Cerca nel blog

sabato 17 dicembre 2011

Il Monte, Flavio Briatore ed i manifesti censurati...

 
   Da un paio di giorni, i "buoni" dell'Osservatorio civico sul Monte dei Paschi hanno fatto affiggere (a loro spese, si capisce) degli interessanti manifesti sullo stato delle cose. Iniziativa seria e lodevole, degna perciò della immediata CENSURA da parte della stampa cittadina, come si sa finanziata direttamente (Corriere di Siena) o indirettamente (La Nazione, basti guardare la prima pagina nazionale di oggi stesso) dalla Banca a presidenza Mussari Giuseppe.
Va detto a chiare lettere quindi che questi manifesti ci sono, nei peraltro pochissimi spazi che il paonazzo del Nicchio, durante il suo pessimo doppio mandato, ha lasciato disponibili per la pubblica affissione: modalità vetusta, ma pur sempre efficace, quando hai la Tv blindata e la stampa semiblindata (per il Monte, del tutto blindata). Doppiamente pericolosa - l'affissione pubblica - perchè raggiunge anche (se non soprattutto) un tipo di pubblico spesso anziano, che magari non fruisce di Internet e quindi della libera informazione. Leggete, gente, leggete!!

 Ciò detto, l'eretico spera che sia proprio l'Osservatorio a promuovere un pomeriggio di mobilitazione con focus Monte dei paschi, magari quell'11 gennaio che un lettore ha proposto a commento del mio articolo sulla "rivoluzione bianconera" della scorsa settimana: proprio per la sua genesi interpartitica (dalla Lega ai comunisti) e di massima apertura verso l'esterno (cosa che spaventa i papaveri mussariani al sommo grado), l'Osservatorio deve essere il grimaldello per fare emergere il caso Monte.
 Un caso che mediaticamente è del tutto esploso a livello nazionale, sulla stampa specializzata e non solo ("il Monte dei paschi è una banca distrutta", ha detto - e da che pulpito...- Flavio Briatore a Piazzapulita di Formigli giovedì scorso), mentre ancora incontra sacche di profonda (e non sempre interessata) ignoranza proprio laddove sarebbe necessaria la massima conoscenza del fenomeno.

 Per cercare di salvare finanziariamente l'Italia, sono andati al governo gli ottimati delle università e delle banche (Intesa, non certo Mps...); per salvare quel che resta del Monte, scendano in campo i "buoni", anche se non necessariamente ottimati: ce n'è un gran bisogno...

Ps Dopo la sua frase in televisione (che può avere effetti devastanti sull'immagine dell'istituto di credito, e magari fa financo calare le vendite delle felpe), l'eretico si aspetta che i poderosi uffici legali del Monte (o, nel caso, il sempre all'uopo dinamico avvocato Pisillo) si attivino quanto prima per querelare il gaudente cuneese: non se ne può più di chi attacca la nostra banca, basta! Briatore novello Brambilla?

17 commenti:

  1. Ecco qui il video di Briatore...
    http://ilsantodisiena.wordpress.com/2011/12/17/briatore-e-il-monte-dei-paschi-guardate-il-minuto-1-e-50/

    RispondiElimina
  2. Cari amici dell'Eretico,

    suggerisco a qualche ente no profit che gli scorsi anni riceveva contributi dalla Af-Fondazione e che quest'anno non li ha ricevuti di promuovere un'azione di responsabilità nei confronti degli Amministratori per mala gestio.

    Sarebbe per loro l'inizio della fine anche dal punto di vista psicologico visto chr dovrebbero arrivare a rispondere con i propri risparmi personali, con il Tfr, con le proprie case ecc.

    Esattamente quello che succede a dipendenti e clienti della Banca (non riesco a scriverlo minuscolo ....).

    Robertino, montepaschino da tre generazioni.

    RispondiElimina
  3. Penso che l'iniziativa proposta da un lettore e rilanciata dall'Eretico circa una manifestazione, o meglio una festa, di piazza, potrebbe avere il significato di una "non fine" della dignità del popolo Senese, e di una volontà di tornare a determinare il proprio futuro,levando i poteri a chi ha portato al fallimento la Città e le sue Istituzioni.
    Quindi inviterei tutti i cittadini responsabili a iniziare ad esprimere il loro appoggio rispondendo a questo blog, oppure all'indirizzo e-mail dell'Osservatorio Civico, che mi sembra di aver letto nei manifesti sia:
    osservatoriocivicosi@libero.it
    Forza Senesi,ora o mai piu?

    RispondiElimina
  4. Segnalo ai lettori del blog un interessante articolo sul Corriere della sera di oggi (pagina 35): viene fuori l'idea di un Amministratore delegato, c'è materiale su Caltagirone, Mancini e Mussari. Del quale si dice, verso il finale: "non è candidato ma potrebbe restare per un terzo mandato". Meditate, gente, meditate...
    L'eretico

    RispondiElimina
  5. Ah, dimenticavo: un complimento personale all'efficienza, degna di altre latitudini, del Santo (per il video su Briatore), ed un ennesimo bravo al montepaschino da tre generazioni Robertino, che continua a sfornare idee tutt'altro che peregrine...
    Di nuovo l'eretico

    RispondiElimina
  6. briatore mi è antipatico come il puzzo di piedi, ma ha ragione, in questo intervento, al 100%.

