Cerca nel blog

mercoledì 6 febbraio 2013

Qualche chicchina per capire Mussarilandia (Parlangeli e Mancini)...


    Come due mercoledì or sono, l'eretico si trova costretto a rimandare il "mercoledì scolastico". Reduce dagli scrutini, come si fa a non aggiornare la situazione? Ogni giorno ne accadono di cotte e di crude (pista massonica sempre più evidente - vedasi Il Fatto di oggi -; il nuovo, dal punto di vista giornalistico, scenario del riciclaggio a San Marino, in aggiunta alla pista vaticana che promette rivelazioni esplosive; l'interrogatorio di Antonio Vigni: cosa volete di più dalla vita?).
 Noi, umili provinciali, ormai ci arrendiamo di fronte ai migliori "cani da fiuto" nazionali, in fatto di giornalismo informativo: inutile cercare di andargli dietro, ubi maiores, minores cessant (anche se qualche soddisfazione ce la siamo levata, in effetti...).

 Non ci resta, in attesa di ciò che sarà, che ritirare fuori qualche chicchina giudiziaria (e paragiudiziaria) relativamente recente, ma ormai superata, travolta dagli eventi: comunque utillima per comprendere cosa sia stata la Swinging Siena mussariana.
 Due chicchine, per capire meglio Mussarilandia e sorridere (forse) al tempo stesso.
Dalle carte di Galaxopoly, per esempio, uno stimolante Sms dell'allora Provveditore della Fondazione Mps Parlangeli Marco (anch'egli inattesa dell'udienza sul rinvio a giudizio, il prossimo 13 marzo); indirizzato all'avvocato (anche lei indagata) Luisa Torchia, consulente fortemente voluta da Mussari per i suoi legami con la famiglia dell'allora Presidentissimo Mps (la nota avvocato è di origine catanzarese). Il giorno è il 3 gennaio 2010, alle 19,33:

"Sabato 20 febbraio festeggerò il mio 50entesimo compleanno. Avrei piacere che gli amici e le persone che stimo e che per me sono importanti fossero con me   Hotel Garden di Siena a partire dalle ore 20. Serata di musica, informale e in amicizia. Aspetto sua conferma. Un caro saluto Marco Parlangeli".

 Assolutamente niente di penalmente rilevante: costume, solo costume. Ma Mussari - bene ricordarlo - è arrivato ad essere tale anche grazie alle frequentazioni tipo questa (non al Garden, magari). Domanda delle cento pistole: oltre - si presume - al nuovo innominabile del Pd, chi c'era, a quel lieto evento parlangeliano? Qualcuno, fra i musici e le maestranze, si ricorda magari qualcosa? Fate fare uno scoopino anche all'eretico, ormai travolto dagli eventi nazionali...


  A sentire lui, anche a questo giro non sarebbe indagato (?): se la sfanga anche stavolta, è da record. L'eretico si riferisce a Gabriellone Mancini, conducator della Fondazione (di quel che ne resta)Mps.
Oggi si parla (non per lui, eh!) di conti allo IOR, di soldi sporchi a San Marino, di roba da thriller finanziario, insomma. Ci manca solo il morto, poi gli ingredienti ci sono davvero tutti.
Gabriellone, invece, ci garba e ci è sempre garbato perchè è rimasto il ruspante ed abitudinario cittadino di San Gimignano che è sempre stato, a differenza di altri. Non si è montato troppo il capo, lui.
 Se vuole usare la captatio benevolentiae verso un potente, lui va sul sicuro: vino bòno, e telefonatina (registrata) di guarnizione. Come in quel Natale 2009, quando allietò le vacanze natalizie della sopracitata, potentissima, avvocato Torchia Luisa da Catanzaro. Regalando, a spese della Fondazione, pregiato Brunello di Montalcino (non poteva mica mandare un cartone di Gaiosello, che diamine...).
 In questa telefonata agli atti dell'inchiesta Galaxopoly, Mancini potrebbe essere definito gentile (magari anche con altra aggettivazione); la domanda è: se è stato così gentile e premuroso con l'avvocato Torchia Luisa, quando parlava e parla con i suoi punti di riferimento etico-bancari (tipo Giuseppe Guzzetti), che tono usa? E soprattutto: sta in piedi, eretto, o si sdraia direttamente a terra?
  Con gente di questa tempra e di cotal vigore, qualcuno si può forse stupire che Mussàri abbia spadroneggiato, a Siena, nel decennio scorso?

