Cerca nel blog

sabato 12 maggio 2012

Franchino (il Ceccuzzi) e il camerierino (di Recanati)...

      Franchino il Ceccuzzi le fa di cotte e di crude per cercare di rinviare il Consiglio comunale che - salvo infarti dell'ultima ora - lo vedrà soccombente (e costretto a guadagnare "solo" 1.500 euro al mese, poverino...). Fino a lunedì pomeriggio, quindi, a causa dei suoi patetici tentativi di restare appiccicato ad una poltrona che non gli appartiene più dal 27 aprile, NON si saprà se il Consiglio del 15 maggio ci sarà, o meno. L'eretico l'ha già detto e scritto: il Sindaco, ormai, ha perso anche la dignitas che un primo cittadino dovrebbe avere.
Azzardo una considerazione (certo non sospetta di agiografia): FORSE il paonazzo del Nicchio (ripeto FORSE), in un contesto paragonabile a questo, si sarebbe dimesso. Ma ormai quella è storia passata. Non si tratta che aspettare lunedì pomeriggio, dunque.

 Cerchiamo adesso di spiegare il curioso titolo che i lettori hanno appena letto.
Ieri sera ultima serata recanatese per l'eretico (fino al prossimo giro leopardiano, si capisce).
 Dopo una corroborante passeggiata verso il colle dell'Infinito, decido di andare a consumare l'ultima cena (non in senso evangelico, spero...) nel ristorante più vicino al palazzo della famiglia Leopardi (ancora abitato dai lontani discendenti, che campano sulle visite dei turisti alla casa: beati loro, questi fanno meno di Franchino!).
L'osteria di Via Leopardi: bel posto, con spazio per la musica all'interno ed una bella e grande sala con ottima musica d'atmosfera.
 Si parte alla grande: il camerierino sembra rapido ed efficiente (anche perchè all'inizio non c'è quasi nessuno), e mi porta un ottimo piatto con maialino e carciofi, con aggiunta di crema di piselli. Una prelibatezza, con una carne che si scioglie letteralmente in bocca. Chi ben comincia, è a metà dell'opera? Non sempre, non sempre...
Poi, piano piano, arriva più gente e le cose si complicano: il camerierino va in su e in giù senza posa e requie; gli chiedo un dolcino, per finire in bellezza. Dopo una ventina di minuti (!), ancora niente. Inefficienza paurosa. Richiamo l'attenzione, lui fa finta di capire e mi rassicura: ancora niente, però. Sento anche che altri avventori si lamentano. Due operai del Giro d'Italia (oggi tappone a Recanati!), addirittura, si alzano e si levano da tre passi, senza avere addentato altro che il pane d'ordinanza. Si sono davvero rotti. Sbracciandomi in modo plateale, ririchiamo l'attenzione del camerierino; il quale arriva e, in modo disarmante, mi fa :
"Ah, aveva chiesto il dolce? Pensavo volesse solo il conto".
Ma allora prende per il sederino, il camerierino? Passa ancora qualche minuto (ci mancherebbe altro), ed il dolce finalmente arriva.
Morale: il camerierino ha aspettato almeno mezz'ora per fare l'unica cosa che doveva fare, subito: PORTARE IL DOLCE. Punto e basta. Senza tergiversare. Qualche punto di contatto con la situazione di qualcun altro?

 Franchino  (che ieri ha pranzato all'Enoteca I Terzi: quando guadagnerà 1500 euro bisognerà che cambi abitudini) ha un modus operandi molto simile a quello del camerierino recanatese: sempre in movimento, incontra quello e quell'altro, si copre di ridicolo con questa boiata della discontinuità, fa finta di non avere mai saputo niente di quello che gli succedeva intorno, però NON PORTA IL DOLCE. Non fa l'unica cosa che dovrebbe, insomma.
Dopo il dolce, a regola, si porta il conto: quello, Franchino - insieme agli altri castisti -  l'ha già preparato da tempo...

Ps Il camerierino, invece, non è stato capace neanche a portare quello: me l'ha portato il suo collega!

