Cerca nel blog

lunedì 6 agosto 2012

Ampugnano: le due verità della stampa castista

  
    Cosa pensi l'eretico dell'ampliamento di Ampugnano, è cosa arcinota a chi frequenti questo blog anche in modo saltuario. Cosa ci sia dietro all'ingresso di Galaxy nella società aeroportuale (2007), è descritto con dovizia di particolari (ed intercettazioni) nel libro "Mussari Giuseppe".
Oggi, però, bisogna aggiungere una perla - apparentemente piccola, ma assai significativa - nel panorama dell'informazione castista.

  I fatti, anzi il misfatto: sabato scorso, tanto il Corrsiena quanto la Nazione hanno trattato della votazione del Bilancio della società aeroportuale Ampugnano (toni trionfalistici, per un Bilancio di 1milione e 833mila euro di disavanzo, che grava e graverà sulla collettività: chapeau!).
Ma non è questo il punto, perchè il focus l'eretico lo mette su un altro aspetto: chi erano i presenti, a votare questo sciagurato Bilancio?
Per Gaia Tancredi (Corrsiena, pagina 3), mancava solo il Comune di Siena (come si sa, commissariato), gli altri della allegra combriccola c'erano proprio tutti, compreso il Galaxy fund (quote sequestrate, ma diritto di presenza passiva) e - udite udite - la banca Mps, con il suo 20% abbondante di quote.
Per Paola Tomassoni della Nazione, invece, non solo mancava il Comune di Siena, ma erano deficienti (nel senso etimologico latino, non c'è da allertare subito l'avvocato Pisillo anche a questo giro) tanto il mitico Galaxy fund della glamour Corinne Namblard, quanto, soprattutto, la banca Mps. Cosa peraltro confermata anche dagli esponenti del Comitato contro l'ampliamento presenti in loco.
Delle due, l'una: o il Corriere di Siena del Gran Maestro Stefanino Bisi HA SCRITTO PALESEMENTE IL FALSO, o è tutta colpa della Nazione, della Tomassoni e del caporedattore con gli occhialini versicolor (che però deve essere in ferie, perchè ieri non ci ha deliziato con il suo editorialino domenicale). Tertium non datur: uno dei due l'ha fatta fuori dal vasino, non c'è verso di pararla.

 Per finire, una chicchina: la dichiarazione del Presidente Machetti sul futuro dello scalo aeroportuale di Ampugnano.
"Ci sono all'orizzonte novità importanti che fanno ben sperare nel futuro (il rinvio a giudizio per Mussari e compagnia?, Ndr), che servono a fare stare tranquilli i soci nell'ipotesi di un eventuale bando per l'individuazione di nuovi partner commerciali".
Mettiamo non sia l'ennesimo buco nell'acqua. Visto che quando fecero entrare Galaxy - secondo la Procura della Repubblica - lo fecero in palese dispregio delle normative vigenti,  Lorsignori, a questo giro, la Gara d'appalto provino a farla secondo la Legge. Se gli riesce, ovviamente...

Ps A proposito: l'eretico si starebbe preparando a riprendere servizio a scuolina, il 1 settembre. Dal Provveditorato, non ho ancora avuto notizie in senso contrario; Stefanino Bisi ne sa di più, visti i suoi legami con la "mammina angosciata", figura ormai cult del giornalismo senese? Tanto per saperlo, almeno mi preparo per fare la vendemmia...

14 commenti:

  1. Ad Ampugnano mi è capitato di passarci una di queste mattine per lavoro e vi posso descrivere la frenetica attività dello scalo.
    Le porte delle PARTENZE e degli ARRIVI chiuse (per entrare bisogna suonare un citofono al quale risponde di solito una voce sullo scazzato che chiede "chi è?". Forse gli avrò interrotto il solitario...). I locali nei quali dovrebbero transitare i passeggeri (?) completamente deserti ed i computer spenti. All'esterno una fila di carrelli per i bagagli con l'immancabile pubblicità MPS e qualche bolla di ruggine, segno di un utilizzo frequente. Dai locali della sala di controllo qualche risata, un vigile del fuoco uscito all'esterno per scrivere un sms (come avrà fatto a trovare tempo, visto tutto il daffare!); per il resto un silenzio quasi irreale.
    Nell'oretta scarsa della mia sosta sono arrivati 2 aerei 2, di cui uno probabilmente dell'aeroclub visto che non si è mosso nessuno. Il secondo volo era invece un jet privato con a bordo 2 persone, e lì è venuta fuori tutta la professionalità del team aeroportuale: PER 2 PERSONE SI SONO ATTIVATI IN 5, ovvero uno che faceva "posteggiare" il jet con le palette, uno che ha messo la scaletta e 2-3 persone per scaricare i bagagli. A vedere la scenetta e non pensare che quella gente in parte la paga la collettività senese ci sarebbe da mettersi a ridere... Invece a me m'ha fatto parecchia ma parecchia rabbia!
    Ovviamente non ce l'ho né con i dipendenti (che fanno il loro lavoro), né con i vigili del fuoco, bensì con i nostri politici locali e con i "tromboni" che fanno parte del CDA riscuotendo stipendi ben più lauti.
    In ogni caso vorrei comunque replicare ad un certo Paolo Rossi, dipendente dell'aeroporto, che ieri (o l'altro ieri, non ricordo bene) ha scritto una lettera proprio alla Nazione per dire che lui offre un servizio utile alla collettività e che l'aeroporto porta benefici al territorio: premettendo che mi dispiacerà sinceramente se un giorno perderà lavoro (tengo famiglia pure io!), gli vorrei ricordare che una struttura che accoglie 2400 persone in un anno (quindi meno di 8 al giorno), con un bilancio in perdita da almeno 3 anni e dei costi di gestione di oltre 800 euro a passeggero SEMPLICEMENTE E' ANTIECONOMICA e non ha diritto di continuare la propria attività. Perché dobbiamo pagare le tasse per ospitare qualche centinaio di ricconi che potrebbero benissimo venire a Siena da Firenze o Pisa con un semplice servizio limousine o in elicottero?
    A chi crede che quanto ho descritto sopra non corrisponda al vero si faccia una passeggiata nei pressi dell'aeroporto. Pretendere di avere una struttura del genere sul territorio è solo un'operazione dispendiosa e di facciata, tipica di quella "grandeur de noantri" che solo il provincialismo masson-comunista senese poteva partorire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo questo ragionamento allora, perchè non chiudere anche la stazione ferroviaria a Siena? Come viene riportato sopra, avete mai visto una giornata tipo alla stazione? SEMPLICEMENTE ANTIECONOMICA! E quindi: perchè Ampugnano si e la stazione no? Forse perchè la ferrovia non passa vicino alle villette di San Rocco, Carpineto e zone limitrofe? Ahh... ecco!

      Elimina
  2. Caro Eretico,
    ma che bello, ma che bello! Facciamo funzionare questo aeroporto senese per giocarci con gli aeroplanini o per servire i ben 1500 passeggeri?
    Mica si puo' fare un'ora di macchina o poco piu' per raggiungere uno degli aeroporti li' attorno!
    Parlo correntemente quattro lingue, ho una laurea, ho ottime referenze per quanto riguarda capacita' organizzative e servizio clienti. Dici che mi posso candidare come manager per il servizio dei numerosissimi passeggeri che si accalcano in questo scalo "internazionale"?
    Ho sentito dire che in Italia ci sono un paio di aeroporti in cui non vola quasi nessuno, che pero' impiegano parecchie persone, presumo addette al mantenimento dello scalo inutile (o forse e' una menzogna e ha ragione il silvio nazionale quando dice che gli aerei sono pieni).
    Quindi non vedo perche' Siena non dovrebbe avere il suo aeroporto internazionale....

    Lucrezia

    RispondiElimina
  3. Perchè il Bisi non si arrende all'evidenza? Credo gli piaccia davvero fare l'ultimo soldato giapponese sull'isola del Pacifico

    RispondiElimina
  4. Ma insomma chi sono i soci che hanno approvato questo bilancio??
    Ma la magistratura ancora niente?

    RispondiElimina
  5. Siamo tutti in trepidante attesa di vedere se il Corriere di Siena saprà correggere il suo clamoroso errore (oppure La Nazione, chissà...). Di certo, se uno sbaglia, avrebbe il dovere deontologico di avvertire i lettori (come in questo blog sempre si fa, anche per padelle parecchio meno evidenti).
    David Rossi - che è in eccellenti rapporti con entrambi i Caporedattori - potrebbe fare da buon mediatore.

    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bastardo Senza Gloria6 agosto 2012 21:06

      Caro professore, in realtà non hanno sbagliato nessuno dei due.
      Devi solo guardare il tutto sotto un ottica di "velina passata", chi c'era c'era, l'importante era dare la notizia.
      P.s. Da fonti attendibili ti dico che la "mammina angosciata" è stata avvistata con tanto di cartello che recitava "fuori gli eretici dalle scuole" vicino via Roma.....sono proprio cambiati i tempi prima si diceva fuori gli eretici dalle chiese....ma tanto con te non ce n'era bisogno di tal richiamo.

