Cerca nel blog

lunedì 14 gennaio 2013

Primarie Pd al via: Franchino versus Pasqualito!

 
  Garriscono al vento, le bandiere piddine, nelle sedi del partitone disseminate per la città: è la settimana dell'Avvento (delle primarie piddine, appunto).
Fra una settimana, sapremo finalmente chi sarà riuscito a vincere (sic).
 L'eretico - noto amante del rischio - si lancia in un pronostico: vince nettamente Franchino il Ceccuzzi!
 Alcuni piddini a tutto tondo (tessera Arci-Coop-Pd, per capirsi) vanno però a votare, indirizzati all'uopo, per Pasqualito D'Onofrio, portabandiera di Sel (Vendola), unico antagonista (parola grossa, in effetti) del Ceccuzzi.
 Altra previsione ereticale, da tenere bene a mente, e da ricontrollare: lunedì mattina, sui media, Giulio Carli e il nobile che fa il segretario provinciale del partitone diranno che "si è trattato di una autentico esercizio di democrazia, che ha rilanciato la partecipazione in un momento in cui i populismi sembrano prevalere".
 Dulcis in fundo, sempre gli stessi due diranno (forse l'hanno già detto, ma repetita iuvant):
 "adesso facciamo spazio alle idee, basta con i personalismi".
Volete vedere che l'eretico le azzecca tutte? Troppo facile, si dirà: ma il problema non pare allora essere ereticale, quanto di chi ha voluto in tutti i modi celebrare questa triste liturgia politica entro gennaio, 3 o 4 mesi prima della data del voto effettivo. Andate a vedere dalle parti della Lunigiana, quando si fanno le primarie per il Sindaco: un uccellino mi ha detto il 7 aprile. Curioso, eh?

  Financo Robertino Barzanti - che prima di criticare Franchino recita tre terzine dantesche, per poi non farne di niente - deve obtorto collo ammettere che queste primarie hanno lo stesso appeal di una fila alle poste per pagare una bolletta scaduta:
"...sarebbe utile che primarie vere si svolgessero con un grado accettabile di contendibilità. Un duello fra Ceccuzzi e D'Onofrio è davvero poco trascinante (Gazzettino senese)".
Tradotto dall'aulico linguaggio politologico barzantiano, il suo pensiero così si sostanzia: queste primarie sono una buffonata totale, e lo scontro fra Franchino e Pasqualito è risibile.
 Se lo dice (lo pensa) lui, allora siamo davvero alla frutta: in effetti nessuno si aspettava grandi cose da queste primarie (prima che improvvisamente si materializzasse il Valentini), ma indubbiamente le più nefaste previsioni, dal punto di vista piddino, si sono avverate. Una sorta di tempesta perfetta. Vediamo se le  variegate opposizioni - che non le fa tout court - ne saprà approfittare

   L'unica curiosità politologica degna di questo nome, pare a questo punto essere il ruolo del reprobo (del neoreprobo, per meglio dire) Bruno Valentini: che farà? Come si orienteranno i suoi firmatari? Si presume che resteranno a casina, ma si vedrà.
 E per cercare di alzare il numero dei votanti, cosa inventeranno Franchino e la CeccuzziJugend? Ultima domanda: se uno ha la tessera Pd (ed anche dell'Arci e della Coop, e alle terme va sempre all'Antica querciolaia), ma una volta in un BARRE ha detto male, in pubblico, di Franchino, il diritto di voto lo conserva, o viene rimandato indietro?

Ps Non cerchiamo dietrologie (voglio sperare!): da Siena Tv mi hanno appena comunicato che l'intervista all'eretico è stata spostata da martedì 16 a martedì 22, sempre verso le 22. Speriamo bene...
 

28 commenti:

  1. Bastardo Senza Gloria14 gennaio 2013 20:51

    Secondo me le primarie sono frutto di un processo democratico con relativo coinvolgimento del cittadino, che consente quella spinta a spirale non tangente ma parallela, con supercazzola con...scappellamenteo....a sinistra, come se fosse antani.
    P.s. Te l'avevo detto che con la radiotelevisione senese non avevi santi in paradiso......ahahah!! Comunque aspetteremo fiduciosi il 22......poi quando hai un minuto, caro professore mio, ti voglio illustrare un mio progetto di creare una radio tutta nostra....vediamo poi se riuscirò, nel caso, a fare una intervista al mio "caporedattore".....ahahah!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. L'unica via praticabile di fronte a questa ennesima buffonata è che il Valentini rompa esplicitamente con il Pd dominato da Franchino e cerchi un'alleanza seria con la Laura Vigni.
    Vincono alla grande e Siena avrebbe una sinistra moderata e presentabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora con la sinistra a Siena??!!
      Ma qui siamo fuori di testa!!

