Cerca nel blog

lunedì 18 giugno 2012

Sanità senesota: siamo vicini al redde rationem...

     Il buco dell'Università, quello l'aveva raccontato, con dovizia di particolari scabrosi, in anteprima Giovanni Grasso sul suo blog (e il Corriere di Siena: ma a cose fatte, e da una curiosa ottica pro-Tosi...); sulle problematiche di Banca, Fondazione e Sistema Siena in quanto tale, si può dire: questo blog le aveva preannunciate tutte, o per primo, o fra i primissimi.
Sulla Sanità senesota, idem: chi abbia voglia e tempo, vada a riguardarsi gli articoli del 9 e del del 16 dicembre 2011. Ci troverà interessanti spunti sul Bilancio dell'Asl 7. Più attuali che mai; profetici, verrebbe il caso di dire.

   L'Italia è ormai cosparsa, a macchia di leopardo, di interventi dell'autorità giudiziaria sulla Sanità: in Lombardia, Formigoni per quello è in fibrillazione (indagato il Direttore generale dell'Assessorato alla Sanità Carlo Lucchina); in Toscana, finora l'unico mega-buco emerso è quello di Massa-Carrara (a proposito, il Tribunale del Riesame ha rimesso in libertà l'ex Direttore generale Delvino, criticando al contempo aspramente l'operato della Regione Toscana e del Collegio sindacale per omesso controllo). Pare proprio che le clamorose falsificazioni dei Bilanci di Massa siano state fatte cambiando platealmente i dati presenti nel database dell'Asl, attraverso password NON IN USO da parte dei Direttori generali, ma da quanti avevano invece come compito la gestione prettamente amministrativa dell'azienda.

  Veniamo al Senese. Lo scorso 1 giugno, il Presidente della Regione (nonchè ex Assessore alla Sanità  toscana) Enrico Rossi ha apoditticamente dichiarato:
 "Pareggio di Bilancio dal 2009 e I CONTI DELLE ASL SONO CERTIFICATI"; non pago, si è messo a fare il primo della classe: "In sanità siamo avanti sette anni rispetto al resto dell'Italia", riproponendo - come se niente fosse emerso e stesse emergendo - il consueto refrain sulla assoluta qualità della sanità toscanota.
"Io c'ero, sono stato vigile e ho fatto il mio mestiere. Altri no...ho tenuto un comportamento esemplare e cristallino e sfido qualunque altro amministratore, in casi analoghi, a sottoporre a verifica di legalità come abbiamo fatto noi perchè NON ABBIAMO NULLA DA TEMERE".
Dopo queste parole così nette e perentorie del Presidente Rossi, noi ci leviamo il cappello e gli tributiamo il doveroso applauso. Bravo Presidente: così si risponde alle gratuite e malevoli voci sul proprio operato.
 Chiedendoci, al contempo, quanto segue: e se a Siena accadesse per il Bilancio 2010 ciò che è accaduto altrove in Toscana? Periodo ipotetico dell'irrealtà, ovviamente.  Anche perchè il Direttore generale era allora la futura moglie del Rossi stesso (a differenza di Delvino, esperta di conti, quindi ipertitolata a controllare); che farebbe, l'esemplare Rossi? Giocherebbe forse la carta dell'amico Alberto Monaci (lui con il Consigliere divenuto anticeccuzziano Anna Gioia, sua consorte), vale a dire che a casa non si parla di politica e di lavoro, quindi di sanità?
 Responsabile delle politiche del Bilancio all'epoca era il dottor Grazioso (rimando ai post del dicembre 2011), poi promosso dalla dottoressa Benedetto stessa (senza alcun concorso!) a MASSIMO RESPONSABILE DELLA GESTIONE ECONOMICA E FINANZIARIA DELL'ASL 7 "per il suo impegno, nonchè per gli ottimi risultati conseguiti fino al momento attuale".
La Società di revisione contabile a cui era stato affidato il compito di certificazione del Bilancio 2010 era l'autorevole KPMG.
 Una domanda, però, si pone (non di poco conto): il Bilancio 2010, è stato EFFETTIVAMENTE CERTIFICATO (con tanto di firma di chi di dovere, cioè del dottor Todeschini) dalla suddetta KPMG?
E ancora ( questa domanda è chiaramente legatissima alla precedente): la KPMG è stata pagata, ricompensata per il lavoro svolto in sede di certificazione del Bilancio 2010?
Domandonissima terminale: se a queste domande NON si potesse rispondere affermativamente, a chi toccherebbe andare dalla Magistratura quanto prima, con tanto di libri contabili in mano? All'attuale Direttore generale Pestelli, al neoassessore regionale alla Salute Marroni, o a...qualcun altro ancora?