18 commenti:

  1. o Eretico allora a Recanati ci sei andato a vedere il Giro ? o magari solo i preparativi della tappa ?

    caro Eretico, dovevi andare dal cameriere e, pugno sul tavolo, dirgli con castiana memoria della prima repubblica :"lei non sa' chi sono io" e poi completare la frase con un "io sono l'Eretico".

    chissà che faccia avrebbe fatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente no!
      Il ciclismo professionistico è uno dei pochi sport che non mi interessa, anche perchè mi pare irredimibile quanto a doping. Tra l'altro, gli inflessibili vigili recanatesi (pistola-muniti!) stavano per per farmi portare via la macchina, incautamente parcheggiata vicina al percorso del Giro. La "notte rosa" di venerdì è stata la tipica festa paesana, con l'aggiunta degli stand gazzettistici con il merchandising del Giro, più un paio di cubiste di rosa (poco) vestite. Chissà cosa avrebbe pensato Giacomo Leopardi, di questo caravanserraglio...
      L'eretico

      Elimina
    2. Eretico, no! Non tocchiamo il Giro! Va bene essere eretici, ma la maglia rosa è religione! :-)

      Elimina
  2. Caro Eretico,

    ormai che è soltanto questione di tempo perché si possano vedere tutti questi buffoni andarsene a cercare un lavoro, possiamo iniziare a pensare a qualcuno che possa seriamente fare il sindaco?

    Qualcuno che, a differenza degli attuali, non sia vendicativo (mi ricorda la frase che disse al compagno di partito Franchino? Mi pare "ti seppellirò" o qualcosa del genere). Mettiamo una pietra sopra ai disastri che i buffoni hanno fatto alla città (un danno di quasi una decina di miliardi di euro, avendo svenato la Fondazione senza motivo alcuno).

    Uno che non sia parte del groviglio mafioso (o omertoso, o armonioso non mi ricordo) del quale parla sempre il Dott. (o Architetto... non ricordo) Bisi.

    Uno che abbia il coraggio di recuperare cervelli senesi in fuga (più che altro che sono fuggiti da questo sistema per amor proprio e per dignità, perché a trovare un lavoro a Siena leccando il culo a destra e a manca sono buoni tutti). E se non trovasse cervelli in fuga, che abbia il coraggio di portare in giunta qualcuno da fuori. Per gestire la città non ci vuole un esperto di Palio.

    Ci sarà pure qualcuno!

    Potendo dire la mia, secondo me andrebbe chiamato a fare il Sindaco un ufficiale dei Carabineri in pensione, o comunque un militare. Non sto scherzando.

    Ai militari dei grovigli armoniosi non può fregare di meno. Si fanno dieci cose, semplici, trasparenti e si ci si rende conto che Siena è una città normale (è vero, la storia, il Palio, le contrade, ma che cosa c'entrano queste cose con il dare servizi, in modo efficiente a qualche decina di migliaia di persone?)

    Saluto

    Anonimo.

    PS: ma di deve continuare a firmarsi anonimo o si può iniziare a mettere nome e cognome. Cioè siamo sicuri che questi si levano di culo o no, altrimenti meglio aspettare un po'...non si sa mai...tengo famiglia!

    RispondiElimina
  3. ragazzi, tanto questi non vanno a casa . . . pe fa bene dovrebbero chiudere Via Rosi, 34 è da li che sfornano queste cime di inteligenza.

    RispondiElimina
  4. Il problema di Franchino e' che se smette di fare il sindaco , cosa fa? Un lavoro non ce l'ha, nemmeno una laurea o una professione. Ha fatto solo il burocrate nel Pci, ds ed ora PD. Non mollerà facilmente, purtroppo per noi.

    RispondiElimina
  5. Eretico c'hanno pensato un po'sopra, peró alla fine hanno parlato di te, e non solo, anche su linkiesta.it

    RispondiElimina
  6. il professorino che dileggia il camerierino..
    che pena..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre meglio dileggio che aggiotaggio...