      Elimina
    2. Una domanda a tutti i senesi: "Ma se fino ad oggi la sinistra a combinato nella nostra città tutto quello che stiamo vivendo e vedendo, secondo voi, cosa potremmo rimetterci una sola volta a provare a cambiare? Potrebbe forse andare peggio?

      Elimina
  3. Hai dimenticato una cosa! Dopo la vittoria scontata di Franchino, il grande economista Carli ci racconterà che chiunque avrebbe potuto presentarsi per concorrere con cotanto campione e solo l'assoluto rispetto delle sacrosante regole democratiche, faro costantemente acceso in questo partito, ha messo di fronte solo due concorrenti!

    RispondiElimina
  4. Oggi, lunedì 14 gennaio, in due diversi momenti della giornata si sono svolte due iniziative su turismo. A Palazzo Patrizi nel pomeriggio, un malconcio Ceccuzzi non è stato neppure in grado di gestire da solo un'iniziativa di questo tipo e, per dare alla stessa un minimo di senso ha dovuto chiamare, oltre all'inutile Mugnaioli, un professore universitario esperto in materia. Presso la saletta dei mutilati, in un freddo e piovoso dopocena, il temerario Valentini, ha affrontato "a braccio" sullo stesso tema un'intera platea di cittadini e operatori del settore. La differenza è tutta qui.

    RispondiElimina
  5. si si, tutto vero e tutto condivisibile.
    io mi fermerei però subito all'analisi "iniziale" del constatare la presenza di questi due contendenti.....nel senso che non c'è nemmeno bisogno di addentrarsi in ulteriori svisceramenti : questa città pare proprio non voler capire. ma dove si vuole andare con queste solite facce ? così poche persone hanno capito l'antifona ?
    cosa occorre per capire che serve una svolta TOTALE, vedere scene quasi da guerra civile tipo argentina o grecia con gente in strada che sfascia tutto perchè non ha da che mangiare ? non lo so cosa abbia nella testa il senese-piddino.
    l'unica speranza è che Ceccuzzi una volta girato san martino (primarie PD) arrivi al casato (elezioni comunali) e batta una gropponata di quelle epocali !
    altrimenti ci meritiamo un commissariamento dietro l'altro !

    RispondiElimina
  6. addiritture l'intervista spostata al 22, che temano determini lo spostamento di voti verso D'Onofrio se in onda prima delle primarie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te l'avevo scritto che ti avrebbero oscurato: a questo giro ti rimandano, poi martedì prossimo ci sarà da parlare delle primarie, poi chissà...ciao ciao

      Elimina
    2. Concordo, non credo che Siena Tv trasmetterà l'incontro-intervista. Non sarebbe la prima volta ma tanto questi non hanno neanche il senso del ridicolo!!

      Elimina
  7. Non c'entra niente coll'argomento ma volevo solo dire GRAZIE all'Eretico per il suo blog e anche GRAZIE a tutti coloro che lasciano i propri commenti.
    Grazie perchè ci tiene informati su cosa succede a Siena e ci fa fare anche qualche grassa risata (amara....)

    Premesso questo, do anc'io il mio pronostico.
    Prima pagina del Corrierino con foto gigante del Ceccuzzi - distrutto dall'emozione e dalla fatica ma felice - che riceve le congratulazione dei suoi con scritta a caratteri cubitali "Plebiscito !"

    RispondiElimina
  8. Secondo noi le primarie saranno vinte a mani basse dal D’Onofrio detto Bombola o Foglia di Fico !
    Sono due settimane che viene pubblicato tutti i santi giorni dai tre gazzettini di lamporecchio con tanto di faccione lampadato alla berlusconi, ma soprattutto sciorinando poderosi programmi e sani sentimenti. Cioè tutti quelli sottratti agli altri candidati sindaci: Valentini, Tucci, Vigni, Neri.
    Curiosità: nel frattempo, alle Scotte, quando è chiuso nella stanza al telefono pagato dal contribuente, quando è sul corso del Policlinico a ciarlare, quando è non si sa dove, chi tra i suoi sgabelli fa il Facente Funzione alla dirigenza del potente servizio di anestesia ? E chi al posto suo para tutti i consueti casini colà perpetrati ?

