Cerca nel blog

martedì 26 febbraio 2013

Analisi del voto (e domani tutti alla manifestazione!)


  Eccoci dunque arrivati al day after delle clamorose (e sciistische) elezioni politiche del febbraio 2013.
 Oltre a Beppe Grillo (sul quale ovviamente torneremo a brevissimo), grazie all'inazione piddina l'autentico vincitore, nonostante l'emorragia di voti, è Silvio Berlusconi, ancora una volta (se Dio vuole, sarà l'ultima) salvato dal gruppo dirigente bersanian-dalemiano.
 Per Bersani (sconfitto anche nella sua Bettola!), non resterebbe che una strada, di decoro politico: le dimissioni. Un partito che non riesce a vincere davvero contro un cadavere politico come il Berlusconi di tre, quattro mesi fa, è come un calciatore che tira fuori un rigore a porta vuota. Non solo c'è l'errore, macroscopico, di avere impedito a Renzi (tramite primarie blindatissime, con un successo, quello del segretario, conquistato nelle roccaforti calabresi e campane, proprio come nelle precedenti primarie) di fare il candidato, ritagliandosi un ruolo di peso all'interno del partito (il massimo cui l'apparatcik Bersani potrebbe aspirare); c'è anche l'errore, successivo, di avere rifiutato la proposta di alleanza con Ingroia: non credo ci sarebbe stato un singolo elettore che non avrebbe votato un Pd alleato con l'ex Pm (d'altro canto, Di Pietro è un alleato "storico" del Pd: D'Alema voluit...), ed oggi quel peraltro magro bottino portato in dote da Ingroia renderebbe sic et simpliciter l'Italia governabile. Bersani, invece, con la consueta superiorità ha preteso la desistenza, senza concedere niente in cambio. Chapeau.
La ragione antropologica della clamorosa non vittoria bersaniana risiede proprio in quel mai sopito complesso di superiorità, che non si placa nemmeno dopo i peggiori scandali, Mps e non solo: gli altri (i grillini), erano fascisti, a fine agosto; in televisione, si va poco, visti i risultati; nelle piazze, poi? No, si va nei teatri, che si sta più al calduccio e le contestazioni sono più rare, perchè c'è sempre un filtro.
 Perlina finale: tutto il vecchio gruppo dirigente, cooptato nel futuro Governo guidato dallo "statista" di Bettola. D'Alema? Ottimo Ministro degli Esteri; magari Rosaria alle Pari opportunità. Ed un posticino per Waltere, non glielo vogliamo proprio trovare?

 Grillo, da par suo, andrebbe ringraziato, anche da parte di chi non lo ha votato. Come lui stesso dice, ha garantito (almeno per ora) che il malessere e la rabbia sociale sfociassero in altro, rispetto a quello che è stato: l'esaltatore dei carri armati sovietici a Budapest (Giorgio Napolitano), lo dovrebbe omaggiare. Ha dato un'alternativa, vedremo se ben riposta, ai delusi, di destra e di sinistra e di centro; ha contenuto inoltre l'astensionismo, cresciuto ma senza i toni drammatici della Sicilia.
Come ha scritto Massimo Fini, chi è che non preferirebbe il salto nel vuoto, di fronte ad un suicidio assistito come quello propostoci da chi ci ha portato fin qui?
 La sfida del Movimento è adesso quella di maggiore democrazia interna (ma nessun partito, a partire dal Pd, può permettersi di scagliare la prima pietra, sia benissimo chiaro: proprio partendo dalle primarie!), e di una posizione più chiara e netta su certi temi (ne indico due: l'euro ed i diritti civili). Vedremo; ma già quello che abbiamo visto, pare significativo assai...

Ps Ricordo ai lettori la manifestazione di domani pomeriggio (ore 18 in Piazza del Campo, poi prosecuzione verso Piazza Salimbeni; non si sa ancora se la dottoressa Dalla Riva si affaccerà a salutare i convenuti...).
Ognuno faccia come gli pare e piace, ci mancherebbe anche altro; poteva essere organizzata prima, meglio e financo con la copertura della Cnn.
Se aspettate però che l'organizzi il Pd, un evento di questo tipo, vi conviene mettervi il cappotto e muovere le chiappe. 

