Cerca nel blog

martedì 5 giugno 2012

Consiglio comunale: game over per Franchino il Ceccuzzi...


   O vediamo Franchino il Ceccuzzi da qui a lunedì 11 (termine ultimo) cosa inventa...anche oggi è stato battuto, questa volta sugli aggiustamenti di Bilancio. 16 contrari, 14 a favore, Corradi e De Risi astenuti: questo il responso, senza appello.
  Durante il dibattito mattutino, da segnalare ben poco, se non alcuni spunti rapsodici: tanto il Tegolino (alias Mario Ronchi), quanto il dottor Bombola (alias Pasquale D'Onofrio), per esempio, hanno legittimamente chiesto conto ai banchi dell'opposizione e dei reprobi della famosa mozione di sfiducia anticeccuzzi preparata e firmata, ma mai ufficialmente presentata. Fino alla sospensione per il pranzo, solo il Consigliere Enzo De Risi ha ammesso di averla firmata (con ciò intendendo che la mozione stessa era stata preparata, per i lenti di comprendonio...). Da sottolineare poi un incipit roboante del proprio "discorso" da parte del Consigliere Marco Fedi, il quale, prendendo la parola per uno dei suoi alati interventi, ha candidamente ammesso di non avere capito quasi niente di ciò che era risuonato in precedenza in aula: complimenti per la sincerità (mi raccomando, questo va ricandidato senza se e senza ma anche al prossimo giro). Ottimo invece l'intervento del pidiellino Enrico Tucci, il quale ha avuto buonissimo gioco a smascherare la favoletta della discontinuità ceccuzziana, partendo, giustamente, dalla Banca del Salento (e dalla figura di D'Alema, sempre centrale nelle cose senesi degli ultimi 15 anni): già allora, nel lontanissimo 1999, Franchino il Ceccuzzi era Segretario provinciale dei Ds. Alla faccia della novità e della discontinuità. E chi ha benedetto la candidatura a Sindaco di Franchino, con un memorando passaggio alla Coop delle Grondaie in cui si auspicava una vittoria netta nonchè al primo turno? La volpe del Tavoliere, alias Massimo D'Alema.
 Due spunti stimolanti li ha dati anche il Corradi, nella sua veste di pacificatore che all'eretico NON piace punto: richiesta di dimissioni immediate da parte di Gabriello Mancini Presidente della Fondazione (meglio tardi che mai, per Gabriellone); in secondo luogo, autotassazione delle 17 Contrade per sgravare il Comune dalle spese per l'organizzazione della carriera (lui ha proposto 15mila euro a popolo).
  Come spesso accade, però, più che le parole, parlano le facce: Anna Gioia in Monaci (Alberto) e Ritona Petti, a distanza di mezzo metro, ma senza mai degnarsi di uno sguardo. In settimana scorsa, la pittrice Petti, piddina ceccuzziana, aveva parlato della famiglia Monaci come di un "clan", per chi non lo sapesse. Ovvero la simpatica legnosità del sellato D'Onofrio, ormai assurto in pieno al ruolo di protagonista del Consiglio comunale senesota. E poi, finalmente, l'eretico è riuscito, in questo Consiglio che rappresenta l'ultimo giorno di scuola, a trovare una degna somiglianza per l'ineffabile Lucio Pace, uno dei reprobi monaciani: il Pace è il redivivo Marty Feldman, ovviamente senza la gobba! Purtroppo chi ha meno di 40 anni non capirà, ma suggerisco ai curiosi di andare a vedere la faccia dell'attore che veniva soprannominato "l'occhio che uccide"...

 A questo punto, game over per Franchino, dunque.
 Nel frattempo, tanto per movimentare ulteriormente la giornata, è arrivata la notizia del rinvio a giudizio del Presidente Mps Alessandro Profumo (notizia del tutto bucata dal Tg3 Toscana delle 14, sempre più asservito a quel che resta del Sistema Siena): come la mettiamo, adesso, con questa tegola giudiziaria per l'affaire Brontos? Chissà Rosaria Bindi from Sinalunga se rilascerà una delle sue puntute dichiarazioni, in proposito.

Ps L'eretico ha visto che il blog Fratello illuminato è stato cancellato dai computer montepaschini. Il Santo e lo scrivente, invece, restano, ben visibili ai travet targati Mps: non va bene!! Siamo fortemente invidiosi dell'onore toccato agli illuminati. Cancellate anche l'eretico, please!  

