Cerca nel blog

lunedì 18 marzo 2013

Il compagno Enrico Rossi, le indagini sulle Asl ed una stimolante conferenza...

 
   Il compagno Enrico Rossi pare sempre più in fase confusionale, passando allegramente da una boutade all'altra, stretto nella morsa delle inchieste giudiziarie che stanno facendo franare la Sanità toscana, e della crisi che non risparmia la ex Toscana felix (che bello, quando Repubblica mandava i suoi inviati a celebrare la Regione, all'insegna del "siamo in Italia, ma sembra di essere altrove").
 Feroce, implacabile accusatore dei grillini e del loro populismo pauperistico, eccolo annunciare, lo scorso venerdì, forse ancora preso dall'emozione per l'ascesa al soglio pontificio del "francescano" Bergoglio:

"Voglio stare ancora più vicino ai cittadini in difficoltà. La situazione è difficilissima".

 Il compagno Enrico non ritirerà quindi la busta paga (circa 7000 euroni netti) fino a quando il Governo non sbloccherà i fondi per la cassa integrazione per i lavoratori toscani (che immaginiamo al settimo cielo per questo gesto filantropico. Fatto 30, potrebbe fare 31, destinandoli direttamente ad un fondo regionale per i cassintegrati, no?). Contagiato dal grillismo, dunque? Fossimo in lui, il lauto stipendio lo raccatteremmo subito: ma non alberga, nel nostro cuore, un animus francescan-grillino come quello del Governatore della ex Toscana felix.

  Ma veniamo alla ciccia, ai dindini veri: i bilanci milionari (ed in rosso) delle Asl toscanote. Qui, il Rossi Enrico (indagato solo a Massa, per ora) offre davvero il meglio di sé. A fronte del Procuratore di Massa Carrara che fa capire apertis verbis che ciò che ha scoperto la sua Procura non è assolutamente un caso così isolato, ecco che colui che deve tutto - per la carriera politica - alla Sanità toscanota, ha il coraggio di dichiarare, sulle indagini, che le stesse si devono svolgere "NEL MASSIMO DELLA RISERVATEZZA  e della rapidità per evitare strumentalizzazioni politiche".
Neppure il Bettino Craxi degli anni d'oro, forse, era arrivato a tanto: INDAGINI RAPIDE (giusto, ma bisognerebbe che lo fossero per tutti, non solo per i potenti), e, soprattutto, RISERVATE (così l'opposizione Pdl - una volta tanto agguerrita - non potrebbe fare appunto l'opposizione, per non parlare del poco giornalismo serio, evidentemente da mettere a tacere).
 Facciamo una cosa, così si risparmia anche danaro pubblico (e si dà, anche questo, ai cassintegrati): perchè il Governatore Rossi non se le fa lui da solo, queste indagini che stanno scoperchiando i miasmi di un Sistema che, fino a poco tempo fa, doveva e poteva essere solo magnificato (che somiglianza, con le vicende di una certa banca toscana...)?

 Per parlare della "Sanità senesota", Pietraserena e Siena c'è (che esprimono la candidatura a Sindaco di Enrico Tucci) organizzano un incontro pubblico (mercoledì 20 marzo, alle 21 a Palazzo Patrizi). La Direttrice del Cittadino on line (Raffaella Ruscitto) intervisterà, insieme a Max Angelini, l'eretico sulla scottante questione della sanità locale. Concluderà il candidato Tucci.
Iniziativa lodevolissima, che anche gli altri candidati farebbero bene ad organizzare quanto prima(e lo scrivente offre disponibilità A TUTTI, nessuno escluso: compreso dunque il Pd, se finalmente volesse essere un partito aperto e non sistematicamente censorio delle voci scomode, ma ben documentate).

Ps La prossima settimana, sul blog torneremo a scrivere di una figura della gloriosa stagione della dottoressa Benedetto in Rossi: il dottor Paolo Franchi. Nonchè di un paio di vicende che, forse, potrebbero meritare un interessamento della Procura della Repubblica...

