Cerca nel blog

lunedì 4 febbraio 2013

Antonventopoli: entra in scena lo IOR...


   Quel birbantello di Paolo Mondani l'ha fatta (rifatta) grossa, non pago di Report dello scorso 6 maggio: dopo i primi spifferi, ecco che sul Corriere della sera di oggi si inizia a delineare il quadro dei rapporti fra Mussari Giuseppe e lo IOR. Come scrisse qualcuno, "frullato diffamatorio" anche a questo giro?

  Certo è che nel giorno in cui Mussari Giuseppe si presenta per parlare in Procura ma non parla (gli mancava un difensore, sostiene Lui:a suo dire, l'avvocato Padovani); nella giornata in cui si assiste a quella che è già la scena cult di Antonventopoli (l'arrivo, trafelato, in Smart della coppia più vincente della Siena passata, appunto Mussari Giuseppe più il penalista, Fabio Pisillo, che voleva fare il Capitano della Lupa), ecco che, proprio in questa intensa giornata, l'ombra lunga dello IOR allunga i suoi tentacoli sulla già di per se stessa torbidissima vicenda.

 Allora, per dirla tutta, su queste colonne, non eravamo tanto di fuori quando scrivevamo che il Processo contro Acampa Giuseppe NON era un normale e semplice processo come gli altri, ma dietro ci poteva essere molto, molto, molto altro (nonchè, guarda caso, un avvocato come Mussari, in contemporanea Presidente del terzo gruppo bancario italiano e dell'Abi).
 Allora forse si spiega come il grido di dolore del cittadino semplice professor Franco Nardi sia rimasto del tutto inascoltato, a partirte dal Presidente Giorgio Napolitano, cui pure aveva indirizzato una drammatica lettera.
Sempre più strano, quel dannato Processo: perizie difensive che si contraddicono spudoratamente (ma vengono prese per oro colato dal Giudice Gaggelli); testi difensivi TUTTI PAGATI DALLA CURIA (do you remember il Processo Ruby?); le motivazioni della clamorosa assoluzione che arrivano in incredibile ritardo (dunque CONTRA LEGEM); non ultimo, ciò che Franca Selvatici ha scritto sabato scorso su Repubblica: il fascicolo con le carte necessarie ad istruire il secondo grado a Firenze FERMO, IMMOBILE nella cancelleria del Tribunale senese. Neanche partito alla volta di Firenze.
 Questo Processo d'Appello contro Acampa, evidentemente, NON DEVE NEANCHE INCOMINCIARE (e la prescrizione è dietro l'angolo: settembre 2013).

 Escluso a priori, per ovvi motivi amicali (sia con Mussari che con Acampa), Franchino il Ceccuzzi, sarebbe bene che i candidati a Sindaco si facessero sentire, magari organizzando qualcosa: questa vicenda è talmente maleodorante, che chi si fa avanti, alla fine, ci guadagna probabilmente anche un bel pacco di voti. E, soprattutto, dimostra di avere una dignità.
 Perchè vicende come questa - date retta - accadono e sono accadute SOLO a Siena, negli ultimi anni. Purtroppo.

Ps Giovedì alle 17,30, alla libreria Mondadori in Via Montanini, l'eretico ripresenta il libro su Mussari Giuseppe, alla luce degli ultimi accadimenti. Robetta di cui discutere, mi pare ce ne sia, no?

36 commenti:

