Cerca nel blog

venerdì 22 giugno 2012

Siena, terra di scambisti...


    Sempre pronto a bacchettare il Corriere di Siena di Stefano Bisi (a fare "il maestrino", scrive lui), stavolta l'eretico ci ha battuto una sonora boccata. Bisogna avere l'onestà intellettuale di ammetterlo apertis verbis. Questa volta, lo scoop l'hanno fatto loro, quelli del Corrsiena:
 "Quattro coppie senesi di scambisti nel nuovo video a luci rosse in edicola" (pagina 9, articolo non firmato, comunque vidimato dal Bisi per ovvie ragioni).
 In effetti, trattasi di scoopone in piena regola: i segugi del Corrsiena, infatti, con il loro fiuto annusa-scoop, sono riusciti a parlare con una fonte di altissimo livello delle Edizioni Il Valentino. Questa fonte ha permesso loro di anticipare i contenuti del prossimo video (di imminente uscita nelle edicole del Senese) della stessa Edizioni Il Valentino.
 Sarà stato forse materiale coperto da segreto istruttorio? L'eretico si augura di no, sperando che non debbano andare anche loro sotto processo per cercare di informare di più la popolazione, affamata di notizie in questi tempi perigliosi e commissariali.

  Andiamo al sodo (si presuppone...).
Le coppie, quindi: una di Colle di Val d'Elsa (casalinga 39enne con operaio 41enne), un'altra di Poggibonsi (impiegata 31enne con commercialista 35enne), addirittura due delle lastre (cassiera 33enne con geometra 32enne, nonchè coppia di commercianti 37enni: peccato non sapere il nome del negozio, sai le impennate delle vendite...).
Ma la cosa più stimolante in assoluto è l'indagine sociologica azzardata dalla fonte, giustamente coperta dal più rigido anonimato, come fanno quei poveretti di Report quando fanno le inchieste:
"La Toscana e la zona di Siena in particolare è un territorio dove lo scambismo è molto diffuso. Notoriamente. ... A Siena troviamo sempre molte persone disponibili e capaci di adattarsi alle riprese di un video hard, per quanto amatoriale. Diciamo che la nostra zona è il regno dove è nato questo filone che ha molto successo".

  In effetti, anche in politica e zone limitrofe stiamo assistendo, nella città commissariata, a movimenti strani, a particolari scambi di coppie, insomma sospette promiscuità. Aspettiamo di vedere se usciranno, prima o poi, alla luce del sole, smettendo di fare le cosacce nei club privati...


Ps L'eretico sta un paio di giorni a Roma, cercando informazioni utili per il blog. Purtroppo sapendo, però, che certi scoop capitano una volta sola, nella vita...

19 commenti:

  1. Caro Eretico,

    Ma dai !!!! La stampa è anche colore, spettacolo e gossip !!! Non essere così ingeneroso con il CorrSiena.

    Sono almeno due decenni che ogni votla che scappa fuori uno di questi video (classica la serie Maiale della Maremma etc etc) in tutta la provincia inizia il chiacchericcio. E' normale (secondo me) che un editore possa trovare utile all'aumento della propria tiratura anche giocare su questa ipocrisia tipica delle cittadine di provincia.

    Anzi, io rincaro la dose e chiedo al buon CorrSiena di farci fare l'offerta "compri uno chiavi due" dandoci a sconto anche il dvd dei trombatori occulti assieme al giornale bisiano.

    F.to
    L'Anonimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che ingeneroso: ho fatto i complimenti al Corrsiena per lo scoop gossipparo!
      Certo che la stampa è anche gossip, in certe dosi.
      Mi sovviene poi di quando quello della Provincia (ma allora era quello di qualche altra cosa del Pd) definì come "gossip" il mio La Casta di Siena.
      Forse pensava si parlasse di una signorina...