33 commenti:

  1. Piu' che dal risultato del PD e del Movimento di Grillo,che ci si aspettava, all'estero siamo allibiti per il fatto che in Italia ci siano ancora tanti irriducibili cialtroni che votano pdl.
    In quanto al PD, spero che questo sia l'allarme per correggere la propria rotta - anche con un processo di "svecchiamento" della dirigenza - che conduce solo alla disfatta completa, evitata ieri giusto per un pelo. Altrimenti passera' il barbiere e non ci sara' neppure un pelo a cui aggrapparsi. Altro che governissimo dei miei stivali.

    Un'elettrice italiana all'estero alias Lucrezia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Lucrezia. Ti posso assicurare che anche a Siena ci sono ancora tanti cialtroni che votano PD. Ma forse tu non sai i disastri che ha combinato il PD a Siena! Diglielo ai tuoi amici all'estero che è altrettanto vergognoso continuare a votare PD in questo paese.
      Lascia perdere...

      Elimina
    2. Il PDL a Siena è responsabile dei disastri quasi quanto il PD. E comunque pare che il popolo italiano si sia dimenticato che appena un anno fa, grazie a Berlusconi e alla Lega, eravamo arrivati ad un mezzo passo dalla Grecia. L'elettorato del PD non perdona gli errori della sua dirigenza (giustamente), quello del PDL perdona tutto (basta che gli si dica che si può evadere, che si ridarà l'IMU in contanti ecc.)

      Elimina
    3. vorrei aggiungere all'elettrice che a me di quello che pensano all'estero me ne faccio un baffo quando vedo che la mia città va allo scatafascio. basta criticare chi ha votato pdl, pd grillo ecc. io voglio vedere ricostruire la mia città! siamo o non siamo in una democrazia? e allora basta dare dei cialtroni a quello o a quell'altro! così non si va né avanti né indietro!!! vorrei ricordarle che dietro a tutto lo schifo di siena c'è il pd, anzi prima Margherita ecc. ma non importa ripartiamo da capo! si ricordi: chi è senza peccato scagli la prima pietra... quindi basta con questo livore! avete scocciato! io voglio vedere la mia città tornare a sorridere e non vedere i negozi che chiudono, la gente che a fine mese non sa come arrivare, le strutture recettive usate come bagni pubblici... basta!

      Elimina
    4. cara Lucrezia
      in quasi tutte le nazioni civili, anche lo scandalo più banale mette in ginocchio politici e partiti;
      A Siena il PD ha preso il 40% pur avendo il proprio candidato sindaco sotto avviso di garanzia.

      Ti sembra una città questa???
      A livello nazionale Bersani a seccato Renzi, a Siena Ceccuzzi a seccato Valentini.
      Bada bene sono tutti del PD ma la poltrona è sempre la poltrona.

      un'altra costatazione:
      Tutti i PIDDINI garantiscono che il COMUNISMO non esiste piu.... allora cosa intendeva dire Bersani con la frase "io sono figlio di metalmeccanico e Grillo è miliardario??"
      Grillo ha fatto i soldi con la propria attività, cosa c'è di male??
      Forse lo dicono proprio per fare leva SUGLI OMINI DEGLI ORTI che da ora in poi PROCEDERO' A METTERE SOTTO CON LA MACCHINA PER SVECCHIARE questo paesino?
      ciao
      alebenve

      Elimina
    5. gasperino il carbonaro27 febbraio 2013 12:50

      Concordo con quello che dici, e vorrei aggiungere che se Bersani è figlio di metalmeccanico come ha fatto ad accumulare così tanti beni immobili e patrimoni personali facendo il dirigente di partito e basta, in tutta la sua vita? Come lui anche moltissimi altri dirigenti del Partitone, non ci dimentichiamo le barche di D'alema ecc.. E se l'altro è miliardario giustamente o ingiustamente i soldi se li è guadagnati con la sua professione ( avrà evaso come fanno in molti )ma ha lavorato. Berlusconi ( che Dio lo fulmini !)avrà avuto i soldi dalla mafia, avrà avuto aiuti da Craxi ma innegabimente ha messo su un' " aziendina " che dà lavoro a circa 25000 persone e stà sul mercato. Quindi i ragionamenti che fanno gli "omini degli orti" li posso tollerare solo da loro, ma da chi ha frequentato la pubblica istruzione ( nel senso di scuola )non sono accettabili