  1. Raffa, o sai che eri al tg di RAI 2 stasera? Forza, il libro deve andare in tutta Italia, senza errori di stumpa, per favore.
    Ma mercoledì avete saputo la bella? Il retore impenitente di Siena, che nulla ha mai scritto di serio contro il sistema e tende anzi su Corriere fiorentino a far sempre dimenticare il Pd, il giornalista che non ha MAI parlato di un libro di Raffaele (noblesse oblige?) allineandosi all'imbarazzato e prezzolato Giornalista massone dalle grandi chiome, mercoledì presenta un libro di Cazzullo ai Rzzi con Giannelli. Sarà capace ques'ultimo almeno a mettere un po' di pepe al'incontro? Se l'Ermini fsse un giornliasta srio non avrebbe dovuto invitare te? A proposito, ha mai dato notizia dei tuoi libri come io ho letto su Repubblica di Firenze grazie alla Selvatici?
    Barzanti è sempre presidente degli Intronati? Direi dei Rintronati, non gli dicono niente gli altri? E' come quelli dell'Università, come le tre scimmie, non ha capito e visto niente! Come gli altri, a cominciare dalla Piccini-Boldrini, bella coppia di intellettuali che parlano sempre a favore solo del Potere come quel Flores del Buongoverno ve lo ricordate? Che dicono ora? Che Raffaele è un qualunquista come gli hai ricordato?
    E quelli di 53100 li avete più sentiti? Non erano i meglio cdella città? il merito che dava la scalata al Potere? Scaricano o no il Ceccuzzi? Scommettete che trovano un preteso?
    Al Cubalibro il Franchino era anche più glaciale e con lo sguardo immobile del solito, tu non c'eri, e ha detto che è tornato da Roma con il proposito di non mollare: glielo hanno ordinato per coprire? Certo, se lascia le stanze dei bottoni qualche rischio c'è.
    Forza Valentini, ripulisci questo troiaio di partito. Altrimenti a Siena la sinistra è finita, credimi. I grillini hanno ricandidato Michele. Ok, brava persona, ma non eri tu il candidato naturale? Anche da indipendente se preferivi.
    Chi va merocledì a dirne due a quelli del regime se Giannelli come temiamo tutti starà bono bono per non alienarsi il Corrierone? E guadagni conseguenti?
    Francesca A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il presidente dei RIntronati è bene che a questo punto abbia la dignità di star zitto e di non fare come ora stanno facendo molti di salire sul carro dell'eroe dicendo "ma io l'avevo sempre detto..ecc ecc". Un servo sciocco servo del potere punto e basta. Si deve solo vergognare. L'unica cosa che mi secca parecchio è che da una vita campa con i ns soldi. Lo manteniamo noi. Spero almeno che la carica che ha agli Intronati sia gratis. Per quanto riguarda quell'altri due sciaborditi, la candidata a tutto e il prof senza laurea, che a suo tempo ebbero a scrivere una lettera pubblica per infangare il buon nome di Raffaele Ascheri (che oggi tutti riconosciamo come eroe!), si devono solo vergognare. Anzi se chiedessero pubbliche scuse al prof. Ascheri sarebbe gradito!!

      Elimina
  2. Illustre prof. Ascheri,

    ribadisco che da molti anni non è consentito a soggetti laici di accendere depositi o conti correnti presso l'Istituto per le Opere di Religione, neppure 'schermandoli' con l'ausilio di enti religiosi.

    Paolo Cipriani
    Direttore Generale IOR

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sei vero?
      Siamo arrivati al punto che il blog dell'Ascheri lo leggete anche oltre-tevere?
      Questo vuol dire che fa davvero lippe lappe il culo (i.e. paura eh!) a tanti ...
      Grande!
      Se penso però al dinamico duo sulla smart rossa (noblesse oblige) provo quasi un senso di pena ... oltre al resto.

      Elimina
    2. AH AH AH AH AH!!!!

      Philipp Melanchthon

      Elimina
    3. Due considerazioni sui commenti:
      1) forse qualcuno ci prende per il sederino, ma un tale Paolo Cipriani, allo IOR in quella carica, effettivamente esiste! Se scrive Gad Lerner, può scrivere anche lo IOR, no?

      2)il commento virulento anti-Barzanti, in buona sostanza, lo approvo; non approvo, però, le espressioni troppo forti (ce ne sono un paio), dalle quali mi dissocio, dando anzi a Robertino quella amicale solidarietà che lui non mi ha mai fatto pervenire negli anni bui...