    RispondiElimina
  9. L'unica cosa seria è che Valentini mandi a quel paese il PD e tutti gli altri partiti, compresa Laura Vigni che dopo l'apparentamento con IDV, Rifondazione Comunista e Comunisti Italiani, è praticamente tornata ad essere il PCI (o il PSIUP) di una volta, e guardi esclusivamente ai cittadini. L'unica cosa seria è che si metta a disposizione per fare una lista civica vera, dialogando con chi si è già mosso in questa direzione (e non centro il BARNUMCENTRO CIVICO), crogiuolo di distorti interessi che vede insieme PD ex Margherita ed ex Cenniani, PDL di Verdini, Fratelli d'Italia di La Russa e ora anche i Montiani, con l'incredibile candidatura di Alfredo Monaci per il Professore-vampiro. Una bella chiarezza non c'è che dire).
    Anche perchè tra i suoi firmatari ci sono tante persone che non voteranno mai nè il PD nè la sinistra, ma sono cittadini stufi del Ceccuzzi, dei partiti e dei grovigli senesoti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sono in parte d'accordo con te, ma sarei un po' più cauto nel santificare Valentini. Te lo dice un iscritto PD renziano che ha firmato convintamente per Valentini e che continuerà a sostenerlo. Però non ritengo giusto sputare sugli ex amici piddini che se ne sono orgogliosamente andati sbattendo la porta per colpa esclusivamente del Chianino detto Er Gengiva.D'altronde la Corte dei Conti ha dato loro ampiamente ragione. Ti sembra poco? E come dice il mio amico Bruno nei suoi incontri "...sono quarant'anni che faccio politica"...

      Elimina
    2. Se gli "ex amici piddini" sono gli ex margheritini ti faccio presente che se ne sono andati solo perchè hanno tolto loro le poltrone al MPS, altro che bilancio che è stata tutta una scusa. Il bilancio fallimentare è opera anche loro, l'hanno condiviso, ed eroso, per anni, fino al marzo 2012, ma di che si parla?

      Elimina
    3. no, gli ex piddini sono tantissimi, di diverse provenienze, ex margheritini, quelli confluiti nell'associazione Ora Siena, renziani o semplicemente quelli che non tollerano più lo Stalinismo del gengivone Franchino. Ti sembrano pochi?

      Elimina
    4. Anonimo delle 17,19, secondo i tuoi criteri di valutazione, il tuo amico Ceccuzzi, quali poltrone ha levato alla Corte dei Conti per far dare un giudizio così negativo sul suo bilancio di previsione, fatto votare al Consiglio Comunale tenendo in un cassetto un documento fondamentale per la valutazione? Spero che tu non abbia figli, altrimenti le tue difese nei confronti del dissestatore per eccellenza assumerebbero livelli ancora più gravi.

      Elimina
    5. Scusate se mi intrometto, ma una cosa che mi viene dalla pancia la devo dire. Si dice sempre che "gli ex margheritini se ne sono andati solo perchè hanno tolto loro le poltrone al MPS". Ma se c'era stato un accordo politico, dove Franchino aveva barattato la sua indiscussa candidatura al Comune di Siena, senza fare neppure le primarie (visto che già allora avrebbe potuto rischiare di perderle) in cambio di una serie di cessioni agli altri partiti della coalizione o correnti del PD, mi vuole spiegare per favore l'amico delle 17:19 per quale motivo il Ceccuzzi non doveva rispettare gli impegni? Ormai che aveva ottenuto quello che voleva e conquistato il potere poteva andare i cu.o a tutti? Era giusto fare l'asso pigliatutto? Il dittatore? Mah, non capisco perchè non si parla mai di questo. All'angolo dell'unto si dice che sono 15 anni che il Chianino non mantiene mai con nessuno le parole date. In altre zone d'Italia gli avrebbero sparato nel muso (nel suo caso nelle gengive). A Siena invece, nel Palio, chi fa questo non vince per 44 anni.

      Elimina
    6. All'anonimo delle 17:19 io devo invece chiedere un'altra cosa. Hai detto che il bilancio comunale era una scusa. Benissimo. Vorrei sapere come interpreti la delibera n.419 del 27/11/2012 della Corte dei Conti dove esprime una valutazione negativa, in merito al bilancio di previsione 2012 del Comune di Siena,"...in ordine alla programmazione, all'attendibilità degli equilibri e delle previsioni nonchè in ordine al rispetto del patto di stabilità, riservandosi le valutazioni sull'effettività delle misure complessivamente intraprese dall'Ente nell'esercizio e nel rendiconto 2012". E la condanna del TAR arrivata di cui abbiamo letto in questi giorni sui giornali? E che il Comune, stanno dicendo dalla ragioneria, si è fermato nei pagamenti dei fornitori al mese di luglio per mancanza di liquidità? E che da stamani sono arrivati in Comune gli ispettori ministeriali dove si accamperanno per i prossimi due o tre mesi? Non voglio difendere con questo i margheritini (considera che io provengo dal vecchio PCI e sono stato consigliere comunale ormai diversi anni fa)ma hai un'idea delle responsabilità personali di un Consigliere Comunale nell'approvare un Bilancio siffatto? L'Università degli Studi di Siena non ti dice nulla?

