Cerca nel blog

giovedì 31 maggio 2012

Roburropoli, chi pagherà per questo?



   Da "vecchio" tifoso della Robur (nonchè portiere - ormai in seconda - della gloriosa squadra dei Fedelissimi, fresca vincitrice del Torneo Eccellenza Aics), questo articolo mi costa non poco scriverlo.
L'eretico è però convinto che quando si scrive, quando si fa informazione, si debba cercare di mettere da parte la propria passione sportiva (anche se non ci si riesce mai in toto), arrivando quindi anche a dire cose scomode, senza scorciatoie vittimistiche o facili capri espiatori.

  Quattro sono i temi su cui credo sia cogente intervenire, al 31 maggio: il collaboratore di giustizia Filippo Carobbio, ex giocatore del Siena; i presunti colpevoli (Antonio Conte e Massimo Mezzaroma); il ruolo della Banca (si indovini quale); il ruolo delle istituzioni.
Carobbio, dunque. Classe 1979, cresciuto nell'Atalanta, dal luglio 2010 a Siena (poi allo Spezia). Frase di rito, ma di fondamentale importanza: sarà la Magistratura a giudicare la veridicità delle sue affermazioni, a trovare gli eventuali riscontri. Dargli del "manigoldo" come qualche "giornalista" locale ha fatto, pare davvero precipitoso.
 Se Carobbio ha mentito, merita le pene dell'Inferno in terra; se ha detto il vero, le merita qualcun altro. L'eretico vorrebbe fare riflettere, però, su di un fatto del tutto sottaciuto dalla stampa senese. Molti dicono che il giocatore avrebbe parlato per alleggerire la sua posizione: nessun dubbio al proposito; se fosse stato spinto da un'esigenza insopprimibile di sgravarsi la coscienza, NON avrebbe aspettato di essere dentro alla vicenda fino al collo (fu arrestato il 19 dicembre 2011).
 Questo, però, toglie automaticamente credibilità al personaggio? Chi lo dice o lo scrive, o NON mastica niente di questo genere di cose, o è in palese malafede. Per svariati motivi, ma per uno su tutti: se, per uscire dai pelaghi in cui è entrato, il Carobbio sparacchiasse a caso accuse false (e su quali personaggi!), sarebbe un masochista, ed i suoi avvocati dei benemeriti dementi. Carobbio, per chi non ci avesse pensato, accusando qualcuno (Conte e Mezzaroma, per esempio) sapendolo essere innocente, andrebbe incontro ad un'accusa gravissima, per il Codice Penale italiano: la calunnia. Articolo 368, per la precisione. Minimo, due anni di galera, fino a 6 (!).
 Come se uno avesse un paio di unghie incarnite (problema classico dei calciatori), e decidesse, per risolvere il fastidioso inghippo, di tagliarsi il piede. Per non parlare del fatto che Carobbio, con le sue dichiarazioni, sa di avere terra bruciata intorno, nell'omertoso mondo pallonaro: magari poco male come calciatore (non è certo Maradona, e i trenta sono superati), ma anche verosimilmente come allenatore, manager, dirigente e via dicendo.

 I presunti colpevoli. Su Antonio Conte, da tempo gravava un'antipatia epidermica da parte dello scrivente (uno che si presenta in panchina con l'acquasanta e le immagini di padre Pio, come può stare simpatico?); di fronte alla buriana, credo abbia dato il peggio di sè: memorabile la sua polemica con la Procura di Cremona, rea di non essersi mossa seguendo la tempistica da lui preferita. Voleva il lodo Antonio Conte, forse? Che si goda le sue vacanze, se ci riesce.
Massimo Mezzaroma. Qui siamo di fronte - se non erro - ad un caso che costituirebbe un precedente assoluto: un Presidente che cerca di convincere i suoi a giocare per perdere! Talmente inverosimile che, paradossalmente, fa risultare più credibile (purtroppo) Carobbio: uno che a tavolino inventa una serie di cazzate, le inventa con il dono della verosimiglianza. Che un Presidente scommetta sulla sconfitta della sua squadra, non è certo verosimile. Questo non significa che non sia vero...
Vedranno dunque i Magistrati. Certo che se si deve giudicare dalla reazione dei due (rabbiosa senza contenuti per Conte, affidata freddamente agli avvocati per Mezzaroma), non c'è da dormire sonni troppo tranquilli.

