Cerca nel blog

lunedì 5 marzo 2012

Il libro su Mussari? "Sono sempre le cazzate che vendono di più!"...

     La biografia "Mussari Giuseppe" è uscita da giusto giusto una settimana, quindi l'eretico può scrivere qualche cosina sulla ricezione dell'opera (non per rubare spazio ai quotidiani locali, inondati di articoli e recensioni sul libro, ma giusto pèer aggiungere qualcosa di personale da parte dell'autore...).
Molto soddisfatto per l'andamento delle vendite, l'eretico annuncia che venerdì prossimo (alle ore 18), alla libreria Mondadori in Via Montanini, ci sarà una seconda presentazione dell'opera. Introdurrà Simonetta Michelotti dell'Università di Siena ( di quel che ne resta), la quale - essendo una delle massime esperte nazionali della figura di Ernesto Rossi, cui il  libro è dedicato - potrà introdurre da par suo. Come sempre, ci sarà poi spazio per le eventuali domande della platea.

  La gente ha iniziato a leggere (qualcuno ovviamente ha anche finito), e inizia soprattutto a farsi alcune domandine, a cui il Pd, il Pdl, alti dirigenti della Banca e della Fondazione (ma non solo) dovrebbero dare mezza risposta.  Non intera, magari: ma almeno mezza, sì! Come dico sempre, non certo per chi scrive, ma per chi legge! Si muoverà qualcosa, almeno adesso, o si aspetta lo sputtanamento a più alti livelli? Poi che nonm ci si lamenti, a posteriori.
Chi può (e dovrebbe) parlare, sarebbe bene lo facesse prima della tracimazione informativa extra-moenia, no? Fate voi...

Gustose alcune reazioni da parte di noti personaggi senesi, al libercolo in questione. Stamattina, per dirne una, mentre l'eretico camminava per Via di Città, ha incontrato un ex Sindaco di Siena, contradaiolo della Tartuca e che NON si chiama Roberto: grandi sorrisi, complimenti per il libro, credo autentici e genuini. Dopo il saluto, deferente, ereticale, riprendendo la camminata, mi è venuto in mente che lo stesso personaggio è stato il presidente (o come si chiama) del Comitato elettorale pro Franchino il Ceccuzzi, giusto un anno or sono, non una dozzina d'anni fa. C'è qualcosa che non quadra, evidentemente, no?
In settimana, tanto per raccontarne un'altra di quelle spassose, una coppia di politicamente corretti di sinistra entra in una libreria del centro, e vede il libercolo incriminato, messo in bella mostra a fianco della cassa.
Lui - docente e storico locale, ex Priore dell'Aquila - accenna un sorriso, più o meno divertito. Se la cava in modo signorile. La moglie, invece, femminista d'altri tempi, non riesce a non fare tracimare la bile:
"Ah, ecco il libro: SONO SEMPRE LE CAZZATE A VENDERE TANTO!".


Ps Intervistona al Corriere della sera di Mussari Giuseppe (ieri, Dario Di Vico, pagina 11).
Frase cult del dimissionario Presidente dell'Abi (a breve tornerà in sella, tranquilli):
"Le banche sono imprese e hanno il diritto-dovere di fare profitti".
Come ha detto pubblicamente Lui stesso, quello del banchiere non è il suo mestiere: però i fondamentali li ha imparati proprio bene, no?

36 commenti:

  1. Ciao Eretico,

    ho finito di leggere il libro domenica pomeriggio.

    Ero a conoscenza di alcune informazioni (sul Riccucci otontotecnico ad esempio ....) ma MAI avrei potuto immaginare il resto !!

    La banca e il gruppo sono stati svuotati delle proprie risorse e di quel che resta della propria dignità.

    I montepaschini non meritavano questo trattamento; tu ti sei limitato a raccontare gli eventi (anzi una parte) mentre loro continuano a parlare di etica. Intanto i Tremonti Bond stanno al loro posto ossia tra i debiti (non tra il patrimonio) della banca.

    Grazie Raffaele.

    Robertino.

    RispondiElimina
  2. Eh sì signora, ha ragione: magari ce ne fossero di più a scriverne di queste cazzate!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PAROLE SANTE! (le tue, non quelle di quell'essere di sesso femminile, chiamarla signora mi pare pure troppo!)

      Elimina
  3. Bastardo Senza Gloria5 marzo 2012 14:42

    Buonasera. Caro professore, è grazie alle persone che citi nel post, che il groviglio armonioso ha governato questa città indisturbato. Essi rappresentano perfettamente lo stile ed il pensiero del senese medio che ha mantenuto questo sistema vivo e vegeto. Per certe persone vige ancora il disprezzo per coloro che la pensano diversamente, la derisione di coloro che non si alineano, frutto di retaggi passati, acqusiti da vecchi regimi ai quali spesso ancora si rifanno.
    Per quanto siguarda il Sig. Mussari, quell'intervista l'ho letta anch'io. Che dire. Come sparare sulla Croce Rossa. Che le banche hanno il diritto dovere di fare profitti lo sapevamo, detto da lui con quello che ha combinato.....magari stona un pò. Ma che volete, oggi possono parlare tutti e di tutto, anche il Sig. Mussari di banche e profitti. Mah. Sindacati e dipendenti del Monte avete qualcosa da dire al Signore in questione? Io penso di si. Magari dovrebbe fare come il Sig. Ceccuzzi ed evitare di parlare delle società quotate in borsa, sopratutto le sua.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. L'eretico tiene a precisare che la dottoressa Simonetta Michelotti viene a presentare il suo libro A TITOLO PERSONALE, e non a nome dell'Università di Siena.
    L'eretico

