Cerca nel blog

sabato 9 giugno 2012

Uno stimolante incontro sull'informazione...


    Di partenza per Mantova, l'eretico segnala molto volentieri ai suoi lettori che martedì prossimo 12 giugno, alle 21,00 a Palazzo Patrizi in Via di Città, ci sarà uno stimolante incontro sul ruolo dell'informazione nella realtà senesota.
 Azzeccato anche il titolo dell'iniziativa, a cura dell'Osservatorio civico: "Press in the city". Variante locale del noto serial statunitense Sex in the city, si lascia agevolmente immaginare...
 Oltre all'eretico, ci saranno Cesare Peruzzi, giornalista del Sole 24 ore, il sempre presente Augustino Mattioli (Unità e Cittadino on line), Raffaella Ruscitto (Cittadino on line), nonchè questo Alessandro Lorenzini, che mi risulta essere più bisiano del Bisi (il quale Bisi pare che NON ci sarà: peccato davvero...). Finalmente un pochino di sano pluralismo: invocato per tanti anni, arriva quando ormai è troppo tardi.
 Gli organizzatori, poi, lasciano filtrare - con abile mossa pubblicitaria? - che sarà presente anche una personalità di rilievo nazionale, nel campo dell'informazione cartacea: staremo a vedere, dunque.
A coordinare il tutto, Massimiliano Angelini e Luigi Bosco.
Visto il momento, credo possa essere davvero un bell'incontro.

  Con una importante e finale chiosatura, che l'eretico non si stancherà mai di ripetere (repetita iuvant, in questo caso più che mai): senza il bavaglio all'informazione quasi tutta (radio, televisione, carta stampata, così per ridere), la situazione senesota non sarebbe degenerata fino a questo livello (ed il punto più basso, forse, lo stiamo ancora attendendo).
 Sarebbe bene che tutti lo ricordassero e lo tenessero ben presente, ad imperitura memoria.
 In attesa, magari, di fare una minima, ma oltremodo salutare, autocritica...

10 commenti:

  1. Mi permetto di segnalare l'intervista del De Gortes junior di stamani. Non certo per cattiveria o altro, ma ogni tanto certi personaggi meritano un po' della nostra attenzione: perfetto prodotto di scarto (politicamente parlando, eh!) del "groviglio", una scoria. Almeno lui, però, non rinnega l'amicizia col Mussari, che certo era "in buona fede"...

    Francesco Aldo Tucci

    Ps: blog anonimi? Ma questi sanno cosa sia un IP? Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IP è anonimato. Se l’ip fosse garanzia di firma chiuderebbero migliaia di blog anonimi che confondono la libertà di stampa con la libertà di diffamazione. Oppure migliaia di anonimi sarebbero in giro per tribunali, al pari di chi ci mette la firma. Perché la legge è legge. Ci sono molti modi fare la rivoluzione rispettando le regole giornalistiche, senza diffamare, ma denunciare obiettivamente, con dati alla mano, e con onestà. Allora nessun tribunale condannerebbe, anzi, farebbe pagare le spese a colui che denuncia…

      Elimina
  2. Grazie Raf, io ci sarò. Un grazie anche a Massimiliano Angelini.

    B.K.

    e ora dimostro di non essere un robot e inserisco il codice anti spam

    RispondiElimina
  3. Oggi sui giornali locali,nessun accenno al rinvio a giudizio di Mussari. Visto il ruolo istituzionale avuto mi sarei aspettato un'altra considerazione. Invece in prima pagina del Corriere di Siena, l'uomo deceduto per infarto. Mi spiace per costui, ma qui l'informazione è da regime. Vergogna.