      Elimina
  7. Immaginavo che qualche furbacchione avrebbe prontamente abboccato all'amo: in questo articolo ci sarebbe addirittura dileggio per il giovane cameriere. Me l'aspettavo entro i primi tre commenti, è arrivato poco dopo.

    Chiunque mi conosca, sa che non solo c'è da parte ereticale il massimo rispetto per i lavori manuali, ma che, anzi, da tempo sono fautore di un sano ritorno dei giovani a lavori come appunto il cameriere, magari mentre studiano.
    Non per parlare di cose personali: è il mestiere che fa mia figlia, dall'altra parte dell'Oceano Atlantico. Con la mia massima approvazione. Figuriamoci se ci può essere dileggio nelle mie parole...
    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche perchè qualsiasi lavoro è nobile. . . a differenza di ladri e politici.

      Elimina
    2. Oh Eretico ... si ruzzava per stemperare l atmosfera da crisi ... lo avrai compreso spero ...

      Elimina
  8. “Più sporca e povera: così hanno ridotto la nostra Siena e Mps”
    Nicola Di Turi


    Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/voci-siena-perquisizione-guardia-finanza-mussari#ixzz1ujfvKE6E

    RispondiElimina
  9. Il rinvio del consiglio comunale non ha evidentemente motivazioni tecniche ( Marzucchi ha giurato e spergiurato che era tutto a posto sia nello scorso consiglio che dopo sulla stampa e siamo quindi tenuti a crederci), ma solo politiche, alla spasmodica ricerca dei voti necessari per la approvazione. Ora sta passando il messaggio che chi non vota il bilancio 2011 e provoca il commissariamento è di fatto un nemico di Siena. Cercheremo di far capire in consiglio che nemico di Siena e del suo popolo è invece chi l'ha ridotta in questo stato, facendole perdere anche la faccia. Il commissariamento eventuale sarà la conseguenza e non certo la causa della crisi economica e di valori che già da tempo affligge Siena e che purtroppo durerà molti anni. Una crisi la cui soluzione non può essere affidata a chi è stato pienamente corresponsabile di tutte le scelte disastrose di questi ultimi anni e si ritrova a fare il sindaco "a sua insaputa".
    Enrico Tucci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bastardo Senza Gloria13 maggio 2012 17:57

      Sig. Tucci mi permetto di invitarla a ribadire il concetto del suo post a gli inventori della comunicazione dell'attuale sindaco di Siena. Vede, questi pensano, di raggruppare le truppe loro fedeli sotto la minaccia dell'attacco a Sienina nostra da parte di quei birboni dei blog.
      Ecco faccia presente loro, magari scrivendo due righe al loro giornale preferito, che la "solfa" è cambiata, la gente s'informa e non sono lì con l'anello al naso a credere a tutto quello che il "groviglio" le propina.
      Sa.....noi anonimi non siamo credibili....
      La saluto.

      Elimina
  10. http://affaritaliani.libero.it/economia/mps-profumo-di-guai.html

    Annullati” 500 anni di storia (e di patrimonio) in 5 anni”. Da chi? Dal tempo(blitz)? Dal nulla? Sì - ma al quadrato e senza due diligence.