Ps In un commento all'articolo dello scorso 16 dicembre, tale Carlo (pseudonimo?) scriveva:
 "Caro Eretico forse questa non la sai a proposito di geni e Mozart dei bilanci. Il Grazioso è stato ritenuto così bravo ed "affidabile" che è stato pure nominato dagli organi regionali (su indicazione della Benedetto) consulente per la verifica ...del buco di bilancio dell'ASL di Massa Carrara!!!".
Nessuno ha mai smentito, in proposito, da dicembre ad ora: non sarà mica una notizia vera, eh?

17 commenti:

  1. Sento salire odori balsamici anche da questo settore della vita senese. Siamo a posto. Ma se per caso si diventa Capitale della Cultura che gli si racconta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cultura ce l'abbiamo....della frode...siamo proprio sicuri di essere diversi dal resto dell'italia???
      Ho sempre votato a sinistra...comincio a vergognarmi di averlo fatto...e non sono sicuramente il tipo che rinnega ciò che fa.
      Stiamo assistendo anche in toscana alla modalità ormai conosciuta....fare politica per poi assicurarsi una carriera soprattutto negli enti pubblici!!! Sembra che sia dovuto..quasi obbligatorio...e noi tutti a guardare!!

      Elimina
    2. Quanto hai ragione Giorgia!! anche io ho sempre votato PD, ma ora non voterò mai più, nessuno, nè PD nè tantomeno altri! non sono di Siena, ma vivo qui da anni e mi sembrava di stare in un'isola felice..invece..CHE DELUSIONE! che delusione questa politica, questo modo di fare, questo modo di gestire le cose di noi cittadini..e la Sanità Pubblica, in cui io credo tanto..

      Elimina
    3. A Siena ci sono molte persone che come lei hanno sempre votato Ds/Margherita e poi PD. Vengono a galla i disastri del PD e cosa si dice? "Non voterò mai più PD (mi pare il minimo!) né tantomeno altri". Ma come?! Si riconosce di chi è la colpa e poi si decide di non votare qualcun'altro per vedere come è, anche solo per il brivido di provare qualcosa di nuovo...
      Con tutto il rispetto possibile: questi discorsi fanno cadere le braccia! Vogliamo avere il coraggio di far valere quel poco di democrazia che ci è concessa? Vogliamo vedere cosa succede con l'alternanza di governo? La delusione c'è eccome, e allora? Andiamo avanti, per favore! Così state solo rovinando il futuro dei vostri figli - quorum ego.
      È ora di cambiare la classe dirigente di Siena e Provincia: tutto il resto sono solo scuse, magari valide, ma scuse.

      Francesco Aldo Tucci

      Elimina
    4. Sono solo profondamente delusa dalla politica, ecco tutto..il futuro? quale futuro? a noi ce lo hanno già distrutto!! bene, cambiamo la classe dirigente, ma dateci un'alternativa valida!

      Elimina
  2. Promemoria 18/06/2012
    Il 18 giugno 1858, Charles Darwin riceve una lettera da Alfred Russell Wallace dove sembra arrivare alle sue stesse conclusioni a riguardo dell’origine della specie.
    E’ grazie a questa lettera di 154 anni fa che Darwin si decide a pubblicare un’opera che cambierà il corso del pensiero umano, e che ancora oggi viene ostacolata, “L’Origine della specie”.
    Un grazie di cuore a chi ha fatto della ricerca AUTONOMA un modo di vita.
    IMMAGINATE SE L'AVESSE RICEVUTA CECCUZZI!

