Cerca nel blog

giovedì 17 novembre 2011

Focardi, Tosi e Chiti, tre volti per un crack...

 
  Non si può non ritornare a scrivere del crack universitario senese, vista l'eco avuta anche sulla stampa nazionale.
In primis, l'eretico nota che l'attuale Rettore Riccaboni si è interstardito a volere fare questa benedetta inaugurazione dell'Anno accademico, lunedì prossimo: posizione sbagliata, in perfetta linea con l'arroganza del personaggio. A fare la prolusione d'apertura, poteva chiamare direttamente Arsenio Lupin: almeno avrebbe dimostrato un po' di quell'ironia che ai castisti fa sempre difetto (altre cose, invece, gli riescono alla grande...). Sia ben chiaro: il Magnifico (?) si assume ogni tipo di responsabilità per questa pessima decisione. Per la prima volta, un'inaugurazione vedrà forze dell'ordine in sala: per prevenire eventuali incidenti, o per arrestare qualcuno dei presenti?

 Veniamo ai personaggi più in vista fra gli indagati. Silvano Focardi: duole dirlo - perchè il personaggio ispira simpatia -, ma il chiocciolato ha sbagliato, e farebbe bene ad ammetterlo, senza cercare contorsioni che non reggono alla triste prova dei fatti. Qualche lettore, per esempio, potrebbe volere lumi sulla fattura 134 del 31 dicembre 2005 (Focardi non ancora Rettore): 2.612 euro di "carni di vario tipo" dall'ottima Antica macelleria Fanti Giuliano (cui facciamo volentieri pubblicità...). La questione è: perchè Silvanone ha attestato - con "nota manoscritta" - la "pertinenza al fondo di ricerca" della suddetta carne? E soprattutto: ma ve l'immaginate quasi tremila euro di carne, tutta insieme? Ci vuole un camioncino, per trasportarla...

Il Tosi Piero, per la prima volta, pare avere perso le proverbiali staffe: di fronte alla bufera giudiziaria, lui cerca penosamente il distinguo:
"Io non c'entro nulla con l'allegra brigata, non ho nulla a che fare con chi distribuiva o consumava vino, pesce e altre derrate. Attenzione a non fare di tutta l'erba un fascio", ammonisce perentorio il Tosi.
Ha perfettamente ragione: lui non è certo il tipo che va dal macellaio sudato a scegliere i costolecci con corredato aumento della salivazione come il suo successore, ci mancherebbe altro; lui è tutto precisino, compunto, ingessato, felpato: Monti è un teddy boy, rispetto a lui. Tra Tosi e Focardi, c'è il salto antropologico che c'era tra un cinghialone come Craxi e il sulfureo Giulio Andreotti. Peccato che - a leggere i Pm Nastasi e Natalini - il Tosi abbia fatto danni ben più grossi che quelli provocati dal Focardone (il quale - sebbene in colpevole ritardo - i libri contabili in Procura li ha portati).
 L'uno - il Focardi - si accontentava di mangiare carne bòna e di bere vino sopraffino, e di fare lo sborone (come si dice in Val d'Elsa) al bancone della Società San Marco, con gli amici di sempre; quell'altro (il Tosi) passava 25 ore al giorno a pianificare come diventare Ministro, usando l'Università per scopi personali di ben altra gittata. Questo secondo la Procura di Siena: finalmente non più porto delle nebbie come fino a quando Acampa andava a cena con il Procuratore Capo Calabrese...

 Il Chiti, infine. Anche lui cerca di difendersi come può dall'accusa: senza capire che avrebbe fatto meglio a tacere. Molto meglio.
 "L'affidamento della gestione del bar è del giugno 2008", quindi lui non c'entra nulla con il buco dell'Università. E chi l'avrebbe mai accusato di essere responsabile di ciò? Via, via: per queste cose ci vuole gente del calibro del Tosi, appunto, e dei suoi implacabili revisori dei conti. Non facciamoci prendere da soverchie manie di grandezza, quantomai fuori luogo. Per volersi togliere dalle guazze, però, il Chiti aggrava politicamente la sua posizione, con la difesa affidata alla stampa amica: è proprio il ribadire la data del 2008 ad inguaiarlo. Perchè - mese più, mese meno - è proprio il periodo in cui il suo legame con Franchino il Ceccuzzi diventa più vicino: quindi per difendersi da un'accusa che nessuno avrebbe la stupidità di muovergli, rende drammaticamente più grave la sua posizione di consigliere comunale, nonchè indifendibile la sua posizione politica. Ma chi è la Mente che consiglia i virgulti del Pd senese? I corsi di autolesionismo sono a carico del Partito, o dell'Università stessa, visto il tema?  
O si dimette il Chiti (prima che venga fuori magari qualche intercettazione ulteriormente inguaiante), o si dimette Franchino il Ceccuzzi. Visto che un Sindaco spassoso come Franchino non ci capiterà più (dà più materiale lui di Silvio), auguriamoci l'exit strategy number one...

