Cerca nel blog

giovedì 2 maggio 2013

Uno spettro si aggira per Siena: Maurizio Cenni

    Uno spettro si aggira per Siena: non quello del comunismo, ma quello, appena più modestamente, del dottor Maurizio Cenni.
 Il peggior Sindaco del secondo dopoguerra, dopo avere amministrato la città come solo lui ha saputo fare nei dieci anni in cui ha gestito il potere senesota, non ha lasciato l'agone pubblico, l'agorà senesota, ma si è ritagliato un'inopinata figura di ideologo della compagine che sostiene la candidatura di Eugenio Neri. Al quale l'eretico l'aveva detto con grande schiettezza, tempo addietro, che imbarcare il paonazzo del Nicchio era cosa assolutamente non buona e tantomeno giusta.
 Colui che sei mesi dopo avere abbandonato la poltrona di Sindaco di Siena era divenuto (senza alcuna esperienza specifica nel settore recupero crediti) vice Direttore Affari generali della Società gestione recupero crediti di Mps, arriva addirittura a pontificare sulla città. Addirittura sul suo recente passato. Da non crederci, davvero.
 Invece di ritirarsi, in laico ritiro spiritual-espiativo, in quel di Monte Oliveto a meditare sui suoi insuccessi ed a fare sana penitenza, dalle colonne di Qui Siena, intervistato da Duccio Rugani, ci offre la panacea per il futuro di Siena:
"Il Comune torni la casa di tutti i senesi e il difensore delle istituzioni cittadine".
 Mah, boh, sigh: se lo dicesse un altro, dopo essere stato Sindaco nei dieci anni del "Siena's crash" (Antonveneta compresa), diventerebbe rosso, paonazzo di vergogna. Lui invece si approfitta di esserlo già, a prescindere...

 Perla fra le perle:
"Non mi piace affermare che fra dieci anni le ultime opere pubbliche significative realizzate saranno quelle del 2001-2011", lascia andare, con la consueta sicumera autoassolutoria.
Quali sarebbero le "ULTIME OPERE PUBBLICHE SIGNIFICATIVE REALIZZATE", non a caso, non è spiegato dal recuperatore di crediti montepaschino (in due paginate di intervista, lo spazio c'era, no?).  Forse, fra le altre, intendeva la mitica Cittadella dello sport all'Isola d'Arbia (fortunatamente naufragata, peraltro); o forse ancora, per restare in zona, l'altrettanto mitica (altroché la Diana) metropolitana di superficie, pompata come chimera elettoralistica ogni mezz'ora. E pensare che quelli erano gli anni dello scialo senesota: non per le opere di pubblica utilità, però.

 A memoria ereticale e come affermato in alcune occasioni pubbliche, il più grande successo cenniano (nonché atto degno della migliore tradizione della Sinistra, che dovrebbe garantire pari opportunità a tutti) è stato quello del maquillage dei pisciatoi pubblici del centro storico: pochi, ma significativi. Piazzati in luoghi simbolo della città.
 Sotto il suo secondo mandato 2006-2011 (se possibile, peggiore del primo: il che è tutto dire), gli orinatoi cittadini furono attentamente ripuliti e risistemati. Perfettamente fruibili, financo dal più impenitente fra i prostatici.
 Onore al merito: altri facevano operazioni di maquillage ai conti di una piuttosto importante banca cittadina; lui, invece, il maquillage lo faceva fare appunto agli orinatoi.

  Quanto alle doti profetiche, anche lì niente male, il dottor Maurizio Cenni. Dal palco del Mangia d'oro del 2009, usato sfacciatamente per togliersi i sassolini dalle scarpe e per vendettine di piccolo cabotaggio, tanto per fare vedere da che parte stesse, di fronte alle autorità tuonò contro l'eretico: il quale, a suo dire, scriveva "libri con accuse ignobili e false".
Meno male che è rimasto a fare il bene del Monte e non si è messo a fare il cartomante, il dottor Maurizio Cenni...

33 commenti:

  1. E' lo stesso cenni che nel 2001 dichiarava che la scelta del comune avrebbe privilegiato la manutenzione diffusa senza impiegare risorse per opere pubbliche non necessarie e fuori contesto. Oltre al fatto che di questa manutenzione diffusa ve ne è oggi scarsa traccia,quello che dichiara di aver realizzato le ultime opere pubbliche del decennio è un suo sosia o clone aggiornato di poca memoria? Vediamo di aiutarlo a ricordare col nuovo stadio, la città dell'arbia, la cittadella dello sport...
    Degno custode e mentore degli eventi come il suo assessore e vicesindaco marzucchi,altro fulgido esempio di sdoppiamento di personalità!

