Cerca nel blog

lunedì 27 agosto 2012

Indovinello ereticale: vediamo chi vince...

 
     In attesa di sapere quale sarà l'entità della mancetta che Enrico Rossi darà al Sms (certo meno pingue di quella necessaria per tappare i buchi dell'Asl 7), trepidanti per l'incontro con Profumo Alessandro di stasera in Fortezza (lo rifaranno nell'antro dell'Enoteca? Almeno stasera si dovrebbe respirare...), l'eretico lancia un "indovina indovinello" di quelli stimolanti assai. Tenuto in naftalina per tanto, può essere interessante tirarlo fuori adesso: chi ha orecchie per capire, capirà; chi non c'arriva, nessun problema...

  Nella nostra città, su di un muro vecchio ma non antico, c'è una scritta che più anni Settanta di quella non esiste, capace di riportare ad una tragedia come la morte del ferroviere anarchico milanese Giuseppe Pinelli, morto (per la Magistratura, non assassinato) il 15 dicembre 1969 a Milano. Dopo la sua morte, partì una virulentissima campagna di stampa da parte di Lotta continua (chissà se Adriano Sofri avesse avuto un blog...); campagna che - sempre secondo la Magistratura - portò lo stesso Sofri ad organizzare l'omicidio del Commissario Luigi Calabresi, tre anni dopo.
 Vergata con vernice bianca evidentemente resistente assai su questo muro, verosimilmente da un attivista di Lotta continua senese in quei perigliosi momenti post 15 dicembre 1969, recita in modo testuale:
"Pinelli assassinato".
Il cognome ("Pinelli") si legge piuttosto bene, mentre il verbo si può scorgere solo dopo un'analisi molto attenta, di certo non superficiale. Anche all'eretico era sfuggita per anni, prima che, un giorno, gli ci cadesse l'occhio in modo più attento ed indirizzato.
 Si chiede di indicare con precisione l'ubicazione del muro con sopra appunto la scritta. Tutto qui.

   Al primo che indovina (purchè ovviamente si palesi!), un regalo straordinario ed irripetibile: una copia di ogni capolavoro ereticale, nel caso firmate. Se uno ce l'ha già, che le regali. O che le bruci, volendo: fra poco riarriverà il freddo. Se il vincitore non vuole libri tout court, si arrangi.
Vediamo se ci sono lettori dall'occhio felino, attenti a queste scritte, dunque: secondo l'eretico, non è facile da individuare, ma potrei essere sbugiardato in modo clamoroso.
 In questo caso, ne sarei lieto...

Ps Questa è facile facile: chi è che invitò in pompa magna il condannato Adriano Sofri a presenziare al Palio dalle trifore comunali? Con questa risposta, non si vince niente, eh...

12 commenti:

  1. prof. Raffaele è nel muro per andare al cimitero del Laterino

    gigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Gigi,
      HAI INDOVINATO!! Complimenti vivissimi: come hai fatto ad indovinare così presto? Non sarai mica stato tu, illo tempore, l'autore?

      Se sei il Gigi che immagino, telefonami (o forse ci vediamo stasera da Profumo); se sei un altro Gigi, contattami, ti darò volentieri i libri, come detto. Se sei Gigi Bruschelli, i libri te li vai a comprare...

      L'eretico

      Elimina
  2. ohi ohi eretico.....meno male nell'articolo è ben specificato....sennò franchino il ceccuzzi avrebbe pensato a pier camillo pinelli in arte SPILLO !
    da contradaiolone, della torre poi.....gli sarebbe subito venuta in mente la figura del mitico fantino di piazza.......

    ah ah ah ovviamente facciamo i debiti scongiuri ed auguriamo tanta tanta salute a spillo, una figura tra l'altro che dovrebbe insegnare proprio a gente come il ceccuzzi : avrebbe pagato di tasca per vincere un palio !
    tanta era la passione per il suo lavoro.
    sì.....proprio come questi......politici per pura passione e per spirito di servizio....!

    RispondiElimina
  3. Raffaele, su un muro di Ravacciano, fra il pratino e l'incorcio con l'Alberino si legge (forse) anche ora la scritta in rosso cubitale "Calabresi assassino". E' stata cancellata (inbiancata) ma "rifiorisce" anche ora, me lo ricordo da quando ero piccino...
    Ciao e complimenti per quello che scrivi

    RispondiElimina
  4. Forse sul muro del Costone di fronte all'ex casa del monsignore ?

    Più tardi vò a vedè.

    RispondiElimina
  5. sono arrivato tardi....... la seconda però:
    Roberto Barzanti!

    un caro saluto

    RispondiElimina
  6. Ovvia Eretico giù, s'è capito dove vuoi andare a parare. Ti dico le iniziali del nome di chi ce l'ha scritto: A.O. Va da sé che è esponente attuale del Partito e che ha ricoperto anche cariche amministrative. Giusto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ex onorando di volatile !!!

      Elimina
  7. ...e ai tempi era esponente dei Proletari in Divisa (cellula di Lc nelle caserme).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che lavoro fa la figlia della sua "compagna"?

      Elimina
  8. Sollecito il Gigi vincitore a palesarsi (raffaeleascheri@hotmail.it). Non è il Gigi che credevo fosse.
    Non so se l'autore della scritta incriminata sia il collega Alessandro Orlandini; va bene che, con il tempo, ci si annacqua tutti, però certo il passaggio da LOTTA CONTINUA a FRANCHINO PER SEMPRE è significativo...

    L'eretico

    RispondiElimina
  9. Da Lotta continua a parcheggio ad ore...

    RispondiElimina