      L'eretico

      Elimina
    4. ...quali sono le due espressioni anti-barzantiane da cui ti dissoci? "servo sciocco" e "servo del potere"? allora vogliamo chiamarlo "intellettuale illuminato" e "eroe dei nostri tempi"? Ma per favore Raf, datti una svegliata! Guarda che quando uscì "La casta di Siena" lui fu tra i primi a dire "non compratelo quel libro"! Fu tra i primi a dire che il tuo intento era solo quello di scimmiottare l'autore di "La Casta" e che la tua era tutta una manovra propagandistica perché in realtà volevi entrare in politica e candidarti con le liste civiche. Non fu così, e lo sappiamo tutti benissimo. Chissà se ora lo sa anche Lui!
      Appunto, come tu stesso affermi, non ti ha mai fatto pervenire alcuna "amicale solidarietà" né allora né adesso..

      P.S. mi sa che quello dello IOR potrebbe essere in realtà la solita mammina angosciata...

      Elimina
  3. Dal verbale di una riunione del consiglio comunale tenutosi nel Comune di Siena nel 1339:


    " E raguardate, padri et signori nostri, et ponete mente che una parte
    de' mercatanti di Siena, sì come sonno e' banchieri, già sono venuti
    meno e gli altri mercatanti in che termini sonno e puosi dire che sonno
    per venire meno, e se mercatanti venghono meno Siena città tanto onorata
    tèmesi che non vengha, Dio ne la guardi, meno che uno vilissimo castello.
    Et tanto pericolo unde venga chiaramente si vede, che ène nato e nasce
    dai crudeli costi che tolleno essi usurari tanto honorati e favorati dal comune di Siena.
    E ponete mente quanti sonno questi usurieri di cui tanto pericolo è nato
    e nasce, et trovarete che in numero sonno pochi e che non solevano avere
    cavelle, e le loro riccheççe sonno grandissime et che ànno impovarite et
    mangiate migliaia di grandi cittadini et contadini di Siena".

    cordialmente
    BK

    P.S. non escludo che tornerò alla presentazione del libro...

    RispondiElimina
  4. ma una volta questi pseudocomunisti non erano contro i preti?

    RispondiElimina
  5. riccardo clemente4 febbraio 2013 21:28

    Ormai spare su Montepaschi, Mussari e Ceccuzzi è quasi come sparare sulla crocerossa .... quasi però. Solo qualche mese fa c'era ancora una boria di alcuni caporali del centrosinistra, la volontà di schiacciare i pochi che non si asservivano .... allora forse questo accanimento è solo giustizia. In merito al legame inesistente tra monte dei paschi e politica (PD), esiste un sindaco di Poggibonsi che ha lo stesso nome di una certa Lucia Coccheri che sedeva nel CDA di Monte dei Paschi dal 2006 al 2009 .... omonimia ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Toh, dev'esse' omonimia anche quel Paolo Brogioni che è nella deputazione generale della Fondazione! Io con quel nome conoscevo uno che faceva il sindaco PD di Colle...

      Elimina
  6. Ora anche lo IOR che scrive all'Eretico..qui casca il mondo per davvero...

    RispondiElimina
  7. Chiarissimo Prof. Raffaele Ascheri,
    sono Re Giogio Napolitano e la vorrei fare senatore a vita di Montalcino al posto di Rita Levi ..... se smette di fracassare gli zibidei a Frankie goes to Bolliwood.
    Peccato 'un mi ci creda nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...io ci avevo creduto! UAHAHAHAHAHAHA

      Elimina
  8. cittadino per la Giustizia5 febbraio 2013 00:10

    LA LEGA NORD dovrebbe organizzare una bella accoglienza all'indagato sultano, al destabilizzatore del sistema Siena,al distruttore di ricchezza del popolo dio Siena, una accoglienza con grandi cartelli, senza rumore ma con parole scritte chiare: V E R G O G N A T I e restituisci quanto ha i preso come indennità! E ancora FORZA MAGISTRATI tutta la verità senza sconti. Sul caso MPS il PD rischia di fare la fine che fece la DC e il PSI nella Repubblica e dovrebbe sospendere anzi cacciare tutti gli indagati riconducibili alla sua area politica, specialmente quelli che hanno contribuito con elargizioni "liberali" (regolari per Legge) con centinaia di migliaia di euro.Perchè ho detto LEGA NORD? non certo perchè la voto solo in considerazione del fatto che è l'unica FORZA POLITICA SENESE diciamo "radicale" fuori da ogni coinvolgimento diretto o indiretto.