Terzo, la Banca Mps. Non risulta esistere nessuna squadra di serie A così dipendente da una Banca, quale che essa sia. Come ricostruito da Milano Finanza e ieri riportato dalla Nazione, l'83,8% del capitale della Robur è di questo Progetto Siena (che controlla il 100% della società). Ma questo Progetto Siena è ipso facto in mano alla Banca, a causa del mutuo decennale concesso nel gennaio 2010, all'arrivo della famiglia di costruttori romani (Francesco Gaetano Caltagirone era vicepresidente e principale azionista privato della Banca, gioverà ricordare). Tutto fa pensare che per Profumo e Viola la nave Robur possa andare a fondo, e senza troppi rimpianti: non hanno da fare finta di esserne tifosi, nè hanno da mantenere la pax sociale attraverso i circenses (e ieri si era a 0,19...). Meglio, semmai, buttarsi sulla Mens sana basket (casuale la presenza di entrambi lunedì sera, con tanto di abbraccione al banchiere etico Mussari Giuseppe?). Se il Siena calcio affonda, per l'attuale management montepaschino c'è da sfregarsi le mani. Sono cinici, ma la colpa NON è loro, bensì di chi li ha preceduti, sia ben chiaro. Mussari ha avuto un fiuto infallibile nel trovare i partner più affidabili: da Lombardi Stronati - venuto a Siena per pura passione per la Robur, sic -, ai Mezzaroma. I quali, a prescindere dall'esito dell'inchiesta, consegnano alla città una società in pieno disarmo (come affermato addirittura dal segretario Osti sul Corrsiena di oggi), in enormi ambasce finanziarie.
Se uno vi porta in casa un suo amico che vi rovina il salotto, voi a caldo ve la prendete con il rovinatore, no? Subito dopo, però, uno si arrabbia anche con chi l'ha portato in casa...

  Gran finale, le istituzioni.Quello della Provincia, pare non si sia neanche accorto del botto, tutto preso dalle energie rinnovabili che gli garbano un monte, da quando ha capito di cosa si tratti; dalla Fondazione, Gabriellone Mancini se ne sta tutto defilato, preoccupato di come uscire di scena il più alla zitta possibile: poi ormai è tempo di sagre, di banchetti, di comunioni, cresime. Non di solo calcio vive Gabriellone (che, almeno, ha il merito di non avere mai fatto finta di essere tifoso del Siena calcio).
E Franchino il Ceccuzzi? Ora farà fare un comunicato a qualcuno dei suoi, in cui dice che se arriva il Commissario, il Siena verrà penalizzato a prescindere? L'eretico se lo ricorda, quando alla presentazione dell'annata, in Piazza Jacopo della Quercia, il neosindaco gozzovigliava giocando a biliardino, in attesa della kermesse. Quando c'era da fare agevole passerella, non mancava mai; ora che si rischia qualcosa, zitto e muto (ma presente al Palasport mensanino, ieri...). L'uomo è fatto così, ormai iniziano a capirlo anche coloro che l'hanno votato.

  Morale della favola? Tra l'inchiesta e la situazione debitoria, il futuro non è certo roseo, anzi. Torneranno i tempi delle partite con il Ponsacco e con il Casale Monferrato? I rischi ci sono, e forti.
L'eretico si permette di chiedere almeno una cosa: alla prossima presentazione di fine estate del Siena (che sia in A, B o altro ancora), delle persone che hanno portato allo sfacelo questa città, si potrebbe fare a meno? Almeno quello, lo si potrebbe pretendere?

35 commenti:

  1. Pagheranno i tifosi del Siena, comunque vada a finire questa storia

    RispondiElimina
  2. Caro Eretico, è plausibile che il Signor Massimo Mezzaroma si sia "innamorato" della Robur perchè c'era in onirica previsione la costruzione del mega-impianto sportivo? Ti confesso che i cari tifosi mi stupiscono un pò quando partecipano, commossi ma felici, alla presentazione dei vari esponenti della squadra e non si chiedono come una piccola realtà sportiva qual è la nostra, che veicola allo stadio non più di 7 - 8.000 persone, possa sostenere gli oneri per una dignitosa permanenza in Serie A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 7-8 mila nei tuoi sogni caro bello... a vedere il Siena ci sono ogni partita almeno 10mila spettatori... PAGANTI, non omaggiati (vedi rapporto incassi-spettatori di altre manifestazioni sportive cittadine....)
      e comunque la visibilità e il lustro di questi 8 anni di Serie A non hai la minima idea di che ritorno ci abbiano dato... c'è gente che ci segue anche dall'altra parte del mondo, e non parlo del senese che vive a Sidney, ma di tanti e tanti altri che di Siena ne hanno sentito parlare per la prima volta da quando la nostra Robur è ai massimi livelli... So anche che non può durare per sempre, ci mancherebbe, ma sminuirla così è proprio da italioti, anzi, da senesoti.

