Cerca nel blog

giovedì 2 agosto 2012

L' estate triste di Franchino il prezzemolino...


       Estate agra, amara, triste per Franchino il Ceccuzzi.
 Per tutta una serie di motivi: in primis perchè ogni singolo giorno che passa, ogni settimana che se ne va, il popolino capisce che le cose vanno avanti - pur con le mille difficoltà dell'esistente - anche con il Commissario prefettizio. La vita continua, anche senza il Partitone al potere: le Cooppe non hanno certo chiuso, la Torre del Mangia non si è afflosciata al suolo, si è persino fatto il Palio (ed i problemi palesati - vedasi Commissione veterinaria - non sono certo imputabili al Commissario Laudanna, ma a chi proprio quella Commissione aveva scelto).

   Franchino, poverino, non riesce ancora a farsene una ragione: non elabora il lutto, non ce la fa proprio. D'altra parte, non aveva ancora compreso che la città non l'aveva mai amato davvero, come dimostrato dai 1.116 voti raccattati in meno rispetto alle liste che lo sostenevano nel maggio 2011. "Candidato respingente", dicono e scrivono i politologi dell'Istituto Cattaneo (e questo blog l'ha ripreso decine di volte, il clamoroso dato di fatto politologico).
Metteteci poi l'amarezza per gli arresti domiciliari (che potrebbero essere tramutati in galera, a settembre) del suo faro in Parlamento, Paolone Del Mese, il quale adesso potrà guardarsi h.24 la bandiera della Torre che Franchino gli regalò, insieme ai bottiglioni di Nobile di Montepulciano: vediamo se, alla fine, ne viene fuori un alfiere con i fiocchi...
 Il buco dell'Asl? Poteva essere un'occasione di soddisfazione, in senso anti Alberto Monaci: ed invece, anche lì, zitti e mosca. C'è da continuare a garantirsi l'asse con Enrico Rossi, impelagato fino al collo in questo affaire anche per via matrimoniale.
Voleva fare il discontinuo, ma l'unica effettiva discontinuità rispetto all'estate scorsa è che non è più Sindaco (a proposito, si è capito come li guadagna questi benedetti 1.500 euroni mensili? Che carica ricopre, attualmente, Franco Ceccuzzi?).

  Insomma, a Franchino non ne va bene una. Lui, però, invece di fare come il dimissionario Presidente della Regione Sicilia Raffaele Lombardo (futuro contadino, a detta sua), non demorde, dandosi ad un iperpresenzialismo a dir poco stucchevole.
 Non padella cena in Contrada, manco fosse già in campagna elettorale; va dai disabili a Monastero (ove prima nessuno l'aveva mai visto); batte palmo a palmo tutte le Feste piddine della Provincia (a quella senese quante volte parlerà?) e via dicendo. Franchino il prezzemolino, dunque.

 Come quegli innamorati che - una volta perduta la donna di cui sono innamorati - cercano di riconquistarla, ma fuori tempo massimo: mazzi di rose rosse, cene galanti nei migliori ristoranti, dolci parole sussurrate all'orecchio. Senza capire che ormai la cosa è andata, finita. Che siamo, appunto, fuori tempo massimo.
Ci siamo passati tutti. Dopo un po', magari, arriva un buon amico e ti fa capire - con le parole e la tempistica giuste - che non c'è più la possibilità di ottenere ciò che con tutto il cuore si vorrebbe.
"Ci vorrebbe un amico", cantava Antonellone Venditti; chi può, si faccia avanti. Senza ulteriori indugi.
Per il bene di Franchino, ovviamente...

Ps Ciò scritto, se Franchino ce la farà a ricandidarsi (con mossa verosimilmente suicida del Pd), questo blog sarà il primo a gioirne. Noi anteponiamo di gran lunga Franchino al (quasi) presentabile Mugnaioli! Solo per Rosaria da Sinalunga potremmo gioire più che per un Ceccuzzi ricandidato...

28 commenti:

  1. Ci mancava un articolo su Franchino!!
    Curiosissimo di sapere di che cosa parlerà alla festa in Fortezza: buongoverno, etica della politica, efficienza dell'amministrazione?
    Pora Siena

    RispondiElimina
  2. Ma siamo sicuri che il Mugnaioli sia così (quasi) presentabile?

