Cerca nel blog

mercoledì 9 maggio 2012

La Finanza al Monte...

  Mattinata intensa per la Guardia di Finanza, che si sta dando da fare - su mandato della Procura di Siena - per reperire materiale sull'affaire Antonveneta (perquisizioni in Piazza Salimbeni, in uffici in tutta Italia, in case private).
 Come auspicato plurime volte dalle colonne di questo blog, è un qualcosa su cui prima o poi non si poteva non intervenire! Il lancio dell'Ansa, il primo, è delle 10.17 (l'eretico ha saputo SOLO ALLORA del fatto, a scanso di giramenti di coglioni futuri e accuse per fughe di notizie...). Un lancio dell'Adn, fresco fresco, informa che i finanzieri si sarebbero spostati in Fondazione Mps (tanto la strada da percorrere è poca).
Quello che in pochissimi avevamo detto e - nel caso ereticale - scritto su Antonveneta, finalmente si sta inverando: vedremo come andrà a finire, diamo tempo al tempo.

  Oltre ai 50-60 che già c'erano (compreso l'eretico, ovviamente), la città avrà dunque nuovi pezzi grossi del Sistema Siena indagati, in questo caso fra gli alti papaveri montepaschini dell'era Mussari.
La "città pulita" penosamente sbandierata da Franchino il Ceccuzzi, ormai, la vedono solo lui e gli altri castisti da riporto. Dopo Report, preparatevi: stanno arrivando altre randellate mediatiche sulla Casta: non sulla città in quanto tale, bensì su chi ha detenuto e detiene il potere politico-bancario della città. Sarà bene, ancora una volta, essere chiari: sperando che anche i duri di comprendonio possano capire (per quelli in malafede, purtroppo, non c'è medicina alcuna).
 Quando Parma, nei mesi scorsi, era tutti i giorni sulle pagine dei giornali per gli scandali della sua Giunta (alla fine crollata), i parmigiani per bene non solo NON gridavano al complotto mediatico, ma anzi incalzavano il Consiglio comunale a levare le tende, andando a rompere gli zibidei con le famose pentole, divenute il simbolo della Parma che si ribellava alla corruzione.
 All'eretico, tra l'altro, piacerebbe che invece di parlare tanto del professor Colonna (su cui si tornerà, peraltro), si dessero risposta su casi come quello dell'operazione Alexandria, su cui mi pare nessuno abbia aperto bocca.
 Oppure - fra le tante altre cose - su quella mail "salva Ricucci" di cui scrivo da pagina 57 del libercolo su Mussari Giuseppe: perchè l'allora Provveditore della Fondazione Parlangeli si adoperava per fare salvare dalla Banca il patrimonio immobiliare del "furbetto del quartierino", nel gennaio 2007 (Gabriellone Mancini d'accordo: mail canta)? Il libro è uscito da due mesi, ma nessuno ha detto niente, nessuno ha proferito verbo: nè Mussari (il ricevente), nè Parlangeli (lo scrivente), nè appunto Mancini. Spostiamo il focus del dibattito sul professor Colonna, che è meglio per tutti, vai...

Ps Ora, pur in ritardo, l'eretico parte davvero alla volta di Recanati.
 Speriamo che nei prossimi quattro giorni la Procura non arresti nessuno...

33 commenti:

  1. Hai scelto proprio il periodo sbagliato per partire, qui mi fa l'idea che ci sia da divertirsi se la cosa va in fondo!!!

    RispondiElimina
  2. Dunque cari senesi.......le pentole sono state usate........le scope pure che ne pensate di andare con il matterello e di fare piazza pulita? Mi sembra maturo il tempo delle scelte!!!!
    P.S. Per mister groviglio armonioso onde evitare di dire che sull'eretico si fomenta la violenza il matterello e' solo simbolico.........almeno spero!!!
    Silvia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, simbolo fallico, io quello userei!!

      Elimina
  3. http://www.francoceccuzzi.it/wordpress/?p=824 guardate questo link,mica male

    Bomba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CI VOLEVA PROPRIO UNA FACCIA COME IL CULO!!!
      BELLA PERLA DI SAGGEZZA.