      Elimina
    2. No, è da senesoti farsi bere il cervello, caro mio! Col pallone e la palla a balzello! Detto da uno che al Rastrello a cominciato ad andarci col babbo a 8 anni (ora n'ho 40) e che da qualche anno s'è un po' rotto i c... di farsi prendere per i fondelli dai vari "salvatori della patria" Lombardi Stronati, Mezzaroma ecc. Pensate che questa gente sia venuta a Siena per spirito di sacrificio?
      Son contento anch'io se il Siena è stato in A, ma col senno di poi avrei preferito una ben più modesta serie B (e una Mens Sana senza scudetti) piuttosto che vedere la città ridotta in mutande dal banchiere calabrese. Se questo è il ritorno d'immagine che sognavi, beato te! Panem et circenses a chili!!! Bravi senesi, se la mentalità media è questa allora è giusto che si coli a picco...

      Elimina
    3. Caro Anonimo senza acca e paura, mi dici la connessione tra Siena e banchiere calabrese? Quale mente ottenebrata può mettere in relazione una manovra sbagliata da migliaia di milioni di euro con una sponsorizzazione giusta sana, virtuosa e avveduta di una squadra di calcio? Milano, Torino, Genova, Roma, Palermo: città che vedevano Siena solo per il Palio hanno visto il Siena giocare sul proprio campo e a volte vincere. hai la minima idea di cosa vuol dire a livello pubblicitario questo? hai idea (smettete di paragonare la mensa sana con il Siena) di quanti pasti quest'anno hanno consumato milanisti, napoletani e altre tifoserie scese a Siena? Gettare bambino e acqua sporca, tra l'altro in ritado, è la cosa più oscenamente gretta e poco intelligente che si può dire. Se una colpa, oltre alle già note, può avere la banca ce l'ha sul come ha lasciato che il Siena venisse gestito. mentre la mensa sana veniva coccolata e affidata alle mani di senesi la Robur veniva regalata via via a chi la toglieva dall'elenco 'preoccupazioni inutili'. Spiegami perché il Siena è pieno di debiti mentre invece l'altra realtà è sana. Spiegami perché non si è voluto creare uno stadio, un campo d'allenamento, una struttura societaria in questi anni. Ma quale circo? Ma quale pane? Ultima cosa: te nn sei un tifoso del Siena, sennò non diresti che sei contento che il Siena è stato in A ma che il Siena è ancora in A, nonostante tutti.

      Elimina
  3. caro eretico, sulle responsabilità di Mussari e sulla eventuale gioia degli attuali vertici circa una condanna della Robur, concordo pienamente. dove non concordo assolutamente, mi spiace, è sulla credibilità di Carobbio. ho masochisticamente letto le carte che sono uscite e Carobbio è furbo, molto furbo, in varie occasioni. non attacca direttamente, ma fa dire le cose da altre persone, così potrà sempre dire di aver capito male o chissà che. cita spesso e volentieri di aver visto tizio parlare con caio: e allora? che male c'è se due calciatori si parlano? da qui a commettere reato ce ne corre. su conte dissento assolutamente. acqua santa o no, a riportato il siena in A e gliene sarò grato per sempre. domanda: secondo te a campionato vinto, con in tasca il contratto della juve, Conte è entrato negli spogliatoi e ha gridato: tutti fermi, domenica si perde con l'albinoleffe perchè siamo daccordo. bene, questo io non lo credo nemmeno se mi fanno sentire una registrazione!!! eppure carobbio ha detto proprio così!
    Mezzaroma:; qui dico solo una cosa: se avessero avuto uno straccio di prova, lo avrebbero arrestato, visto che hanno arrestato per reati meno gravi di quello imputatogli.
    aggiungo, visto che ti piace anche a te indagare, che il procuratore Di martino, lo stesso che perso da accusatore ha perso il processo sulla strage di piazza della loggia, aveva presentato domanda per la procura di Brescia (procura più importante di Cremona) proprio pochi giorni prima del blitz molto spettacolare (per me conte ha ragione anche quando s'è arrabbiato della perquisizione: non si perquisisce una casa per una cosa simile dopo oltre un anno dai fatti, e poi per trovare cosa?), ma sicuramente è un caso...
    io ho paura della giustizia mediatica, vedi il caso di Rignano
    ciao
    antonio

    RispondiElimina
  4. Comunque sia saremo noi come Città, e come tifosi, i primi a pagare. La cosa però che mi è stata sempre poco a genio è il fatto di dare tutto questo credito a un giocatore che ha lasciato in malomodo la società e l'allenatore, ma sopratutto che dai suoi racconti vengono fuori dei fatti (nel caso venissero constatati sarebbe una vergogna) che solo i dirigenti e l'allenatore hanno fatto. E i giocatori invece non hanno mai fatto nulla piccinini... A me sa tanto di ripicca poi non so te

    Andrea Pallassini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo con l'amico Andrea, amico perchè davvero lo conosco: Carobbio è stato cacciato dal Siena in malo modo, e con Conte non aveva poi un gran bel rapporto... oh guarda strano, ora si scaglia contro il Siena! e l'altro, Coppola? uno che ora veste la maglia del Torino, che si sa benissimo tutti, è una società e una tifoseria che non ha mai potuto soffrire il fatto che il Siena fosse ai piani alti, magari proprio al posto loro! Oppure lo fanno perchè ancora hanno da riscuotere degli stipendi che ancora il patron bianconero non gli ha versato????

