Cerca nel blog

lunedì 4 marzo 2013

Un'imprenditrice di talento: Rosanna Mereu in Minuccii


    Quella che si è aperta oggi è una settimana cruciale (tanto per cambiare), per Siena: sapremo se - come anticipato dal Fatto - la città verrà ulteriormente commissariata (saltando tout court le prossime elezioni comunali!), per un buco che sembra essere divenuto una voragine devastante (il Pd si affretti ad inventare qualcosa per gli "omini degli orti", altrimenti alla fine si incazzano anche loro...); la tragedia della giovane donna uccisa in Vallerozzi, poi, non può non colpire, sembrando che davvero ogni nefandezza si stia concretizzando, con curiosa tempistica, in questo 2013 così drammaticamente intenso (Mussàri Giuseppe si è dimesso dall'Abi il 22 gennaio, per gli smemorati).

    In un panorama così devastante e devastato, quando si riesce a cogliere un raggio di sole, di speranza, ciò è davvero meraviglioso. La crisi morde, addenta? E morde soprattutto i piccoli, come si sa? Ebbene sì, e le donne in modo ancora più implacabile.
Ecco che - nella settimana che ci porta dritti alla Festa della donna - possiamo finalmente raccontare la storia, bella, di una donna che ce l'ha fatta: Rosanna Mereu in Minucci, la moglie del potentissimo dominus della squadra di basket senese, legatissimo a Mussàri Giuseppe nonchè incidentalmente indagato dalla Procura di Siena.
 Lo facciamo a maggior ragione volentieri, essendo oggi il compleanno della suddetta Rosanna Mereu in Minucci (ovviamente, non diremo mai l'età della signora). Un marito importante, potente e vincente, dalla cui immagine l'imprenditrice, con maestria, ha saputo svincolarsi. Un esempio da seguire, a maggior ragione di questi tempi perigliosi.
 E facciamo volentieri pubblicità (gratis) a questa imprenditrice, che, dopo una vita da montepaschina (1973-2009) ed una laurea in Giurisprudenza (1978), si è buttata a capofitto nel magico mondo della moda, superando - in meglio - i goffi e patetici tentativi mussariani di fare diventare Mps più fashion di Valentino o dell'odiatissimo Giorgino Armani.

  Su Siena news del 23 giugno 2012, per esempio, c'è un dettagliato resoconto di una serata a Maranello (patria di Ferrari, luoghi da vincenti), in cui si presentava la collezione autunno-inverno 2012-2013 della società Rosyemme (che rimanda al marchio di famiglia minucciano Best solutions, con sede - chi l'avrebbe detto? - in Viale Achille Sclavo 19).
 In un fantasmagorico impasto di italiano ed inglese (degno di Albertone in "Un americano a Roma"), l'anonimo "giornalista" descrive la serata (presenti tale Antonella Mosetti - Dio la conservi - e financo Fabrizio Corona in versione precarcerazione), e soprattutto presenta la linea di moda creata dall'alata mente della signora Minucci.
Una perla, tutta da gustare, questo "articolo" di Siena news. L'eretico ve ne propone giusto un assaggio, da palati fini:

 "è in questa cornice (la serata a Maranello, appunto, Ndr) che sono state portate in passerella le CREAZIONI DI ROSANNA MEREU, designer del brand toscano Rosyemme. Una palette sorprendente per i sofisticati colletti rigorosamente handmade senza dimenticare le esclusive cinture all-over textured (della serie, mai più senza, Ndr), abbinate a preziosi cappelli, alleati per eccellenza della seduzione (sic, Ndr).
Sono i pezzi MUST HAVE della collezione Fall Winter 2012-2013 targate Rosyemme, che ha saputo catturare l'attenzione dei media e dei clienti più attenti al glamour e all'originalità.
Handcrafted with love: il gusto, la passione e la cura dei dettagli che tanto fanno parlare di Rosyemme, siamo sicuri, non passerà inosservata".