54 commenti:

  1. Avendo seguito il Consiglio, mi permetto due precisazioni.
    La prima riguardo al voto di Corradi e De Risi, che non si sono astenuti, ma non hanno partecipato al voto, cosa ben diversa anche grazie alle pesanti parole di De Risi, che libero dal voto determinante, ha potuto esprimere la sua repulsione a votare insieme ad una qualunque delle parti della fallita maggioranza, entrambi responsabili del disastro di Siena, lasciando ai poveracci il "teatrino più triste della poltica" (cosa che condivido ampiamente), oltretutto con quel vergognoso voto di sfiducia contro il Sindaco, che fa emergere tutta la vigliaccheria dei firmatari (che vorrebbero negare il fatto), e tutto il nuovo groviglio armonioso che sembra emergere anche nelle dichiarazioni di Marignani, ovvero l'asse Margherita-PDL-Liste Civiche (forse anche con ingombranti ex del passato),e forse il movimento della Vigni e il Nuovo Polo (mamma mia !!!!!!).
    Altra cosa l'atteggiamento della Vigni e del Pdl che forse sembrano dimenticare la prima che ha fatto parte integrante di questo sistema fino all'anno scorso (e ha sempre esponenti in Fondazione),il secondo che fino a marzo, quando l'hanno tolto le poltrone, ha condiviso tutte le scelte della maggioranza, a apartire dall'Antonveneta,dietro gli ordini di Verdini.
    Grande Corradi quando ha chiesto la cacciata di Mancini, ultimo tassello del trio fallimentare Ceccuzzi-Mussari-Mancini, che deve essere subito mandato via; che c...o aspetta ora lui e tutti i nominati a levarsi dai c.....i?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine la colpa di tutti i disastri cittadini è di Berlusconi!

      Elimina
    2. Ma per favore, non partecipare al voto è anche peggio di astenersi!!! Il Corradi se voleva chiedere le dimissioni del MANCINI lo poteva fare con un atto scritto e non nel dibattito che serve a poco!! Chi è all'opposizione vota contro al bilancio consuntivo e preventivo perché sono ATTI POLITICI dentro c'è tutto il programma della MAGGIORANZA... Per favore smettiamola di prenderci per il culo e se non si è capaci di fare politica e di assumersi le proprie responsabilità allora si vada a casa... Saluti da IL SANTO

      Elimina
  2. Ceccuzzi ha subito dichiarato che questo voto mette a rischio 140 posti di lavoro in città. A me sembra che metta in dubbio solo il suo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... sempre lo stesso deludente personaggio ... e pensare che l'ho anche votato ... mah ...

      Elimina
    2. bravo bischero! io no!
      Al prossimo giro rivota PD, mi raccomando...

      Elimina
    3. Non resta che sperare che i 140 posti di lavoro persi per le dimissioni date da Ceccuzzi facciano la fine dei 1000 posti in più che sempre lui aveva assicurato che avrebbe creato in città. Allora, in campagna elettorale, mentiva per farci contenti. Ora mente per metterci paura. Comunque, ama mentire!

      Elimina
    4. la mia era una autocritica ironica caro il mio testolina di patata ... ma capisco che la tua lungimiranza nel votare "bene" ti porta oltre ...

      Elimina
    5. E vabbè... Te hai votato Ceccuzzi e Dio ci liberi, io ho votato Corradi e Mamma mia!, un altro ha votato Nannini e lasciamo perdere... Accidenti al meglio! (P.S.: La Vigni è come il Ceccuzzi).

      Elimina
  3. Se è per quello dice che anche gli asili sono a rischio! Gli si potrebbe far fare il tato no?

    RispondiElimina
  4. Ma cosa hanno fatto i Senesi per meritarsi tutto questo? Una Fondazione in mano ai creditori, una Banca allo sbando, un Sindaco che si è dimesso, un Presidente Mps raggiunto da un avviso di garanzia...
    È la nemesi o la legge di Murphy, a scelta.
    In ogni caso, la vedo dura anche trattare di esuberi e manovre sul costo del lavoro da parte di un Presidente che deve andare a processo.
    Profumo dovrebbe almeno autosospendersi, altrimenti indebolisce la delegazione aziendale e lo stesso Viola. Così difficile da capire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I senesi hanno fatto e TANTO!!!!! Anni e anni di silenzi e ciliegina sulla torta Profumo un uomo messo al vertice della "nostra banca" con già' un avviso di garanzia che gli pendeva pesantemente sulla testa .......hai visto nessuno per le strade di siena a manifestare il dissenso, ma facciamola finita ci meritiamo tutto questo e anche altro fino a che rimaniamo rintanate nelle nostre casine a scrivere al computer!!!!!
      Silvia