    RispondiElimina
  3. Contradaiolo Semplice19 giugno 2012 02:17

    Capitale della cultura?.....su cosa si regge?Papesse chiuse,sms contemporanea foco fatuo ormai spento con marco pierini volato alla gam di modena in silenzio(eppure sia le papesse che sms avevano creato mostre molto interessanti).lo scialaquo montepaschino ha prodotto solo cose faraoniche(in cachet)e orrende(sotto il profilo critico).....esempio ?"arte genio follia"era solo un guazzabuglio senza capo ne'coda,stroncato da stampa specializzata....come sulla stampa specializzata siamo spesso stati vilipesi(scontro tra politi direttore di flash art e ex ex cenni).....in una citta dove sono considerati artisti solo dei modesti artigiani(grazi,pizzichini)e dive seri giovani artisti(carone,vanni)sono noti ai piu'solo per la realizzazione del drappellone di che cultura vuole parlare???????....provinciale,mediocre......sono state aperte due coraggiose e interessanti gallerie di arte contemporanea di recente.....a tutte le inaugurazioni solo pochi giovani appassionati......giornalisti locali nemmeno l'ombra.......qunidi per siena capitale faremo una bella felpa,magari con la data della maesta'di duccio?.......il mondo nel frattempo e'andaro avanti.

    RispondiElimina
  4. Contradaiolo Semplice19 giugno 2012 02:29

    Ma siena capitale della cultura su che cosa si regge?papesse chiuso,sms contemporanea con marco pierini volato alla gam
    Di modena....lo
    Scialaquare montepaschino ha prodotto solo cose orrende("arte genio follia"......250 milae per un guazzabuglio senza ne capo ne coda,stroncato da stampa soecializzata).oppure la superbia senese(l ex ex cenni)ha portato a ridicole prese di posizione contro editori importanti(diatriba cenni con politi,direttire di flash art)....per non parlare della figura epocale del ex ex cenni con mario
    Ceroli per la scultura a san domenico....esempi di quanto siena e lontana dalla cultura contemporanea ce ne sono tanti.....per la candidatura magari facciamo una bella felpa....con la data magari della maesta'di duccio.....sperando che non ce ne vogliano che il
    Mondo e'andato avanti....

    RispondiElimina
  5. Bastardo Senza Gloria19 giugno 2012 09:04

    Io non vorrei che siccome la sanità toscana è avanti sette anni, non ce la faccia a guardarsi indietro.
    Nella sanità toscana è tutto così veloce......sembra di essere al CERN con tutti questi "neutrini".....
    Può gentilmente il Sig. Rossi rispondere a certe domande?
    Anche se è troppo avanti, noi, senza la pretesa di metterci al suo passo, l'ascolteremmo.

    RispondiElimina
  6. Caro Eretico,

    Mi spieghi meglio questa cosa delle Password a cui accenni ?
    ... non ci voglio credere ...

    Io però mi devo ridomandare una cosa, per l'ennesima volta. MA tutti questi soldi che muccona e mucchina elargivano al territorio che fine hanno fatto ?

    se tutti gli enti avevano bisogno dei soldi extra per fare pari (ossia usare risorse straordinarie per spesa corrente) vuol dire che qualcosa non funziona a livello di sistema.

    Esempio USL Massa o UNISI. Se una spesa "normale" in tempi "normali" implica un buco di 200 milioni e rotti significa che spendiamo per la normale esistenza di questi una cifra non compatibile con la loro esistenza ?

    Oppure è tutto semplicemente riconducibile al solo fatto del furto? delle persone che si intascano i soldi pubblici?
    La gente ruba (ci credo) ma non di temi che questa cosa sia una % tale da creare buchi di questo ordine di grandezza (non ci credo)

    E' interessante che i buchi oramai siano quasi tutti negli enti locali e/o loro controllate e/o all'interno della loro sfera di influenza. Che tutto questo alla fine di tutto riporti ad una rinascita dello stato accentratore?

    F.to
    L'Anonimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per poter accedere al data-base della contabilità di un'azienda e poter inserire nuove o "correggere" scritture contabili occorre poter disporre della password di accesso.
      Nel caso di Massa pare che il dr. Delvino non ne disponesse,invece il direttore amministrativo ed il responsabile della contabilità sì.

