Cerca nel blog

mercoledì 14 dicembre 2011

Siena, il Titanic e il Capitan Franchino...

 
  Stefano Bisi ci esorta a guardare le stelle e a ritrovare coesione e fiducia in vista del futuro (un sempiterno X agosto?); l'eretico invece piuttosto che a ciò che c'è sopra di noi, invita a pensare a cosa c'è sotto: questione di punti di vista, ovviamente. Tutti rispettabilissimi.

 Il Sindaco Franco Ceccuzzi - eletto sette mesi or sono, con un 54% trionfale - è alle prese con quello che i più lucidi avevano visto da tempo, e che anche i meno lucidi non possono più ignorare, adesso: l'inabissamento inesorabile del Sistema Siena, a 360°. In questo Natale 2011, davvero niente si salva. Diciamo che gli esperti navali hanno ormai appurato che il mitico Titanic poteva mantenersi a galla con fino a 4 compartimenti allagati in successione, ma non se se ne fosse aggiunto un quinto, come poi in effetti accadde quella maledetta notte fra il 14 ed il 15 aprile 1912.
Quattro allagamenti, dunque, per il Titanic; per Franchino i quattro "allagamenti" potrebbero essere l'Università (in generale, non potendo continuare a fare finta di niente sulle esplicite coperture politiche al Tosi); la Banca (rapporto fiduciario ed amicale con Mussari); la Fondazione (idem come sopra alla Banca, alla fine l'ha dovuto dire financo Gabriellone che lui seguiva gli indirizzi del Comune); il caso Chiti, ormai deflagrato in toto (vedasi Nazione di oggi: vediamo come continueranno le rivelazioni...).
 Il quinto "allagamento" quale sarà? L'eretico vede bene la Sanità, ma indubbiamente ci potrebbero essere altri fronti potenziali.
Non a caso, oggi il Sindaco è dato per parlante (salvo assenze dell'ultima ora) ad una conferenza non molto pubblicizzata (per pudore o che?) che si svolge nell'Aula Magna del Policlinico Santa Maria alle Scotte proprio mentre stiamo scrivendo: "Il Sistema Sanitario nell'area senese: uno sguardo di prospettiva". Presenti molte carriere al neutrino di cui questo blog si è già occupato (dottor Becattini, dottor Cardelli et alii), nonchè la dottoressa Simona Dei - Direttore sanitario AUSL 5 di Pisa - , che alcuni spifferi danno come candidata al dopo Morello.
 Dalle 13,15 alle 14, 00, zitti tutti: sale in cattedra Franchino, concludendo il dibattito, come ai cineforum di un tempo andato. Per l'occasione, finalmente Franchino è stato nominato "Dottore" sul campo, forse per meriti evidenti nella gestione della cosa pubblica senese.

 Il primo ufficiale del Titanic, tale William Murdoch, appena si rese conto dell'imminente impatto con l'iceberg, ordinò di mettere le macchine "indietro tutta", ma la velocità (22,5 nodi) era eccessiva, la direzione non si potè invertire, e l'impatto con il fatal iceberg non fu più evitabile: ormai era troppo tardi.
Almeno il primo ufficiale Murdoch, di fronte alla Storia, si può dire che ci abbia provato; Ceccuzzi, invece, neanche questo...

Ps Sulle scialuppe di salvataggio, furono giustamente caricati prima le donne ed i bambini, come da nota tradizione marittima. Poi pare si sia seguito un criterio classista. Qui come funziona? Così, tanto per saperlo...  

26 commenti:

  1. Non scomoderei tragedie così devastanti per personaggi come il Ceccuzzi, per rispetto dei morti del Titanic...

    RispondiElimina
  2. cittadino senese indignato14 dicembre 2011 15:50

    Ricordo che l'avvocato Panti si è dimesso e questa è verità, non entro nel merito.Questo consigliere invece "resiste" come se nulla fosse, che tristezza! Non sa o non gli hanno detto che non esiste impunità e immunità per nessuno, nemmeno per il centrosinistra? Non gli hanno detto che le REGOLE VALGONO PER TUTTI, non solo per i semplici cittadini di Siena? Non gli hanno detto che non basta aver preso molte preferenze per fare ogni cosa a proprio gusto e volontà senza rispettare le regole? Ricordo infatti che TANTE PREFERENZE le prendevano anche certi "personaggi" onorati e applauditi approdati successivamente nelle aule giudiziarie.Prendevano centinaia di migliaia di voti ma non per questo potevano essere superiori alla LEGGE.Dal Sindaco di Siena ci aspettiamo un discorso forte e chiaro, senza timori.Da altre persone ci aspettiamo invece un "salto" di qualità, uno "scatto" civico, un moto d'orgoglio e di dignità civile e politica: CHIEDERE SCUSA AI SENESI E DIMETTERSI

