Cerca nel blog

venerdì 29 giugno 2012

Paolo Del Mese arrestato, Ceccuzzi zitto e muto...

 
    In attesa di tuffarsi in pieno nel clima paliesco, l'eretico il suo paliotto l'ha già stravinto, e a nerbo alzato!
 Ieri pomeriggio è arrivata la notizia che il principale referente politico di Franchino il Ceccuzzi quando era deputato (legislatura 2006-2008), l'ex onorevole mastelliano Paolo Del Mese, è stato posto agli arresti domiciliari, su provvedimento della Procura di Salerno. Bisogna fare finta che dispiaccia?
Questo Paolone (come veniva servilmente chiamato dal Corrsiena) è quello che si vede nella copertina della Casta di Siena (incastonato proprio tra Gabriellone Mancini e un Franchino Ceccuzzi con occhiali da bodyguard); questo Paolone è quello cui l'eretico ha dedicato un intiero Capitolo del suo Le mani sulla città ("Paolone Del Mese, lo statista di Pontecagnano (Salerno)", il titolo, pagg. 96-101).
"Chill' fa tutta n'arte cu' Siena", ebbe a dirmi - riferito ovviamente a Paolone - una cameriera di uno dei bar di Pontecagnano Faiano (Salerno), in quell'agosto del 2008.
 Last but not least, a lui avevo dedicato un articolo, su questo blog, lo scorso gennaio (il 4, per chi ha la pazienza di andare a rileggerlo).

   Finito nei guai per una vicenda - secondo la Procura di Salerno - legata al crack del pastificio Amato (con relativa distrazione di milioni di euro, secondo l'accusa), è stimolante vedere chi sia finito ai domiciliari con Del Mese (attualmente vicesegretario nazionale Udeur: ma non era morto, il partitino mastelliano?).
 Uno è tale Antonio Anastasio, oggi Consigliere provinciale di Salerno, fedelissimo di Del Mese, ai tempi di Ceccuzzi parlamentare collaboratore di Del Mese alla Commissione Finanze di cui lo statista di Pontecagnano Faiano era Presidente. Occhio alle date, please: aprile 2007, Del Mese arriva in pompa magna a Siena per le feste caterinate, accolto come un semidio da Franchino, Mussari Giuseppe, l'Arcivescovo e tanta altra brava gente; sempre nell'aprile del 2007, guarda un pochino il caso, questo Antonio Anastasio ENTRA NEL CDA DELLA CONSUMIT! Per curriculum vitae, o per altro? Franchino ne sapeva qualcosa? Rispondere, prego, rispondere (se si può...).

 Non è finita qui: nell'estate del 2008, proprio mentre ero dalle parti di Sellano (casa del Buoncristiani), mi arriva una lettera durissima da parte dell'avvocato Simone Labonia di Salerno, legale di Paolone Del Mese.Tutto inviperito per il fatto che gli avessi toccato il cliente. Ironia del Fato, oggi anch'egli, l'avvocato Labonia, è agli arresti domiciliari...
 
E non è ancora finita (con gli arrestati sì). Siccome avevo osato toccare lo statista di Pontecagnano Faiano amicone di Franchino, ed ero anche andato a casa sua a raccogliere qualche informazione (Capitolo de Le mani sulla città, con un reportage sui luoghi delmesiani), nell'estate del 2008 Stefanino Bisi perse il suo abituale self control.
Il 23 agosto 2008, scrive sul Corrsiena (dopo che avevo puntualizzato di avere sbagliato nello scrivere di un rinvio a giudizio su Del Mese che invece non c'era stato, invocando il diritto ad una critica prettamente politica sull'operato di Del Mese):
"Speriamo che a Pontecagnano, Ascheri raccolga fatti e trovi documenti perchè, per ora, l'impressione è che sia alla ricerca di chiacchiere per avvalorare la sua TESINA. Che vuol dire "un quadro non propriamente positivo" (quello descritto da me nel libro, a proposito di Del Mese Ndr)? è un reato se due onorevoli hanno rapporti (Ceccuzzi e Del Mese, Ndr)? E se Del Mese ha DATO UNA MANO A SIENA ED ALLE CONTRADE, dovrebbe essere ignorato perchè ha cambiato schieramento (era appena passato con il Pdl, Ndr)? Cosa c'entra?".
Ah, dimenticavo: il titolo bisiano era "Ascheri, le citazioni sbagliate e l'incapacità di chiedere scusa". Ad perpetuam rei memoriam.