    RispondiElimina
  5. Ma come si fa ad entrare tutti alla Mondadori? Mi sembra un po' piccina...
    Uno che ci sarà di certo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dire? Si guarderà eventualmente di stringerci, di fare il possibile: qualcuno prenderà in collo un altro, magari.
      Senza fare i furbi, però...

      L'eretico

      Elimina
  6. CHI TI CRITICA SI DEVE VERGOGNARE !!

    RispondiElimina
  7. Effettivamente é vero che sono sempre le cazzate a vendere di piú, basta vedere quanto hanno pagato Antonveneta. A proposito c'é qualche esperto che sa dirmi se sia legale che il contratto di acquisto sia ancora tenuto segreto? Va bene non parlare di società quotate, ma cosí...

    RispondiElimina
  8. Credo di avere capito chi sia la livorosa signora. Lasciamo stare, vai...

    RispondiElimina
  9. "i profitti delle banche non sono lo sterco del diavolo!!!"
    ipse dixit...

    Oggi penso che....magari il diavolo gli avesse cacato addosso un pò di profitti per la sua banca!!! Forse la sua era una frase propizziatoria ?!?!?!?
    mah?!?!
    Mussari torna a studiare medicina....forse sei più bravo lì!

    RispondiElimina
  10. ma il libro si puó comprare online?

    RispondiElimina
  11. Ripeto volentieri che chi lo vuole da fuori Siena (e sono già molti) non ha altro da fare che telefonare alla Feltrinelli senese (0577 44009), la quale provvederà alla spedizione in tutta Italia.
    L'eretico

    RispondiElimina
  12. ...ma tipo la figliola della livorosa signora è funzionaria del Pd con incarico di assistente parlamentare con Susanna Cenni?

    RispondiElimina
  13. Ieri su Reuter è apparso un articolo che, a proposito della Fondazione, parlava della necessità di rispettare la 'par condicio creditorum" ......

    E' il principio di tutela dei creditori nei fallimenti !!

    Ringraziare l'uomo calabrese ......

    Robertino

    RispondiElimina
  14. Ecco dove avevo letto di Orlandini
    http://shamael.noblogs.org/?p=3277

    RispondiElimina
  15. se questi, nonostante le cazzate scritte dall'eretico e da pochi altri, si comportano come se nulla fosse ( si pensi stando solo ai i casi riportati dal blog al caso dell'ex sindaco divenuto Direttore Generale di Monte Paschi Gestione crediti con ex pensionato assunto come consulente dello stesso; oppure ai tanti avvisati di garanzia che ricoprono ruoli apicali . come il responsabile dell'ufficio legale - che non hanno neppure la decenza di dimettersi ecc.) mi chiedo cosa continuerebbero a fare nel silenzio generale!

    RispondiElimina
  16. Continuo a chiedermi come sia possibile che tanta gente abbia gli occhi foderati di buristo. Uno come Beppe, ma cosa deve fare di più di quello che ha fatto per meritarsi un sacrosanto benservito e ringraziare se non accompagnato da lauta richiesta danni? "Consoliamoci" con il fatto che non solo Siena è così, ma l'Italia tutta, tant'è che in virtù delle sue comprovate capacità in ambito bancario è stato messo a fare il Presidente dell'ABI. Mio Dio...

    RispondiElimina
  17. ok, la brava Michelotti non parlerà ovviamente a nome dell'Università, ma come sua docente perché non chiede l'aula magna storica? il Rettore credo che non potrebbe non darla: si parla di una questione cittadina di grande interesse che rigusarda direttamente la stessa Università (e parlarne in un'aula massonica dei tempi d'oro può essere anche un utile motivo di riflessione sull'eterogenesi dei fini...); se poi il Rettore lamentasse la mancanza di contraddittorio, potrebbe invitare lui stesso Mussari ad intervenire, e venire lui a introdurre un serio dibattito...Mussari è un avvocato cui non manca la parola s'è visto in occasioni grandi e piccole, per cause profane e 'sante'...no?
    io non sono affatto prevenuto: ascolto e poi giudico, stia tranquillo avvocato, nessuno Le lancerà le monetine (o, almeno, io Le farò scudo!), rispettiamo le istituzioni! E per questo avremmo piacere che venissero a esporre le loro ragioni coram populo...sarerbbe un bel gesto: e andrebbe di nuovo in tv, stia sicuro!

    RispondiElimina
  18. La biografia di Mussari Giuseppe si racchiude bene in una sintesi efficace di una parola: "Miting". In questa parola c'è tutto Giuseppe al 100%.