      Elimina
  5. Se come sembra, la banca destinerà i (pochi) soldi rimasti solo al basket, cosa racconteranno ai tifosi che chiedono un incontro?? Forse faranno finta di essere disponibili e magnanimi portando un nuovo farabutto alla presidenza?

    RispondiElimina
  6. L'antipatia epidermica per un credente religioso Le fa ritenere che meriti la gogna mediatica a cui è sottoposto l'ex tecnico del Siena? Voleva il Lodo Conte??? Quel che Conte ha detto, testuali parole, è "Che mi chiamino, risponderò"...non è che Lei, per caso, si è documentato sul giornale rosa, quando parla dell'ira di Conte contro la Procura di Cremona? Perchè io non riesco a trovarne traccia...Inappuntabile la parte che riguarda la banca e le prospettive tenebrose della Robur, ma su Conte, da quello che scrive, si evince un livore che esula dai motivi giudiziari, sembra derivare da motivi ben più "terra-terra"..non è che le sta sugli zebedèi perche allena la Juventus?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Carobbio, aspetto a ritornare, visto che immagino ci saranno molti altri interventi dei lettori.
      Quanto al fatto che Antonio Conte alleni la Juventus, le posso dire che NON c'entra proprio niente di niente con l'antipatia personale: la quale antipatia personale, in quanto esplicitamente dichiarata, va presa per quello che è (Conte mi è antipatico NON certo perchè cattolico, ma per il modo di platealizzare la Fede, che dovrebbe scandalizzare i credenti per primi). I fatti - che devono essere accertati da altri - sono altra cosa, tutt'altra cosa.
      L'eretico

      Elimina
    2. Ben detto, infatti da credente penso che il rosario, l'acqua santa e santini vari, per non parlare poi del segno della croce, andrebbero "usati" per scopi ed in luoghi MOLTO diversi. Ma ormai fa tutto parte della normalità... non c'è più religione!

      Elimina
  7. La Roma dipende da una banca anche più del Siena. Profumo è stato di qui e di là...

    RispondiElimina
  8. A prescindere dai fatti specifici c'è comunque un tema di fondo nel calcio: tutte le società sono strutturalmente in squilibrio economico. La chiusura in pareggio o modesto utile è un accidente che occorre saltuariamente per quasi tutte le società, e comunque è da porre in relazione esclusiva con la realizzazione di eventuali plusvalenze da cessione, volgarmente dette "botte di culo" (cfr. http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-05-28/profondo-rosso-235350.shtml?uuid=AbN6mzjF&fromSearch).
    Perchè i presidenti normalmente accettano di ricapitalizzare le società per decine di milioni di euro all'anno (con le dovute eccezioni perchè, come ben sappiamo, ci sono presidenti che non ci mettono uno soldo bucato)? mi pare un modo di comprarsi la celebrità a caro prezzo. Sospettosamente caro.
    Il ragionamento non si applica a Mezzaroma che, prima di metterci i soldi, ha preteso che gli venisse affidata la realizzazione dello stadio (ergo si sarebbe rigiocato solo una parte del cacio vinto. No cacio... no parti[te]).

    RispondiElimina
  9. All’ERETICO, ANCHE SE L'INTERVENTO SEMBRA NON RIENTRARE NELL'ARTICOLO DI FONDO:
    siccome la voce del ritiro delle dimissioni del Sindaco sembrano vere e pare che allo scopo cambierà ad arte il bilancio Consuntivo (cosa gravissima e perseguibile) per sottoporlo a nuova votazione, mi domando e ti domando, ma noi si può fare niente? La Corte dei Conti come agisce in questi casi, autonomamente?
    Non sono più disposto a subire questi ciarlatani e penso che le spese di questa manovra le farà la povera gente come sempre e magari taglierà le voci di spesa riguardanti i servizi sociali o cose del genere e la qual cosa non sarebbe così grave se non servisse per trovare i soldi che la stessa Amministrazione a contratto disgraziatamente in precedenza. Sappi che ha indetto un incontro anche col Magistrato delle Contrade, magari per preparare la strada al suo grande sacrificio di rimanere al posto di un possibile Commissario ed imbonire così i babbei, peraltro coscienti di esserlo, per paura di ritorsioni. Non vorrei cercare fantasmi che non ci sono ma loro ormai c’hanno abituato a tutto pur di negare l’evidenza e restare a sedere nelle poltrone (v. R.Petti & C.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettiamo il Consiglio comunale del 5 giugno, e vediamo. Le voci ci sono, e pare verosimile che a Roma gli sia stato detto di cercare di restare a cavallo perinde ac cadaver, pur di evitare il Commissario ad acta.
      Nel frattempo, ha rilasciato un'intervista al Corrsiena. In cui conclude:
      "Quando non sarò più Sindaco continuerò comunque ad impegnarmi al massimo delle mie possibilità per dare stabilità alla Robur".
      Non si sforzi troppo, non rischi il calo zuccherino, caro ex Sindaco: vada pure a rilassarsi dove meglio crede, si fa anche senza...
      L'eretico