    RispondiElimina
  3. ciao eretico, forte delle olimpiadi in atto, avrei un'idea per le elezioni:potrei candidarmi come:

    1) SINDACO DI SIENA
    2) PRESIDENTE DEL PD
    3) PRESIDENTE DEL PDL
    4) PRESIDENTE DELLA PROVINCIA (li non ce la faccio)
    5) PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE MONTE DEI PASCHI..

    dici che è troppo?
    forse no dato i cervelli che ci hanno governato fino ad ora.

    l'unica speranza per siena è la rivoluzione:
    i "vecchi comunisti" uniti al popolo di Casa Pound, insorgono contro i "nuovi comunisti delle polo ralph lauren" e contro il Pdl servo;

    Viva il Commissario
    ciao
    ale benve

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Ale ed Eretico.
      Provo ad inviarvi il link di una foto che esprime quello che penso sui "nuovi comunisti" (delle polo ralph lauren?!!!! Ma non sara' come la Toskana-Fraktion dei Socialdemocratici tedeschi?).
      Eretico, come sempre, pubblicazione del commento a tua discrezione.

      Buona giornata

      https://www.facebook.com/settings/?tab=applications#!/photo.php?fbid=341667629249657&set=a.129784343771321.33427.125700767513012&type=1&theater
      Lucrezia

      PS: Ora che ho letto che le "chiese sono luoghi pericolosissimi",ne sto ancora di piu' alla larga...

      Elimina
  4. Ma "prezzemolino" perche' e' come Don Prezzemolo, il tutore di Ciliegino nel libro "Cipollino" di Gianni Rodari? Il tutore si chiamava cosi' perche' spuntava dappertutto, proprio come il prezzemolo, soprattutto nei momenti meno opportuni.... :-)

    Lucrezia

    RispondiElimina
  5. Franchino il Crepuscolare ormai non fa più paura; me ne fanno molta di più quelli che hanno da venì dopo. Sono totalmente pessimista sia nei confronti del prossimo candidato PD che in quelli dell'opposizione-fantoccio (a parte se si presenta l'Eretico...) ;-)
    Un altro personaggino che mi fa compassione è il poro Bezzini. Ho avuto modo tempo fa di trascorrerci per caso qualche ora accanto e mi è sembrato - tic a parte - di una insipienza e di una mediocrità disarmanti: timido, taciturno, trasparente. Ma chi l'ha scelto un figuro del genere a rappresentare la provincia di Siena? Il problema dei nostri politici (locali e non) è proprio questo: sono piatti, incolori, poco capaci, quando non sono peggio: ladri, puttanieri e bugiardi. Quelli di destra come quelli di sinistra. Non è un caso che chi ha un lavoro soddisfacente dalla politica si tiene ben lontano. Sono qualunquista? Bene, allora viva il qualunquismo!
    Ah, per tornare al Bezzini: ora che gli chiudono il "giochino", che ci si fa col palazzo bellino nuovo della Provincia costato qualche milioncino per fare contento i soliti speculatori edilizi amici degli amici? i congressi sul Buon Governo? Oppure un bel centro commerciale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse stavolta ci sara' una sorpresa nel senso che chi ha o presume di avere un lavoro "soddisfacente" potrebbe decidere
      di impegnarsi per la causa comune

      Elimina
  6. Come si deve fare per liberarsi del chianino ceccuzzi me che il pd lo coinvolga in un qualche cosa ma lontano da Siena....IN GOD WE TRUST

    RispondiElimina
  7. Per completare (forse) il quadro, il 1 agosto il prezzemolino ha incontrato i rappresentanti di alcune cooperative cittadine, preoccupati del loro futuro lavorativo, nell'atelier piddino della galleria Odeon: ancora una volta, a che titolo si è mosso, Franchino il prezzemolino?
    Un amico, un amico ci vuole...

    L'eretico

    RispondiElimina
  8. La fine del Monte, espropriato dalle banche estere che finanziarono la fondazione nello scellerato aumento di capitale effettuato per garantire a Franchetto l'elezione, si consumerà presumibilmente sotto la gestione commissariale.
    Così qualcuno potrà dire che non è stata colpa del PD, casualmente e temporaneamente non al potere, ma del destino - al solito - cinico e baro.
    Così Franchetto, Rosariuccia o chi per loro potranno nuovamente, discontinui abbestia, in nome del Waltere o di Baffetto, infinocchiare nuovamente gli ebeti che popolano i nostri rioni.
    Al PDL del poro Marignani si presenterà la sfida più ardua di sempre: come fare a perdere anche stavolta le elezioni?
    Noi confidiamo che l'eclettico geometra finirà per riuscirci. Ne è più che capace.
    Così un nuovo sol dell'avvenire splenderà alla fine su Siena, città finalmente etica, sostenibile e solidale, perchè epurata dal Monte dall'Università e dall'Ospedale.
    Unica (magra) consolazione quella di poter (forse) apporre ad ogni accesso cittadino il cartello: "città demussarizata".
    Ma a che prezzo fratelli ....