      Elimina
  5. No..la somiglianza con Marty Feldman io non ce la vedo più di tanto. Il Ceccuzzi come Diabolik ..sì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece Ceccuzzi ricorda il figlioletto della famiglia I Mostri (mitico Telefilm anni '60)
      http://www.myfreewallpapers.net/movies/pages/the-munsters.shtml

      Elimina
    2. giusto nel taglio di capelli. Il fascino di Diabolik lui se lo sogna.........
      Grazia

      Elimina
  6. Tutti a casa, all to house, tous a maison, alle nach hause, toate acasà (rumeno), te gjithe ne shtepi (albanese).
    Ora ci manca solo che qualcuno (ad es. il Bisi) dica che Siena è sotto il tiro dei fascisti che stanno affamando la città privandola del Sindaco, quando, in realtà, sono solo stati degli arroganti incapaci e/o ladri: di soldi (MPS), di idee e di poltrone.
    Alla fine, credo che siamo stati fortunati non tanto per la situazione che hanno creato, ma nel vedere che chi l’ha generata questa situazione è costretto ad andarsene. Cosa rara, cosa molto rara!!! Non a caso ce lo mandano gli stessi che con lui avevano condiviso idee e poltrone. Che mistero è la vita. Noi siamo comunque nella merda ma ora con qualche stronzo in meno da sopportare.
    W il Commissario con o senza il Palio perché, diciamocelo, qualche consiglio in tal senso glielo daranno.

    RispondiElimina
  7. ...e ora speriamo ci piova dal cielo un bel sindaco giovane e sexy come quello di Parma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo anche da noi le pornostar facciano le primarie come a taranto

      Elimina
  8. Bastardo Senza Gloria5 giugno 2012 20:22

    Ritorneremo con calma su tutta la linea del consiglio comunale.
    Intanto dico che i consiglieri Corradi e De Risi sono non votanti per non votare con coloro che hanno finora sostenuto il disastro, ma non hanno votato contro coloro e colui che ne erano gli attuali rappresentanti.
    Ognuno nel rispetto delle proprie idee tragga le sue conclusioni.
    SOLIDARIETA' assoluta ai fratelli illuminati per l'oscuramento in MPS.

    RispondiElimina
  9. Secondo me,un candidato a sindaco non può astenersi dalla votazione. Che modo di comportarsi è ? Il De Risi che lo segue a ruota, meno male che questi due vanno via veloci e ci sono stati anche troppo in consiglio comunale. Assolutamente incapaci. Per il PD il momento è triste,ma come suol dirsi,prima o poi i nodi vengono al pettine. Anche l'affaire Profumo è un carico non da poco. Ceccuzzi è fuori,ora bisogna sedersi sulla riva ed aspettare Mussari. A meno che sapendo troppe cose,non sia salvato per evitare che parli.

    RispondiElimina
  10. Ma avete letto l'intervista a Profumo su Repubblica di Firenze? "Non possiamo buttare via il denaro..non sono quattrini nostri. Ma finora Davide Rossi pensava fossero suoi e li dava a chi voleva

    RispondiElimina
  11. Ma perche' il Grande Comunicatore ha tutto questo potere? In molti dubitano delle sue capacita' e allora ?

    RispondiElimina
  12. cosa più probabile, perché altrimenti terrebbero un proclamato incapace all'ABI?
    non avete rilevato il più comico: il bue (Ceccuzzi) che dice cornuto all'asino (i suoi compagni di partito): kli ha detti 'stalinisti'! non è una comica? Quasi simpatico non fosse così livido.
    Corradi e De Risi: inutile perderci tempo, pensate al futuro e soprattutto ci pensi Pietra Serena perché come loro è stata ondivaga PER LA GENTE (adesso replicheranno i due o tre del gruppo che son sempre stati i migliori dal 2004) e non c'è niente di peggio per annebbiare un movimento politico. Ma niente plemiche, non è il momento, pensate a Mussari ancora nno toccato dalla bufera, tranquillo al basket persino, bella faccia tosta.
    FALORNI e TUCCI hanno la medaglia al valore, per ora. Ma non lodiamoli troppo! Pietraserena, sveglia!

