Cerca nel blog

giovedì 3 novembre 2011

Mussari superstar a Porta a porta: tutto sotto controllo (a parte una gaffe)!

    Dolcemente sbracato sul divano del salotto, semiaddormentato, l'eretico ieri notte si stava definitivamente consegnando tra le braccia di Morfeo (non il calciatore), quando - sintonizzato sul Porta a porta d'ordinanza - ecco che Brunino Vespa ha annunciato, in pompa magna, l'ingresso - nel rinnovato studio di quella che è considerata la terza Camera dello Stato - del Presidente dell'Abi: sì, sì, Lui, Mussari Giuseppe!
I sensi si sono repente ridestati, l'adrenalina a ripreso a pompare...tra l'altro, Beppino era ospite del suo amico (nonchè Premio Frajese di qualche anno fa: vedete a che serve il suddetto Premio? Ad onorare la memoria di Paolo Frajese, no?) Vespa per rassicurare e tranquillizzare gli italiani sonnambuli (mezzanotte era appena passata) sulla tenuta delle banche italiote, tutte alle prese con crolli vertiginosi (ma con situaziioni ben differenti l'una dall'altra, quanto a patrimonializzazione).
  In grande forma (unico neo: la elegante giacca, la rinforzerei con imbottiture alle spalle, onestamente un pochino a scivolo...), a suo pieno agio davanti alle telecamere nonostante i numeri impietosi che Vespa non poteva fare a meno di evidenziare (non è mica Canale Tre: almeno qualche numero, a Porta a porta bisogna pur darlo), Beppino ha spiegato al popolo italiano che la colpa è della crisi internazionale, con le sue ripercussioni sull'Italia: le banche sono piene di titoli italiani, l'Italia è in grave crisi, quindi le banche ne risentono. Chiaro, no? Comunque non c'è nessunissimo problema di liquidità all'orizzonte: non siamo mica come i greci, noi.
 Vespa chiede: "ma allora i risparmiatori italiani possono stare tranquilli, o no?".
Come se gli avesse chiesto se era un pedofilo incallito: più delle parole di sdegno, contò la smorfia di disgusto, quasi a dire: come è solo possibile domandare una cosa del genere? Abituato a quelli di Casta channel che arrivano, consegnano fisicamente il microfono nelle mani del potente e lo riprendono alla fine del concetto, in effetti, anche Vespa è da Premio Pulitzer...
 Autocritica, anche blanda, sul ruolo giocato dalle banche in questi ultimi anni (tralasciando l'ottimale gestione del Monte, si capisce)? Fino a che non mi sono addormentato davvero, niente di niente di niente: la colpa è congiunturale, ma, soprattutto, DEGLI ALTRI.
 Il top del top, però, è la frase cult che ha tirato fuori ad un certo punto:
"Chi ha portato via dall'Italia capitali, dovrebbe essere punito PER ALTO TRADIMENTO". "Per alto tradimento"! Vespa la domanda non gliela poteva fare, allora - a scoppio differito - gliela fa l'eretico: e fare ottenere una plusvalenza da record agli spagnoli di Santader nel novembre del 2007 per Antonveneta (tipo un paio di miliardi di euro), non è trasferire denaro dall'Italia altrove?

Ps A chi domanda dell'imminente libro, ribadisco che, appunto, la biografia è imminente.Giusto gli ultimi ritocchini: Beppino, lo merita...

19 commenti:

  1. Che faccia tosta, che faccia tosta: non c'è altro da aggiungere!

    RispondiElimina
  2. RAFFAELE IO APPENA L'HO VISTO TI GIURO HO AVUTO UN ORGASMO!
    LA SINCERITA'...LA SCHIETTEZZA E SOPRATTUTTO LA SENESITA' FATTA PERSONA!

    TENIAMOCELO STRETTO QUESTO DOTT. MUSSARI!
    AL PROSSIMO LIBRO CHE VERRA' FATTO SUI PEZZI DA 90 DI SIENA COME NON INSERIRCELO!...LUI CHE DA SIN DAL PRIMO FIORNO CHE L'HO VISTO HO SEMPRE PENSATO CHE TUTTO QUELLO CHE HA FATT PER SIENA L'HA FATTO VERAMENTE CON IL CUORE E CON LA CONSAPEVOLEZZA DI CREARE BENEFICI ALL' INTERA COMUNITA'.

    OHPS!...VERAMENTE...MA VERAMENTE UN BEL FOLOSO!

    RispondiElimina
  3. Bastava che Bruno Vespa gli facesse una domandina su come lui ha gestito il Monte in questi 5 anni...

