Cerca nel blog

mercoledì 21 dicembre 2011

Mussari Giuseppe sbeffeggiato dal Fatto: un oltraggio a cui la città deve reagire!

  In tempi non sospetti, l'eretico l'aveva scritto che i nemici di Siena non si limitavano alla Brambilla (nel frattempo, decaduta dalla carica). Anche alcuni giornalisti forestieri (non molti, in effetti, ma sempre di più) stanno iniziando ad alzare i toni, e ciò è francamente intollerabile: che il Sindaco Franchino intervenga, prima che sia troppo tardi. Siamo arrivati financo all'oltraggio vero e proprio: un giornalista che si permette di affondare senza mezzi termini l'operato del Presidente Mussari Giuseppe in questo declinante 2011. Questo è davvero troppo. Che poi questo attacco venga da un quotidiano (Il Fatto quotidiano) che ha beneficiato di pubblicità montepaschina, questo non può che amareggiare ulteriormente.

  Pagina 2 del quotidiano di Padellaro e Travaglio di oggi: fra le "facce da flop" del 2011 nel campo dell'economia e della finanza, si osa inserire quella di Mussari (tra l'altro - e questa è aggravante da non poco - ritratto in una foto che non rende giustizia al suo fascino di cinquantenne). Questo è il testo integrale:
"Impegnato nel doppio ruolo di presidente del Monte dei Paschi ed anche dell'Abi, la Confindustria delle banche, è stato TRAVOLTO DAGLI AVVENIMENTI. L'Abi ha subìto l'offensiva dei concorrenti francesi e tedeschi che hanno imposto regole penalizzanti agli istituti italiani. E il Monte dei Paschi, nonostante l'aumento di capitale varato in estate, potrebbe essere costretto a fare il bis tra pochi mesi. E adesso c'è il rischio concreto che dopo oltre cinque secoli Siena perda il controllo della sua banca".
Questo dicono di Lui, dunque.
La città deve reagire: compatta, forte, solidale, con una sola voce. L'azione legale dell'avvocato Pisillo - pur meritoria ed efficace - da sola ormai evidentemente non è più sufficiente: bisogna trovare anche altro, da affiancare all'azione di tutela legale del Presidente gestita appunto dall'avvocato lupaiolo. Pensiamoci su, ma è chiaro che così non si può assolutamente andare avanti: non è tollerabile che uno come Briatore in televisione si metta a dire che il Monte è stato distrutto, non è decoroso che un giornalista si metta ad oltraggiare per scritto la figura di Mussari Giuseppe.
Ora, davvero, basta: chi di Siena scrive male, deve fare la fine del maiale!

23 commenti:

  1. EEhhh una volta crollata la finanza creativa....
    Tempi duri per tutti.... Il problema è che pagano (come sempre) i più deboli

    Paolo

    RispondiElimina
  2. Questa mattina ho visto il Presidentissimo e la sig.ra Luisa aggirarsi per gli uffici di Presidenza per gli auguri natalizi ai dipendenti con in testa un copricapo, simile a quelli dei muratori, fatto con la pagina incriminata del Giornalaccio.

    Probabilmente i giornalisti sono attapirati per non essere stati invitati al Palio; colpa di David Rossi.

    Verranno 'avvicinati' con una confezione da 6 bottiglie dell'ottimo vino oltre ad un fine settimana in un albergo della famiglia Stasi (tutto pagato).

    Solo successivamente interverranno gli avvocati di Bagna Calabra !!

    Un saluto da Robertino in pausa-caffè.

    RispondiElimina
  3. ma ti sbagli sono gli AVVENIMENTI che sono TRAVOLTI dal SORRISO PLASTIFICATO del Mussari

    RispondiElimina
  4. Aspettiamo tutti che il Bisi lo inserisca invece fra i grandi protagonisti del prossimo anno a Siena e in Italia...

    RispondiElimina
  5. Leggo sempre con piacere e divertimento.
    Personalmente ,però, penso,che in un'altra città,parecchi senesi ,molti anche tra quelli che scrivono commenti qui,vivrebbero ai margini della società ,come sarebbe giusto,fosse.

    RispondiElimina
  6. L'anno scorso il Bisi lo pompava ministro in un eventuale Governo tecnico: il Governo c'è stato, il ministero a Mussari mi pare di no...