    RispondiElimina
  13. Sic transit gloria mundi ...

    In tutto questo però, caro Eretico, io trovo più di una morale e tutte negative.

    Il buco del bilancio del Comune di Siena nasce dei due mandati Cenni. L'uso spregiudicato dei BOC e delle erogazioni per coprire la spesa corrente. Aggiungo anche un eccesso di esternalizzazioni che non hanno portato a nessuna razionalizzazione/riduzione dei costi ma solo un aumento.

    Oggi il Cenni non sono è stato promosso, ma pubblicamente loda la propria gestione e si permette anche di fare fronda contro il proprio successore.

    Il PD ha mantenuto la propria base elettorale grazie alla componente Margherita. Senza le preferenze dei rivoltosi il PD sarebbe andato al ballottaggio in occasione di Ceccuzzi e forse anche di Cennibis. Quindi sono stati (nel bene o nel male) un plusvalore. Ora senza di loro cade il governo cittadino.
    Questa è la dimostrazione di come la democrazia sia solo una utopia e nulla più. I meno hanno condizionato la politica cittadina sia nel bene che nel male. Ricordate i socialisti in Italia ed i Verdi in Germania ?

    Come vedi, caro Eretico, gli insegnamenti da trarre sono tutti pessimi e portatori di pessimi pensieri. Faccio questa riflessione pur essendo una persona che non ha mai condiviso il groviglio.

    Te che ne pensi ?

    Saluti
    F.to
    L'Anonimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro "l'Anonimo" (meglio sarebbe firmato!),

      quello che penso, lo puoi vedere e capire dagli articoli sulla contingenza politica senesota (nel pomeriggio ne vergherò un altro, tanto per gradire) .
      In estrema sintesi, dopo ciò che è successo alla città, questa è la strada, senza scorciatoie: tutti a casa (in villa, meglio) i castisti, SENZA ALCUNA ECCEZIONE; gente nuova (o comunque mai stata nella stanza dei bottoni) in Consiglio comunale ed in Giunta.
      L'età non conta: quando vedo la piddina Meloni, rimpiango Rita Levi Montalcini...

      L'eretico

      Elimina
    2. Ma caro Eretico, che significa "gente nuova"? Nuova o vecchia, ci vuole gente in primo luogo "capace" e, secondariamente, "onesta" (ma, in mancanza, per me è meglio capace e disonesta che onesta e incapace). Non è che non aver mai amministrato la "cosa pubblica" sia motivo preferenziale; motivo di preferenza dovrebbe essere piuttosto averla amministrata BENE, o no? Complimenti. Luca.

      Elimina
  14. ok, ok, saltate pure di gioia, prendete il tutto come una manifestazione di tifo sportivo, ma una città, che ci piaccia o no, deve essere amministrata e io, scusate il difetto, amo ancora la democrazia. detto questo, pensare di essere amministrato per il prossimo anno non da un eletto democraticamente, ma da un commissario nominato, seppure cosa lecita e legale, mi fa tremare i polsi e non mi fa di certo esultare di gioia. se pi penso che il sindaco attuale è caduto per mano di alcuni consiglieri di maggioranza che volevano il loro pupillo nelle ultime nomine al monte, mi cadono ancora di più le braccia. anch'io come la maggioranza di chi scrive qui, sa benissimo di chi sono le colpe etc etc,ma siena ha bisogno di andare avanti, uscire dalla crisi, soprattutto di valori, e gli ultimi avvenimenti non mi riescono a farmi gioire. quando la democrazia è tradita, le cose si mettono molto male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io non salto di gioia ma dal comportamento del sindaco in questa vicenda e da tutto il contorno il commissario mi sembra molto "democrazia".

      Elimina
    2. Gentile sig. Beppino (mussari?)

      Ma del governo Monti cosa pensi ?

      Cito il tuo post "pensare di essere amministrato per il prossimo anno non da un eletto democraticamente, ma da un commissario nominato, seppure cosa lecita e legale, mi fa tremare i polsi" ... o fai parte di quel 65% di italiani che approva Monti e che ha preso la defenestrazione di Berlusconi e cito "come una manifestazione di tifo sportivo"

      Ragazzi, se una cosa vale sempre, sia nel micro che nel macro, sia che ci tocchi che non ci tocchi.

