Cerca nel blog

domenica 18 marzo 2012

Muhammar Profumo Presidente, Alfredino supertrombato!!

    
  Si è concluso verso le 22,30 anche lo psicodramma delle indicazioni delle nomine per la Banca. L'eretico niente di particolare, per ora, scrive sulle professoresse De Martini e Groppa (in quanto tali, si presume capaci di leggere e scrivere, a differenza di qualcuno che stava per essere nominato...); il prof. Angelo Dringoli - mi dicono - è persona retta, quanto all'ex revisore Marco Turchi, siamo nel dalemismo e nel continuismo castista duro e puro.

  I fatti rilevanti sono la nomina di Alessandro Muhammar Profumo alla presidenza della Banca (come minimo, freddissima Bankitalia, per non dire inkazzata nera...): l'eretico ha già rimarcato - in buona compagnia - che questa è una nomina PERSONALMENTE voluta dalla Casta, da Mussari Giuseppe in particolare. Il cruciale nodo Antonveneta, per esempio, Profumo NON lo affronterà mai: scommettiamo? E di Alexandria e di altro, il banchiere genovese sa niente? Dopo avere aperto Unicredit al dittatore Gheddafi, morto lui, a chi aprirà, dalla sponda Mps? C'è quel Lukashenko in Bielorussia, per esempio, che promette bene assai: sarebbe un bocconcino da ghiotti...

  Psicodramma familiare in casa Monaci: entrato Papa (meglio, vice) in conclave, Alfredo Monaci detto Alfredino è stato clamorosamente trombato, sancendo la vittoria di Franchino il Ceccuzzi sul fratello Alberto Monaci. Scontro tra titani, dunque. L'articolone agiografico di Maurizio Bologni su Repubblica Firenze di stamattina, non gli ha giovato punto, dunque. La penosa photo opportunity  baciapilesca di Alfredino con Benedetto XVI, neanche. Farsi fotografare con il Papa non è come farlo con Bersani (sconfitta certa, matematica, scientifica), ma comunque non sempre è fruttifero.
 Perde la famiglia Monaci (dunque Gabriellone, che magari si leverà da tre passi, a secondfa di quello che Alberto Monaci gli dirà di fare), vince Franchino il Ceccuzzi: ma nell'interesse del Sindaco e del suo clan, non certo della Banca, tanto meno della collettività. Almeno questo, sia chiaro.

Ps Il cigiellino Fabio Borghi è stato a sua volta trombato, e di brutto. Ma allora questo benedetto comizio, ora, non si potrebbe fare, in Piazza Salimbeni?

26 commenti:

  1. Il fatto è che la merda si accatasta ancora in quantità enorme su questa città ed una domanda me la faccio ancora: dal momento che da rubare non c'è più niente, le new entry, servono solo per nascondere il già fatto degli amici degli amici o li manda qualche istituto per la loro riabilitazione personale dal momento che peggio di così non potrebbe andare ed il ruolo esercitato gli farà solo che bene? Pensate in che pezze è Alfredino; nemmeno preso in considerazione dai medici! Meditate, meditate!

    RispondiElimina
  2. Cercate di pensare al dramma della famiglia Monaci, per piacere. Decenni spesi per il bene della città senza alcun tornaconto personale, poi arriva il momento del sacrificio finale e..puff, tutto finito, come in un incubo dei peggiori! Città cattiva e ingrata...

    RispondiElimina
  3. Io proporrei una bella protesta con corteo e comizio (questa volta sì in piazza Salimbeni) per sostenere i tr.....i dalla casta.

    RispondiElimina
  4. Vogliamo scommettere che lo riciclano al posto del Mancini?

    RispondiElimina
  5. Innovazione al Monte.

    La banca avrà due Amministratori Delegati mentre sarà senza presidente e senza direttore generale (quando volete parliamo di Giancarlone Barbieri ....).

    Robertino.

    RispondiElimina
  6. senese un po' meno arrabbiato19 marzo 2012 09:31

    dai Eretico, questa volta il ceccuzzi ci ha meravigliato in positivo. ha capito, dalla manifestazione dell'altro giorno, che a siena ci si può anche incazzare e giustamente ha fatto di testa sua, buttando fuori tutti quei signorsi vari dai Borghi ai Monaci e soprattutto, ha nominato professori di economia e non portaborse. dai, ammettiamolo,questa volta Ceccuzzi ha fatto seguire i fatti alle parole, almeno sulla carta,poi si vedrà. bravo Franco!