    RispondiElimina
  7. non hanno le palle per denunciare travaglio o per fargli causa di danni in sede civile...sono forti con i deboli e deboli con i forti!
    E poi in un eventuale giudizio potrebbe venire fuori il problema della verità del fatto addebitato e come diceva la famosa caschetto d'oro (non è parente del boccoluto) dei tempi passati la verità mi fa male, lo so!!!!

    RispondiElimina
  8. Giustissimo! Preferiscono fare finta di niente, come sempre, e incaricare il Bisi di fare il controcanto a favore

    RispondiElimina
  9. Anche Fitch è... irriverente!?

    http://www.ilcittadinoonline.it/news/144574/Fitch__sotto_osservazione_i_rating_di_Mps.html

    http://www.ilcittadinoonline.it/news/144567/Come_userà_Mps_l_iniezione_di_liquidità_fornita_dalla_Bce_.html

    RispondiElimina
  10. Almeno quanto a foto, Mussari Giuseppe oggi se la passa decisamente meglio: sul Giornale berlusconiano (chissà perchè, sempre buono con Lui), a pagina 24 il Presidente Abi è presente in una di quelle foto in cui viene proprio al meglio. E c'è il Palazzo pubblico alle spalle...
    L'eretico

    RispondiElimina
  11. Sono indignato! Come si permettono di parlare male di un uomo che ha solo fatto del bene ai senesi? Il suo progetto economico-sociale per la comunità senese per il prossimo ventennio è chiaro e merita tutto il nostro rispetto. Dal 2012 infatti sarà valorizzato al massimo l'ingegno del senese medio, per trovare occupazione fuori dalla bambagia del caldo ufficio MPS, banca non più di proprietà della città. Sorgenno piccole, medie e grandi industrie anche a Siena. Le Contrade, con meno soldi a disposizione, pagheranno meno i fantini, ci saranno meno folosi a giro, i disc jokey faranno i disc jokey, i contadini coltiveranno la vernaccia... insomma, forse ci sarà anche un po' più di libertà, la gente non avrà più paura di parlare pubblicamente anzichè sottovoce con fare sospettoso. Forse, grazie a Mussari, Siena sarà una città normale e democratica.

    RispondiElimina
  12. Caro Eretico,

    la notizia della cessione in forte perdita di azioni Bmps da parte del costruttore romano ha creato scompiglio al piano nobile di Rocca Salimbeni.

    Il direttore Vigni vagava senza meta negli opulenti corridoi di Direzione, il Presidentissimo ha cercato di contattare l'ex vice-presidente per chiedergli se si fosse trattato di un errore ma il portatile era spento.

    Ora si aprono scenari nuovi ed imprevedibili.

    Robertino montepaschino da tre generazioni.

    RispondiElimina
  13. (Poesia, dalle Filiali:)

    Siam tutti sereni anche dentro gli uffici,
    che il pubblico in coda ci vede felici.
    Lontano è il ricordo dei mesi passati,
    di quando eravamo più tesi e stressati.

    Se solo all’inizio dell’anno ritorno
    rivedo i sei PAC da produrre ogni giorno.
    Passai notti insonni col peso e l’assillo
    di come piazzare trecento Sigillo.

    Se a fine giornata la M’Honey non c’era,
    vagavo ramingo per tutta la sera!
    Rischiavo guai seri al solo pensare
    di vender ‘na Paschi, neppur lineare.

    Ma tutto è cambiato, più lieti si vive!
    Non è più in ambasce chi adesso vi scrive.
    Più lievi mansioni! Lasciate che spieghi:
    intanto non devo più fare gl’impieghi !

    Ch’è un po’ come dire, in forma assai spiccia,
    che il mio macellaio non vende la ciccia !
    E fo un altro esempio, a mo’ di freddura,
    “Te sai l’ortolano? Non vende verdura !”

    Le PEF per le NewCo appena avviate?
    Al solo pensarci scatenan risate.
    La Small vuol portare cambiali allo sconto ?
    Si guardi dal farlo: sarebbe un affronto !!

    E chi c’ha bisogno del mutuo per casa
    non entri nemmeno, che accà nun è cosa !
    Semmai PRS mettiamo in gran mostra,
    che tanto l’impiego non è roba nostra !

    I conti correnti niun può serrare,
    che pena è assai dura: dover emigrare !
    Non più si contratta al Secondo Mercato,
    che al Conto Economico costa salato.