    RispondiElimina
  7. Mi scuso pel ritardo ma questa mattina, avendo i figlioli ad un ritrovo scout in Camollia, ho rispolverato un paio di "contorsioni" con la mi moglie .....

    Amministratore Delegato: se sarà Marco Morelli benissimo, a differenza di Vigni parla un inglese perfetto e sa prendere decision strategiche senza dover prima telefonare alla consorte.

    L'Eretico parlò di lui circa un mese fa.

    Serve un A.D. under 50 (Morelli o Matteuccio Arpe) a cui affiancherei un presidente di garanzia istituzionale anche over 70; suggerisco Divo Gronchi o Carlo Salvatori (senza Mussari verrebbe a Siena di corsa).

    Tornando all'articolo del Corriere la cosa più grave è che sia la Fondazione, e non la Banca, a cercare di individuare l'uomo azienda.

    E' come se Mediaset nominasse l'allenatore del Milan .....

    Un saluto a Tutti da Robertino.

    RispondiElimina
  8. i poderosi uffici legali del monte ?? Scusami eretico, ma dopo che ai vertici dell' ufficio legale del Monte si è passati, se non ricordo male, dai vari Giannelli, Martinelli (guarda caso entrambi di Siena) a quello attuale (di dov'è?) che insieme al boccoluto avvocato cittadino onorario di catanzaro) è implicato nell'affare penale Ampugnano .....COSA TI ASPETTI?
    Detto questo sarò presente alla manifestazione pubblica che spero l'osservatorio organizi...possibilmente cercando di darne risalto nazionale!

    RispondiElimina
  9. Cornelio senese18 dicembre 2011 19:21

    invece di perdere tempo in chiacchere caro Aurigi porta Grillo a Siena a parlare di questi personaggi che hanno quasi distrutto il Monte; fai i volantini tu che sei in pensione e non puoi essere fatto oggetto di qualche vendetta, per esempio un trasferimento.FORZA SCRIVIAMO A GRANDI CARATTERI:
    DIMISSIONI per i due guastatori.Subito prima che "passi l'onda d'urto" della nostra INDIGNAZIONE

    RispondiElimina
  10. Tutti ma Arpe no, uno che a quell'età s'è già fatto condannare non mi pare proprio una volpe.

    RispondiElimina
  11. Già il fatto che sul Corriere della sera non si escluda un terzo mandato mussariano fa venire i brividi...

    RispondiElimina
  12. Secondo me Briatore è solo mosso da invidia, anche lui vorrebbe essere vicepresidente di una Banca, come il suo omologo di Asciano...

    RispondiElimina
  13. Cornelio senese19 dicembre 2011 16:37

    I guastatori tentano di far "passare l'onda" e far dimenticare al popolo di Siena le loro colpe, GRAVI COLPE.I cittadini hanno il diritto e il DOVERE di tenere alta l'attenzione sul MONTE informando l'opinione pubblica.Obiettivo assoluto e non rinunciabile:
    DIMISSIONI DI TUTTI GLI ATTUALI RESPONSABILI ( subito quelli della FONDAZIONE poi quelli della Banca),azione legale su tutti i fatti "NON CHIARI" degli ultimi anni, dibattito pubblico per informare tutta la popolazione senese.Invito al SINDACO DI SIENA affinchè sviluppi ogni possibile inziativa politica per far uscire dal "sistema Siena" tutti coloro che hanno dimostrato incapacità distruggendo tanta ricchezza dei senesi.Se non faremo questo allora è bene che certa gente rimanga al potere ridendo di noi e chiamandoci "pecore obbedienti".Forse è vero siamo delle pecore e allora di cosa ci lamentiamo?
    FORZA SENESI, DIGNITA' CIVICA, ora o mai più CIBICA

    RispondiElimina
  14. Su Monte e Università il PDL è complice!
    Bada qui: http://shamael.noblogs.org/?p=3781#comment-6044

    RispondiElimina
  15. Dopo Giuseppe il 'grande' e Gabriello il 'grosso' ci mancava solo Alessandro Profumo 'il magno' per affossare quel che resta del più antico istituto di credito del mondo ....

    Suggerisco la lettura del Corriere della Sera di oggi che ho visto stamani all'Ufficio Esattorie.

    Robertino montepaschino da tre generazioni.

    RispondiElimina
  16. Non ho letto il Corriere ma credo che chiunque arrivi abbia il grande vantaggio personale di non potere fare peggio di chi c'è in questo momento sulla plancia di combattimento!

    RispondiElimina
  17. La Casta cerca di galleggiare fino a marzo imponendo il silenziatore sulle problematiche bancarie, sta ai cittadini cercare di farsi sentire e di informare, non vi rendete conto di quanta gente sappia a stento dei problemi della Fondazione

    RispondiElimina