    RispondiElimina
  9. "Similis cum simillibus facillime Congregantur"

    Ora che si sono invertite le parti bisognerebbe che si invertissero anche i ruoli.
    Acampa dovrebbe difendere Mussari.
    Dov'è Acampa?
    Lo vedremo in tribunale almeno per solidarietà e riconoscenza?
    Basterebbe anche solo la sua presenza fisica col rosario in mano per una solidarietà almeno spirituale e con una foto sulla Nazione sarebbe di gran conforto anche a tutta Siena.

    RispondiElimina
  10. Ringrazio dell'attenzione che reputo eccessiva per un umile servo del Vaticano.

    Paolo Cipriani
    Direttore Generale IOR
    Tel. 06/69883354

    RispondiElimina
    Risposte
    1. premesso che credo sia un fake, ma se non lo fosse, come fa a definirsi umile servo se è direttore generale dello ior??
      Lavoro in banca da 22 anni, di cui la maggior parte in reparti finanza, e tutti sanno i vari casini che son passati dallo ior ..... Tra cui l'affare antonveneta ...
      Avete contribuito ad uccidere una città o mi sbaglio umile servitore?

      E-remita

      Elimina
    2. è una farsa! però c'avevo creduto anch'io!

      Elimina
    3. Io invece mi chiedo se questo Sig. Cipriani avrà un conto allo IOR. D'altra parte non ha apposto alcun titolo riferibile al clero, innanzi al suo nome (Rev, Mons, ecc).

      Elimina
  11. Sbagli, eretico caro, a difendere il tuo Robertino come sbagli a essere a volte troppo rancoroso contro questo o quello. Ti ho sempre seguito con simpatia e ho sempre diffuso tra amici e parenti i tuoi preziosi libri perciò posso permettermi da vecchio professore in pensione. Non perdonare troppo facilmente Robertino. E' responsabile con i suoi silenzi o con le sue parole alate, per certi aspetti più del povero Franchino. Lui ha un'altra intelligenza e non l'ha usata: perché? Come Giannelli, quando mai ha parlato del sistema Siena disastroso? Loro due non sono stati volgari come i professoroni che ti bollarono di "qualunquismo" ma hanno le loro responsabilità. Sono Mangia d'oro anche vero? Balestracci e Catoni quanto sono lontani da queste furbesche posizioni? Non parliamo dello storico ideologico amato dal regime, l'Orlandini, il cui libro è stato comprato a peso d'oro dal Comune (Franchino o commissario, chi lo sa?).
    Giovanni Aleandri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La città , oggi, è al centro di un violento tsunami che trascinerà via tutto lo STATUS QUO ANTE....una volta che il ciclone giudiziaro si sarà placato sarà necessario cominciare a analizzare, una ad una, la storia personale di questi GRANDI SIGNORI SENESI distinguendo bene CHI si è genuflesso per un tozzo di pane da CHI, invece, ha mantenuto la schiena dritta dimostrando autonomia culturale e morale

      Elimina
  12. MA CARI AMICI QUI BISOGNEREBBE FARE UNA COSA SOLA.
    IL CORRIERE FIORENTINO DOVEVA INVITARE A PARLARE CON CAZZULLO RAFFAELE, LA RUSCITTO (FORSE CHIEDERE LA SELVATICI SAREBBE TROPPO). NON L'HA FATTO?
    BENE, NON ANDIAMOCI, SCIOPERIAMO, CONTESTIAMO IL REGIME SOFT DI QUESTI GIORNALACCI. BASTA UNO CHE VENGA GIOVEDì A RACCONTARLA ALLA PRESENTAZIONE DI VIA MONTANINI.
    CHE NE DITE?