24 commenti:

  1. Visto la portata degli eventi, chiedo a chiunque possa rispondermi quale sia la possibilità che tutta questa vicenda finisca in una bolla di sapone attraverso un'opportuna prescrizione a tempo debito (magari dopo aver speso anche altri soldi pubblici per processi afinalistici). Purtroppo la storia d'Italia parla chiaro e il "vicolo" appare sempre a senso unico senza grosse possibilità di deviazione.
    Un Anonimo rassegnato e con la gastrite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sbagli. Finirà tutta prescritta. E se non sarà così sarà solo perchè qualcuno parlerà ... e allora ci può stare anche il morto. E dopo il morto 30-40 anni di speciali nelle nottate RAI.
      Questa è roba enorme. Altro che Gabriellone ... suvvia ragazzi siate seri.

      Elimina
    2. Mi domando allora. Ma se Mussari rischia di finire appeso ad un palo. Perchè non parlare prima possibile? Forse avrebbe qualche possibilità di scamparla...e magari sarebbe possibile anche un pò di pulizia. Guadagno netto per lui e per la società civile.
      L'anonimo con la gastrite.

      Elimina
    3. Un saluto

      Io sono serissimo. Il tuo pensiero è differente dal mio... nessun problema.

      ... a proposito, hai un nome ed un cognome, o ti chiamano con un fischio ?

      Elimina
  2. cittadino senese6 febbraio 2013 22:06

    CARO ERETICO chi conta si misura in "ore", si ore d'interrogatorio da parte dei CORAGGIOSI MAGISTRATI DELLA PROCURA DI SIENA, ecco allora chi è potente e chi sa le cose: VALENTINO FANTI segretario del mussari e (sic!) attuale capo segreteria di PROFUMO/VIOLA, domanda semplice: ma la discontinuità? , Fanti dicevo interrogato per quasi 7 ore! l'ex d.g. ANTONIO VIGNI interrogato per oltre 7 ore! e il presidente della Fondazione? Mancini? due orette piccole piccole! NON CONTAVA NULLA ALLORA? PER QUANTE ORE VERRA' INTERROGATO il sultano? Lei che dice eretico, accettiamo pronostici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O ragazzi ... ma proprio duri eh?!?! Vediamo se sapete fare le equivalenze: Mancini=Monaci=Monti=Draghi=Jackpot !

      ... e secondo voi vanno a chiedere al poro Mancini (che al tempo del fattaccio aveva il ruolo "secondario" DEL PADRON DEL BACCELLAIO !!!) dove sono andati finire i soldi del jackpot ?!?!
      Ma 'gnamo ' gnamo ...

      Facile no?

      Elimina
  3. OFF TOPIC SCOLASTICO

    Finalmente il mio allievo bengalese ha preso una sufficienza. Dopo una pagella disastrosa, un bel 6 e mezzo a storia! Immodestamente, l'ho preparato io sulla storia delle poleis greche.

    cordialmente
    BK

    RispondiElimina
  4. Gabriellone ruspante? Se ci si riferisce al fatto che mangia con le mani allora sì; per il resto ha la simpatia di una zittella inacidita. L'ultima della serie: il presunto esposto in Procura per la fuga di documenti riservati poi pubblicati dai giornali (nazionali, ovviamente). Documenti riservati??? Esposto in Procura????Tutto il bronzo del mondo non basterebbe per le facce di via Banchi di sotto. Con i guai che sono stati combinati e dimostrati il Ruspantone , se non avesse nulla da temere, avrebbe tutto l'interesse a far conoscere anche lo scontrino del caffè che ha in tasca. Eppoi: o i documenti sono falsi (ma la reazione lascerebbe intendere il contrario)ed allora giusta la denuncia; oppure sono veri e siccome possibili armi dell'accusa verso la Fondazione, è molto meglio tenerli 'riservati'. Ma chi lo consiglia il Ruspantone? Il suo addetto stampa di cui si sono perdute le tracce??? La sua coscienza (stiamo freschi!!!!); la sua furbizia contadina (ma si guardi le scarpe, non sono affatto grosse!!!). Non resta che la faccia tosta di chi stenta a capire che il vento è cambiato e è convinto che basti negare anche l'evidenza per sperare che il popolo bue se ne dimentichi magari col sopraggiungere di altre emergenze