      Elimina
  10. Caro Eretico,

    1) il Mussari si sta ricandidando prepotentemente alla presidenza dell ABI con questa cosa della cancellazione delle commissioni sui bonifici pro-terremotati. Se hai notato è il primo dei suoi comunicati in cui ha parlato in prima persona.
    Mi ricorda un po' la sua telefonata a Porta Porta di quando disse che la BMPS avrebbe ricostruito la chiesa di San Bernardino (si sa nulla poi?)

    2) la Mens Sana purtroppo ha troppi partigiani nelle istituzioni e nel tessuto sociale senese. E' un po' come gli amici della bicicletta (io sono un mega appassionato delle due ruote ma non azzardatevi mai a dire male della bicicletta per il corso) ed è sempre stata identificata con la città in modo univoco. Purtroppo il Siena invece è un discorso di provincia (da badesse a Montalcino xke' in realtà a nord Fiorentina a Sud Milan-Inter)

    3) sono sempre stato pro-stadio in centro. Come dice Falorni quella struttura è un modo per destagionalizzare il turismo. che senso ha fare a Siena un mega stadio moderno come quello delle squadre del nord europa? Era una bella bandiera di un modo di vivere alla senese ... la provincia che si oppone alle grandi del calcio anche con le forme e non solo con i contenuti

    4) molto interessante il discorso del 88% in mano a MPS ... e la famosa cordata di imprenditori voluta dal Paonazzo a suo tempo? che % ha ? significa che Mezzaroma a fine anno mette un decimo della somma necessaria a ripianare ?

    Nella storica divisione fra mensanini e roburriani io purtroppo appartengo alla schiera dei secondi ... toccherà tornare a vedere i derby con la pistoiese con 1800 sugli spalti?

    Eretico aiutaci te !!!

    F.to
    L'Anonimo

    RispondiElimina
  11. Purtroppo questo articolo mi sembra superficiale e soprattutto si ragiona non partendo da dati di fatto ma ds ipotesi e antipatie personali. Il Siena sarà l'unica società molto legata ad una banca (????) ma anche se fosse non vedo niente di peggio che essere legati ad una compagnia di assicurazioni o a una società petrolifera.

    RispondiElimina
  12. Non capisco secondo quale logica il Monte dei Paschi dovrebbe abbandonare la Robur, qualora rimanesse a questi livelli. La semifinale di Coppa Italia è stata vista da 5 milioni di persone, così come sono milioni quelli che vedono il Siena contro le "grandi" squadre. Credo che come "ritorno d'immagine" non ci siano paragoni con altri sport, e forse nemmeno coi discutibili spot di Tornatore, Bellocchio e altri.

    RispondiElimina
  13. Il fatto è che il prima possibile al romano andrebbero dati un par di calci nel didietro e accompagnato coattamente (questo termine casca a pennello) oltre la Coroncina.
    Poi, se un si comprende che una squadra di calcio è in pardita senza un impianto all'altezza magari piccolino ma dotato comunque di centri di tipo commerciali aperti tutta la settimana che servono per far quadrare il bilancio, allora significa che si vive sulla luna.
    Altra cosa, tutti a chiedere lo stadio al rastrello, ma nessuno che abbia riflettuto su quanto la cittá sia giá stata deturpata negli ultimi 50 anni...
    I credo piuttosto che quell'area sarebbe da recuperare e da rendere a misura d'uomo come la vedevano i nostri nonni...di che sa avere un impianto moderno dentro al centro storico, si può sapere?

    RispondiElimina
  14. Io invece ce l'ho con perinetti, perche' quel "fenomeno" di carobbio lui lo conosce bene, cosi' come conosce altrettanto bene masiello e bertani: dunque, perche' li voleva tutti lui e, fortunatamente, a questo punto, e' riuscito a porterne a Siena uno solo?
    Perche' ha pensato bene di togliersi dalle guazze prima di risolvere i problemi societari di cui lui e', sicuramente, uno degli artefici principali?
    E ancora,perche' vuole a Palermo,almeno per sentito dire, Brienza,Calaio', Rossettini,Gazzi e non ci porta anche D'Agostino e Mannini cui lui personalmente ha fatto,ovviamente a spese del Siena, un contratto faraonico?
    Per non dimenticare Gonzalez che se l'e' dovuto portare dietro per motivi ......"personali".
    Mah, mi pare tutto molto strano e di difficile comprensione.
    Roberto B.