16 commenti:

  1. Una domanda non inerente all'articolo ma sulla quale mi piacerebbe avere qualche informazione.
    Leggo spesso in questo blog (e solo qua) politica, sanita', cultura, stampa etc. etc. SENESOTA.
    E' corretto? non sarebbe piu' corretto politica, cultura, stampa etc. SENESE?

    Grazie, sono curioso...
    Buon Lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ironia, questa sconosciuta...
      A occhio direi che si tratta d'una specie di vezzeggiativo, scritto così, come dire...a presa di fondelli

      Elimina
    2. Il termine, l'aggettivo "senesota" (di cui rivendico con orgoglio lo ius primae noctis!) è niente di più che l'equivalente locale, municipalistico di "italiota".
      Non ci voleva moltissimo a capirlo, ma lo chiarisco molto volentieri.

      Quanto ad un commento successivo che mi chiede del programma su Mps di martedì sera su Canale 5 (curato da Andrea Pamparana), l'eretico è stato intervistato (come il superavvocato De Mossi ed altri). Quanto di lui ci sarà effettivamente, lo vedremo...

      L'eretico

      Elimina
  2. riccardo clemente18 marzo 2013 20:19

    Rossi e la Toscana, non so se Ascheri lei sia interessato anche all'UNIVERSITÁ di Pisa. Sono in dubbio se andare alla Procura di Pisa o meno, forse mi manca il coraggio o forse lo trovo leggendo ancora un pò il suo blog! Procura sì ... procura no? Ma poi un eroe o un piantagrane in Italia? Due fatti per gli amanti del genere: Bando su progetto innovativo di nuova stalla nel Parco di San Rossore. Partecipo, un pò prevenuto si sa in Italia .... vengo escluso su 25 partecipanti per aver presentato una tavola in più, un pò fiscali, ma va bene. Chi ha vinto? Tale Saba Rosalba .... moglie di un professore dell'Università di Pisa, vabbeh mica una colpa. Però la stessa Saba partecipa per due anni alla redazione di tutti gli elaborati per il Bando, incontri con gli agricoltori per capire come fare la stalla eccc, pubblica anche un articolo sulla progettazione innovativa della stalla nel Parco di San Rossore ... poi partecipa al Bando e lo vince ..... il meglio dell'Italia. Che fare ora ....... procura o non procura .... questo il problema?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..si firmi..con uno pseudonimo..e raccomandata in Procura

      Elimina
  3. Ma domani al programma di Canale 5 sul Monte l'Eretico interviene o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che programma? A che ora? Eretico, non fare il modesto e informaci!

      Elimina
    2. Canale 5, ore 23,30: programma speciale dedicato al Monte ed alla città, a cura di Andrea Pamparana. Comunque è su tutti i giornali...

      L'eretico

      Elimina
    3. spero che non sia una partecipazione come l'ultima volta che, aspetta aspetta l'Eretico parlo' insieme ai titoli di coda alla fantastica ora 1,30....dopo un programma da fucilazione. Stasera voglio il sangue.

      Elimina
    4. Niente sangue come prevedibile: un riassuntino scolastico della faccenda, pochi secondi all'eretico, profluvio di sindacalisti(perlopiù CISL), il ruolo della politica menzionato, ma senza fare nomi e cognomi. Saltato a piè pari il ruolo dell'informazione, locale e nazionale, sbianchettati dieci anni di Cennismo. Pamparana ha fatto una bella gita a Siena, spero almeno che la Città gli sia piaciuta.