      Elimina
    6. cialtrona sarai tu

      Elimina
    7. Indubbiamente il 40% con un sindaco sotto avviso di garanzia e' difficile da mandar giu'.
      Mi viene da pensare che la loro percentuale precedente si aggirasse intorno all'ottanta per cento, per riuscire ad ottenere questi risultati malgrado lo scandalo. Oppure si tratta del solito attacco di "italianite": dopo anni di berlusconi al potere e con un parlamento pieno di pregiudicati non dovrei stupirmi di niente.
      Concordo con molto di quanto letto,soprattutto sull'atteggiamento del Pd espresso dall'Eretico, ma la disfatta del Pd a livello nazionale, prima di tutto, avrebbe comportato un rischio enorme: il ritorno del PDL al potere. E come tale andava evitato.
      Mi ricordo ancora quando ha sconfitto Prodi e la gente mi diceva: "Ma Prodi non ho fatto niente di buono o non abbastanza". Quindi la soluzione era votare per quel delinquente, con i risultati che abbiamo visto tutti?!!!
      All'utente qui sopra: non trovo nessuna attenuante per silvio berlusconi e per i suoi complici. Quello che ha guadagnato non l'ha guadagnato onestamente, ma solo aggirando regole e leggi, quando non poteva cambiarle a suo piacimento. Di lui, nell'ennesima presa per i fondelli estera fatta a spese nostre, qualcuno ha detto che "se saltasse da una rupe, prima di toccare il fondo, riuscirebbe a cambiare la legge di gravita' e tornare su"!
      Detto cio', per quanto riguarda il PD a Siena, non credo che nessuno con un po' di cervello NON si sia reso conto dello sfacelo che ha causato.
      Ma generalizzare non mi pare giusto. In altre parole: allora prendiamocela con i responsabili, non con tutti i candidati, vedi, per esempio, quelli della mia regione, che non hanno niente a che fare con lo scandalo MPS e nei quali ho piena fiducia.
      Poi potete anche fottervene di noi all'estero. Ricordatevi pero' che spesso noi vediamo il quadro nazionale molto piu' chiaramente di chi e' rimasto in Italia dato che non ci concentriamo solo sul "particolare" e consideriamo le cose da un punto di vista piu' pratico.
      L'immagine di polli da batteria che si azzuffano non faceva presagire niente di buono prima delle elezioni e tantomeno la risoluzione dei problemi dei quali vi lamentate tanto: era chiaro anche ai ciechi che il Paese e' praticamente ingovernabile.
      Da parte mia, dato che ormai sono politicamente indipendente da qualsiasi partito, spero che i pochi elementi ancora sani del PD siano in grado di mettere da parte le polemiche e il livore, normali in campagna elettorale, e lavorare insieme al Movimento di Grillo per attuare le riforme necessarie al Paese (malgrado i miei dubbi sul Pd che sono tanti) e viceversa.
      Soprattutto mi auguro avvenga una bella pulizia interna non solo nel Pd ma nell'intero Paese.
      Ma forse questo e' sperare troppo.
      Ed ora mi ritiro nel mio estero.
      Vedete di non sputtanarci troppo.

      Buonanotte

      Lucrezia


      Elimina
    8. Scusate lo sfogo, ma sentire ancora difendere il PD fa veramente cadere gli zebedei. Tutto qui.

      Elimina
    9. A me fanno cadere gli zebedi gli oltranzisti, i quali manderebbero in rovina il Paese, piuttosto che mettere da parte il loro astio.
      Dimenticandosi che sul "Titalic" ci sono anche loro!
      Seguite invece l'esempio di Obama e della Clinton: finite le elezioni hanno messo da parte ogni animosita' ed hanno lavorato INSIEME per il bene del Paese.
      Ah, ma gia', dimenticavo che qualche "brillante" mente italica se ne strafrega dell'estero, malgrado il fatto che il voto estero sia importante e a volte abbia avuto un peso rilevante nei risultati elettorali e che l'immagine dell'Italia all'estero abbia conseguenze sulla nostra economia e quindi sulla vita quotidiana degli Italiani. Tutto qui.

      Lucrezia

      Elimina
    10. All'utente che ha scritto che il PDL a Siena e' responsabile del disastro quanto quasi il Pd: concordo con quello che hai detto sugli elettori dei due partiti. La base del Pd gli fa scontare - giustamente - gli errori, mentre i CIALTRONI del PDL (partito dei ladri/lenoni) NO. E' esattamente la stessa situazione che abbiamo negli USA, con i repubblicani coerenti con le loro farneticanti idee fino all'amara fine e i democratici che non votano i propri candidati se non sono soddisfatti.
      Comunque, la dirigenza del Pd continua a darsi la zappa sui piedi: spero che questo voto li aiuti a "svegliarsi" e cambiare.
      E gli elettori del Movimento invece di stare a fare astiose polemiche non produttive dovrebbero sfruttare pienamente questa situazione ed il loro potere per aiutare ed accellerare questi cambiamenti politici assolutamente necessari al Paese.