    RispondiElimina
  9. Attento con questa storia dell'amico ci vuole. Lo sanno tutti che la tua rabbia verso il potere senese è nata proprio da una delusione amorosa e voglia di riconquista di una donna più volte tradita che ha scelto il presidente della provincia.
    Anche a te sarebbe servito un amico ma hai trovato chi ti ha sfruttato per i propri comodi politici e paghi solo tu caro eretico. Gianni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Gianni (?),
      sei proprio sicuro sicuro che sia andata così, la faccenda?
      Comunque non mi metterò certo qui a parlare di cose privatissime, a maggior ragione ad una decina d'anni di distanza!
      Preciso solo - per dovere di cronaca - che il Presidente della Provincia era il precedente, non l'attuale...

      L'eretico

      Elimina
  10. Ma questo lo sa che siamo tutti utili e nessuno indispensabile? Lui poi è proprio inutile, anzi DANNOSO!!!

    RispondiElimina
  11. La cosa raccapricciante di codesta compagine politico-massonica è che riesce ad avere ancora qualche consenso nonostante le sputtanate a 360°. Eccetto gli affiliati con un ruolo nel partito ed i parcheggiati in finti posti di lavoro da incapaci, costretti comprensibilmente a proseguire in una linea di consenso verso il Masson-PD Senese (talvolta a denti stretti), per la maggior parte degli altri casi percepisco che NESSUNO AVEVA VOTATO IL CECCUZZI (come succede sempre, è successo anche dall'altra parte con Berlusconi). Fino a qui tutto bene, mi fanno compassione gli uni e gli altri perché in ambo i casi fanno fatica ad affrontare l'argomento. C'è poi una percentuale di strani individui (forse alieni) che annebbiano e deprimono la mia opinione riguardo a questa città: sono coloro con cui ogni tanto mi confronto a lavoro, in contrada, in famiglia, e mi insistono con gli stessi discorsi che si potevano fare un anno e mezzo fa in campagna elettorale per l'elezione del Sindaco di Siena, difendendo il Ceccuzzi ed il PD senese a spada tratta, con le solite maniere "moderate" (leggasi "a berci") di quando il compagno medio si trova di fronte qualcuno che muove dubbi sulla correttezza del suo partito o del suo rappresentante locale. Il tutto come se nell'ultimo anno a Siena non fosse successo niente. Ma queste persone dico io, nel frattempo sono state ibernate oppure ruzzano? Perché se ruzzano ci posso fa' una risatina, ma se non ruzzano ed andremo alle elezioni in queste condizioni spero di contare questi individui al massimo nelle dita di 2 mani altrimenti la veggo buia. Credo purtroppo che questa patologia a Siena sia infestante tipo la gramigna, anche perché la funzione "diserbante" della destra (o di un altro antagonista del Masson-PD) a Siena non è mai esistita e purtroppo mai esisterà. Se esiste, comunque non si vede e non si sente MAI. Bambi.

    RispondiElimina
  12. beatrix kiddo3 agosto 2012 13:09

    ...almeno fosse sexy. Dice "...sai 'un capisce niente ...però è tanto sexy!". Invece nemmeno quello. Propongo che il prossimo sindaco maschio sia eletto a suffragio esclusivamente femminile e solo per qualità estetiche, non importa se sia capace o un inetto, la cosa importante è che sia fico e "trombabile" (dal punto di vista erotico,... non eretico).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo! E dopo averlo eLETTO sindaco si potrebbe nominarlo Ministro alle Pari Opportunita' dato che due ministri fa avevamo una persona cosi' qualificata. Infatti in Italia sembra che l'essere trombabili sia un requisito fondamentale per fare carriera politica, pertanto Angela Merkel, come sappiamo, non ha nessuna possibilita' di venire eletta. La tua ottima proposta riporebbe un po' di equita' in un Paese famosissimo per l'avanzata condizione femminile. Insomma, sarebbe l'occasione di far provare ai maschietti italici in politica la loro stessa medicina, come si dice qui oltreoceano.

      Lucrezia

      Elimina
    2. Cara BK, non sono d'accordo su quello che hai scritto sul Palio e le contrade ma condivido in pieno questa proposta sull'elezione del sindaco! Il problema sono le candidature, forse sono io che non conosco maschi all'altezza della situazione, a me pare che in giro ci sia una gran fauna... Diamo all'eretico il compito di stilare la lista degli eleggibili?