    RispondiElimina
  3. cittadino senese14 dicembre 2011 16:07

    PER LA "DIRIGENZA" di SIENA FUTURA una rima

    agli esponenti montezemolesi che poi sono compagni e socialisti io dico sempre con rispetto ma siete davvero ferraristi?
    Siete la novità a Siena questo è vero,
    una "novità" da vent'anni diciamolo per INTERO!
    In questa grigia mediocrità
    la "marzucca di periferia" bene ci sta

    Il VICE SINDACO dott. MAURO MARZUCCHI dovrebbe essere nominato PRESIDENTE della nostra FONDAZIONE MPS, almeno è laureato, senese di città,lunga esperienza da bancario e Persona perbene

    RispondiElimina
  4. Sarà anche una persona perbene, però non può certo rappresentare la discontinuità, ci vuole gente che non sia da 20 anni in Consiglio comunale

    RispondiElimina
  5. una curiosità eretico.Nei si dice di strada Franchino oltre che mandante politico della disfatta senese è comunque considerato una volpe, un astuto, uno scaltro. Possibile che abbia accettato di essere in sella proprio quando la baracca crolla?.....e che la baracca crollava lo sapeva perfettamente!!!

    RispondiElimina
  6. Caro lettore, nei prossimi giorni ne riparleremo. Ci sono tanti motivi per cui ha voluto fare il Sindaco, fra questi l'arroganza profonda del personaggio, e l'arroganza del potere spesso non ti fa vedere le cose fino in fondo. E poi, diciamola tutta: di certo è un abile tessitore, ma fino a che non si oltrepassa la Tressa. Abile tessitore, non di più. Altri castisti sono più intelligenti: ma non mi chieda nomi, altrimenti si montano la testa...
    L'eretico

    RispondiElimina
  7. Robertino ha fotocopiato documenti che voi umani non potete neppure immaginare ....

    Gabriello passa più giorni a Milano con i restauratori del debito che ore in piazza del Campo.

    Entro febbraio, massimo l'8 marzo, verrà annunziato il nome del Salvatore; al canape per il momento un gruppo spagnolo molto vicino all'Opus Dei e un gruppo francese molto vicino alla Bnl.

    Corsi e ricorsi della storia ......

    Robertino, montepaschino da tre generazioni.

    RispondiElimina
  8. Ma che aspettano la festa della donna? Genere tra l'altro caduto in disuso in questa città...

    RispondiElimina
  9. Caro Anonimo delle 9,35,

    La Banca è 'donna' come del resto la Fondazione, l'Opa (più o meno ostile come ... le donne), la Curia, la piazza più bella del mondo, la figlia di Botin, la Bnl ........

    Quante affinità elettive.

    Robertino, montepaschino da tre generazioni.

    RispondiElimina
  10. Ci sono delle imprecisioni:
    un OPA ostile non troverebbe più del 26% flottante sul mercato, e rimane improbabile che la lanci BNP, che ha invece aperto una filiale in Banchi di Sotto (da due diligenze ne ha fatto un carro funebre) o peggio Santander, la più fabbisognosa: http://archiviostorico.corriere.it/2011/dicembre/09/Ricapitalizzazione_record_per_spagnolo_Santander_co_9_111209004.shtml
    Quanto all'immobiliarista-editore... è grassa che sia ancora a piede libero!

    RispondiElimina
  11. Complimenti a Robertino per i commenti sempre più ficcanti e stimolanti. Ormai è un opionionista fisso, e di questo lo ringrazio...
    L'eretico

    RispondiElimina
  12. Santander è di fatto l'unico Istituto insieme ad Intesa che presta denaro sull'interbancario al Monte.

    I ben informati sostengono inoltre che debba ancora incassare parte dei 10 miliardi (avete letto bene .... DIECI MILIARDI DI EURO) per la vendita di Antonveneta.

    L'unica soluzione è convertire il credito in equity cioè azioni della banca più antica del mondo.

    Grazie di cuore all'eretico per i complimenti; sono per me un efficacissimo Viagra intellettuale.

    Robertino montepaschino da tre generazioni.

    RispondiElimina
  13. Nota tecnica sull'Opa (inserita nel precedente post solo in quanto donna non perchè probabile): se è vero che l'Af-Fondazione ha oggi il 45% delle azioni della Banca, in assenza di patto di sindacato, la restante quota rappresenta il 55% del capitale ordinario.

    Se qualche soggetto dovesse lanciare un'Opa (improbabile) gli amministratori della Fondazione farebbero bene a valutarla con attenzione per evitare un'azione di responsabilità ....