    RispondiElimina
  2. Sottoscrivo ogni virgola.
    Va da sé che se si pensa, dando il voto a tale coalizione pastrocchio, di agevolare il rinnovamento e il cambiamento di questa città, forse è il caso di fermarsi un pochino a riflettere.
    Si parla tanto, a spoposito o a ragione, non so, di restaurazione nel caso di Valentini, ma mi sembra che anche su questo fronte non si scherzi.
    Spero vivamente che al ballottaggio arrivi almeno uno tra Vigni, Tucci, Pinassi (e forse Falorni, perché no?, anche se la Lega obiettivamente è poco digeribile...)

    RispondiElimina
  3. Segnalerei all'ottimo Eretico un altro grande successo della gestione Cenni:
    SIENA ARTEFICE, un concentrato di intelligenza, lungimiranza, praticità e attenzione per il bene dei cittadini e dei turisti...
    Chi non si ferma infatti, almeno una volta a settimana nella cittadella dell'artigianato, per usufruire delle ultime offerte proposte dalle fiorenti attività, visto anche il comodissimo parcheggio sottostante (fruibile per pochi euri), e dopo, con la comodissima, usatissima, BELLISSIMA scala mobile non raggiunge comodamente la Contrada della Selva, che peraltro è a due passi da Piazza del Campo....
    Già! ma il paonazzo disse che la colpa era del Piccini che aveva precedentemente accettato il progetto. Eretico, ma perché parli sempre male del Cenni, un uomo illuminato...

    Paolo PEpi

    RispondiElimina
  4. Caro Eretico, ma credi ancora che i piddini riescano ad avere consensi eletorali tali da mantenere il Sindaco e continuare a sostenere personaggi come Cenni ??!!

    Anche gli "omini degli orti" hanno ormai aperto gli occhi !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo speriamo tutti .... anche se temo che gli interessi personali superino ancora l'interesse collettivo.
      In molti confidano ancora nel "piacerino" da ricevere da questi personaggi che ci hanno portato alla rovina e alla gogna mediatica.

      Elimina
  5. ma possibile che il candidato sindaco Neri sia così sprovveduto a ammettere nelle proprie schiere colui che ha a DISTRUTTO IL COMUNE DI SIENA?
    mi pare allucinante.
    In una nazione dove prevale la meritocrazia, il PAONAZZO DEL NICCHIO sarebbe a LAVARE I CESSI.... che schifo.
    L'altro giorno ho visto con piacere un fantastico Acetello, nel suo regno di Castiglion della Pescaia, che, in compagnia di Corradi Senior, sorseggiavano un bell'aperitivo...
    Ovviamente per i piu furbi non ci sono mai conseguenze vero???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non solo Cenni, ma viene appoggiato da liste che contengono uomini (ex consiglieri) che erano schierati fino a ieri con la maggioranza PD!!!!! ora sono fianco a fianco con liste di centrodestra !!! ma che faccia hanno questi signori? l'Eretico ha ragione: chia ha nominato i signori che hanno distrutto la città e dilapidato un patrimonio difficilmente esauribile come quello della Banca, dovrebbero solo stare zittiiiiiii

      Elimina
  6. Dal Fatto Quotidiano online di oggi una notizia che per i senesi anti-casta non è certo una novità: io Partito Democratico dare te posto di potere ben retribuito, tu ridare me la tangente per averti trovato la poltrona

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/02/finanziamenti-ai-partiti-per-pd-senese-gira-ancora-tutto-intorno-al-monte-dei-paschi/581529/

    Viva la politica etica!

    MICHAEL KOHLHAAS

    RispondiElimina
  7. Dopo aver letto Il Santo e Il gavinone credo di non aver più dubbi, se qualcuno ancora fosse rimasto, sulla novità e discontinuità del Valentini: stesso, identico modus operandi del Ceccuzzi e pessimo atteggiamento come sindaco di Monteriggioni. C'è proprio da eleggerlo,sì!