 Concordiamo in toto con questo articolo di denuncia sociale pubblicato su Siena news lo scorso 23 giugno: questa società Rosyemme, le sue creazioni, fashion e trendy quant'altre mai, non passeranno inosservate.
Chi vuole bene alla sana imprenditoria locale (e femminile), farebbe bene a pubblicizzare, da par suo, il tutto. Questo blog l'ha fatto, ha indicato una via da seguire: il coraggio imprenditoriale di Rosanna Mereu in Minucci non va assolutamente disperso...

 Ps L'eretico concorda in pieno con gli Illuminati: mercoledì davanti al Tribunale, se non una nuova manifestazione, almeno un presidio della società civile ci dovrebbe essere, in vista delle decisioni del Gup sull'inchiesta dell'Università senesota (sperando che non ci sia un ulteriore, intollerabile, rinvio).
 Visto che i cittadini, più o meno, lavorano, sarebbe bene che ci andassero, tutti insieme, i candidati a Sindaco, compreso Bruno Valentini: gli altri cittadini POSSONO, i candidati DEVONO andare. E poi, in seguito, indire quanto prima quella bella manifestazione, il più possibile unitaria, a sostegno della Magistratura!

23 commenti:

  1. Annuncio fin da ora la mia assenza mercoledì in quanto prima di essere un "candidato sindaco" sono per l'appunto un "cittadino che lavora" e per l'appunto in questi momenti di spending review nella sanità con gli organici medici ridotti all'osso, almeno nelle aziende territoriali, non posso mettere in difficoltà i miei collaboratori e men che meno i pazienti oncologici che afferiscono alla Unità Operativa da me diretta.
    Sono disponibile a partecipare come cittadino indignato ad una eventuale manifestazione a sostegno della Magistratura anche se mi rattrista molto dover arrivare a tanto in quello che dovrebbe essere uno stato di diritto. A mali estremi estremi rimedi.
    Enrico Tucci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, il sig. Tucci mi dà l'assist per fare una richiesta: a parte manifestare davanti al tribunale quando ci sono le udienze (e quindi di mattina), MA TUTTO IL RESTO DELLE MANIFESTAZIONI (TIPO CONFRONTI COI CANDIDATI / DIBATTITI / PRESENTAZIONI DEI LIBRI DELL'ERETICO IN LIBRERIA / CORTEI DI PROTESTA ECC.) SI POTREBBERO OGNI TANTO FARE IN ORARI DIVERSI DALLE 17-18, AD ESEMPIO NEL TARDO POMERIGGIO O DOPO CENA?
      No, lo dico perché anche io lavoro e mi dispiace non poter partecipare alla vita democratica di questa città...
      Se poi volete che alle manifestazioni ci vengano solo studenti, pensionati e impiegati pubblici (e poi vi lamentate che ci sia poca gente!) fate vobis!

      MICHAEL KOHLHAAS

      P.S.: alla manifestazione della settimana scorsa ce l'ho fatta - in ritardo - a venire; ma manca poco mi spiaccico per la strada!

      Elimina
  2. Almeno uno dei candidati LAVORA, come tanti cittadini senesi. Magari lui mercoledì DOVRA' andare a lavorare e non POTRA' essere davanti al Tribunale.

    RispondiElimina
  3. riccardo clemente4 marzo 2013 20:34

    Sono dipendente da questo blog..... rischio il divorzio per leggere i suoi articoli ... torno serio con una domanda: siena nuovamente commissariata? Non è un regalo alla casta senesota, leggasi pd? Si rimandano le votazioni a tempi migliori una volta passata la bufera?
    Riccardo clemente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma passerà la bufera ??

      Non c'è invece il rischio (per qualcuno) che sia destinata ad aggravarsi ??

      Speriamo ( per qualcuno) che le ultime parole di Grillo su MPS e PD, non siano profetiche !!

      Elimina
  4. Caro Riccardo,
    per intanto procura di salvare il matrimonio (anche perchè, stando così le cose, non vorrei essere citato da tua moglie nella causa di separazione...).