    RispondiElimina
  5. Eretico,
    ma dell'Università non parli mai?
    Nel tourbillon mediatico del momento mi pare che tutti si stiano scordando della situazione del nostro Ateneo. Che non sta migliorando, anzi...

    Michele

    RispondiElimina
  6. Una domanda sorge spontanea : come mai da Gabriello in giù (o in su) tutti gli indagati o aspiranti tali sono ancora a piede libero, liberissimi di inquinare le prove, occultare il malloppo e tagliare la corda ????

    Intanto il Baldassarri Gianluca è già ufficialmente irreperibile, forse a far compagnia a tutto quel 5% sicuramente allocato al sicuro in qualche amena isoletta caraibica piena di palme e di banche !!

    La magistratura senese si merita senz'altro il Nobel del garantismo, ma forse qui servirebbe di piu un Di Pietro Antonio dei primi anni di "mani pulite" !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che domandona cazzo !

      Vediamo se ti rispondo con un' altra domanda ... ti risulta che gente come Andreotti o come Amato o come Forlani, intrescati nei peggio crimini dell' Italia degli ultimi 50 anni, abbiamo mai passato più di qualche ora in procura nella loro vita?

      Chi serve bene il potere, quello vero, non deve temere nulla.

      Sennò l' incantesimo finisce e tocca a tutti loro d' andare a lavorare ...

      Elimina
  7. Eretico non mi toccare Gabriellone perche' mi arrabbio......
    Quante persone sarebbero capaci di vivere, agire normalmente come fa lui nonostante tutte le voci ( infondate suppongo...ah ah ) sulla sua persona?
    Quanti, incalzati dalle domande un po' provocatorie del cronista in tv, sarebbe capace di rispondere : " Scusi ma devo andare a messa " ?
    Quanti sarebbero inchiodati alla poltrona come lui, invece di cercare di cadere nel dimenticatoio cercando una serena vecchiaia?
    Eh si io lo ammiro caro eretico...la forza che ci vuole nel guardarsi allo specchio e non farsi schifo, guarda che ci vuole tanta forza d'animo.
    Comunque, sebbene oggi tutti sbeffeggino il buon beppino Mussari, io mi ricordo quante persone alla Mens Sana, gli si avvicinavano strisciando un po' untuosamente, per cercare anche un slo breve cenno di saluto.
    Oh....oggi leggi la Nazione e quelle facce le vedi e ne dicono di tutti i colori.....
    Ingrati ingrati ingrati.
    Dago Morigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E le amicizie su facebook? tutti a vantarsi di avere beppino tra gli amici

      Elimina
    2. un altro BEPPINO a Siena ha avuto quel che si meritava....
      o si facesse lo stesso battuto anche a quest'altro beppino ???
      ma mica solo a lui !!!

      scusate la trivialità dell'argomentazione, ma proprio ti fanno prudere le mani

      Elimina
  8. Stimolante articolo del Cittadino online sugli intrecci tra banca, politici e massoneria:

    http://www.ilcittadinoonline.it/news/156865/MPS__gli_intrecci_intorno_all_ex_presidente_Mussari.html

    Non sarebbe l'ora che certi personaggi PUBBLICI rendessero conto di eventuali affiliazioni a logge massoniche più o meno OCCULTE?

    Se non altro per RISPETTO (hahaha!!! scusate la battuta!!!) dei loro elettori...

    MICHAEL KOHLHAAS

    RispondiElimina
  9. kennedy ci aveva avvisato....infatti è finito male....

    RispondiElimina
  10. I giorni scorsi ero in riva all'Arno per lavoro ed ho sentito sentenziare da persone, anche vicine alla banca, che la colpa di tutto è dell'ottusità senese, cioè del nostro localismo (per citare il Gargamella del PD) e del nostro vivere nel passato invece che nel presente e nel futuro.