      L'eretico

      Elimina
  2. un classico dell'estate quando gli argomenti mancano e i giornali non sanno che scrivere. puntuale ritorna il videohard con coppie di... la località mettetela voi tanto cambia per ogni area di vendita(arezzo, perugia,grosseto ecc.) ma scommettiamo che il video è sempre lo stesso? e che i protagonisti saranno resi irriconoscibili ?
    E ora un po' di sociologia da quattro soldi. avrete notato sulle pagine dei piccoli annunci pubblicitari del quotidiano fiorentino un grandissimo numero di offerte a luci rosse riferite a siena e provincia. di gran lunga superiore alla stessa firenze. vorrà pur dire qualcosa. attenzione la morale non c'entra. un puro dato economico: se ci sono tanti che 'vendono' vuol dire che la crisi morde duro e in una città, siena, dove è difficile rinunciare alla settimana sul mar rosso (a stare stretti), a cambiare suv ecc, si ricorre anche a questi commerci per mantenere lo standard di vita acquisito; e di contrario: se c'è tanta offerta è perchè si pensa che vi sia un ampio mercato di acquirenti persone cioè che continuano a poter spendere anche in generi non di prima necessità. l'esatta fotografia della città di siena: una base sempre più ampia di ersone che non riescono a arrivare a fine mese ma non vogliono ancora rinunciare ai bei tempi e una fascia sempre più piccola di 'garantiti' (indovinate da chi) che questo problemino ancora non l'hanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gli inglesi chiamano l'estate la "silly season" ossia la stagione stupida. in quanto non c è nulla da dire.

      nel giro della stampa italiana una volta si diceva che durante l'estate si era sempre costretti a tirare fuori il ritorno dei savoia e la riapertura delle case chiuse ...

      visto che la prima cosa è riuscita speriamo che anche la seconda ...

      F.to
      L'Anonimo

      p.s.
      in settimana votano la riforma dell'art. 18 ... dopo altro che sesso a suon di prenderlo nel baugigi ...

      Elimina
  3. Suvvia Eretico, non ti buttare giù così! Visto lo scandalo del prelato in Argentina? Le premesse ci sono tutte per un tuo scooppone senese...

    RispondiElimina
  4. Contradaiolo semplice22 giugno 2012 12:59

    E diffuso pure l'uso di bamba e la frequentazione di night di terz'ordine caro corriere di siena.

    RispondiElimina
  5. Siena terra dove lo prendi nel c...o e sei anche contento, altro che scambisti siamo avanti un pezzo!!!!

    RispondiElimina
  6. Oh vediamo se una protagonista fosse la mammina calva terrorizzata per i cattivi insegnamenti che taluni professori potrebbero dare alla figlia...

    RispondiElimina
  7. per aver fatto questo grande scoop da premio Pulitzer il giornalista dev'esse' del giro...magari pure invidioso perchè a lui gli è toccato il turno dopo :-)

    RispondiElimina
  8. In realtá Siena ha una lunga tradizione nello scambio...di voti

    RispondiElimina
  9. Bastardo Senza Gloria22 giugno 2012 22:29

    Tutta questa inchiesta e poi....senza dare le giuste indicazioni, per chi è un neofita come me, ma parecchio interessato a partecipare a queste......riunioni.....mah!
    Pregherei la redazione del Corriere di Siena di indicarci come fattivamente partecipare.....io sono interessatissimo e la badante della mia mamma uguale....che si deve fa?
    ...si può portare anche il gatto?...o un puma...ci sta sempre bene.....

    RispondiElimina
  10. All'epoca compravo tutti i giorni il giornale, poi una mattina aprendolo vi trovo una mia foto dal mio blog e trovandomi lo stesso giorno a Siena salgo le scale e vado a chiedere spiegazioni.
    Arrampicate notevoli sui muri di ghiaccio fino alla perla finale del drimi che la foto l'aveva data al giornale un loro fotografo.....
    Ho invitato a non usare più mie immagini (almeno senza chiederle dato che non vanno su un sito o un blog personale, ma un foglio a pagamento) e da quel giorno ho smesso di comprare il giornale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima ragione direi, una motivazione motivata insomma. io non sopporto questi protagonismi, scusi. Se lei fa un blog fotografico e mette le foto faccia come il sottoscritto, metta una scritta trasversale con il suo nome così chi la vuole usare gliela chiede e la pagano. Internet purtroppo è un mezzo libero, nella ricerca di immagine si trova tutto, anche le foto Ansa e Ruters. bisogna essere furbi. Ad esempio con me il Corriere lo ha fatto molte volte in passato, mi ha fatto richiesta di foto e me le ha pagate al prezzo previsto dalla stampa. Ps: poi deve dichiararlo quando fa il 730, come altri guadagni.
      Grazie