      Elimina
  4. Spero solo che non prenda piede la bufala che scatenante è stata la trasmissione della Gabbanelli (il Cittadino On Line, peraltro la cita già, anche se con il punto interrogativo).
    Non sarà invece che il tutto sia partito - o abbia avuto ulteriore impulso - dalla dichiarazione del Prof. Di Tanno nell'ultima assemblea circa il valore patrimoniale di Antonveneta? Se non mi sbaglio, di tale dichiarazione, nei giorni immediatamente successivi all'assemblea, non si trova traccia ne' sulla stampa locale, nè nel dibattito politico locale, nè sui vari blog. Ma non è dichiarazione di poco conto!!

    RispondiElimina
  5. ...ci sarà il rinvio a giudizio?? sarà come l'univeristà?
    sarà come la sentenza per l'incendio del duomo??
    Non è che la competenza territoriale conviene spostarla a Milano??? ...intanto s'inizia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da Il Cittadino online "Il reato di aggiotaggio si prescrive nel termine di sei anni, massimo sette e mezzo in certe circostanze. Con ogni probabilità, se verranno accertati reati, non ci sarà il tempo neppure per una condanna in primo grado". Ognuno ne tragga la propria conclusione...

      Elimina
  6. LA FESTA E'INIZIATA!!!!!!!!!
    FINALMENTE SI SCOPRE CHE CRISTO NON MORTO DAL SONNO!!!!
    L'unico mio timore,(grande) è che purtroppo anche Sienina bella è in Italia e, come spesso accade, non si trova mai un colpevole nonostante anni di indagine ed impegno da parte della Magistratura di turno. Tra decorrenza dei tempi e ricorsi in Appello e Cassazione C'è sempre chi riesce a farla franca. Detto ciò,la speranza è sempre l'ultima a morire e Dio non voglia che finalmente la Giustizia faccia il suo corso.
    Se mai sarà mi auspico una CLASS ACTION PER RISARCIMENTO DANNI da parte dei cittadini SENESI,di tutti i dipendenti MPS, di tutti gli azionisti ed itutti coloro che a vario titolo hanno subito un danno patrimoniale o di altro tipo. Il nuovo Presidente di BMPS ne sa qualcosa..
    E' ORA CHE CHI HA VOLUTAMENTE SBAGLIATO, PAGHI DI TASCA O SI FACCIA DARE DAL PARTITO I SOLDI CHE SERVIRANNO A RIPARARE IL DANNO FATTO A QUESTA CITTA', ALLA SUA BANCA E AI SUOI CITTADINI.
    Concludo, invitando la Guardia di Finanza a fare una capatina anche in Piazza del Campo per farsi spiegare dove, come e a chi sono andati i milioni di euro erogati dalla Fondazione , assieme naturalmente a fondi erogati dallo Stato frutto dei contribuenti, visto che il COMUNE HA DICHIARATO (per voce del Marzucchi)UN BUCO DA 40 MILIONI DI EURO.

    RispondiElimina
  7. Burn Siena Burn!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplicemente, adesso basta coi roghi e gli incendi a Siena.

      Elimina
  8. Sta crollando il sistema finalmente !

    RispondiElimina
  9. Mah.... vorrà dire che il Ceccuzi dirimerà un comunicato stampa in cui si riserva di denunziare la Guardia di Finanza per il vile attacco alla città.
    'Unne starei tanto in pensiero per loro....

    RispondiElimina
  10. La finanza in Rocca arriva con un clamoroso ritardo di ben 4 anni. Vergognosi pure loro, l'unica via sarebbe la fuga da questo paese di m***a dove le forze dell'ordine si muovono solo se stimolate dalle trasmissioni televisive!!! Ma purtroppo qui un lavoro ce l'ho, altrove dice sia impossibile trovarlo (si citi l'esempio della bellissima città che quest'anno ospita le Olimpiadi e nonostante ciò in diversi sono tornati indietro con la coda tra le gambe)

    RispondiElimina
  11. per il Monte vale proprio il detto :
    al peggio non c'è mai fine.