      Io non sono contento di Monti così come non sono contento del commissario così come non ero contento del groviglio. Nel mio post precedente ho proprio parlato di crisi della democrazia e non scendo in piazza a festeggiare o a imbottirmi di mortadella.

      Che ne pensi Eretico ?

      Saluti
      F.to
      L'Anonimo

      Elimina
    3. E' vero le cose si mettono male, ma se la cosa ti può tranquillizzare vorrei farti notare che non è da ora, anzi, stiamo pagando proprio il male di quanto è accaduto in democrazia, grazie a quanto ha fatto chi è stato democraticamente eletto! Ti dirò, confido molto nel commissario.

      Elimina
    4. Però non facciamo confusione. Il presidente del consiglio è SEMPRE nominato dal presidente della repubblica dopo confronto con le camere, i gruppi parlamentari, i presidenti, ed altri che vengono ascoltati per prassi, non esiste elezione diretta del Governo.
      Il sindaco invece è eletto direttamente dai cittadini. Per questo eviterei di dire che la situazione è la stessa che col governo Monti.

      f.to
      un precisino

      Elimina
    5. caro L'Anonimo, se mi dai del Mussari...mi offendo davvero!! io la penso esattamente così: "Io non sono contento di Monti così come non sono contento del commissario così come non ero contento del groviglio". il famoso groviglio è caduto per mano di alcuni componenti che si sono visti sfilare le sedie da sotto il sedere. solo questo, e io dovrei essere contento? per me non è una questione personale come ne fa qualcuno, anche qui nel blog, io non ho niente contro ceccuzzi, corradi, nannini etc, di certo è che tra questi nomi voterei ceccuzzi, senza problemi, dico questo per ribadire che in una democrazia normale (e a siena manca da anni) l'opposizione da opposizione e la maggioranza maggioranza. per esempio, il pdl o altri potevano (e potrebbero) presentare dei candidati sindaco affidabili. il perchè non lo facciano lo sappiamo tutti. spero di aver chiarito i motivi dell'assenza di giubilo per quanto è accaduto.
      ps. il vero distruttore del bene senese è l'ex presidente Mussari, ma ancora in città in molti hanno paura di fare il suo nome e allora coinvolgono ceccuzzi, carli, meloni, cenni etc. tutte figure molto minori. il mandante di tutto è solo lui.

      Elimina
    6. Caro beppino, permettimi una domanda: ma chi ce lo ha mandato (e tenuto!) il mussari a fare il distruttore della situazione in questi anni?!

      Elimina
    7. ok beppino, scusa per il mussari. ho ecceduto nelle offese. del mussari non lo si dice a nessuno.

      pero' non sono cosi' sicuro che le colpe siano solo sue e gli altri figure minori. io non sono di quelli che dice "la colpa è della società" e cosi' non do' la colpa a nessuno ... però che il sistema siena (o groviglio armonioso) non siano una colpa in quanto tale ... lo devo dire.

      il sistema siena era un modo di vedere il vivere civile e la gestione delle forze umane, culturali sociali ed economiche della città.

      Chi era critico con il sistema siena (cioe' col PD) si poneva fuori di una visione e quindi non poteva/doveva occupare nessun ruolo strategico in quanto avrebbe danneggiato il tutto.

      Mussari è stato solo quello scalatore sociale ambizioso, bello e (indubitabilmente) ricco di doti personali che ha saputo interpretare il sistema ed usarlo a proprio vantaggio personale, danneggiando il tutto. ma la colpa non è la sua, ma di chi non ha avuto gli anticorpi adeguati a fornire dei contrappesi alla sua figura.

      per il precisino mi dispiace ma non sono d accordo. monti è solo formalmente una figura democratica. siamo di fronte ad un colpo di stato procedurale. frutto della lettura forzata della carta costituzionale (partitocratica e proporzionale) in un contesto di costituzione materiale ben diversa (personalista e bipolare).

      F.to
      L'Anonimo

      p.s.
      prometto niente piu' polemiche e non offendo piu' a nessun.

      Elimina
    8. scusa, l'Anonimo, ma Mussari andava bene a tutti, almeno all'inizio! è ovvio. ti stimo e mi piace colloquiare con te, ma il sistema siena non si poteva identificare solo con il pd (o pds). il sistema siena premiava anche l'opposizione per così dire "ufficiale" che infatti si occupava di problemi piccoli e di poco conto, ma non battagliava quando c'era da farlo, prima di tutto con le elezioni, presentando candidati farsa. tutti, chi più (pd o vicini) chi meno (pdl) ci ha guadagnato, purtroppo. ribadisco che il mussari è stato il responsabile primario. partito da esecutore, è diventato mandante, sfuggendo di mano anche ai suoi stessi (ex o quasi) sostenitori politici, praticamente formando un suo partito (o per i più cattivi: clan) al quale era impossibile dire di no.