    RispondiElimina
  7. alfredino è già a petriolio

    RispondiElimina
  8. Alla faccia della discontinuità ma in questa città, regione, nazione non esiste qualche figura professionale con un nome nuovo non impelagato in losche vicende che potrebbe portare una ventata di aria fresca capace di spazzare via questo puzzo di marcio che aleggia in questa pseudo exridente cittadina????

    RispondiElimina
  9. Per la precisione: Alberto e Alfredo Monaci non sono la stessa cosa. E' sottile il distinguo ma poi non così impalpabile. Quindi non possono essere accomunati in questa fase. Però è vero che il loro motto è: colpire uniti, chiedere divisi.

    RispondiElimina
  10. Viene da pensare che non ci sia niente di nuovo sotto il sole ( ma non è così...)
    Per le nomine, le scelte ricadono, come al solito, sulle amicizie e le contiguità castiste, rispetto alle competenze specifiche. Singolare è quella della docente di diritto pubblico.
    Eclatante è invece la trombatura dei Monaci. Ne vedremo delle belle nei prossimi mesi. Non è da politici navigati inimicarsi i vecchi democristiani. Sono sempre stati rancorosi ed abituati ai colpi bassi!

    RispondiElimina
  11. Stamani i giornali danno ampio risalto alla notizia ( La Nazione pubblica lo stesso articolo sia nella cronaca locale che in quella nazionale )indicando la conclusione del conclave alle 22.30.
    Hanno rifatto l'impaginazione di un giornale già chiuso o avevano avuto la notizia molto prima?

    RispondiElimina
  12. Siamo sicuri che non rientri dalla finestra? In questa città succede purtroppo

    RispondiElimina
  13. Chissà, altre voci danno uno dei monaci presidente di Fondazione... Un buco si trova per tutti.

    RispondiElimina
  14. ma chi sono i nuovi?v che esperienza portano?? e poi attenzione alle liste di minoranza dovesi nascondono insidie persin maggiori... come per esempio quel gorgoni che dopo aver tramato per anni per gli amici degli amici ......nemmeno ha sottoscritto l ultimo aumento di capitale. ... VIGILIAMO

    RispondiElimina
  15. Il chierico di Sangimignano ha già fatto sapere di non avere alcuna intenzione di dimettersi nonostante lo schiaffone rimediato (se ne riparla il 27 aprile)forse sperando che da qui a quella data qualche tegola, giudiziaria, cada su mister Arrogance; quanto alla dinastia monacale certe ingenuità si pagano: la pagina su repubblica certo non ha giovato, l'autore chissà quale favore pensava di aver fatto al vecchio sodale...ma credo che il motivo del grande rifiuto vada ricercato in quel che sta accadendo in regione dove albertino non ne azzecca più una da tempo ed ha più nemici, anche nel suo stesso partito, che fuori. insomma educane uno per educarne cento. quanto ai professori, bravissima gente e chi dice di no, sembrano essere stati scelti apposta per favorire l'ultimo e al quel punto decisivo passaggio: un'opa ostile magari in coincidenza con la richiesta dell'eba dell'aumento di capitale. Insomma by by Monte

    RispondiElimina
  16. Ad Alfredino daranno un'altra poltrona, magari quella di Mancini.
    Gli unici veramente trombati sembrerebbero quelli della CGIL, potrebbe essere l'occasione per tornare a fare i sindacaliisti o, meglio, a lavorare...

    RispondiElimina
  17. l'imminente nomina di Profumo è un vero schifo! Alla faccia di tutti noi dipendenti del Monte che abbiamo scioperato in massa...la risposta: la conferma di Profumo! un vero schifo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché, avete scioperato contro Profumo affinché non prenda il posto di quel fenomeno che ha pagato 9 miliardi un cesso che ne valeva a dir tanto 1 e che poi ha ammazzato pure la Fondazione a forza di aumenti di capitale? Bravi, i miei complimenti!

      Elimina
  18. Dopo averlo ucciso, continuano a spartirsi il cadavere MPS.