    RispondiElimina
  15. Ma alla Mens sana non dicono mai niente? Il Minucci tutto a posto?
    Uno curioso

    RispondiElimina
  16. La situazione mi ricorda un po’ quello che successe pochi chilometri più a nord. Un intreccio di interessi che preferiscono il fallimento della società. Come spiegare altrimenti sennò le contrattazioni di cui si sente parlare? In un mondo normale (Catania) per liberare l’allenatore si chiedono soldi e giocatori, qui è al contrario: il palermo per prendere sannino si offre di prendere anche gazzi brienza.
    Il genoa dovrebbe darci dei soldoni, sempre in situazione di normalità, per Destro e che fa? Ci dice ok destro è tutto mio tanto un ce la fate a pagallo e vi offro di prendere anche rossettini. Converrete che sono situazioni iperanomale, ribaltate rispetto al buon senso per le quali non vedo altra spiegazione che non sia il fallimento annunciato.
    Il perché abbiano scelto il fallimento non lo so.
    Forse per la crisi? Forse perché giustificare un esborso che non da grandi ritorni economici a fronte di ritorni evidenti del calcio è sempre più complicato? Forse perché mezzaroma è matto? Forse perché tutti si sono tanto prodigati ma non è possibile trovare un acquirente con questi debiti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un po' tutto strano, ma l'idea del fallimento mi convince poco: che interesse ha MPS a far fallire la societa' con i debiti che ci sono? Casomai una bella..."ridimensionata" per rientrare nei giusti binari che competono a una citta' come Siena.
      Bisogna lavorare con i giovani, qualche "vecchietto" da "riciclare" e che quindi costi il giusto e avanti cosi'.
      Non siamo una societa' che puo' permettersi ingaggi da 600.000-800.00 €.
      Vorra' dire che quando andra' male si fara' "l'altalena" fra la A, la B e quando va male anche la C: ma almeno cosi' si fa il passo giusto per sopravvivere in tranquillita'.
      E infatti, secondo me, ci vuole un direttore generale che tenga i conti sotto controllo e non dare tutto in mano a un Direttore sportivo che i conti non li sa' tenere.
      Poi e' chiaro, ci saranno i mugugni, le arrabbiature e via discorrendo , ma questa e' la strada se non si vuole prendere arrabbiature ogni fine campionato come successo negli ultimi periodi.

      Roberto B

      Elimina
  17. Ma siete proprio sicuri che la banca (notare la b minuscola) il prossimo anno finanzi solo la Mens Sana lasciando il calcio? Io non sarei così convinto.....e se nella prossima stagione di basket ci fosse la KINDER Mens Sana Basket?

    RispondiElimina
  18. Mi capita pesso e volentieri di leggere che ci sono tifosi senesi che ODIANO IL MPS e non CHI LO HA ROVINATO.
    E' una sottigliezza ma è la stessa sottigliezza che noto quando ci si accanisce contro MEZZAROMA (che è un personaggio estremamente discutibile) mentre ci si dovrebbe ACCANIRE contro i PERSONAGGI che gestiscono le sorti di MPS E COMUNE e che hanno causato tutta questa bufera.
    MEZZAROMA è solo UNO STRUMENTO! I Direttori d'orchestra stanno a piani BEN PIU' ALTI! E, secondo me, tutto questo scangeo
    attorno a MEZZAROMA a loro non fa comodo fa STRACOMODO e se la ridono bellamente! Secondo me stanno anche brindando alla nostra coglionaggine!

    Io lancio una provocazione e mi rivolgo alle CONTRADE!

    Una VOLTA quando Siena era SIENA, si sarebbero mossi i POPOLI DELLE CONTRADE!

    Purtroppo, più passano gli anni e meno ci si ricorda che le CONTRADE non sono nate per il PALIO, le CONTRADE erano espressione dei vari rioni (e mestieri) della città e VIVEVANO IN PRIMA PERSONA LE VICENDE POLITICHE, ECONOMICHE E MILITARI DELLA CITTA'!!!

    Se i SENESI riprendessero MEMORIA del perché delle CONTRADE parlerebbero meno di fantini e cavalli e MOLTO DI PIU' di quello che accade alla LORO CITTA' e AGIREBBERO, IN MASSA, DI CONSEGUENZA!

    Allora SI che vedremmo il POPOLO SENESE scendere IN PIAZZA!

    Se le CONTRADE non riprendono COSCIENZA del loro VERO RUOLO, questa città non ha NESSUNA SPERANZA!
    Ogni CONTRADA dovrebbe indire un'assemblea STRAORDINARIA per parlare, ognuna con il proprio Popolo, dei gravi problemi che sta affrontando la
    città (non solo di Robur dunque ma ANCHE).
    Se OGNI CONTRADA facesse questo si avrebbe qualche speranza di risollevare le sorti di questa città.
    SIENA è l'unica città AL MONDO che ha una struttura VIVENTE di POPOLI, il non utilizzare questa INCREDIBILE arma è DEMENZIALE! (per quanto mi riguarda è anche SOSPETTO).