    RispondiElimina
  8. Come quali ULTIME OPERE PUBBLICHE SIGNIFICATIVE REALIZZATE? A parte la strada fiume monca che è franata, ma può succedere... l'emblema e' sicuramente la splendida viale sardegna, dalla rotatoria della polizia fino al gioiello ponte di malizia, PRINCIPALE VIA D'ACCESSO ALL'OSPEDALE (forse gli amministratori non hanno mai bisogno, beati loro). Anni di cantieri per togliere i parcheggi su un lato, un distributore e un autolavaggio (solo dopo aver aperto la strada) fare i marciapiedi larghi 2 metri, poi togliere la ciclabile per rimettere i parcheggi su un lato, poi toglierli ancora su un tratto per far spazio all'inutile cantiere della provincia (e poi via con gli erigendi fabbricati in tutte le prode). Sorvoliamo sul ponte di Malizia e l'annessa rotatoria, previsioni, tempi e costi di realizzazione.... tanto i soldi c'erano e i bilanci erano ok.

    RispondiElimina
  9. Avevo visto anche io quell'intervista ma pensavo fosse uno scherzo. Bene fa l'Eretico a denunciare questa notizia incredibile. E spero che farà qualche iniziativa pubblica per svelare ai senesi questo inganno.
    Possibile che il Dott. Neri non sappia questa verità che ormai sanno tutti? Uno che si dipinge onesto e responsabile (anche ieri a Siena TV si vantava della ormai vetusta, e poco chiara, vicenda dello "scambio dei tubi") non sente il dovere di dire ai cittadini che nelle sue liste, più o meno nascosti, ci sono alcuni dei principali responsabili del disastro di Siena? E' cascato nel "trappolone"? peggio per lui, ma ora lo dica chiaramente, perchè ci vuole un bel coraggio, o una bella Ingenuità, a sentirsi "forte" perchè sostenuto da certi vecchi arnesi. Forse mi sbaglierò, ma il paonazzo è si o no il compagno di merende di tale Mussari? ovvero quello che in dieci anni ha nominato e rinominato il calabrese a pResidente del MPS ( e Mancini alla Fondazione)? Vedere pertanto solo la possibilità di un ritorno a questo orrendo passato, con una lista Siena Rinasce piena di elefanti "pentiti" e conclamato da altri vari figuri in Nero Su Bianco e i Moderati di Verdini, (velo pietoso su Fratelli di Siena, sic), mi sembra che sia il modo di fare ancora più male a Siena e ai senesi-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Siena è ormai da giorni sotto assedio da parte dei soliti noti, anche se malcelati dietro liste apparentemente virtuose. Se i senesi non si danno una svegliata da qui a 20 giorni ci ritroveremo nell'ennesima tegamata irreversibile!

      Elimina
  10. Intanto prendiamo atto che il Neri, tanto lodato da questo blog (almeno dalla maggioranza dei lettori) non è altro che un pezzo del Groviglio (non mi venite a dire che lui, porino, è vittima del Cenni...).
    Un grazie al dr Ascheri che prende le distanze nettamente dal soggetto e dall' aggrovigliamente che lo accompagna (con un bel ritardo ma meglio di niente).
    Queste elezioni si stanno così delineando (ormai in maniera inconfutabile e nettissima):

    NERI, MARZUCCHI & VALENTINI = IL GROVIGLIO (al momento in semi-seria lite ... della serie "i ladri di Pisa")

    L' OPPOSIZIONE che dividerei come segue:

    VIGNI - Opposizione classica ... da sempre direi ma con visione arcaica del territorio e con rimedi primo novecento
    TUCCI E FALORNI - Opposizione semi-classica ... da sempre in lista ma mai nella stanza dei bottoni ... poche idee e poca sostanza, ma onestà certa
    PINASSI - alcune idee buone di programma ma grossissimo punto interrogativo sulle persone e le reali capacità ... ma poi quanti davvero di Siena ha il 5 stelle ?
    CORSINI - la probabile vera sorpresa di queste elezioni ... gente seria, di Siena, che lavora ... vedremo presto dal programma se in questi mesi di silenzio i postali hanno costruito la Siena del futuro ... oppure anche loro saranno una delusione come molte altre forze in campo



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura Vigni: se per opposizione classica intendi coerenza....si, lei lo è.
      Per quanto riguarda Corsini........ho i miei dubbi.