    Speriamo ci sia pulizia

    RispondiElimina
  12. Scandalosi i girnaletti senesi : tutti offesi da come ci hanno dipinto durante la trasmissione di rai tre.... ebbene per me ci sono andati pure troppo SOFT... ebbene dovevano picchiare ancora più duro perchè la nostra città è in mano ai mafiosi e ai massoni (altro che comunistiiii) che se la spassano nella nostra amena cittadina medievale che sta diventando piccola piccola attorniata come è da MOSTRUOSI palazzoni... soffacata dai soldi della mafia che qui hanno trovato un caldo e accogliente porticciolo dove sostare indisturbati tra le braccia della nostra classe politica, sempre la stessa da decenni (ma che importa... tanto una vale l'altra...) sotto lo sguardo ignavo di tutti.
    Il Sienona tra le squadre indagate etc etc...(ma come cazzarola fate a andare a vedere quei ladri vorrei sapè...) il Monte dei Paschi che fa acqua da tutte le parti e che PENA fanno e che schifo quei poveri arricchiti che ne sono al comando e che CE L' HANNO rubata e appestata la "nostra banca"... al comune non si riesce ad avere un bilancio sano...il primo già non approvato... l'Università...vabbhè... non c'è neppure bisogno di rivangare tutti lo sanno in che acque navighi... E poi ci lamentiamo e indignamo se finalmente qualcuno si degna di scoprire (almeno un pochininoinoino) il pentolone... o che vergogna! Siamo rimasti in mutande .... davanti a tutti gli altri italiani... Ma tanto noi ci s'ha il palio.... chi se ne frega di tutto il resto... E sopratutto ci s'hanno i posticini di lavoro e permessi vari e favori che qualcuno da lassù ci ha sapientemente distribuito... Dice bene Colonnino.... quando c'è qualche problema si elargiscono favoretti e tutti bonini bonini a aspettà il 2 luglio e il 16 d'agosto. Ovvia giù, va bene così.

    RispondiElimina
  13. Caro Eretico non ti illudere, non cambierà nulla, qualche pesce piccolo verrà pensionato, qualcuno verrà rimosso o riciclato in qualche società collegata poi l'oblo cadrà, tra poco c'è il Palio e si fa pari con tutti. Allegria!!!! Comunque se mussari avesse un po' di dignità dovrebbe dimettersi dall'ABI, ma non ci credo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Mussari avesse dignità non avrebbe fatto tutto quelche ha fatto, quindi dovrebbe essere destituito da ogni incarico

      Elimina
  14. su il Santo bel servizio da il Corriere fiorentino on line, che ci tiene a sottolineare che Mussari non è indagato! Solito Ermini, amico della Siena ufficiale, che ocmprende l'articolo storico di Barzanti del "miracolo" per aver portato Profumo e gli amici della Bindi in MPS.

    RispondiElimina
  15. meno male che c'è stato il deferimento del Siena calcio (ironia...) almeno domani i giornali senesi non avranno problemi per il titolo in prima pagina...

    RispondiElimina
  16. Godo, ma non sono certo contento. Nessuno di noi, che abbia un po di buon senso, può essere contento! La banda bassotti anche se verrà indagata e magari pagasse per i torti, cosa di cui dubito, ha lasciato di fatto questa città con le cosiddette pezze al culo e nessuno ci porterà i pantaloni nuovi gratis o ripristinerà la situazione precedente perché sarebbe illusorio il solo pensarlo. E’ vero che finchè c’è vita c’è speranza ma, visto l’andazzo, credo proprio che la parola sacrifici, anche se dovuta a colpe di altri, rappresenterà buona parte del nostro futuro ed investirà totalmente la permanenza in questa città dei nostri figli perché un conto è scegliere di andare fuori a lavoro ed un conto è essere obbligati ad andare fuori. Intanto, siamo in troppi a godere di questa situazione e questo mi fa riflettere già ora, figuriamoci dopo. Sarò sospettoso ma in piazza dovremmo essere al massimo una quindicina di persone a festeggiare vista la compattezza elettorale degli schieramenti di questi ultimi anni. Di alcuni partiti o meglio ancora “aggregazioni politiche da circostanza” si conosceva anche il numero esatto degli elettori ancor prima delle elezioni…… Quindi, meditate gente, meditate; non fa male meditare qualche volta, non fosse altro per capire se il nemico è solo una persona o se è un sistema fatto da persone come nel nostro caso. Ditemi se c’è da stare allegri. Forse era meglio se venivo anche io con te a Recanati, sono dell’umore giusto stasera!