    RispondiElimina
  19. Ho sacrificato una notte di sonno per leggere il cumulo di cazzate che hai scritto, ma ne valeva assolutamente la pena. Cazzata più cazzata meno, chiedo scusa se sbaglio, non sono riuscito a trovare nel libro il passo che chiude definitivamente il cerchio sulla candidatura “Ceccuzzini”. Mi riferisco al fatto che in data 21 luglio 2011, a distanza di due mesi dalle elezioni che hanno visto Ceccuzzi vincitore e Nannini secondo a distanza abissale e tutti e due poi insieme a festeggiare in Fortezza, in occasione del rinnovo del consiglio di amministrazione di MPS Capital Services tra i consiglieri è stato designato il Sig. Federico Federici. Si tratta, guarda i casi della vita, di quel Federico Federici, detto Ghigo, che il 12 ottobre 1990 si trovava con Alessandro Nannini a bordo dell'elicottero precipitato e che poi, come si conviene tra amici di infanzia, è diventato il più stretto collaboratore del Nannini imprenditore del caffè. Simpatica coincidenza.

    RispondiElimina
  20. Grazie della stimolante segnalazione, anche a nome dei lettori, ovviamente.
    Sia ben chiaro che a Mps Capital services si entra solo, solamente e soltanto per meriti e curricula, all'insegna della meritocrazia più implacabile...

    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo! Infatti, anche giustamente, quelli che erano in aziende "analoghe" alla citata CS, quali la illustre MPSNet (che non s'è capito bene cosa facesse), sono stati assunti al Monte come Dirigenti (con la 'D' maiuscola in stima alla loro comprovata superiorità). Pòri noi!

      Elimina
  21. Nella foto della quarta di copertina del libro si intravede la faccia del vicepresidente Mps Rabizzi. Forse bisognerebbe scrivere qualcosa anche su questo personaggino...

    RispondiElimina
  22. te lascia che la gente parli.... il tempo è galantuomo e ti (ma vorrei dire "CI") darà ragione!
    intanto all'MPS i dipendenti sono sul piede di guerra per quella storia della riduzione d'orario o dei 1500 licenziamenti, mentre i dirigenti continuano a concedersi benefit e stipendi milionari... cresce il malcontento, la frustrazione, e per me ne vedremo delle belle, anzi delle MERAVIGLIOSE!
    ERETICO RESISTI! Sono con te.

    RispondiElimina
  23. VOGLIAMO MUSSARI ANCORA ALL'ABI E SOPRATTUTTO AL MONTE!!

    RispondiElimina
  24. Ottimo libro e già consigliato anche fuori provincia ed in facoltosi ambienti romani
    Una pecca va però segnalata, oK per il Rosati ed Acetello, ma perchè nemmeno un cenno ai F.lli Turchi pluriseggiolati in ambienti bancari, comunali e coooperativi

    RispondiElimina
  25. Grazie del complimento! Vengo alla risposta: certo che i fratelli Turchi potevano essere inseriti, insieme ad altri, peraltro.
    Ma tenga presente che per comprimere a 320 pagine tutto il materiale a disposizione, c'è voluto il dono della sintesi. Non è stato per niente facile, mi creda. Ecco spiegato il perchè di certe esclusioni.
    Oltre al fatto che Acetello ed il Rosati, per un qualunque scrittore, sono personaggi imperdibili. Se non ci fossero, bisognerebbe inventarli. Ma ci sono...
    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come per gli altri libri , faccio i miei complimenti ( in attesa di poterteli fare personalmente)all'autore: siccome me lo sono " diluviato " in una domenica , aspetto con ansia il seguito con tutto il materiale ahimè " tagliato".
      Naturalmente per facilitarne la diffusione , ne ho fatto gradito dono ad amici e parenti....
      Silvia Pippi

      Elimina
  26. Ho finito di leggere il libro, mi complimento, ne ho fatta una certa pubblicità e... aspetto la seconda parte, perchè, come appunto detto sopra, credo che ci sarebbe ancora molto da dire. Le sensazioni che ho avuto nel leggere tutta questa serie di "schifezze" sono state molte e variegate, potrei sintetizzare però con uno STOMACHEVOLE, forse rende bene per capire da chi siamo amministrati e come ci siamo ridotti. Grazie quindi per tutto quanto hai avuto il solito coraggio di scrivere. E, per quanto riguarda il protagonista, non gli puoi neanche augurare che gli servano per le medicine, perchè il MPS gli rimborsa pure le spese mediche, quindi ci costerebbe doppio!!

    RispondiElimina
  27. Ancora continua il silenzio tombale del Pd sulle connivenze fra Mussari e Verdini...

    RispondiElimina
  28. Quelli del Pd locale (Franchino in primis) non sono certo delle cime, ma non sono neanche degli emeriti cretini. Che volete che dicano? Si può forse sperare che alzino bandiera bianca da sè?
    L'eretico

    RispondiElimina
  29. Alla libreria invia Mameli non ho trovato il libro.

    RispondiElimina
  30. Assicuro che c'è, per diretta presa visione!
    L'eretico

    RispondiElimina