      Elimina
  11. È la figliola del cenni, alla Bassilichi dove tutte quelle che erano nel suo ufficio sono a casa per l'85% del tempo, lei guarda caso,si è' salvata le hanno cambiato ufficio ed è' a casa solo per il 5% del tempo. Che fortuna ha avuto!!! O forse era la più' brava.

    RispondiElimina
  12. IL RESPONSABILE NAZIONALE - AREA NORMATIVA - DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE STA PER ESSERE ASSUNTO AL MONTE..

    ..come dire il capo della polizia...o il Procuratore Nazionale Antimafia va a fare l'avvocato per Riina..o Provenzano....

    La banca presieduta da Alessandro Profumo sta per assumere come responsabile dell’area amministrazione e bilancio Arturo Betunio. Chi è? Semplice, si tratta di un pezzo grosso dell’Agenzia delle entrate, sin qui responsabile del direzione centrale normativa. La conclusione è che uno dei funzionari del Fisco che negli ultimi tempi hanno messo alle strette le banche su evasione, elusione e abuso di diritto, adesso passa dall’altra parte della barricata, offrendo le proprie competenze per difendere gli stessi istituti di credito dagli assalti dell’Agenzia guidata da Attilio Befera.

    http://www.lanotiziagiornale.it/buco-mps-non-e-ancora-finita-uno-007-per-le-grane-fiscali/

    RispondiElimina
  13. Grazie anonimo delle 17:13,hai detto una verità.

    RispondiElimina
  14. La più brava di certo,come il Centini,il D'Onofrio,il Ghezzi,il Franchi ecc ecc

    RispondiElimina
  15. Il ganzo è che i suoi "fan" s'offendano come bestie quando viene fatto notare quanto quelle liste a sostegno di Ingenuo Neri siano impresentabili (sia chiaro fatte salve le persone perbene capitateci chissà, forse per sbaglio). Ceccuzzeria e Albertone (?!) a parte, c'ha dietro praticamente tutto il peggio della politica senese. Gente che non solo fino a ieri ha sempre dato il proprio voto e si è spesa in prima persona per il groviglio (o nel meno peggio dei casi ha fatto finta di niente per due lire come il Richelieu di Fivizzano comandava -come lo chiami te mi pare-), ma pure gente direttamente compromessa! Fenomenale!

    stufosodo

    PS: vorrei dire all'anonimo delle 13:46 che si sbaglia, quella lista del cap(pero) è la lista "folosoni", nasce come sostegno a Ceccuzzi e aspetta di fare casino nell'opposizione (ma tanto prenderà 400 voti a essere larghi...) per rimediare l'ennesimo strapuntino. Del resto come guru hanno il Genio de noantri Architetto Eccellentissimo Milani del forum PD sulla coltura, ops cultura, mica baccelli...Aria Fritta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro stufosodo,
      vedo che di politica ci capisci tutto te. Bene, vorrà dire che capirai anche quello che sto per scrivere.
      Credo che la città debba fare uno sforzo per DISTINGUERE NETTAMENTE fra chi:
      1. ha la responsabilità diretta dello sfascio, nel senso che ha messo la firma in un modo o nell' altro sulle centinaia di iniziative che l' amministrazione negli ultimi 10 anni, attraverso le sue varie ramificazioni, ha promosso nel tessuto civile, economico e sociale, distruggendolo
      2. chi ha avuto solo una parte nell' ultima, brevissima, esperienza amministrativa del Ceccuzzi (che di fatto è senza voto ... le colpe del Ceccuzzi sono ENORMI ma ben precedenti alla sua elezione a sindaco)

      Questo sarà peraltro il metro della giustizia (forse) e della storia (senz' altro) per valutare tutti gli attori del Disastro Siena.

      Ci sono ovviamente i Ceccuzzi della situazione che hanno ruoli diretti prima e dopo il grande crollo ma non mi risulta che ce ne siano nella lista 53100, ad esempio. Come non li vedo ovviamente nella lista 5S e nella lista del Tucci. Su quella di Falorni e Vigni ho altre riserve di tipo programmatico e di approccio.

      Mettere insieme il Cenni (che insieme a Gabriello Mancini è Giuseppe Mussari appartiene alla trinità devastatrice della città) a quella che te chiami la lista dei "folosoni", fa spregio delle capacità intellettive dei molti lettori di questo blog e offende molta gente DI SIENA (e non della Chiana o di Monteriggioni) che spende, in un momento storico come questo, soldi e tempo proprio (togliendolo al LAVORO e non alla semi-nullafacenza retribuita di molti professionisti della politica che riempono diverse liste cittadine) per dare un programma e un futuro anche a gente come te.
      Ma soprattutto è un' affermazione che non ha nessuna aderenza con la realtà. Cosa di cui Siena ha oggi disperatamente bisogno.