    E allora che fo? Cosa dico ai clienti ?
    “Venite sior, numerì sor-pren-den-tiii !
    C’è la borsa in omaggio o se vuoi c’è la SPA,
    parco giochi e matite, l’IPhone per papà !”

    Oddio, ci sarebbe qualcosa da fare.
    Un compito gramo che tocca affrontare:
    Segnare su scheda, fra righe e colonne,
    i conti d’aprire a suocera e nonne !

    Oppure divento attore-regista,
    con un corto-augurio da protagonista,
    girato davanti alla Borsa, in Milan,
    e l’Occhio di Bue fisso su Cattelan !

    O vo dagli Ebrei, nei luoghi di culto,
    per darmi lo strazio sul muro del pianto.
    E non per la crisi, o meglio, il suo andazzo,
    ma per la mia Azione, che non vale più un . . . tubo !

    Me sembra de stare in antica comedia,
    ma forse più calza parlar de tragedia !
    Realtà di gran lunga oltre ogni illusione,
    per noi saltimbanchi del Gran Baraccone !!!

    RispondiElimina
  14. Propongo una class action contro il Fatto che ha insultato le qualità del Presidente. Così non si fa e certi affronti vanno puniti dalla legge...

    RispondiElimina
  15. bellissima la poesia dalle Filiali. Sei un artista.
    Perché non farla leggere alla consorteria sindacale?

    RispondiElimina
  16. Io propopngo di vietare il Fatto nelle edicole intra moenia, così imparano..Ceccuzzi dovrebbe attivarsi in tal senso!!

    RispondiElimina
  17. Siamo noi a Siena che non sappiamo valorizzare le persone che valgono: a Catanzaro gli offrono la cittadinanza onoraria. Loro sì che lo sanno onorare al meglio...

    RispondiElimina
  18. Faccio rilevare che il Bisi non ha dato questa notizia apparentemente favorevole a Mussari, il che significa che la ritiene un'arma mediatica a doppio taglio per il suo datore di lavoro. La Nazione invece l'ha data.

    RispondiElimina
  19. Dagospia scrive di Banca Intesa pronta a comprare Mps a prezzi di saldo. Sarà così? In ogni caso sappiamo tutti chi ringraziare...

    RispondiElimina
  20. Uè ragasi, calma: non siam mica a schiacciare i punti neri alle coccinelle, eh! Il Giuseppe ha fatto diventare Siena il terzo polo bancario della Patria, e vi ha fatto sganassare dagli applausi con il calcio e il basket per un lustro. Uè, ragassi, ricordiamocele le cose, porco boia!

    RispondiElimina
  21. Se tre indizi fanno una prova .....

    A) Marco Morelli Amministratore Delegato Mps liberamente imposto a Mussari & C.

    B) Intesa è il principale fornitore di danaro sull'interbancario (quindi creditore) di Siena

    C) il terzo indizio è riconducibile alla firma posta sul Dossier Siena da Corradino Passera che si candida a guida del polo di centrosinistra alle prossime elezioni.

    Lo slogan non può non essere: TANTA PASSERA IN PIAZZA DEL CAMPO ... ANCHE PER FRANCHINO E GABRIELLONE !!

    Amen, Robertino.

    RispondiElimina
  22. Questo Robertino non perde il vizio di scrivere neanche oberato dal panettone, vedo. Se azzecca l'operazione Intesa-Mps, lo dovremo premiare per la sua lungimiranza...
    L'eretico

    RispondiElimina
  23. Cornelio senese GIUSTIZIA SUBITO1 gennaio 2012 17:02

    MENO SCHERZI E MENO BATTUTE, facciamo le cose serie Senesi, prepariamo ESPOSTI circostanziati da INVIARE AI MAGISTRATI, non solo a quelli senesi.GIUSTIZIA SUBITO per tutelare il popolo di Siena.PENSATE A QUANTO VALEVA LA NOSTRA BANCA QUALCHE ANNO FA E QUANTO VALE OGGI, ma non ci vergognamo ad essere così pecore? Peggio ancora, siamo dei muli senza dignità civica, paurosi e nascosti negli angoli della città, ma verrà il giorno della riscossa quando i "potenti" attuali imploreranno clemenza davanti al GIUDICE, verrà verrà
    BUON ANNO A TUTTI E GIUSTIZIA PER TUTTI

    RispondiElimina