    RispondiElimina
  19. publiocorneliosenese20 marzo 2012 09:44

    SCONFITTA PER SEMPRE LA FAMIGLIA "BORGIA" che tanti problemi e tanti odii ha provocato nella comunità senese.
    VINCE IL SINDACO CHE DI FATTO HA esiliato i "borgia" ,ormai nemmeno più indispensabili in consiglio comunale.
    SIENA DEVE FESTEGGIARE QUESTO NUOVO 25 APRILE facendo attenzione ai "nuovi", controllandoli con senso civico.

    RispondiElimina
  20. Che fra le due fazioni abbia vinto questo round Franchino, nessun dubbio; ma attenzione, i democristi sono gente quasi inaffondabile, quindi attenzione a cantare vittoria.
    Quanto al 25 aprile (semmai il 3 luglio, visto che di Siena si parla), ci andrei molto, molto, molto cauto. Anzi, lascerei perdere del tutto...
    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Raffaele! Hai proprio ragione! I democristi sono gente quasi inaffondabile. E infatti in che partito militava il giovane Lele Corradi? Toh! La Balena Bianca! Mi sembra che il suo comportamento sia veramente in linea con gli scudocrociati d'antan. Lo sai come si chiamano quelli così? V-E-N-D-U-T-I. L'unica questione che rimane da chiarire è: QUANDO si sono venduti. E non è irrilevante. Ma proprio per niente.

      Elimina
  21. Una domanda, caro Amico Eretico. Credo che i neo nominati debbano produrre documenti che certifichino l'assenza di carichi pendendi giudiziari o altro. Ma secondo te i neo nominati, ad esempio i sindaci revisori, devono produrre anche una certificazione dell'ordine dei commercialisti che mette nero su bianco l'assenza di provvedimenti disciplinari passati o aperti, visto che potrebbero esserci gravi conseguenze di immagine (e di sostanza, se gravi) per la banca in caso opposto? Se così non fosse potrebbe risponderci l'ordine di Siena a precisa domanda? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si può che girare la domanda a chi di dovere, dunque all'Ordine dei commercialisti. Cui si garantisce spazio in abbondanza per l'opportuno chiarimento richiesto.
      L'eretico

      Elimina
  22. giornata di sole è arrivato il 25 APRILE senese, i "borgia" di provincia sconfitti duramente al Monte e in Comune, "esiliati" politicamente con i consorti in fuga verso altri lidi.C'è chi ride oggi a Roma e anche più a sud, oggi il prato è fiorito, i turchi si sono convertiti,e i "borgia" hanno subito tiri mancini che ora godrà in altra parte anche il povero Cavalier Giordano Angiolini.Tutti a parlare di etica, tutti volevano sviluppare il MONTE e poi alla resa dei conti sono diventati piccini piccini.Il vice sindaco sorride e beve vino (mai la birra) insieme al primo cittadino, tutti a cantare uno stornello si associa anche gabriello " io resto qui nel mio castello, non rido più tanto con il mio faccione, però pagherò tutto il debitone"
    E dei "borgia" cosa ne pensi?
    " via perdonatemi io non c'entro niente nemmeno la conosco quella gente"

    RispondiElimina
  23. cittadino senese22 marzo 2012 21:20

    sul cittadino on line, mese di Febbraio, “tutti gli euro del presidente” sono riportati i NOMI E COGNOMI di tutti gli amministratori del MONTE con relative retribuzioni nel biennio 2005-2010 , poi vi sono questi 8 DIRIGENTI di alto livello che hanno percepito (si fa riferimento ad una tabella Consob) secondo quanto pubblicato, più di 33 MILIONI DI EURO nel quinquennio che riportati a base mensile fanno circa 69.000 euro a testa, AL MESE! Qui si rischia lo scontro sociale vi rendete conto.Poi uno degli OTTO la mattina passa per il corso,nemmeno saluta,sguardo tracotante,sguardo da 69.000 euro al mese.Ma non ti vergogni, sì dico proprio a Te che pensi di essere più grande e migliore della gente semplice, non ti vergogni a camminare fra la gente di Siena con tanti anziani senza il denaro per le medicine.NON TI VERGOGNI A GUADAGNARE QUANTO 35 IMPIEGATI? Vai in pensione e rinuncia a queste cifre ingiustificate e immeritate, chi sei Napoleone?

    RispondiElimina