      Elimina
  15. concordo sul fatto che non ci sia da gioire.
    c'è solo da sperare che si possa prendere slancio da questo TONFO e che i tanti dementi che popolano la nostra città possano finalmente CAPIRE !
    quanto ai posti di lavoro, e a chi dovrebbe levarsi dai coglioni, come sempre andrà nel modo più ingiusto possibile . poltrona già pronta per franchino, pare alla Società della Salute
    SVEGLIA SENESI !

    RispondiElimina
  16. Mah, io resto basita a leggere tutte le str... che sono sate dette specialmente in questi ultimi giorni dai vari personaggi che dovrebbero amministrarci, governarci. Ma in che mani siamo? Spero davvero che sia arrivato il momento di un cambiamento radicale, di gente nuova, di persone che antepongano gli interessi della città e della gente ai propri. Ma come si fa a continuare a sopportare questa patetica forma di vittimismo? Questa lagna non si sopporta più. Ma il massimo mi pare la dichiarazione del Ceccuzzi di ieri: "...non mi farò annientare e lotterò perchè sono convinto di appartenere alla parte migliore della città." Certo c'ha un bel fegato e una bella faccia a... gomitolo!

    RispondiElimina
  17. Che pena vedere i furboni che tenterebbero di criticare chi veramente ha messo in crisi la maggioranza dopo quasi 70 ann di regime. E quel Santo (di santa c'è la pazienza a sopportare i suoi sfoghi isterici). Per me De Risi è stato la chiave di volta di tutta l'operazione "a casa i vandali", impensabile fino ad un anno fa e con l'atteggiamento della vecchia opposizione, pur seria e rigorosa; la sua mozione del 29 novembre ha scavato il solco tra le anime (dannate) della maggioranza che ha portato allo scontro sulle poltrone e alla fine del Sistema Siena, di cui è stato integrale anche una parte del PDL. Questa è la verità e di questo lo ringrazio. Non solo, ma è riuscito a fare ciò con intelligenza, coerenza e rispetto della Città, ha avuto il coraggio di prendere decisioni coraggiose quanto scomode e il suo nuovo modo di fare opposizione, troppo facile dire sempre no e non proporre niente, è stato strategico e vincente. E concordo soprattutto l'ultimo voto e le motivazioni dette da De Risi: "finalmente il mio voto è ininfluente e non strumentalizzabile, quindi sono libero di dire ciò che voglio, mi rifiuto di partecipare al peggior teatrino della politica e di votare con una qualsiasi parte di questa maggioranza". Bravo, e aggiungo io: visto che il risultato di fare cadere Ceccuzzi era già in cassaforte (dopo Mussari manca solo Mancini), ha fatto bene a non schierarsi, e quindi inquinarsi, con nessuno di questi lobbisti, anche in considerazione delle voci che iniziano ad arrivare su un'eventuale coalizione di "vecchi e trombati" che va dal Falorni alla Margherita, da parte del PDL a exexex, (probabilmente tutti i firmatari della famosa mozione di sfiducia), che vorrebbero rimettere le mani sulla Città nel 2013. Sono solo voci? Il tempo lo dirà.
    Aria nuova, fuori il vecchio e le lobby !! Avanti i giovani e i Senesi che vogliono bene alla Città!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Isterico prima di tutto sarà Lei. Poi come detto altre volte leggere il mio blog non è che lo ordina il dottore. Comunque se Lei e altri (sappiamo chi) avete voglia di raccontare le novelle vA benissimo. Il Sindaco è caduto per problemi interni al PD... Lei la veda come vuole...

      Elimina
    2. Enlightened Brother6 giugno 2012 21:35

      Santo non te la prendere, questi sostituiscono la grappa al cappuccino. Corradi e De Risi si sono sputtanati con tutta la città e ora la vogliono far passare come una vittoria loro. Altro che Massimiliano Margot ci può credere e una parte di una nota associazione piuttosto dura, dura come la pietra che però di sereno non ha proprio niente. Seddiovole faranno la stessa fine del chianino: fuori dai coglioni e via!