      Cordialmente

      Lucrezia

      Elimina
    11. Cara Lucrezia,mi spieghi perchè devi insultare,definendo "cialtrone" chi non la pensa come te?

      Elimina
    12. Caro Anonimo,
      per spiegare perche' chiamo cialtroni i berlusconiani, quale pagina dell'Enciclopedia della Malefatte di berlusconi ti devo leggere?
      Devo ricordarti i tre milioni pagati ad un senatore per far cadere il governo Prodi? O devo ricordarti della pubblica umiliazione di Angela Bruno solo qualche giorno fa? O devo ripetere i vari: "Obama abbronzato", "Angela Merkel culona inchiavabile", le battute da bettola sulle Rumene, le dichiarazioni omofobe,i commenti beceri sulle donne, per non parlare dei vari processi per corruzione, della gentaglia messa al governo in cambio di chissa' cosa (e potrei raccontarti un paio di storie udite personalmente che spiegherebbero l'aumento delle quote rosa sotto berlusconi), delle leggi fatte ad hoc per salvarsi, dell'associazione esterna alla mafia di alcuni dei suoi deputati e senatori, del sostegno a criminali e violatori di diritti umani come Bush-Cheney, Putin, o ad altri soggetti socialmente pericolosi come Sarah Palin, ecc. ecc.?
      Ti devo raccontare che cosa significhi vivere all'estero e sentire addirittura i disinformati per eccellenza americani chiedere, commentare, ridacchiare sulle pagliacciate di silvio berlusconi e dei suoi "partners in crime"? Domandare: "Ma perche' non e' in prigione? Come mai gli Italiani lo votano? Perche' e' ancora al governo?"
      Risposta: se qualcuno vota ancora per un deliquente del genere o E' TOTALMENTE DISINFORMATO o E' INCAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE come conseguenza del lavaggio del cervello operato in Italia dai mezzi di comunicazione berlusconiani o E' COME LUI, CIOE' UN CIALTRONE.
      IO con certa gente NON voglio nemmeno dialogare, anche perche' ci ho provato (senza insulti) ed e' stato inutile, INUTILE.
      Tra l'altro il dialogo con i soggetti in questione, in quanto donna, e' sempre stato portato da loro su binari a me non consoni, perche' per quanto gli Americani siano imperfetti, nessuno qui si permetterebbe mai di fare commenti sul mio aspetto durante una discussione politica, come e' invece avvenuto con sostenitori del pdl.
      Non uso altri termini solo perche' mi trovo nel blog di una persona molto educata.
      Sono furiosa? Si, lo ammetto senza problemi e ripeto - sperando che questa volta le mie parole non vengano travisate - che stiamo dando al mondo un altro spettacolo vergognoso e che e' ora che la situazione di stallo si risolva e si proceda a governare l'Italia.
      Per quanto riguarda gli accostamenti e confronti PDL e PD senza elle, pur essendo d'accordo con molte delle critiche, vorrei pubblicare, se l'Eretico me lo permettera', queste parole non mie:
      "Noi non ci stiamo al gioco di chi, strillazzando, dice che sono tutti uguali. Con tutti i limiti e difetti che ogni essere umano ha, se mi dite che gente come Vendola, Pisapia o De Magistris sono uguali a gente come Berlusconi, Bossi o Gasparri, ebbene questa è una fesseria colossale. E noi a questo gioco non ci vogliamo giocare". Parole pubblicate sul canale FB di Gramsci, Berlinguer, Pertini.
      Detto cio' preciso di non difendere affatto il PD di Siena (anzi, anzi!), e di non aver mai, ne' prima ne' dopo le elezioni, demonizzato o insultato Beppe Grillo o i suoi sostenitori, cosi' come rifiuto ancora il gioco al massacro entro l'area che per me e' l'unica da prendere in considerazione policamente. Il PDL naturalmente non ne fa parte, ma credo di aver gia' espresso questa opinione abbastanza chiaramente.
      Spero di essermi spiegata bene.

      Un saluto, Anonimo interlocutore

      Lucrezia

      Elimina
    13. Grazie,Lucrezia,hai ragione,è inutile dialogare,apparteniamo a mondi diversi. Un saluto.

