noi continuiamo a pensare che sia più utile occuparsi delle reali esigenze dei lavoratori e della clientela lasciando lustrini e paillettes a chi fa un altro lavoro.
    Pensiamo anche che le energie di chi si occupa di curare la comunicazione aziendale sarebbero spese meglio se finalizzate a parlare della Banca e dei suoi Progetti core-business, occupandosi anche di replicare adeguatamente a recenti campagne di stampa interessate e strumentali.





    Siena, 19 gennaio 2011 LE SEGRETERIE

    RispondiElimina
  9. Oh ragazzi, ma un banchiere trendy come il Monte non ce l'ha mica nessuno, eh? Uno che viaggia in motorino, va su FAcebook, arriva in ufficio con la borsetta superfashion...

    RispondiElimina
  10. Eh sì, non ce l'ha proprio nessuno!!

    RispondiElimina
  11. Scuuuuupponne

    Quando il resp. comunicazione di MPS esaltava il giornale Siena News con direttore responsabile Stefano Bisi e dove collabora Rosalba Botta fidanzata del Bisi e neoassunta all'area comunicazione di MPS. E vaiiiii

    http://www.sienanews.it/2011/06/24/david-rossi-sienanews-vedo-oggi-lo-stesso-impegno-di-15-anni-fa-2/

    RispondiElimina
  12. Come mai quelli dell'osservatorio civico non chiedono al presidente Mancini di farsi dare il dettaglio delle sponsorizzazioni e delle spese effettuate dall'area comunicazione della banca MPS gestita da David Rossi???

    RispondiElimina