      Elimina
    2. Dico solo che è stato lo stesso candidato del 53100 a dire che loro nascono come sostegno a Ceccuzzi. Se ti pare una cosa della quale andare così fieri...comunque no, non credo di capirne solo io e altri che io, anzi tutt'altro. Sono però convinto di scrivere di tutto per evitare di riprenderlo nel didietro per l'ennesima volta, questo sì. Se poi sui cap mi sbaglio (ma non credo, e ripeto il perché: a capo di tutto c'è il Milani), ne farò ammenda con scuse a profusione (non garantisco di tatuarmi un billo in fronte però come promesso da altri ma quasi!).

      stufosodo

      Elimina
  16. Bene bene, vedo che certi modus operandi tipici dei ceccu-boys, che hanno tutti traslocato sul carro di Mr Pennellone brizzolato di Monteriggioni, si ripetono. E' ripartita la macchina del fango nei confronti del dottor Neri e guarda caso proprio il giorno dopo la trasmissione televisiva dove, dal confronto tra i candidati sindaco, è emerso chiaramente che i migliori sono stati proprio Neri, la Vigni e Corsini. Lo capite l'italiano quando lo leggete? L'Eretico ha preso le distanze dal paonazzo (cosa che condivido pienamente) e non dal Neri che non "si dipinge" onesto, lo è davvero e lo so perchè lo conosco da anni. Il Neri prende consensi e questo fa paura vero? In particolare per gli anonimi ceccu-boys delle 12.14 e delle 13.46 del 3 maggio faccio presente che i senesi, che non sono stupidi, possono decidere democraticamente di scegliere il sindaco e i consiglieri e sapranno valutare, tra nuovi e vecchi, chi vale e chi no. La forza la si prende dal bene per Siena e dall'onestà personale (ma non so se i ceccuboys conoscono il significato di parole come democrazia e onestà). Ricordo infine che il dottor Neri non si vanta della storia dei tubi perchè ha pagato in prima persona per il coraggio di aver denunciato una storia orribile, dove è morto un uomo. La vicenda la conosce molto bene anche l'Eretico e sa che dico il vero. Cari ceccuboys finchè non imparerete il rispetto per le persone il vostro carro non andrà da nessuna parte.

    RispondiElimina
  17. Anche Siena Innovazione è stata un'altra bella storia del periodo paonazzo, un'altra perla...

    RispondiElimina
  18. io non sono di Siena e alcune cose le capisco e altre no. Però se Polifemo mi avesse fatto un piacere (e so per certo che ne ha elargito a piene mani) con che faccia non lo appoggerei? Mi sembra peggio fare il voltagabbana ed inneggiare ad una Siena pulita,fatto la grazia gabbato lo santo, piuttosto che prendermi le mie responsabilità come elettore, nel senso che non si sputa nel piatto dove si mangia e si è mangiato fin'ora, quindi, (e io ho votato per il M5S quindi non certo per questi), siccome chi bazzica l'unto se ne appiccica, chi ha avuto questa collusioncina deve rispettare i patti, perché è diventato come chi il piacere glielo ha fatto. Sennò è troppo facile atteggiarsi a moralizzatore scandalizzato e ipocrita. Altrimenti rinuncia al suo posticino comodo comodo che gli/le è stato procurato con il piacerino e allora è libero di dire e votare chi vuole. Ma a Siena quanti (universitari, montepaschini, ospedalieri, uslieri, provincieri, comunieri, sienaparcheggieri, ufficieri vari) a parte tutti i discorsi che lego sui vari blog, sono veramente liberi di fare questo?

    RispondiElimina
  19. Ceccuboys, cara fava lessa, erano fino a ieri quelli che orano usano il buon Ingenuo Neri (e non a caso non l'ho mai offeso, gli ho solo dato, generosamente, dell'ingenuo) come foglia di fico. Dietro Neri c'è Maurizio Cenni, punto e basta, inutile che ti metta a raccontare storielle. E a casa mia per le foglie di fico un tempo si usava un'espressione non proprio gentile ("utile i.")...