    RispondiElimina
  4. Gliela poteva anche fare, Mussari avrebbe risposto che era stato fatto il massimo, e che la colpa di qualche piccolo calo era della crisi internazionale che non è certo dovutya ad una singola banca

    RispondiElimina
  5. Mi pare che Mussari stia gufando terribilmente per un Governo tecnico, di cui magari fare parte. Così l'Italia potrebbe finalmente tornare a crescere...

    RispondiElimina
  6. La cosa triste è che tocca tifare per Berlusconi, piuttosto che vedere Mussari ministro in un governo tecnico..a che punto siamo arrivati!

    RispondiElimina
  7. Purtroppo è così! Quindi forza Silvio(che almeno i voti a caterve se li è presi), resisti: al peggio non c'è mai fine...

    RispondiElimina
  8. mussari, montezemolo, renzi...alla fine Silvio non é così male sapete?

    RispondiElimina
  9. Ma un governo tecnico-politico a guida Verdini-Mussari come sarebbe? Potere ai banchieri!

    RispondiElimina
  10. Ottimo ed abbondante. Ma il premier dovrebbe essere Giulietto Tremonti, non a caso riferimento politico del Mussari. Leggere l'Espresso in edicola oggi per saperne di più...

    RispondiElimina
  11. Io voto per il camaleontico Bisi. Motivazione: senza di lui gli altri concorrenti sarebbero parecchio meno folosi....

    RispondiElimina
  12. Se Mussari faceva le stesse cose che ha fatto al Monte al Banco Popolare di Bagnara Calabra, a quest'ora rideva meno, e si sarebbe dovuto rivolgere ad un chirurgo plastico, per sparire dalla circolazione...

    RispondiElimina
  13. Perchè il chirurgo plastico? Così bellino com'è, magari ce lo sciupava tutto!

    RispondiElimina
  14. A me garbano parecchio le donne. Bellino quindi non lo so, ma un fenomeno nella finanza quello di certo..voglio ricordare ai distratti che l'acquisto folle di Antonveneta è del novembre 2007, a crisi di fatto già in corso

    RispondiElimina
  15. Se fanno Ministro Mussari mi brucio in Piazza del Campo, come fece Jan Palach a Praga di fronte ai carri armati russi...

    RispondiElimina
  16. Questa è la lettera che ho inviato al dott. Mussari, ed alla quale non ha risposto.



    L’altra sera nella trasmissione PRIMASERATA il Presidente ABI Giuseppe Mussari alle 21:30 ha dichiarato con enfasi che i soldi nei conti correnti, sono al sicuro.

    Ha detto una cosa non vera, assolutamente non vera!!

    Presidente Mussari, dov’è finito il conto corrente n. 10/645629 di Banca San Paolo IMI di Campo Innocenza Maria ??
    E’ ancora in essere ?? Che tipo di operazioni vi sono transitate ??
    Quale Presidente dell’ABI lo sa?

    I soldi depositati sui conti correnti non sono affatto al sicuro, lo dimostra quanto successo:
    la Magistratura di Ragusa in data 8 marzo 2004 emette decreto ed ordina la comunicazione entro 10 giorni, di qualsiasi rapporto intrattenuto tra la signora Campo Innocenza Maria e gli Istituti e Agenzie di Credito.
    Il 10/08/2004 San Paolo IMI non riporta il conto corrente n. 10/645629, il quale sparisce con tutto il suo contenuto.

    Nessuno mai le ha dato una risposta su dove sia finito il c/c 10/645629 e dove sono finiti tutti i soldi. Questi sono i fatti.

    Presidente Mussari, non è bello far credere agli Italiani che i loro soldi sono al sicuro perché nelle mani delle banche, questo non è vero!
    Bisogna dire la verità!

    Alla Signora Innocenza Maria le sono stati sottratti i soldi, ma anche la vita!
    Ha passato gli ultimi otto anni della sua vita a ordinare perizie grafologiche, andare in tribunale, avere degli avvocati, con un dispendio enorme di energia e di quei pochi soldi che le erano rimasti.

    Invito pubblicamente il Presidente Giuseppe Mussari a fornire i dati del c/c n. 10/645629 di Intesa San Paolo invece di blaterare delle cose non vere per infondere fiducia agli Italiani e far sì che mettano i loro soldi sui conti correnti. Prima bisogna dare la certezza che i soldi non vengano sottratti senza che nessuna denuncia glieli possa fare recuperare più.