    Devo dire che per la maggior parte sono d'accordo: so bene che la colpa è di tutti quelli che non si sono ribellati al groviglio, ma ne hanno goduto i frutti anche senza farne parte. So bene che senza MPS Siena è una città morta perchè 50-60 anni fa, anziché costruire fabbriche ed autostrade per sfruttare il boom economico i nostri avi sono campati legandosi alla banca o come dipendenti o come fornitori di vari servizi.

    Non si possono negare queste cose, come non se ne possono negare altre: ad esempio che i dividendi non facevano gola solo alla Fondazione ma anche ai soci privati, basti pensare alla vicenda Caltagirone ed a quando ha lasciato la barca.

    Resta il fatto che da senese mi ha fatto molto male sentir parlare gli altri (non solo fiorentini e toscani) così della nostrà comunità.
    Dobbiamo reagire con orgoglio e dimostrare ce la banca non è stata affossata dai senesi ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Diamine,

      lasciati dire da una persona che la realtà industriale l'ha vissuta per un anno, che in termini di qualità della vita Siena ha scelto il meglio, cinquant'anni fa... non è importante in ciò che si investe, ma il come lo si fa... con la differenza che il benessere morale, sociale e culturale che offre il lavoro terziario, il secondario se lo sogna.... lasciamo perdere le alternative e cerchiamo di farci tutti un bell'esame di coscienza.. a Siena basta imparare dalle grandi realtà il come si lavora, per il resto basta far funzionare quello che si ha.

      Camilla M

      Elimina
  11. Ma Mancini era solo a decidere, o aveva un Provveditore accanto?

    RispondiElimina
  12. Un saluto

    Off Topic ... musicale. Zucchero prende a cuore la situazione dei risparmiatori della banca Monte dei Paschi di Siena .

    Guantanamera/Monte dei Paschi di Siena
    http://www.youtube.com/watch?v=e-O6phh0NsQ&feature=youtu.be

    RispondiElimina
  13. Ho molto l'impressione che tutto questo polverone finirà in nulla...o poco più!
    Mussari ha pochi capi d'imputazione, Vigni ha dichiarato che "..nella vicenda Antonveneta lui ha avuto solo un ruolo marginale" (ma che faccia bisogna avere per fare certe affermazioni!!!), Draghi oggi ha dichiarato che "la Banca d'Italia ha fatto il suo dovere", la Tarantola...che doveva sorvegliare...oggi è la presidente della Rai, magari il PD vince le elezioni.....
    Forse la "banda del 5%" qualche problema ce l'avrà...ma possono pagarsi ottimi avvocati e poi dimenticare tutto in qualche bel "paradiso fiscale" dove hanno messo bel al sicuro somme importanti.
    I giornali si occuperanno d'altro, a noi comuni cittadini rimarrà l'amarezza ed il rimpianto per quel che abbiamo avuto e non avremo più e speriamo di avere tanta forza per riniziare a scrivere una nuova bella pagina della storia di Siena...
    Chiedo all'Eretico ed ai lettori: sto sbagliando?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispondo a questa domanda, scusandomi per le altre inevase.
      Nessuno ha la palla di vetro, ma credo che a questo giro le cose stiano diversamente rispetto ad altre volte. Il contesto è cambiato assai assai, in più la prescrizione qui non ci dovrebbe essere, visto che si indaga fino al 2011!
      Impossibile dire se qualche pusher o ladro di galline si troverà - per dire - Mussàri nella branda accanto; ma una cosa è certa: accontentiamoci che abbiano concreta paura di finirci, in una situazione come quella descritta.
      Certo, se fossimo negli States...

      L'eretico

      Elimina
  14. Ma la "mammina preoccupata" (e spelacchiata)che cosa dice di questo pasticcio? Non scrive lettere al giornaletto locale? O sta facendo le valige per trasferirsi all'estero prima che la pista massonica conduca anche a casa sua?

    Dubbi di una notte di mezzo Inverno.

    Lucrezia

    RispondiElimina