18 commenti:

  1. beppe del ruffolo17 novembre 2011 11:41

    dopo il supercomunicato autodiscolpante, ma invece di effetto politico totlmente opposto, secondo me, credo che il Chiti (non alessandro detto voragine), ma david luciano, che prende le distanze dalla... voragine, meriti quantomeno una menzione speciale, se non dovesse vincere. Ovvio che mi riferisco al FOLOSO d'ORO! Eretico lei parlava di intercettazioni che riguardano il suddetto chiti, quando le potremo leggere? lei le ha viste? riguardano anche qualche superFOLOSO senese? dai, ci cia qualche anticipazione... se lo vorrà

    RispondiElimina
  2. Sembra di vedere le 3 scimmiette.

    RispondiElimina
  3. Chiti dimettiti!!!

    RispondiElimina
  4. Ma la Meloni esiste? Perchè non dice niente? Ma lo stipendio che lo prende a fare?

    RispondiElimina
  5. ... ma nel 2008 il Chiti non stava con ..... come si chiama.... dai.... quell'ex consigliere regionale... ah ! Starnini.
    Frequentava grandi bevitori di birra, tutta gente piuttosto lontana dal Ceccuzzi.
    Ahi ahi ereticone oltre a non saper leggere la carta etica del PD ti vacilla anche la memoria.... cosa non si fà per portare l'acqua al proprio mulino...

    RispondiElimina
  6. Lo Starnini che fine ha fatto? Pare faccia l'immobiliarista verso Firenze, sempre cercando di rientrare in gioco...

    RispondiElimina
  7. Domani ci dovrebbero essere tutti e tre all'inaugurazione dell'Anno accademico. E se la gente avesse le palle per tirare fuori quello che ha in corpo, ne dovrebbero buscare tutti e tre come noci!

    RispondiElimina
  8. Vorrei fare notare come il Focardi ed il Tosi (che hanno responsabilità ben diverse, tra l'altro) ormai sono fuori dai giochi, mentre il Chiti è appena entrato in Consiglio comunale. Mi pare che di questo si dovrebbe pur tenere conto...

    RispondiElimina
  9. Infatti il Chiti dovrebbe dimettersi, punto e basta!!

    RispondiElimina
  10. Ma il Chiti pensava al servizio catering dell'anno accademico? NOI non lo escludiamo di certo...

    RispondiElimina
  11. Povero Chiti, aveva appena fatto scoprire la bellezza di Porta Giustizia agli ignoranti senesini, grazie alla sua associazione culturale Noi.
    Se non sbaglio da Porta Giustizia si arriva proprio all'ex manicomio, in Via Roma. La vita è fatta di casualità!

    RispondiElimina
  12. Cosa avrebbe fatto il Guideri se fosse diventato Rettore? Magari pari pari come il Focardi si sarebbe messo a comprare il pesce e la carne per mangiare in Contrada.Come dice il Santo, pòra Siena...

    RispondiElimina
  13. Siamo tutti in vibrante attesa dei nuovi appuntamenti culturali dell'Associazione Noi diretta dal Chiti. Cari voi di Noi, non fateci aspettare troppo!!

    RispondiElimina
  14. "Come mettere su un'impresa di ristorazione a SIena", potrebbe essere il titolo di una conferenza. Per i relatori basta guardarsi intorno in famiglia...

    RispondiElimina
  15. Proposta amara: il Focardi si fruchi in tasca, e organizzi una bella cena per tutti gli amministrativi che l'hanno votato nel 2006 e l'anno scorso. Almeno per una volta ci si incazza a stomaco pieno...

    RispondiElimina
  16. Mangia d'oro al Tosi, medaglia d'argento al Chiti. Queste le ultime indiscrezioni per il premio di mezz'agosto

    RispondiElimina
  17. Comunque quel professor Tosi ha davvero una bella faccia tosta, altro non mi viene da aggiungere

    RispondiElimina
  18. Quando un Rettore fa l'inaugurazione dell'anno accademico facendosi proteggere dalla polizia e dai carabinieri vuole dire che è già alla frutta. Anche se fosse stato eletto in modo regolare...

    RispondiElimina