      Elimina
  7. Eretico, mi stupisci.
    Googla per
    "tommaso grazioso" asl massa carrara
    e avrai risposta ai tuoi dubbi direttamente dagli atti parlamentari

    all the best
    Larry Page

    RispondiElimina
  8. Non sono Carlo ma l'informazione fornita da Carlo corrisponde al vero.
    Infatti ,con delibera n.832 del 30/12/2010 , il direttore generale - dr.ssa Benedetto - su proposta del dr. Ghezzi
    ( che guarda caso è sempre associato al dr. Grazioso )
    stipula una convenzione con l'azienda USL 1 di Massa e Carrara per mettere a disposizione di quest'ultima
    " le prestazioni del dr. Tommaso Grazioso per l'effettuazione di attività di supporto nell'opera di revisione contabile ".
    Vale a dire che la dr.ssa Benedetto apprezzava così
    tanto le capacità e l'operato del dr. Grazioso
    da indicarlo al Commissario di quella ASL (da poco nominato dal governatore Rossi )come consulente per approfondire e verificare l'entità del " buco ".

    Quale miglior esperto poteva trovare ?
    Il dr . Grazioso , lui sì che se ne intende ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se cercate su Google :
      pescini,manghisi e grazioso asl massa carrara
      troverete informazioni interessanti su questi tre personaggi.
      Chi sono costoro ?
      Sono i " tecnici esperti " nominati consulenti regionali nell'ottobre 2010 ,subito dopo la defenestrazione di Delvino -direttore generale dell'ASL di Massa- e perciò inviati insieme al prof.Persiani,già discusso e controverso consulente da circa 1 decennio dell'assessorato regionale,ad affiancare la dr. ssa De Lauretis
      (Commissaria all'ASL 1 di Massa ).
      Come "ricompensa " per la professionalità e l'impegno dimostrati in quell'occasione sono stati tutti promossi e premiati sul campo.
      Il dr. Lorenzo Pescini è stato nominato poi Direttore Amministrativo dell'ASL di Massa.
      Il dr. Gabriele Menghisi , con la famigerata procedura del 15 septies (abusata anche all'ASL di Siena),è diventato dirigente dell'U.O. Gestioni Economiche e Finanziarie dell'ASL di Massa.
      Infine il dr.Tommaso Grazioso è stato poi nominato ,senza nessuna procedura di selezione ,
      Direttore dell'U.O. Gestioni Economiche e Finanziarie dell'ASL 7 di Siena !!

      Elimina
    2. Se mi dici chi sei, o mi dai un tuo riferimento, potrei illuminarti su 'fatti' piuttosto che su 'atti' ai quali fai riferimento, dei quali conosci il 'titolo' ma non i contenuti nè i presupposti. Cordialità

      Elimina
  9. caro eretico, chiedo il Tuo aiuto per un aggiornamento sui fatti dell'Università che come ben dici non sempre trovano puntuale ed esauriente commento da parte dei media(?)locali.
    A che punto è l'inchiesta della Magistratura? Stà andando avanti? Ma i componenti del Collegio Sindacale, che essendo Organo di Controllo sono forse più colpevoli di altri (non mi ricordo chi fossero,mi pare erano in tre tra Presidente e membri) sono stati inquisiti? Grazie
    Il Pescatore ( mi chiamerò così anzi mi firmerò così,almeno per il momento...)

    RispondiElimina
  10. Povero Eretico pensi ancora che il Pestelli porti qualche cambiamento, allora sei un illuso, il Pestelli continua come quelli prima a spendere un sacco di soldi per pagare gente interinale entrata senza concorso ma cosi' a chiamata con conoscenze, gente molto arrogante e piena di se. La Regione Toscana tramite l'Estav ha spesso tanti soldi per un concorsone di amministrativi che può essere usato anche a tempo determinato ma che nessuno usa, almeno quei ragazzi hanno studiato e si meritano un riconoscimento invece Lui continua ancora a tenere in essere questi contratti interinali veramente discutibili nella forma e nella sostanza, che ne dirà secondo te la Corte dei Conti di tale spreco di soldi pubblici?

    RispondiElimina