      Elimina
    7. Se c'è stato l'accordo politico che dice l'anonimo delle 00.02 la ritengo una cosa ributtante e forse degna di qualche indagine accurata. Rispettare gli impegni? Ma di che si sta parlando? Impegni,o meglio accordi personali sottobanco che passano sulla testa dei cittadini, ma per favore!
      Sarebbe la conferma di quello che dico da sempre: non solo devono andare TUTTI a casa i "guastatori" di Siena, PD, ex DS, ex Margherita, Ora Siena, Nero su Bianco, Ceccuzzi, Cenni, Monaci, Mancini e compagnia cantando, ma si devono scusare con i cittadini per tutto quello che hanno combinato con i loro inciuci personali. Anche nel bilancio le responsabilità non sono solo di ceccuzzi, ma anche di quelli che lo hanno sempre apoggiato fino alla primavera 2012, e soprattutto di chi lo ha preceduto come Sindaco,Giunta e consiglieri nei 10 anni precedenti. E come dicono ora tanti, da Valentini a Bersani, non è pensabile fare governare di nuovo chi è responsabile di tali danni; vale per Berlusconi ma anche per TUTTO il PD locale.

      Elimina
    8. giusto per opportuna precisione : gli ispettori piazzatisi a Palazzo non sono ministeriali ma addirittura peggio, cioè DELLA PROCURA DELLA CORTE DEI CONTI !
      quando arrivano quelli è un bel casino, ma grosso grosso.
      purtroppo se ne vedranno delle belle, ovviamente sempre a scapito dei dipendenti, tra i quali ci saranno diversi imboscati ma anche tante persone serie ed oneste.

      mi accodo anche io al grido di TUTTI A CASA !

      Elimina
  10. Ho letto su Fratello Illuminato il sms e la relativa risposta data dal Sig. Marconi al Ceccuzzi. Ecco, io spero che Siena sia piena di gente così e, come dice F di P F batta una bella musata!

    RispondiElimina
  11. Vedo che Franchino dice che il turismo è la nostra prima risorsa (Sms docet).
    Ha del tutto ragione, ormai: quella che prima di lui era la principale, l'hanno fatta andare via lui ed i suoi amiconi...

    L'eretico

    RispondiElimina
  12. La novella dello stento
    La novella dello stento
    che dura tanto tempo
    la vuoi sentir?
    Si.
    Non si dice si
    alla novella dello stento
    che dura tanto tempo
    la vuoi sentir?
    No.
    Non si dice no
    alla novella dello stento
    che dura tanto tempo
    la vuoi sentir?
    Si.
    Non si dice si
    alla novella dello stento
    che dura tanto tempo
    la vuoi sentir?
    No...ecc

    Ecco, la suddetta filastrocca, che mi raccontava la nonna per farmi addormentare,mi sembra appropriata a proposito delle cose che ha detto e che dice il candidato Sindaco!

    RispondiElimina
  13. Io spero che Franchino e D'Onofrio pareggino avendo i medesimi voti.
    Solo per la curiosità di vedere cosa inventa il Ceccuzzi.

    RispondiElimina
  14. A volte, spinto da un'insana fede pseudo sportiva, l'ho criticata commentando i suoi articoli su Minucci, ma quando leggo articoli come questo non posso che riconoscere che lei è un grande... standing ovation! Stefano

    RispondiElimina
  15. Ma com'è diventato saggio il nostro Franchino: nel periodo che è passato dalle dimissioni ad oggi deve aver fatto qualche corso di meditazione! Ora pensa a rilanciare l'edilizia attraverso il ruecupero degli spazi, al diritto alla salute, addirittura si preoccupa delle mura, del Santa Maria, della cultura... Ma quando c'era che faceva,dormiva?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .....o forse "non era il suo mestiere" a proposito che mestiere faceva? quale è la sua qualifica? ah saperlo!!!!

      Elimina