    L'eventuale nuovo commissariamento (che però sarebbe a norma di Legge, a quanto pare) indubbiamente farebbe nell'hic et nunc perdere l'ultima credibilità residuale al Pd; ma, al contempo, gli darebbe la possibilità di rinserrare le fila in vista delle prossime elezioni (peraltro, 2 anni in più implicano una fisiologica riduzione degli "omini degli orti").

    Come vedi, la situazione è complessa assai.
    Staremo a vedere: certo che 2 ulteriori anni di campagna elettorale stremerebbero il povero eretico...

    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando sarà il momento di Renzi si saranno già autorottamati

      Elimina
  5. Invece, è proprio quello che accadrà mercoledì: "un ulteriore, intollerabile, rinvio". Per responsabilità anche nostra! Dopo due anni e mezzo di silenzio di fronte alle prove più evidenti di analfabetismo amministrativo e incapacità del TRIO PATACCA (rettore, prorettore vicario e direttore amministrativo), un altro rinvio sembra inevitabile. Eppure, questo rettore patacca - privo della piena legittimità a esercitare le sue funzioni (perché eletto e nominato nella carica in modo irregolare) - sta affossando definitivamente l’università di Siena con la sua impreparazione e insipienza, con l'assenza totale di trasparenza, con azioni truffaldine relative all’utenza sostenibile, con l'adozione di provvedimenti in gran parte illegittimi (e in alcuni casi illegali). Tutto ciò interessa, forse, a qualcuno? Spero di sì, almeno a quei quattro gatti che si troveranno davanti al Tribunale.

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. Che cazzo vuol dire?
      Comunque visto il successo imprenditoriale per la Mereu-Minucci si parla già di Mangia d'oro 2013..

      Elimina
  7. Anche io sono un imprenditore, ho aperto la mia impresa 3 anni fa, do lavoro e (e stipendio) a tre persone, lavoro 13 ore al giorno (senza stipendio ahimè) e non ho avuto nessun articolo di giornale che decanti le mie lodi e la mia professionalità (a dire il vero neanche una risposta da parte del Comune di Poggibonsi per patrocinare un'attività GRATUITA per bambini...).
    Poi uno non si deve incazzare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mal comune è mezzo gaudio: anche io come te sono un piccolo imprenditore da oltre 12 anni, la mia famiglia fa impresa da più di 100 anni, do lavoro a 9 persone, prendo quel che avanza (poco) come stipendio e in più nel mio tempo libero alleno i ragazzini del ciclismo, gratis et amore dei, 3 volte a settimana (ogni tanto sovvenziono la squadra anche di tasca mia, dato che NESSUNO o pochissimi ci aiutano coi dindini nello svolgere attività sportiva di base). Naturalmente questa società castita non solo non riconosce i miei POCHI meriti di imprenditore, ma mi fa concorrenza diretta ed indiretta in modo subdolo e scorretto attraverso società pubbliche o controllate da esse. Se dovessi vivere con il lavoro che mi viene dai miei concittadini sarei già emigrato.....
      E dire che i miei colleghi toscani (e i clienti stranieri) ritengono la mia impresa una delle migliori e più qualificate del settore in regione (grazie babbo che mi aiuti e mi hai insegnato il mestiere); e scusate l'orgoglio.....
      Ma non importa, continiumo ad andare avati alla loro faccia.
      SR 75

      Elimina
  8. il "senesone medio" penserà: se a questa CONVENSCION c'era anche la Mosetti, allora vuol dire che la stilista è brava per forza

    (vaglielo a spiegare che con un -allunghino- di un 5-6.000 euro la Mosetti o chi per lei farebbe da testimonial anche a Carlo Monni mentre chiappa una bella turbina!)

    RispondiElimina
  9. Caro eretico...... ma sai qualcosa del bilancio della provincia? non è che anche lì ci sono buchi o voragini?