    Ma voi ve l'immaginate tutte le contrade ed i loro Popoli schierate in PIAZZA, bandiere al vento, tamburi rullanti e facce INFURIATE???
    Un ESERCITO di CONTRADAIOLI in completa REGALIA, ad esigere RISPETTO per questa STORICA ed ORGOGLIOSA CITTA'!
    NON per il PALIO ma per LA PIU' BELLA DELLE CITTA'!!!

    Ma…tutto questo, rileggendomi, mi rendo conto essere il sogno di un povero pazzo farneticante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si magari poi le contrade metterebbero qualche contradaiolone castista a comandare.
      ah che bella cosa la discontinuità.

      Elimina
    2. Mah.. a me non pare stia andando tanto diversamente e a te? A me pare che la casta sia già prepotentemente presente a te no?
      Io sono convinto che i SENESI abbiano la possibilità di recuperare l'orgoglio dei loro nonni, per lo meno credo e propongo una soluzione difficile, complessa, ma possibile.
      Tu, come la faresti la discontinuità? Lasciamo che Siena bruci e poi ricostruiamo sulle macerie?

      Volere è potere...io sono cresciuto così e vedere solo negativo e senza speranza porta poco lontano secondo me e, soprattutto, si fa il gioco di chi muove le fila che così se ne sta bello pasciuto a guardare noi che non si fa nulla e, anzi, ci si guarda male e con sospetto l'un l'altro.

      Ma io, l'ho già detto, sono un idiota sognatore... ;o)

      Elimina
    3. Sembrerebbe un ottima idea se non fosse che anche le contrade "moderne" sono invischiate fino al collo con il sistema Siena dove i castisti hanno collocato le loro pedine, personaggi che devono ringraziare di stare a Siena e possono fare i "potta nelle contrade" perchè se erano di qualunque altra città d'Italia erano meno che trasparenti, si ce li vedo nella riunione pubblica con il proprio popolo a parlare male dei loro "padrini"

      Elimina
  19. I calciofili mi fanno tenerezza...i primi tre secondi, poi mi monta un orco mostruoso. Il calcio, specie in italia è un "circolatore" di capitali, il "circensis" del nostro secolo, un fenomeno incancrenito generato dalla accozzaglia dei peggiori malcostumi (truffe, violenza, doping, cocaina, riciclaggi vari ecc.) dove gli uomini sotto i riflettori guadagnano in un mese quanto un operaio in 10 anni, il tutto per gli....ehm...."incomprensibili" giochi dei vari industriali-presidenti. Cari boccaloni, continuate pure a crederci, a parlarne, a fare ipotesi,a scaldarvi, se continuano a prendervi per il culo fanno bene.
    Ps: prima di criticare le rinnovabili, leggete e comprendere che nella componente A3 in bolletta la parte del leone non l'ha fatta il fotovoltaico ma bensì il CIP 6, energia da scarti di raffineria, i nerazzurri ringraziano....

    RispondiElimina
  20. Forza Magistrati,Forza Guardia di Finanza1 giugno 2012 22:23

    FORZA MAGISTRATI!FORZA GUARDIA DI FINANZA! Cercate la verità,tutta la verità sull'operazione Antonveneta, la causa primaria di tutti i problemi della città: oltre 10 MILIARDI DI € per una banca che ne capitalizzava 2,3 acquisto incauto fatto senza rilievi ispettivi,pagato cash come se fosse stata acquistata una autovettura.Possibile che i tre sindaci revisori nulla hanno eccepito? Tutto andava bene? E tutto il cda del Monte?Tutti erano d'accordo? E la Fondazione? Presto saranno in molti a dover rispondere a precise domande, non poste da chi scrive ma dagli INQUIRENTI.Allora cari senesi vedrete come risponderanno e come si dimetteranno subito dalle attuali cariche,già perchè alcuni di questi "personaggi" ancora non provano la sufficiente vergogna per DIMETTERSI SUBITO DA OGNI INCARICO, SUBITO! VEDRETE CHE FRA POCO SI DIMETTERANNO, TUTTI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero vivamente tu abbia ragione, ma ci credo il giusto.
      Natualmente tifo Magistratura (ma quella seria!)