    RispondiElimina
  17. Tutti zitti fino ad oggi ed ora la scoperta del marcio...facile ora...

    RispondiElimina
  18. Falso Biscardi9 maggio 2012 20:42

    Sello riporta l'altare

    W il "GROVIGLIO ARMONIOSO"

    in un posto "normale" tipo Parma uno che incesa e giustifica tutto con una definizione così avrebbe preso una pentolata nel muso

    qui invece no.

    Pensa te come ci reputano i Castisti, pòri bischeri cui basta una definizione così intelligente e profonda per farci ingollare tutto, anzi per farcela apparire GANZIALE...

    Certo che rimane veramente simpatico e da sempre...

    RispondiElimina
  19. Scusate un momento. Premesso che Mussari, Vigni, Mancini, tutti i loro dirigenti, Cenni, Ceccuzzi, ecc. hanno distrutto in cinque anni quello che Siena ha fatto in cinquecento, vorrei ricordare - giusto per correttezza - che: (1) una perquisizione non è neanche un'indagine; (2) un'indagine non è una condanna; (3) una condanna non è tale fino a che non passa in giudicato.
    Criticare l'operazione Antonveneta perché folle dal punto di vista economico e finanziario è assolutamente ovvio. Chiedersi quali siano le vere motivazioni della stessa è comprensibile.
    Immaginare manette, sperare in carcerazioni, prefigurare processi a Milano (!), invece, è sbagliato.

    RispondiElimina
  20. mister groviglio armonioso ha il sito in aggiornamento da stamani, che fa lava il grembiulino?

    RispondiElimina
  21. bellina si la gente che usciva con le valigette da dietro rocca salimbeni quando la finanza entrava da davanti..speriamo che le mie siano solo illazioni infondate

    RispondiElimina
  22. scommetto che prima di partire con il blitz sono partite alcune telefonate eh eh eh

    RispondiElimina
  23. ma guarda strano, tutti ad affrettarsi a dire che il Mussari non è indagato... e io so' una bella fica!

    RispondiElimina
  24. Il reato di aggiotaggio si prescrive in 6 anni. Infatti, a seguito della L. n. 251 del 2005, l'art. 157 c.p. (norma che disciplina la prescrizione nei reati) è stato riscritto. Attualmente, dunque, la prescrizione estingue il reato decorso il tempo corrispondente al massimo della pena edittale stabilita dalla legge e comunque un tempo non inferiore a 6 anni se si tratta di delitto e a 4 anni se si tratta di contravvenzione, ancorché puniti con la sola pena pecuniaria. Dunque, l'aggiotaggio, essendo sanzionato nel massimo con la reclusione fino a 3 anni, si prescrive in 6 anni. Se invece interviene uno dei cosiddetti atti interruttivi della prescrizione elencati in modo tassativo dall'art. 160 c.p., il tempo necessario a prescrivere aumenta fino ad un massimo di un quarto, ossia fino a sette anni e mezzo.
    Banca Antonveneta e sta acqisita a Novembre 2007.
    Come passa in fretta il tempo, pareva ieri... ivece...
    Speriamo bene ma..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non sarà mica che tutta questa sceneggiata è stata fatta per rimuovere qualcuno o qualcosa di più alto? Quanto alla prescrizione....universitas docet....sono quasi 4 anni che i finanzieri raccolgono carte e le passano alla procura...dove si fermano!! E anche lì tra poco più di 12 mesi sarà tutto prescritto...il buco si sarà formato da solo come quello dell'ozono e tutti felici e contenti ai loro posti (quelli che hanno rubato)...manette, processi, galere...forse in un altro mondo...che desolazione...

      Elimina
  25. Ma il maestro venerabile "groviglio armonioso", è per caso laureato nella stessa Università del "trota"?

    RispondiElimina
  26. Non ti conosco personalmente ma credo di poter interpretare il tuo stato d'animo. Ricordi la canzone della Caselli? Con il corpo sono qui, ma la mente mia non c'è... ecco, in questi giorni sei a Recanati ma non puoi non pensare a Siena!

    RispondiElimina