    RispondiElimina
  10. Gli "omini degli orti"sono intesi i residuati del vecchio PC? qando arriverà il momento di Renzi non avrà più nulla da rottamare,speriamo!!!
    una nonna della "CECCO"

    RispondiElimina
  11. Cara nonna della Cecco,

    questi "omini degli orti" indubbiamente sono proprio i reduci del vecchio PCI. I quali continuano imperterriti a votare quel che è diventato il PCI di una volta per un malinteso senso di gratitudine verso gli eredi di quella tradizione politica in cui si sono formati.
    Senza capire che oggi il Pd sta dalla parte del popolo: se per popolo, però, si intendono i banchieri, i costruttori, i cementificatori e via dicendo...

    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito di cementificatori, il candidato del groviglio numero 2 oggi su La nazione, se ho letto bene, pare che voglia rilanciare l'edilizia. Tante volte non ne avessero fatte abbastanza di colate di cemento nella nostra povera Sienina.
      Lui è quello che dice "per cambiare la politica di Siena c'è bisogno di gente nuova", detto da lui....si può stare tranquilli!

      Elimina
    2. Rilanciare l'edilizia non significa solo costruire ancora; può voler dire: ristrutturiamo; abbattiamo la burocrazia che spesso ostacola e fa da deterrente per intraprendere le ristrutturazioni; agevoliamo la concessione dei mutui. Le imprese DEVONO poter lavorare per sopravvivere, e gli interventi da fare su ciò che già esiste (e resiste da secoli) ce ne sarebbero da poter dare lavoro alle imprese che oggi sono in crisi. Da ciò deve ripartire il rilancio dell'edilizia, e sono certa che il "candidato" (che peraltro ha un nome e un cognome) intendesse esattamente questo.

      Elimina
    3. "Ha chiuso l’iniziativa il candidato sindaco Eugenio Neri, che nel sottolineare come, per tradizione familiare, ha sempre avuto a cuore le tematiche del settore edilizio, ha evidenziato la strategicità del settore non solo per l’economia cittadina, ma anche per tendere ad un benessere sociale più ampio raggiungibile, ad esempio, tramite un Housing sociale mirato ed interventi di miglioramento e riqualificazione dell’esistente. Un’edilizia di qualità, quindi, che sappia confrontarsi con la contemporaneità e al tempo stesso conservare e rinnovare proprie caratteristiche identitarie, può essere da traino per molti settori lavorativi e migliorare la qualità della vita di quanti hanno difficoltà nel trovare un’abitazione od un alloggio dignitosi". Prima di scrivere informarsi, prego!

      Elimina
  12. Una domanda però mi assilla, Eretico.
    Ma i bilanci di rosyemme saranno anche loro "handcrafted with love"? Lo chiedo, perchè qui a Siena ultimamente sembrano andare molto di moda ....

    RispondiElimina
  13. NON LEGGETE QUESTO POST

    (Non leggere questo post. saltare direttamente al successivo!)


    Mi scuso subito con i fragili lettori che lamentano un po' di fatica a leggere i miei post un po' troppo lunghi. Suggerisco loro di NON LEGGERE. Fermatevi qui e saltate al post successivo! Capisco che chi ha avuto nella vita poche frequentazioni con le letture e con i libri faccia fatica anche a legere un post lungo su un blog. Quindi per voi che navigate in "piccioletta barca" potete fermarvi anche qui. Gli altri invece possono proseguire se, e solo se, ne hanno voglia, nessuno vi obbliga.
    La domanda che vorrei fare all'eretico a proposito del topic di oggi è la seguente: questo pezzo sulla Minucci imprenditrice e stilista voleva essere ironico o era serio? Non si capisce tanto bene. grazie per la corese attenzione.

    BK

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, questo topic -così come è (e cioè senza rivelazioni scottanti su finaziamenti "allegri" o quant'altro)- è solo inutile ..... anche il pur sempre bravissimo eretico a volte ha la "sindrome della pagina bianca"....

      Elimina
  14. Cosa dici eretico dall'alto della tua lungimiranza sugli ultimi arbitraggi palesemente contro la Mens sana? E' una questione carmica, una giustizia divina oppure un complotto contro Siena? Dimmi dimmi..

    RispondiElimina