    RispondiElimina
  4. Osservatorio Civico Senese9 giugno 2012 16:52

    Egr.Eretico,
    in qualità di organizzatori dell'iniziativa, vogliamo chiarire la presentazione che Lei ha fatto di uno degli ospiti invitati all'incontro (come lei del resto), e cioè Alessandro Lorenzini.'Targare' infatti le persone non è un buon inizio per intavolare un dibattito corretto.
    Alessandro Lorenzini è un giovane giornalista che lavora a Radio Siena e Siena TV. Ha dato la sua disponibilità a partecipare e portare così il suo contributo alla discussione. Tutto qua. L'iniziativa, infatti,vuole favorire il confronto delle idee e non essere occasione di scontri.Pertanto si invita tutti i convenuti alla massima responsabilità e rispetto reciproco.
    Ringraziando per lo spazio e la pubblicità che ha voluto concederci, si porgono
    Cordiali saluti.
    Osservatorio Civico Senese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono perfettamente d'accordo con gli amici dell'Osservatorio sul "confronto delle idee", ci mancherebbe altro. Non volevo certo essere offensivo verso Alessandro Lorenzini, che peraltro non conosco. Ma che lui abbia idee spesso collimanti con quelle bisiane, mi pare si possa dire e scrivere, no?
      Almeno questo, da uno che viene presentato, nel giornale al quale Lorenzini collabora, come un mezzo avanzo di galera che angoscia le mamme dei potenziali alunni, sia consentito. Meglio essere definito "bisiano" che avanzo di galera come sul Corriere di Siena, no? Colgo l'occasione, infine: Lorenzini è d'accordo con Bisi, anche su questo?
      L'eretico

      Elimina
  5. ben congegnato! spero che l'Angelini abbia e porti il libro curato da Alessio Berni...lasciate un po' di ciccia per chi arriva tardi - giustificato!

    RispondiElimina
  6. Questo Lorenzini è uno dei tanti che non si erano mai accorti di ciò che succedeva in città a banca, Fondazione, università, ospedale e via percorrendo. Spero che qualcuno glielo faccia notare

    RispondiElimina
  7. Finalmente un pochino di sano pluralismo: invocato per tanti anni, arriva quando ormai è troppo tardi….
    Messo così sembra che Lei non sia contento dell’arrivo di un po’ di pluralismo, sembra quasi che Le dispiaccia: forse perché se le cose cominciano a cambiare e se poi cambiano davvero non sa più che scrivere?
    Lei deve sempre attaccare, non conosce altro modo….
    Io, al posto Suo, avrei scritto: “dopo anni di battaglie dell’Eretico e di altri qualcosa si muove: arriva un incontro interessante all’insegna del pluralismo ecc… ecc…Uno a zero per noi. Ecc… ecc…”
    E avrei continuato: ci sarà anche Alessandro Lorenzini che sembra essere molto vicino a Bisi. Peccato che non ci sia Bisi stesso, ma per ora ci accontentiamo: spero che sia un piccolo passo avanti, vediamo che succede, magari alla prossima viene anche lui. Venite adesso voi numerosi ecc… ecc…”
    Come al solito, Lei attacca.Che c’entrava ora commentare su questo Lorenzini? Se è bisiano, meglio! Sono anni che Lei si lamenta che non c’è confronto e pluralismo e quando c’è non gli va bene. Lei cerca sempre lo scontro. Così non si va da nessuna parte, così non si cambia niente…

    RispondiElimina
  8. Caro anonimo,
    è ovvio che sono contento del pluralismo, anche se - come lei giustamente dice - arriva quando i buoi sono scappati o sono comunque in via di fuga. Non solo sono contento della presenza del Lorenzini, ma avevo caldeggiato, con gli organizzatori, la presenza fisica del Bisi! Più di questo, quanto a pluralismo, non mi riesce proprio.

    Lei, poi, scrive: "Io, al posto suo, avrei scritto...".
    Non ha che da mettere su un blog, e scriverci ciò che vuole...
    Auguroni: se mi dice il nome (del blog), non mancherò di seguirla, con l'attenzione che di certo merita.
    L'eretico

    RispondiElimina