    Ciao brodo salutami Izzyno

    stufosodo

    RispondiElimina
  20. Se davvero il chianino ceccuzzi si e' proposto ed accettato come scudiero del valentini siamo fritti ovvero a Siena andremo dritti come pendoli

    RispondiElimina
  21. sono simone condivido in pieno che personaggi con il sig. dott. cav. cenni dal nicchio è stato l'artefice, non il solo comunque,a far diventare Siena così.
    Io credo che tutti i cittadini non impegnati per vari "piaceri" a idolatrare il fondo schiena di questo signore, dovrebbe rendere il guisto merito a chi a distrutto siena e tutto quello che ne deriva.
    Io ringrazio il dr. cav. avv. CENNI poiché è stato uno delle figure che mi hanno fatto disinnamorare di siena e di tutto quello che rappresentava per me io credevo in tante cose che ad oggi vengono memo, palio sport. odio tutto quello che questo signore ha rappresentato in qui maledetti dieci anni di distruzione totale è stato come una bomba atomica. GRAZIE DI TUTTO CENNI GRAZIE. ALMENO FATELO STRARE ZITTO NON FATELO PARLARE NON INTERVISTATELO PIU IGNORATELO MANDATELO IN CLAUSURA!!!!!

    RispondiElimina
  22. Condivido in pieno ciò che dice stufosodo! Secondo me il cap.si muove sempre per un tornaconto personale di qualsiasi genere...Poi mi sembrano anche un tantino presuntuosi e quindi non troppo simpatici però visto "l'alto livello di professionalità".......useranno la vasellina...

    RispondiElimina
  23. Un po di rinciucciati di qui, un po di rinciucciati di là. Strano, molto strano. Temo che, se non vinceranno le liste meno compromesse con il passato (per me Tucci, Vigni, Pinassi), si potrebbe assistere al grande inciucio tra alcuni falsi antagonisti di adesso. Fingere di litigare per poi ....................
    Mi astengo dal commentare l'intervista dell'ex sindaco. Purtroppo parla da sola.

    RispondiElimina
  24. Aveva ragione il Sommo: Senesi, gente vana. Ho spulciato le liste dei prossimi candidati, in tutte c'è qualche vecchia conoscenza che più o meno ha finora navigato in questo 'groviglio armonioso', non si salva nessuno da Valentini a Neri a Tucci. E i senesi? Popolo pecorone mantenuto dal Babbo Monte pieno di debiti alla Casta dominante per favori avuti nel tempo che farà? Voterà i soliti. Non cambierà nulla. Sono tutti come i ladri di Pisa. Quelli del Movimento 5 Stelle forse ancora non sono compromessi, ma non mi sembrano in grado di governare il loro capo Grillo mi sembra tanto fumo e poco arrosto. Insomma poche speranze. Tanto tra poco c'è il Palio, diventato l'oppio dei senesi, anzi due. Tanto per quelli si trovano i soldi. Quindi chi vincerà, ci sarà il cappotto per qualche Contrada? Chissà se il capitano dirà una buona parola per la mia figliola al cugino del Sindaco? L'ho votato me lo deve. E' così che muore una civiltà; quella senese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. purtroppo hai pienamente ragione!!!

      Elimina
  25. Per carità, niente da eccepire al dott. Neri. Illustre cardiochirurgo di fama internazionale, supereroe della "faccenda dei tubi". E fin qui tutto bene, anzi benone. Tuttavia pare che a questo punto sia innegabile ( e non lo possono più nascondere nemmeno i suoi)che il dott.Neri non solo è foglia di fico ma addirittura si sta facendo cavallo di troia per far rientrare negli scranni del potere senesota una parte di coloro che nell'ultimo decennio hanno fatto più danni della grandine. Tuttavia è vero che ci sono nelle sue liste anche persone perbene, che evidentemente hanno accettato di entrarvi con grande ingenuità e senza accorgersi della tegamata in cui si stanno per infilare. Quindi direi che anche lui (nonostante i suoi successi sociali e professionali) è un falso profeta, e la sua è una lista specchietto per le allodole, che finge la discontinuità. Il groviglio armonioso numero due che tenta di nuovo la scalata. Insomma Un bluff!

    RispondiElimina
  26. ma per scrivere il libro sulla storia di un montepaschino si possono dare contributi?

    RispondiElimina