    Ultima considerazione prima del meritato riposo: non è strano che le comunicazioni di Internal Dealing siano ferme ad un mese fa (14 novembre per l'esattezza) ? Speriamo non sia un dimenticanza ....
    Magari è assente chi se ne occupa abitualmente .....
    Consob tenga gli occhi ben aperti.

    A domani da Robertino

    RispondiElimina
  14. Credo che i cittadini onesti non possano che augurarsi che la Magistratura faccia il più velocemente possibile il suo corso. Che altro si può sperare da gente come il Ceccuzzi o il Mussari?

    RispondiElimina
  15. Il regalo di Natale per il Ceccuzzi? Una bella faccia di bronzo a dimensioni reali, con la fronte alla Diabolik inclusa. In che negozio si può trovare?

    RispondiElimina
  16. Sul Titanic - come è risaputo - c'era anche l'orchestrina che continuava a suonare mentre il transatlantico si inabissava inesorabilmente. Chi è che fa l'orchestrina in città?

    RispondiElimina
  17. A proposito di magistratura e delle relative speranze in Lei riposte ... sic...?
    Ma l'eccellente Giudice Gaggelli cosa aspetta, forse siamo prossimi alla prescrizione ?

    RispondiElimina
  18. A parte due o tre blog, l'orchestrina di Siena è l'informazione purtroppo. Peggio di tutte, peggio di qualunque giornale la televisione

    RispondiElimina
  19. cittadino senese indignato: non salutiamoli nemmeno16 dicembre 2011 16:59

    ANCHE IL DIRETTORE DEL CORRIERE DI SIENA si sta defilando dalla consorteria, lo conferma uno spazio importante riservato all'intervento dell'ex Sindaco di Siena Piccini.Forse "sentono" che forse arriva l'onda giudiziaria e allora tutti a dire: sì l'avevo detto,hanno sbagliato faccio autocritica.Popolo di Siena non ti far ingannare: PUNIZIONE ESEMPLARE PER TUTTI COLORO CHE HANNO IMPOVERITO LA CITTA', PUNIZIONE SENZA ATTENUANTI, chiaramente punizione per Legge; i cittadini puniranno questi incapaci in modo semplice: NON SALUTARLI PIU',INDIFFERENZA TOTALE,SENZA INVITI NEI SALOTTI,DISERTARE LE LORO CONVIVIALI, DEVONO SENTIRSI ESTRANEI COME GIà lo sono.Per l'altra punizione diciamo: FORZA MAGISTRATI!

    RispondiElimina
  20. Per me ci vorrebbe più dell'indifferenza, molto più: bisognerebbe farli sentire i falliti che sono..comunque certo meglio l'indifferenza del servilismo che li ha accompagnati per anni e che in certi settori continua pari pari a prima...

    RispondiElimina
  21. Una che non fa mai mancare il suo affetto a questi signori (Mussari in primo luogo) è il Prefetto. Viste le foto di oggi sul Corriere di Siena?

    RispondiElimina
  22. Al commentatore delle 12,03 di ieri: a me risulta che il buon Beppinello da Catanzaro una gran bella rospata qualche giorno fa se la sia buscata dalle parti di piazza della posta. Mi sembra un inizio promettente...

    RispondiElimina
  23. Mai abbastanza, mai abbastanza. Deve arrivare il momento in cui si dovrà VERGOGNARE di mettere piede in città!

    RispondiElimina
  24. Siena-Titanic mi va benissimo. Il Ceccuzzi più che capitan Franchino mi sembra capitan Findus, visto che ha congelato tutti i posti di potere con gli stessi uomini di prima...

    RispondiElimina
  25. Alcuni commenti sono davvero ficcanti, anche per questo post. L'eretico si permette solo di ricordare che in altre realtà democratiche, quello che sta accadendo a Siena (senza dimissioni, se non quella dell'avvocato Panti) non potrebbe accadere, per due motivi innumerevoli volte ricordati su questo blog: maggiore pungolo dell'opposizione istituzionale; maggiore pungolo da parte della stampa (cartacea, si intende) e della televisione.
    Mancando questi due elementi fondamentali, il resto tarda a venire...

    RispondiElimina
  26. Mah .... i passeggeri del Titanic purtroppo sono i senesi. I vari Mussari, Tosi, Mancini, Ceccuzzi & Co. si salveranno allontanandosi colle loro scialuppe d'oro mentre il Titanic si inabissa.
    Il guaio è che essendo personaggi senza un briciolo di faccia non proveranno nemmeno un filo di rimorso per il disastro che hanno combinato ....

    RispondiElimina