      Elimina
    2. Signor Anonimo, dato che si parlava di Corriere di Siena ho messo questa piccola esperienza personale legata al giornale e all'uso di foto prelevate dal mio blog senza l'avvertenza di dirlo.
      Nessuna smania di protagonismo perchè sto quasi tutti i santi giorni a ridosso della terra (che rimane sempre bassa) e quello che vedo fotografo.
      E firmo con nome e cognome i commenti e non le foto (passione e divertimento) perchè nelle cose che dico, siano pur bischerate, mi piace metterci il nome per rivendicarle e non guadagnarci qualcosa (nelle foto) per poi dire le cose nascondendo il capo.

      Elimina
  11. Il giorno dopo pure la escort universitaria

    RispondiElimina
  12. Ehhhh e invece ti devo suggerire una chiave di lettura, sottile, completamente diversa. Scambi, inciuci....orge....potremmo anche chiamarli grovigli...e se gli aggrovigliati sono bravi e coordinati, il groviglio potrebbe diventare anche armonioso! Ma guardiamo dentro...una casalinga, quindi una che non lavora, diciamo che "si gestisce", che nello scambio relaziona con uno più giovane, commercialista, ovvero con uno che nazzica con numeri ed euro, possibilmente tanti, ma che non sono suoi. Nell'altro caso invece una commerciante, donna di commercio avvezza a scambi e baratti a fini di lucro, che se la dice con un geometra, uomo del mercato del mattone, mentre la di lui consorte, cassiera, persona che per mestiere maneggia soldi non suoi, se la rifà con il dell'altra marito, anch'egli commerciante. Vedi che ruoli? Vedi che comunicazione sub liminale? Vedi che margini di interpretazione? E quanto questi ultimi si dilatano se i ruoli rappresentano altro invece di persone.
    Che da questo scoop non voglia venire fuori la tanto agognata comunicazione vera e priva di censure?

    That's all folks...ridiamoci sopra ;)

    RispondiElimina
  13. Filippo Cintolesi24 giugno 2012 21:14

    Un trionfo di anonimi e di pseudonimi. Forse perche' non si sopportano questi "protagonismi" come il firmarsi col proprio nome....
    Vorrei dire al signor anonimo delle 17.25 che "Internet e' un mezzo libero" non significa assolutamente niente. Internet e' un canale come tutti gli altri canali. (E visto il post originale direi che siamo in argomento, ehm...) Tramite internet si possono commettere illeciti e anche reati. Il diritto d'autore e la proprieta' intellettuale esistono anche su internet, come sanno benissimo anche i bambini delle scuole che fanno le ricerchine sulla rete.
    Un giornale che vendemmia gratuitamente foto sulla rete per illustrare i suoi articoli e poi anziche' scusarsi si da' al mirror climbing, fa semplicemente schifo, visto che per questi scopi ci sono le immagini di repertorio fornite a pagamento dai professionisti. E sono stati fortunati a trovare sulla loro strada il signor Pagliantini. Se avessero trovato me, la cosa non sarebbe andata con una semplice visitina di persona al giornale con relativa loro supercazzora.
    Protagonisticamente vostro

    RispondiElimina
  14. Ma ce l'avranno le mascherine o no? Lo scoopone del Corriere di Siena mi pare che non lo chiarisca bene. Diciamo allora che è uno scoopone a mezzo, via...

    RispondiElimina