      Elimina
    14. Caro Anonimo,
      concordo: e' inutile parlare quando non c'e' nessuno che ti ascolta, come dice una famosa canzone di Rod Stewart.
      Ed e' vero che il mio mondo e' molto diverso dall'Italia odierna: le donne non sono viste come oggetti sessuali ma come persone con pari dignita' e diritti.
      Ricambio il saluto

      Lucrezia

      Elimina
  2. "Noi non consideriamo la discussione un ostacolo sulla strada dell'azione politica. Crediamo che la felicità sia il frutto della libertà e la libertà sia solo il frutto del valore."
    Domani mercoledì tutti in Piazza del Campo alle 18 per rivendicare la nostra DIGNITÀ e manifestare il nostro ORGOGLIO per l'appartenenza ad una comunità unica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiegate cos'è questa manifestazione di domani? Dove posso trovare maggiori info a riguardo?

      Elimina
    2. Caro lettore,

      poco sotto potrà trovare la spiegazione che cerca (almeno lo spero).
      Per come la intende l'eretico, è una manifestazione semispontanea (apartitica e amovimentista) dei cittadini stanchi del Sistema Siena, pronti a dimostrare il loro attaccamento alla città ed a valori quali la legalità e l'etica pubblica.
      Noto con estremo "piacere" che stamattina nessun quotidiano ne scrive; buon segno, da un certo punto di vista: vuol dire che, tanti o pochi che saremo, chi detiene ancora il potere ne ha paura...

      L'eretico

      Elimina
    3. La Città ai Cittadini27 febbraio 2013 12:17

      Per chi vuole qualche spiegazione in più:
      www.sienaaicittadini.blogspot.it

      Elimina
  3. Oh, se domani viene qualche omino degli orti va bene uguale! Il problema è che a quell'ora si preparano già per la cena e per andare a letto...

    RispondiElimina
  4. Almeno du' berci si potranno fare o bisogna stare tutti zitti e in fila? Fateci sapere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manifestazione libera.....bercio libero....ABBIAMO LA PEGGIORE SINSITRA D'EUROPA

      Elimina
  5. Due note sulla manifesatzione di oggi:
    - Non vuole essere di parte, è una manifestazione di cittadini preoccupati del futuro della Città. Tutte le organizzazioni, le associazioni, le forze politiche sono invitate, senza alcun tipo di distinzione: si chiede loro semplicemente di partecipare senza simboli, rinunciando a rimarcare la manifestazione a fini propagandistici. La Città, oggi più che mai, non ha bisogno di clamore (non sono ammesssi fischietti), ma piuttosto di azioni concrete che recidano con gli errori del passato e diano una speranza per il futuro. L’importante sarà esserci per dare un segnale vero di volontà al cambiamento…

    2) l’Iniziativa è partita non dalle ambizioni (del tutto inesistenti) di singole persone, ma accogliendo l’invito di tanti Cittadini Senesi che chiedevano, a più riprese, e in svariate occasioni, che “si facesse qualcosa” per dare un segnale che la Città è viva e desiderosa di partecipare al dibattito sugli assetti futuri. In questo senso la nostra Associazione si è messa a disposizione per dare avvio alle danze….

    3) Proprio perché non abbiamo alcun interesse a ‘monopolizzare’ la manifestazione, abbiamo chiesto pubblicamente di aderire a chiunque fosse interessato, senza porre nessun tipo di sbarramento e rinunciando, fin da subito, a ‘targare’ la manifestazione.

    4) E’ vero che abbiamo ricevuto sostegni ufficiali da alcuni gruppi (che non intendo volutamete citare), ma questo non mette in discussione l’assenza di partigianeria faziosa della manifestazione. Tutti siamo convinti che, oggi, la Città, nela sua totalità, senza distinzioni tra bravi e meno bravi, deve trovare la forza di guardarsi allo specchio…

    Infine: nessuno è esente da critiche, ci mancherebbe…e tutto è migliorabile…anche una COSA FATTA BENE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La manifestazione sembra delinearsi come una cosa nuova, potremmo dire discontinua visto che è la prima volta che avviene. Gira voce che ci sarà anche Franchino Ceccuzzi...

      Elimina
    2. La Città ai Cittadini27 febbraio 2013 12:12

      Non si capisce il senso di questo post... Stasera la Città potrà dare un segnale, se vuole...