      Elimina
    3. beatrix kiddo4 agosto 2012 14:39

      Caro Anonimo/a, avrei piacere se tu sviluppassi il concetto, se ti riferisci a un mio post di alcuni gg fa puoi rispondermi lì sotto e io ti leggerò. E' molto importante per me il confronto dialettico. Per quanto riguarda le candidature hai ragione non c'è una gran fauna in giro, bisognerà andare a pescare altrove o chiedere a Montepulciano se ce ne mandano uno più carino e con meno gengiva.

      Elimina
    4. "... e con meno gengiva"!!! :-)))))
      Dio, che risate!
      Mi hai fatto ricordare Carmine ed i suoi "gengivoni" di un programma di Arbore!
      Stiamo qui a scherzare e fare battute e francamente la classe pollitica italiana non si merita di meglio. Buona serata!

      Lucrezia

      Elimina
    5. Secondo me il "cazzotto sano" dato per il Palio non è violenza, è sempre esistito e non è mai morto nessuno, anzi, magari il giorno dopo gli stessi che si sono "dati" sono andati al bar insieme. Anche questo è Palio, se fatto da senesi veri. E ti dirò di più, anche questa storia che non si può fare più niente, tutto questo ipercontrollo ha contribuito a sciuparlo. Pattuglie a tutti gli angoli, contrade che devono seguire percorsi obbligatori, fantini protettissimi ai quali invece qualche lezioncina non farebbe per niente male... e si potrebbe continuare. Per le candidature ho detto che C'E' FAUNA, almeno io non saprei proprio dove andare a battere il capo! P.S. sono donna

      Elimina
  13. Il problema centrale infatti mi pare proprio questo, a che titolo Ceccuzzi incontri gente. Sindaco non è più, candidato, se mai lo sarà di nuovo, sarà designato dopo le primarie, quindi? Questa vicenda ancora una volta dimostra che il Pd locale (senesota) è un partito completamente allo sbando

    RispondiElimina
  14. Caro Eretico, posso invitarti ad un gioco? Si legge della grande musica che torna ad allietare le serate della festa senese del PD: ma quali saranno i gradi temi oggetto dei dibattiti in cui coinvolgere i cittadini? Non essendo riuscito a trovarli invito a dare qualche suggerimento....

    RispondiElimina
  15. Credo che i compagnucci in cachemire siano un pochino in imbarazzo, a questo giro: forse non c'è la fila come in passato, per andare a pavoneggiarsi davanti ai trenta, quaranta - tra i quali spesso chi scrive - che vanno ad ascoltarli (di cui metà stipendiati dal Partito, di solito...). Franchino di certo sarà la guest star della kermesse, viste le premesse. Verrà il moralizzatore Enrico Rossi?
    Ne riparleremo, ne riparleremo: sarà una Festa indimenticabile...

    Ps A BK ed all'anonimo: non mi fate fare cose che non mi competono!!

    L'eretico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eretico, non so se il link che ti ho spedito funzioni. Comunque, nel caso il link non funzioni, si tratta di una foto con commento su cio' che e' diventato il Pci, postata venerdi' nel canale Gramsci Berlinguer Pertini su Facebook. A proposito di "compagnucci in cachemire" e Polo Ralph Lauren...
      Se ne hai voglia, dacci un'occhiata.
      Un saluto

      Lucrezia

      Elimina
  16. Per me Il Ceccuzzi farà un po quel che c...o gli pare, l'importante è che la gente capisca, cresca e soprattutto non faccia come i gatti che piangono e frullano. Se siamo arrivati ad oggi, in questo clima di miseria, ricorderei a tutti, che la colpa non è solo del Ceccuzzi ma di tanta gente che li ha sostenuti. Bisogna capire che i vari Mussari, Vigni, Ceccuzzi, Mancini, Monaci e C., non sono arrivati dal nulla e che le truppe cammellate, Sindacati compresi, continuano a condizionare il territorio occupandosi esclusivamente dei loro personalissimi intrallazzi a discapito degli interessi della comunità. Personalmente non credo alla rivoluzione o cose cruente del genere; preferisco credere a persone che lentamente e virilmente subentrano ai posti di comando sputtanando pubblicamente questi tromboni nelle piazze oltre che nelle loro rispettive sedi.

    RispondiElimina
  17. Allora caro Libero iniziamo a sputtanarli a partire dalla festa in Fortezza che sta per cominciare.

    RispondiElimina
  18. Il Ceccuzzi sarà incoronato candidato Sindaco, ed i senesi fidelisticamente lo eleggeranno nuovamente.
    Già mi immagino cosa scriverà un giornalista locale.

    RispondiElimina
  19. Come segnalato nel post di oggi, ieri era a cena nella Pania (Orto di Ottaviano); stamattina al Ceppo per le previsite. Sempre più prezzemolino, il nostro Franchino...
    L'eretico

    RispondiElimina