      Elimina
  6. Il deserto dei tartari di Dino Buzzati potrebbe per certi versi rappresentare la realtà attuale dello scalo senese. C'è chi è infondo disposto a difendere questo avamposto sperando che un giorno qualcuno dall'alto si accorga che esiste.....

    Caro Eretico credo sia ormai inutile continuare a dire della carta stampata senese....perchè non esiste come non può esiste laddove non si tenti di esercitare anche un pò di quello spirito critico che il ruolo ci dovrebbe imporre.

    Vorrei soffermarmi piuttosto su alcune esternazioni del Sindaco dello scalo. quando questi ricorda che il tentativo di far funzionare Ampugnano rientra nel programma elettorale che i cittadini hanno votato dice il vero. Ritengo tuttavia non abbia esercitato la possibilità di contestualizzare questa sua affermazione: che detta nel 2008 o nel 2009 o ancora ancora nel 2010 potrebbe ancora avere un suo senso....Detta anzi perpetrata alla Tafazzi nel 2012 quando tutto il contesto intorno a te, politico, economico e sociale sta cambiando...con meno di un anno dalla scadenza di un mandato che non potrà per legge essere rinnovato, credo che perda fragorosamente di valore....

    RispondiElimina
  7. Come ci arriva in Piazza Gramsci (in particolare dopo le 20, ma anche tra le 9 e le 13 e la domenica) chi per caso o per forza si trova a risiedere a Sovicille? Le corse di autobus sono state infatti tagliate. mancano i denari, si dice da queste parti.
    Magari un volo Ampugnano Piazza Gramsci sarebbe utile. Magari, magari.

    RispondiElimina
  8. Caro eretico rispetto la tua opinione su ampugnano , ho letto i tuoi libri, seguo questo blog ed ammiro per il tuo coraggio. Ma non capisco una cosa, se chi ha gestito l'aeroporto ha fatto dei danni che paghi! Ma perche' chiudere tutto? Se un azienda va male si cambia il vertice prima di chiudere, se un giornale non tira si cambia linea editoriale o direttore, se una squadra e' ultima cambia allenatore ma certo non si ritira dal campionato. Siena vive un momento tragico, prospettive occupazionali future non se ne vedono, credo che l'unica via percorribile sia quella del turismo di qualita'. Ho letto commenti ironici sull'argomento, ma avendo due figli penso al loro futuro, e certe parole mi fanno rabbia e mi fanno pensare all'egoismo tipico di chi difende il proprio poderino.
    Vivo vicino alla ferrovia, ma se in futuro fossero raddoppiati i binari non farei certo le marce (chiamando la gente da fuori), avrei piu' rumore ma anche la possibilita' di andare in mezz'ora a Firenze. Ai miei figli non posso certo consigliare il concorso al Monte o di cercare la pinta per l'universita' ( 90% del bilancio in stipendi).

    Cassandro

    RispondiElimina
  9. Qualcuno mi spiega una cosa? Ma il Bezzini si lamenta dei tagli del governo e dice che ci saranno problemi con la riapertura delle scuole, bloccano i pagamenti ai fornitori e poi nel CdA approvano un bilancio passivo di 1,8 mln di euro? Quante scuole si mettono a posto e quanti fornitori si pagano con una cifra simile? Ma la Corte dei Conti dov'è, che fa? E i vari commissari e prefetti chge fanno? Qualcuno mi spiega, proprio non capisco, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti , non capisci....

      Elimina
  10. Quanti soldi in totale è costata al Comune di Siena la partecipazione all'aereoporto di Ampugnano sino ad oggi e quanto incide per ogni cittadino? Grazie dell'aumento dell'IMU.

    RispondiElimina
  11. Nessuno nutriva particolari dubbi, ma la cosa va segnalata (magari andrebbe segnalata anche all'Ordine dei giornalisti, se fosse come non è...): il Corriere di Siena NON HA RETTIFICATO ASSOLUTAMENTE NIENTE DI NIENTE del contenuto del pezzo di Gaia Tancredi di sabato scorso.
    Se ne deduce che per la Tancredi banca Mps e Galaxy fossero proprio presenti, non c'è verso.
    Allora chi scrive senza verificare (e senza rettificare!) è la Tomassoni della Nazione?
    L'eretico

    RispondiElimina