      Elimina
  6. Ho paura che se ci sarà tutta questa gente che dite andrà a finire in farsa.
    Sono daccordo sul volere che chiunque partecipi per ribadire la vitalità dei cittadinoi e la loro volontà di non essere ancora una volta schiavi di chi li ha derubati di cultura ed economia, ma non si può mettere insieme tutto ed il contrario di tutto.
    Io ci sarò, ed invito chiunque a farlo perchè è FONDAMENTALE esserci, ma spero di non vedere tanti personaggi anche qui citati e che avrebbero solo, per l'ennesima volta, l'intenzione di metterci il cappello sopra.
    Del resto avrebbero potuto organizzarla loro in tempi non sospetti una manifestazione come questa......
    Francesco

    RispondiElimina
  7. Sentito Eretico? A RTV 38 hanno detto che si candiderà Grillo a sindaco per Siena e il PD ha annunciato di nuovo le primarie i primi di aprile (gli consiglierei proprio il 1°, come data la trovo perfetta...) Secondo me, se così fosse, potrebbero risparmiarsele le nuove primarie, non credi?

    RispondiElimina
  8. Sarà bene che questa sera non si presentino con le bandiere,perchè se questo accade qualcuno dovrà venirmi a prendere in Questura e qualcuna dovrà andare di corsa dell'AMICO BRUNI(pd) AL PRONTO SOCCORSO
    Giovanni B...........

    RispondiElimina
  9. se ci trovo il ceccuzzi mi butto in terra dal ridere e mi sporco tutto. il chianino è stato capace, solo pochi metri altrimenti sarebbe accaduto di tutto, di aggregarsi al corteo dei montepaschini, chianino ridicolo

    RispondiElimina
  10. tante belle parole, ma non mi sembra che prendere in giro gli omini degli orti sia sinonimo di intelligenza.. e soprattutto di scolarizzazione (per chi si crede tanto acculturato..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho scritto io il post precedente, ma mi preme fare un'osservazione: prendere in giro gli "omini degli orti" può essere brutto, ma è meglio riderci su. Se ci fermiamo a ragionare sul dato anagrafico italiano e su come questo condiziona le scelte inerenti al futuro del nostro Paese e della nostra città, ci sarebbe da incazzarsi (scusate il termine) non poco.
      Si ha a che fare con gente che vota il "simbolo" (?), non l'uomo o le proposte, con gente che pensa ancora di essere in piena guerra fredda, con gente che non ha più niente da dare a questo Paese e che, ormai, ha solo da prendere.
      Io ho rispetto per le generazioni che mi hanno preceduto e per chi ha certamente affrontato momenti storici indubbiamente difficili... però sono sicuro che, se l'elettorato dei pensionati si astenesse (così, per provare...) il vecchio sistema partitico avrebbe qualche voto in meno e le poche proposte serie di chi cerca di fare "politica" (nel senso etimologico del termine) avrebbero un po' di risalto in più. Sarebbe senz'altro un voto dato con maggiore consapevolezza.

      Elimina
    2. CONCORDO E SOTTOSCRIVO.
      Non a caso, e lo dico per rafforzare quanto ha detto questo Signore, alla Camera, dove votano anche i giovanissimi tra i 18 e i 25 anni, Grillo ha preso quasi il 2% in più a livello nazionale, e anche a livello locale, nelle varie regioni, è tra di essi che ha riscosso più successo. Nel 2006 invece era proprio in questa fascia che la Sinistra Radicale, ma anche la destra estrema, sfondavano. Evidentemente noi ventenni di allora eravamo meno informati, o più semplicemente senza alternative?
      Anche allora, se si analizzava il voto al Senato, guarda caso era lì che i partiti tradizionali avevano percentuali maggiori, specie il PD (o DS nel 2006). Dunque è irrispettoso parlare degli "omini degli orti", oppure è molto realistico?
      Ad essi però non ne faccio una colpa, poichè è gente che ha un grado di scolarizzazione basso, dovuto non certo alla loro volontà, ma alla miseria che imperava quando erano ragazzi, e che ha un interesse relativo ad informarsi, essendo gente che non ha più molto da chiedere alla vita...

      Elimina
  11. Eretico, ho sentito una voce, molto molto molto accreditata. TI PREGO DIMMI CHE E' VERO!!! E' una delle notizie più piacevoli che potessero giungermi! UN SEGNALE! LA FINE DEL BUIO!

    Dai...senza dirlo pubblicamente...fammi capire...le sai fare tu le cose...CON MODERAZIONE?!?!

    RispondiElimina