    BARBICO' MINORE

    RispondiElimina
  13. Il buon Mussari Giuseppe deve stare molto attento, perchè quando c'è di mezzo lo IOR si rischia di fare la fine di Calvi e Sindona : vero Mons. Marcinkus ??!!

    RispondiElimina
  14. Eretico, ma qualche incontro dopo cena (o per lo meno dopo le 18,30) no?!
    Mica tutti lavorano in centro, al Monte o fanno i professori...

    Un Anonimo polemico

    RispondiElimina
  15. Indovinello facile facile: Digrignava i denti, gli occhi cerulei sbarrati, a osservare il vuoto, le famose grinze del volto non più illuminate dal sorriso diabolico, il ciuffo ribelle rivolto indietro quasi a voler prendere le distanze da proprietario della cute, affatto Smart nonostante una vita trascorsa a piacere--- chi è?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pensavo fosse il "diversamente pettinato" tra qualche anno quando il suo foglietto non avrà più appeal. poi il ciuffo mi suggerisce l'amico di tutti che oggi nessuno più conosce

      Elimina
  16. Raffaele, hai provato a fare il numero di telefono per vedere se è davvero il D.G. dello IOR?

    RispondiElimina
  17. Caro prof. i meno giovani, ma certamente anche tu non fosse altro per racconti familiari, ricordano con vivezza la bufera che si abbattè sulla città allorquando,correva l'anno 1993, vennero pubblicate da un giornalino redatto in un ambulatorio, le cosidette liste massoniche. Cosidette perchè in gran parte farlocche (chi non vi era nominato, vista la illustre compagnia, supplicava un inserimento coatto) ma che offrirono il destro alla sinistra d'allora , in parte eterodiretta, dal fiorentino Cioni (che sulle liste 'massoniche' s'inventò un'elezione al senato) e in parte no, di scatenare una vera e propria caccia all'untore che, in un impeto di lucida follia (tangentopoli non si era ancora rivelata per quello che era: un bel salvagente per il Pci), travolse il destino di decine di inermi cittadini. Inermi perchè 'colpevoli' o di essere massoni (che allora come ora non costituisce un reato) o semplicemente di essersi visti attribuire tale adesione. La faccio breve. Di quella vicenda che cosò lacrime e sangue a decine di famiglie senesi, ma anche toscane e di altre regioni italiani (ma che servì a nascondere ben altre e gravi quelle sì, vicende, tipo la trattativa tra Statoe mafia complice chez Scalfarò,, nulla restò di penalmente rilevante. Nulla venne dimostrato e per rimanere qui a siena il Monte non fu neppure sfiorato, in quanto istituzione finanziaria, da tale vicenda come è giusto che fosse. Insomma la Banca continuò a prosperare guidata da uomini magari espressione della politica ma sicuramente attenti al bene comune. La riflessione mi è venuta leggendo dei rapporti , veri, tra Mps, finanza Vaticana e Opus dei, istituzione quest'ultima della quale non è difficile conoscere le ramificazioni e presenze sia nell'imprenditoria che nell'informazione locale. Ebbene nessuno, dicasi nessuno ha mai scavato su questi personaggi, sul perchè della loro presnza o venuta siena, sui tempi scelti per farli salire (o scendere) in campo, sulle loro relazioni interpersonali. Certo qualcuno agita ancora lo spettro della massoneria citando i soliti quattro o cinque stracciaculi il cui interesse è solo che si parli di loro, bene o male non importa, per non scomparire. Ma penso, e lo si diceva da tempo annusando l'aria, che stavolta im marcio non sia in Danimarca ma Oltretevere.