   Concludo con la domanda che ho fatto e rifatto, da Le mani sulla città in avanti, senza alcuna risposta: se è chiaro cosa abbia fatto Paolo Del Mese, allora Presidente della Commissione Finanze della Camera dei deputati, per Siena (la famosa Legge Salva-Contrade ed una norma pro-Fondazione), POTREBBE UNA VOLTA PER TUTTE CHIARIRE FRANCO CECCUZZI COSA ABBIA AVUTO DEL MESE IN CAMBIO DEL SUO FATTIVO INTERESSAMENTO PER SIENA?

Ps In realtà, qualcosa già la sappiamo: bottiglioni di Nobile di Montepulciano regalatigli da Franchino stesso, e la ormai celebre bandiera della Contrada della Torre, sempre dono personale del contradaiolone di Salicotto. Sarebbe troppo facile fare battute su questo dono, anche alla luce degli ultimi accadimenti: le risparmiamo. Il fatto, purtroppo, resta.
In questo, Franchino il Ceccuzzi è stato davvero un discontinuatore, e già ben prima di diventare Sindaco: una cosa così, infatti, prima non si faceva. Con lui, si è iniziato a farla... 

18 commenti:

  1. Ho letto che il Procuratore di Salerno ha detto di Del Mese e degli altri coinvolti nel fallimento del pastificio Amato: "Ci troviamo di fronte ad una vera e propria casta". No comment.

    RispondiElimina
  2. Mi sembra di ricordare che contro questo duo Ceccuzzi-DelMese, autori della bruttissima legge chiamata con il bruttissimo nome Salvacontrade si espresse ancora una volta e solitaria, guarda caso, la solita Associazione Culturale Pietraserena. Guardando nel loro sito ho ritrovato uno di questi comunicati (anche se mi sembravano più di uno).
    Ancora una volta devo inchinarmi di fronte a chi ha detto cose giuste in tempi difficili.

    RispondiElimina
  3. Leggerei volentieri "le mani sulla città" e anche "la casta di siena" (la biografia l'ho appena finita ;) )
    Si trovano ancora? Se non sono in libreria (in una grossa di siena non li ho trovati)...come possiamo trovarli?
    Caro Raffa, c'è "sete" di controinformazione, anche se più si beve e più viene il mal di pancia...........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Feltrinelli, libreria Senese, Mondadori, Becarelli: ce li hanno tutti e due, e se li hanno finiti, ne vengono riforniti dopo poco, previa prenotazione.
      Scrivere contro Del Mese nel 2009, in effetti, era un po' come scrivere contro il Presidente della Repubblica.

      L'eretico

      Elimina
  4. Grazie Raf, che anche oggi in pieno clima paliesco, riesci a trovare il tempo e la lucidità per fornirci informazioni che forse (o almeno lo spero) servirano a svegliare le coscienze senesote, che si spera non siano troppo atrofizzate dal Palio. God bless you!

    beatrix kiddo

    RispondiElimina
  5. Non mi sembra che esultare come a Palio vinto per una persona che è arrestata sia una cosa di grande classe. Non mi pare per niente rispettoso dei sacrosanti diritti di quella persona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con il lettore: esultare per l'arresto (peraltro domiciliare) di una persona, non è "cosa di gran classe". Proprio per niente. Chi scrive, infatti, forse ha qualche qualità, ma non pretende certo di essere uno di classe.
      Come ritengo non siano assolutamente di classe quegli operai del pastificio Amato incazzati di brutto perchè, mentre loro non riscuotevano un euro, dalla cassa del pastificio spariva qualche milionata di euro. Secondo la Procura di Salerno, anche per merito di Del Mese, del suo avvocato di fiducia e dell'uomo che Del Mese stesso fece entrare alla Consumit.