      Elimina
  4. Vorrei rispondere a Riccardo Clemente; le donne dei potenti in Toscana sono tutte donne dotate di grandissima intelligenza non solo la signora da lei citata ma tantissime altre, belle e intelligenti e con carriere al neutrino, ognuno di noi dovrebbe citarne una. Io cito la signora Laura Benedetto moglie del presidente Rossi, prima, dirigente dell' Asl 7 Siena e dal 05/10/2011 Segretario Generale della Camera di Commercio di Firenze; quando si è brave si è brave in tutto. Quando li manderemo tutti a casa e pretenderemo la restituzione di tutto ciò che ci hanno rubato, futuro ...speranza ..equità ...meritocrazia....soldi pubblici, i nostri soldi e quelli dei nostri figli. Saluti a tutti una donna super incavolata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima, "quando li manderemo tutti a casa e pretenderemo la restituzione ........"
      Secondo me sarebbe il modo migliore per aiutare il capitalismo a riaffermarsi. Chi sbaglia paga, ma non con qualche mese di carcere e poi a godersi i soldi a dubai .......
      Mi spiego meglio, secondo me la colpa più grave del capitalismo (inteso come modello di sviluppo socio economico) è che il ruolo dei vari controllori è fondamentale; ma questi sono spesso ammaliati da ricchezze che possono essere offerte per far si che il loro ruolo non sia sopra le parti. Questo aspetto del genere umano non è controllabile da nessuno, ma è altrettanto vero che un forte deterrente (quale quello di farsi un bel pò di galera e se si esce lo si fa da nullatenenti) probabilmente ne minimizzerebbe la frequenza. Certo che questo impone una giustizia efficiente, dei legislatori onesti ecc ecc. Insomma robetta di poco conto e di facile predisposizione ...

      E-remita

      Elimina
  5. Eh già, Raffaele. Il punto è proprio quello. Il "finto prete" scopiazza (i grillini) e lo fa anche male. Infatti non ha detto, come i grillini "Non ritireremo (MAI) i 100 milioni di rimborso elettorale". Invertendo, i grillini non hanno detto "Non ritireremo i 100 milioni FINCHE'....". Insomma il compagno Rossi...non perde e non rinuncia a nulla se non qualcosina di interessi sui suoi depositi bancari.
    Ma poteva almeno fare un gesto di vera generosità: "Devolvo 1 mese di stipendio a....."
    Adriano Fontani

    RispondiElimina
  6. Forse, le 2 cose,ovvero i problemi inerenti la sanità Toscana e quanto il Rossi ha detto che farà pro-cassaintegrati possono essere tenute separate ed analizzate per ciò che sono... perchè l'eretico non parla dei problemi della cassaintegrazione in deroga che non viene pagata da mesi ai lavoratori su questo blog? Almeno il Rossi Enrico ne fa parlare!
    RaffaelloLorenzini

    RispondiElimina
  7. Allora SUA SANITA' Enrico ROSSI, detto anche " il FINTO PRETE" ha annunciato di voler "rinunciare" provvisoriamente all'indennità di € 7.000,00 netti mensili come presidente della Regione Toscana.
    Sforzo da poco visto che sua moglie Dr.ssa Laura Benedetto guadagna € 21.000,00 mensili ( hai letto bene ventunomila/00 mensili = € 250.000,00 annui) come Segretaria generale CAMERA COMMERCIO FIRENZE!
    Si ricorda che la Dr.ssa Laura Benedetto è stata già Direttore Generale ASL 7 di Siena, mentre era findanzalata col Rossi, quella che ora rischia il default per intenderci insieme al tutto il sistema Siena MPS, COMUNE, UNISI etc.
    Vi ricordo che i piccioncini si sono sposati a Siena, officiante indovinate un pò chi? Ma certo Franchino Ceccuzzi!
    Fonti:
    www.lulu.com/shop/raffaele-ascheri/suà-sanità-la-sanità-senese-e-toscana-sotto-il-compagno-enrico-rossi/ebook/product-20588736.html
    http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/furbetti-rossi-dopo-quella-milanese-ecco-la-serravalle-alla-fiorentina-il-governatore-toscano-rossi-30581.htm
    http://ereticodisiena.blogspot.it/

    RispondiElimina