    RispondiElimina
  11. Solidarietà ai MAGISTRATI e alle Forze dell'ordine, collaboriamo per sconfiggere i "germi",i "virus" i "batteri", aiutiamo LA MAGISTRATURA A SALVARE LA SIENA DEGLI ONESTI,I SENESI CHE LAVORANO,I PENSIONATI,I GIOVANI CHE ASPETTANO UN FUTURO, non facciamo l'errore di ricercare un "complotto" , ma quale complotto amici e amiche senesi, ma se in questa nostra città ci sono almeno un centinaio di persone INDAGATE e parlo di ampugnano,università,altre situazioni,vicenda bancaria,quale complotto? Smettiamola anzi smettetela e affidiamoci in MODO SERENO ALL'AZIONE DELLA MAGISTRATURA per scoprire la verità, vogliamo la verità.COLPIRE il "MALE" e rispettare sempre il "malato" per "curarlo" secondo le LEGGI DELLO STATO, senza vendette e senza odio ma anche SENZA IPOCRITI BUONISMI, chi avesse RUBATO IL FUTURO ALLE GIOVANI GENERAZIONI, dico "AVESSE" dovrà essere duramente punito.
    Parliamo di tante cose,spesso fuori tema,cerchiamo giustificazioni,guardiamo al passato, tutto bene può essere anche utile ma per favore non “aggiriamo” la realtà; mica sarà stata una trasmissione come “report” a scatenare UNA DELLE PIU’ GRANDI AZIONI DELLA MAGISTRATURA,un’azione combinata di 150 finanzieri coordinati da uno dei più validi generali in materia di antiriciclaggio e reati valutari,decine di abitazioni perquisite,materiale sequestrato,indagati il cui numero sta crescendo,a breve ne sapremo ancora delle belle almeno a leggere sulla stampa nazionale le varie IPOTESI DI REATO.Cosa voglio dire? semplice, tutti vogliamo la VERITA’,IL POPOLO DI SIENA HA IL DIRITTO DI CONOSCERE LA VERITA’,HA IL DIRITTO DI SAPERE SE LA CITTA’ ATTRAVERSO UNA OPERAZIONE BANCARIA (non entro nel merito di natura commerciale) è stata impoverita di alcuni MILIARDI DI € e se tale IMPOVERIMENTO (questo è reale e sotto il giudizio di tutti) è stato causato “solo” da INCAPACITA’ manageriale,quindi incauto acquisto oppure se,come si legge sul quotidiano nazionale “LA STAMPA” del venerdi u.s. un gruppo di “ignoti” (almeno fino ad oggi)abbia provocato questo DISASTRO FINANZIARIO con conseguente perdita di ricchezza per la città; i magistrati,sempre a leggere questo articolo”, IPOTIZZANO una “cresta” da oltre UN MILIARDO DI €,(si parla dell’operazione Antonveneta dell’anno 2007)e stanno cercando la strada per arrivare al centro del problema.Se così fosse penso che dovremmo tutti noi fare forte autocritica e riconsiderare tante nostre scelte e i rapporti di fiducia costruiti in questi anni.Infatti chi avesse RUBATO AL POPOLO LA RICCHEZZA MA ANCHE LA DIGNITA’e la credibilità storica e finanziaria di Siena, dovrebbe essere considerato un CRIMINALE, un attentatore sociale, un delinquente da PUNIRE DURAMENTE A TERMINI DI LEGGE.Allora, mi meraviglio quando ascolto e leggo (sempre meno in verità, forse perchè l’inchiesta avanza e fa paura!)che la colpa di tutto sembrerebbe riferibile più ai “medici” (cioè coloro che indagano su quanto avvenuto in questa nostra città, ai giornali nazionali,alle televisioni) che alla “malattia”, cioè tutte le conseguenze derivanti dagli EVENTUALI REATI COMMESSI.Io sono dalla parte dei MEDICI (Forze dell’ordine,Guardia di Finanza,Magistrati,Ispettori DIA e tutti gli altri), dalla parte di questi “MEDICI”, sempre! Compiango i “malati” ma sarei inflessibile per combattere i “germi”, i “microbi” ,la malattia.PER SALVARE IL FUTURO DI SIENA

    RispondiElimina
  12. Riproporrei il quesito già fatto e privo di rispsta:
    Vorrei sapere una cosa, solo se qualcuno sa rispondere. Potrebbe andare tutto in prescrizione trascorsi 6 anni? Perché andremmo così dicendo al 2013 (2007-2013) e con un anno solo tutto potrebbe finire in gloria, come spesso capita con le inchieste in questo Paese. Sarebbe una beffa e (forse) una ulteriore presa per il culo. Dicasi altrettanto per l'Università. Quindi, va bene per il sostegno ai Magistrati, ma, se così fosse, non hanno aspettato un po' troppo?

    RispondiElimina