      Concludo con il pensierino di metà pomeriggio: possibile che neanche oggi Ceccuzzi voglia chiarire? Non c'è nessuno - all'interno delle varie opposizioni - che abbia il coraggio di chiedergli conto del suo assordante silenzio sulla questione Del Mese? Suvvia, almeno ora che c'è stato l'arresto...

      L'eretico

      Elimina
    2. Buongiorno,
      se risulta colpevole a mio avviso è giusto esultare, se è reo di quanto gli viene imputato è tra i responsabili della condizione attuale del Paese e di Siena in specifico, quindi si ... sono e saranno vacche molto magre ... la classe su queste cose, magari, la rimandiamo a quando torneremo benestanti

      Elimina
  6. ...."AMATO" non "AMATO" oggi hanno dato i cavalli e allora un piatto di pastasciutta e il mondo ti sorride!!

    RispondiElimina
  7. Amato, Amato: 'scurdamuce u passatu...

    RispondiElimina
  8. Buongiorno Eretico,
    ultimamente mi sono trovato un po' in idsaccordo ma stavolta esprimo tutta la mia ammirazione !
    Sull'onda dell'entusiasmo di questa bloggata, se possibile propongo una strategia, ovvero anticipare un po'. Se al tempo dell'informazione sulla persona in oggetto la situazione era ben più rosa di oggi e molti (oso ... quasi tutti) non hanno fatto caso a quanto scritto, oggi sarebbe diverso. Propongo quindi, se possibile, anticipiamo i nuovi padroni, mettiamo a nudo le rispettive sponsorship ... insomma prepariamo il terreno per lo sgombro alla prossime elezioni ! (MPS o MPr ... è sul territorio il blog sta facendo informazione a livello extraregionale).
    Saluti e buona giornata

    RispondiElimina
  9. Peccato abbiano arrestato Totò Riina. Un posticino al MOnte magari...

    RispondiElimina
  10. Comunque vedo con grande piacere che sulla stampa senese è stata data ampia informazionme su questo Del Mese...

    RispondiElimina
  11. LO RIPETO IL DEL MESE RISULTEREBBE MOLTO AMICO DEL SULTANTO per quale motivo? Forza eretico

    RispondiElimina
  12. Per tutti i puristi del Palio: perchè non chiedere pubblicamente all'ex onorevole Del Mese di restituire la bandiera della Torre?

    RispondiElimina
  13. cornelio senese Forza Magistrati10 luglio 2012 15:45

    del mese-sultano : possibile che l'eretico non abbia qualche asso nella manica? O forse ha paura di portare la sfida oltre un certo limite? Nel caso capiremmo caro Eretico, lei è quasi un eroe civico, ma "beati i popoli che non hanno bisogno di eroi" ( Bertolt Brecht ), comunque indaghi nella giusta direzione, per quale motivo riferiscono alcuni, il soggetto attualmente agli arresti domiciliari veniva visto in più occasioni al monte, dal sultano? Forse a parlare di Palio?Forse a parlare della moda e delle magliette da indossare, magari per progettare qualche linea di "valige" incrementando così il business bancario? Chi lo sa, chi lo sa, Forza Eretico!

    RispondiElimina
  14. Caro Eretico, Paolone e la sua famiglia hanno rovinato Pontecagnano Faiano, una città di 30000 abitanti che viveva di industrie, negli anni 80 hanno preferito edificare e cementificare una bella realtà, figuriamoci se poteva salvare le sorti di Siena, contrade e Mps....per non parlare di Anastasio altro "mariuolo" come diciamo dalle nostre parti..mi dispiace per Siena e per i senesi che conosco bene, avendo modo di visitarla ogni anno per parentele e amicizie in zona, mi dispiace davvero ma cosa potevate aspettarvi da ladri di prima, seconda e terza generazione.

    RispondiElimina
  15. leggete ci sono novità
    http://lacittadisalerno.gelocal.it/cronaca/2012/07/19/news/amato-la-cena-col-banchiere-e-de-luca-1.5430346.

    RispondiElimina