    RispondiElimina
  18. Aleandri ha ragione. Sono andato a leggere il Corriere di oggi. Forse Barzanti vuol dire che Ceccuzzi dovrebbe fare un passo indietro, ma andate a vedere con quante cautele e contorcimenti lo dice. Che dicevi una volta? Che bisogna prima dire le preghiere o i sonetti, non mi ricordo, eretico!
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Francesca, lo puoi postare l'articolo di Barzanti? grazie.
      Intanto aggiungo anche la mia chiosa riguardo al personaggio Barzanti con un commento mutuato dalla Fallaci:

      "..senza il coraggio non fai nulla. Se non hai coraggio nemmeno l'intelligenza ti serve".

      credo di non dover aggiungere altro
      BK

      Elimina
  19. Caro professore
    Ti leggo sempre ma non sono mai intervenuto.
    Da qualche giorno, però, ho un pensiero che mi assilla e che avrei piacere che tu approfondissi
    Il Valentini forse non è quell'angioletto che sembra, vuole passare da anti Ceccuzzi, da salvatore della patria ormai distrutta. Si candida, non si candida, chissà, ormai tutti se lo chiedono. In questo modo tiene fermi migliaia di voti, quei voti di coloro che, scontenti del PD attuale, vorrebbero qualcosa di nuovo.
    Ma non sarà, mi chiedo io, che il "nuovo" Valentini si è messo d'accordo con il "vecchio" Ceccuzzi per prendere tempo, per evitare che queste migliaia di voti di ingenui e cittadini senesi si spostino verso altri lidi, verso un altro candidato che potrebbe rappresentare un pericolo per la riconquista del Comune?
    Ti prego di rifletterci un pò. Mi fido delle tue considerazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che si siano messi d'accordo, tenderei ad escluderlo (fino a prova del contrario); anche perchè - che tenga un po' di voti a bagnomaria o meno - se il Valentini si presenta (e tutto lascia pensare di sì), le elezioni a Franchino le fa perdere, ed alla grande.
      Restano altre ambiguità e dubbi, semmai, sull'operazione Valentini: ma conserviamole per quando sarà certa la candidatura...

      L'eretico

      Elimina
  20. l'iniziativa da te prospettata sarebbe veramente meritoria.
    Anzi, potrebbe essere l'occasione per i candidati sindaco di organizzare un iniziativa pubblica e fare una necessaria operazione pulizia, lavando finalmente i panni sporchi in pubblico, facendo nomi cognomi delle varie consorterie di dissestatori e mettendo al corrente la cittadinanza sulle reali condizioni in cui si trova la città. Senza la VERITA', e senza una ritrovata unità di intenti che sia veramente discontinua con il passato, come facciamo ad affrontare gli anni che ci aspettano, cercando magari di ripartire con un pò di entusiasmo? Che ne diresti di un bel palco in Piazza del Campo.........

    RispondiElimina
  21. Qualche forza politica potrebbe cederti il proprio spazio regolamentato sul palco dietro Sallustio, quale migliore occasione per raccontare ai Senesi un pò di verità aldisopra delle visioni partitiche?

    RispondiElimina
  22. ma io son sempre per il passo indietro di Michele, Laura e Enrico...se poi unisce anche Montigiani e Neri meglio: Raffaele sindaco! con attorno i vecchi candidati e tecnici democratici di prim'ordine di cui ha bisogno la città per mettere i conti in ordine e riportare trasparenza e democrazia in città: pare che in comune siano arrivati degli ispettori a controllare i conti. Vi meravigliereste dopo il casino di cui il Ceccuzzi non si è accorto? Io mi chiedo come farà il PD a acaricarlo. Un po' di equilibrismo sarà necessario vi pare?
    A proposito Eretico grande soddisfazione oggi ai Rozzi quando un lettore del libro di Cazzullo ha sbagliato l'accento dal pubblico è arrivato un sonoro e corale Aschèri! Guarda, è stata un'emozione per me.
    Barzanti normale, un Bernardino sempre ispirato dal Cielo, una fontana di citazioni questo e quello han detto, una caricatura di se stesso. Meglio l'Ermini che ha ammesso che la stampa ha avuto le sue responsabilità a non sentire le voci dissidenti. Come dire, a non segnalare il tuo libro.
    Solo la Selvatici lo fece, vero? Mitica! Grande donna, ma fiorentina e non a caso?
    Insomma negli specchi dovevi esserci tu, chi altri senno'?
    Francesca A.

    RispondiElimina