      Elimina
  18. Ovvia giù il 12 Giugno mi toccherà prende quest'appuntamento dal Pesca..... Pensare che i tatuaggi non mi piacciono nemmeno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. te lo tatui davvero ???
      ma utilitario o.....station wagon ???
      fai una cosa piccina, tanto quel che conta è mantenere la promessa !

      Elimina
    2. il chimico sei un idolo ... ma sei l'ali' il chimico di saddammiana memoria o sei un chimico generico ?

      Elimina
    3. E poi proprio in fronte... chissà che non lanci una nuova moda!

      Elimina
  19. Secondo me se i montepaschini durante l'orario di lavoro pensano a lavorare invece che a guardare feisbuc, i siti delle squadre sportive e quelli di turismo e i blog anonimi o palesi è parecchio meglio. Possono farlo da casa no? o nella pausa pranzo con i telefonini... magari non quelli aziendali!

    RispondiElimina
  20. Ora santificare il De Risi per quello che è successo, è da paranormali. Diamo al Monaci quel che è del Monaci. Non vedere più le facce del Ceccuzzi,del Cannamela in consiglio comunale,non ha prezzo !

    RispondiElimina
  21. Sappiamo tutti perché il cosiddetto sistema siena è arrivato a questo punto. Adesso è ipocrita piangere, far finta di non capire. A Siena chi non ha avuto profitti dal sistema siena? Posti di lavoro importanti senza concorso, appartamenti affittati al nero, squadre di basket e di calcio ai vertici per anni, e altro ancora.
    Prima, quando il mulino girava e macinava, tutti zitti, adesso che il mulino non macina più tutti a piangere.
    Perché a Siena tutti votavano PD? Per amore della democrazia?

    RispondiElimina
  22. http://bizzeffe.wordpress.com/2011/03/04/la-corsa-di-alessandro-senza-la-ruota-leghista/

    RispondiElimina
  23. All'interlocutore che mi accusa di essere "il vecchio", rispondo che me ne vanto, perché fin quando c'è stato il PCI a partecipare al governo di Siena mi sembra che siano state fatte scelte fondamentali di sviluppo per la città. Il "nuovismo" derivato dall'età mi sembra scoraggiante.
    Laura Vigni

    RispondiElimina
  24. Voi al cappuccino e alla grappa sostituite ben altro per dire tutte le c....te che dite, vero silvio,luca, pierluigi e co. Fratelli illuminati?
    Ci mancava solo l' inglesismo per rendervi piu' ridicoli

    RispondiElimina
  25. "in secondo luogo, autotassazione delle 17 Contrade per sgravare il Comune dalle spese per l'organizzazione della carriera (lui ha proposto 15mila euro a popolo)."
    Siamo alle solite !!!! I politici, siano essi locali o nazionali, devono avere i coccodrilli nelle tasche. Non ho mai sentito dire a nessuno di loro : rinunciamo ai ns. Emolumenti !!!!
    Andrea da Kamollia

    RispondiElimina
  26. sinistra per siena non è vecchia?
    tra ex assessori, ex consiglieri comunali, ex funzionari di partito, ex impiegati del comune, tra ex e attuali nominati in fondazione è una banda buffa.
    comunque laura vigni è una persona seria, non considero tali però tanti del suo gruppo. Speriamo che scelga bene i compagni di viaggio per il 2013. vedo che è nell'osservatorio civico e quello mi sembra un contenitore nuovo e promettente, basta partiti.

    RispondiElimina
  27. Per chi non l'avesse capito, martedì è stato smascherato il doppio gioco del Corradi che faceva da "passacarte" all'ex-sindaco Ceccuzzi ed il gioco politicamente incomprensibile di Pietraserena. Questa dinamica ha indicato chiaramente chi sia dalla parte del cambiamento della città e chi invece della conservazione dello status-quo. evidente dalla storia passata del Ceccuzzi.

    RispondiElimina
  28. Il gioco di Pietraserena è politicamente incomprensibile per i ritardati mentali e per i disinformatori.
    Per le perosne normali come me è comprensibilissimo, avevano in mano le sorti del sistema Siena e, coerentemente, l'hanno affossato come avevano promesso non più tardi di un anno fa. Questa è la pura verità. Se volevano invece di 17 contrari e 15 a favore erano 17 a favore e 15 contrari e il Ceccuzzi era salvo.
    Che cazzata hai detto cog...one||

    RispondiElimina