      Elimina
  21. POPOLO DI PECORE E DI PAUROSI alzati in piedi e scendi in piazza liberamente a protestare contro i corrotti e contro i corruttori! Pecore senza dignità siamo, vergognamoci pensando agli eroi di camollia,agli eroi di Montaperti, a quelli di Montalcino che lottarono contro l'impero spagnolo per difendere la libertà della Repubblica di Siena.Popolo plaudente ai potenti,sorridente e ossequioso al sultano che ha rovinato Siena, che ha tolto futuro alle nuove generazioni che ha utilizzato la nostra città e la nostra cultura per le sue oniriche smanie di potenza.Senesi succubi e ignoranti, questo siamo e ci meritiamo tutto questo.FORZA allora TUTTI ALLA MENS SANA, TUTTI A VEDERE LA ROBUR E MI RACCOMANDO APPLAUSI A TUTTI COLORO CHE HANNO PORTATO SIENA A QUESTO PUNTO.FORZA ANDIAMO PECORE SENZA DIGNITA',ANCHE IO CHE SCRIVO PROVO VERGOGNA PER NON ESSERE EROE COME VORREI.UN APPELLO DI CUORE,UNA SUPPLICA AI NOSTRI MAGISTRATI,ALLA NOSTRA GUARDIA DI FINANZA, NON ABBANDONATE SIENA NELLE MANI DI QUELLA CONSORTERIA CHE GIA' STATE INDAGANDO, SALVATE IL POPOLO DEGLI ONESTI,SALVATE IL FUTURO DI QUESTA CITTA', L'ULTIMA BARRIERA SIETE VOI.NON ARRENDETEVI DAVANTI AI BUGIARDI E AI FALSI AMICI, NON SIATE INDULGENTI CON I POTENTI CHE SBEFFEGGIAVANO CHI GUADAGNAVA 1200 € AL MESE, NON DATE ATTENUANTI A COLORO CHE HANNO UTILIZZATO LA RICCHEZZA DEI SENESI PER I PROPRI INTERESSI.IL POPOLO DI SIENA VI RINGRAZIERA' MENTRE NON RINGRAZIERA' LA POLITICA.

    RispondiElimina
  22. A parte le varie amenità su ciò che è il CALCIO oggi... e mi ci vien da ridere visto che, se uno si guardasse intorno, ALTRO CHE CALCIO! Ma è pur sempre una visione ad occhi aperti o, per lo meno diciamo... socchiusi giacché vedon solo una parte del problema, problema che, pur tuttavia c'è e la denuncia è veritiera seppur parziale rispetto ad un mondo dove gli squali si muovono in mari ben più alti che il "povero" calcio.

    A parte tutto questo dicevo... mi ci vien davvero da sorridere a pensare a quei "senesi" che ancora oggi CREDONO CONVINTI che il Sig. MUZZARI' DA CALABRISELLO sia stato un INCAPACE! Oh poveri voi... che ancora incontro pel corso e vi domandate stupiti (stupidi?) come sia stato possibile mettere a capo di una CENTENARIA BANCA uno INCAPACE come il Sig. MUZZARI' DA CALABRISELLO!
    Ora io non vorrei prorompere fragorosamente nelle vostre ingenue menti ma mi tocca fallo e divvi:
    SVEGLIAAAAA quello che voi definite INCAPACE è stato TUTT'ALTRO! Si chiama OPERA DI KILLERAGGIO! Al Sig. MUZZARI'... che è stato tanto INCAPACE, in virtù della sua incapacità è stato dato un bel premio... SI SIGNORI, gli è stato dato un ruolo d'eccellenza nell'ABI(Associazione Benefattori Italiani?).
    E COME MAI? vi chiederete voi?
    Com'è possibile che ad un INCAPACE gli si dia un PREMIO di così grave responsabilità?
    Provate a pensarci un "attimino" (aaaaargh!).
    Non sarà che quell'INCAPACE non sia stato invece CAPACISSIMO di portare a buon fine un VECCHIO PROGETTO? Un progetto tanto CARO ad un illustre et coltissimo et "comunistissimo"(???) ex segretario di Partito (già IL PARTITO!) che da tanti anni CI PROVA e, forse, alla fine, c'è riuscito?
    A fare che?
    Ma a portare via IL BABBO DA SIENA ché... a lui un gl'ha mai sconfinferato mica tanto che un BABBO così grosso risiedesse in un borgo così "piccolo".

    USARE IL CERVELLO???

    Stavolta mì, e mi voglio firmà per come mi conoscono i mì Amici del net...

    QUIXOTE (che mai idiota più idiota e sognatore...ma pericoloso... vi fu)
    E così, oltre all'ERETICO ora avete anche L'IDIOTA :o)

    RispondiElimina
  23. Grande eretico, pare che non sei l'unico senese che sta dietro ai giornali e tv nazionali. Mi hanno detto proprio ora che Milano Finanza ha ripreso il suo articolo da un articolo del Bianchi sul Corriere e dove aveva pure scritto i rivoli di cui è composta la minoranza, ma che MF ha omesso di riportare. Perchè?
    Ciao

    RispondiElimina