    Presidente Mussari, Le riporto un passaggio della lettera che Campo Innocenza Maria ha inviato il 1 aprile 2010:
    “Onorevole Silvio Berlusconi, trova Lei possibile, che un conto corrente possa sparire con tutto il suo contenuto, e la banca ne ometta l’esistenza alla Magistratura senza alcuna conseguenza? Quali operazioni sono state effettuate a mia insaputa sul conto 10/645629? Dove sono finiti tutti i miei soldi?
    Ho scritto ai Ministri Giulio Tremonti … ed alla stessa Banca San Paolo IMI per avere chiarimenti in merito al mio conto corrente 10/645629, ma non ho avuto nessuna risposta, nessuna notizia del conto corrente”.

    Dall’Esposto-Denuncia del 30 dicembre 2009: “Al Ministro Giulio Tremonti e Banca San Paolo IMI - Oggetto: conto corrente n. 10/645629 acceso presso la Filiale della Banca San Paolo IMI di Ragusa .…. La Filiale San Paolo IMI di Ragusa il 10/08/2004 comunicava alla Guardia di Finanza il solo conto corrente n. 10/645666.
    Nessun accenno del conto corrente n. 10/64 56 29 viene fatto dalla Banca San Paolo IMI alla Guardia di Finanza.
    Il 12 luglio 2007 l’indagata Arestia Giovanna, nell’interrogatorio reso alla Guardia di Finanza di Ragusa dichiara: “ho curato l’apertura di un suo conto numero 10/64 56 29.
    Io sono stata titolare per molti anni del conto corrente n. 10/645629 su cui vi erano delle ingenti somme di denaro …. Tale conto corrente, non è stato mai riportato dalla Banca San Paolo IMI alla Guardia di Finanza. Tantomeno ho potuto mai sapere dalla Banca San Paolo IMI dove siano finite le ingenti somme di denaro che vi avevo depositate”
    Damiano Nicastro

    1) http://www.youtube.com/watch?v=Ie0T5x6xST4
    2) http://www.youtube.com/watch?v=LpoR1bnJyv8
    3) http://www.blogfinanza.com/un-conto-bancario-sparito.html
    4) http://www.youtube.com/watch?v=wyKOrRVLIoU
    5) http://pensareliberi.com/2011/10/28/cronache-di-un-conto-corrente-bancario-scomparso-nel-nulla-e-lomerta-della-magistratura/
    6) http://pensareliberi.com/2011/10/12/puo-sparire-un-conto-corrente-bancario-con-tutti-i-nostri-risparmi/
    7) http://www.youtube.com/watch?v=HPvC_VUsSoY
    8) http://www.youtube.com/watch?v=2QIg1BY6Cdc

    RispondiElimina
  17. Dottor Corrado Passera
    Banca Intesa San Paolo
    La invito pubblicamente a spiegare perché nel 2004 avete nascosto alla Magistratura di Ragusa diretta dal Procuratore Capo Dott. Agostino Fera, il c/c 10/645629 di Campo Innocenza Maria e perché non avete mai risposto agli Esposti-Denuncia del 30 dicembre 2009 ma avete atteso tanti anni senza rispondere lasciando morire la Signora Innocenza Maria nel dolore di chi si è vista privare dei propri soldi.
    Complimenti Dott. Passera!!!
    Ragusa 16 novembre 2011
    Damiano Nicastro

    2:38
    CORRADO PASSERA.wmv
    alla Magistratura di Ragusa il c/c 10/645629 di Campo Innocenza Maria? Innocenza Maria scrive il 1 aprile 2010: "Onorevole Silvio Berlusconi, ...
    di AAAAAAAAA3170 | 13 ore fa | 0 visualizzazioni

    RispondiElimina
  18. Siena domani IL MONTE AI CITTADINI12 dicembre 2011 16:20

    IL PRESIDENTE DELLA BANCA MPS S.P.A. ha l'opportunità di "chiudere" la sua esperienza da "banchiere" cittadino senza ulteriori prove di forza evitando così probabili scontri politici e esasperazioni degli animi sicuramente non auspicabili considerando l'attuale situazione cittadina.L'opportunità è questa: RESTI A ROMA a guidare l' A.B.I. , SI DIMETTA SUBITO DALLA BANCA SENESE senza altri indugi. CHIEDIAMO TUTTI INSIEME LE
    DIMISSIONI DEL MUSSARI, richiesta legittima e democratica

    RispondiElimina
  19. Caro Gesù Bambino,
    per Natale vorrei tanto che Banca Intesa San Paolo Corrado Passera, chiedesse pubblicamente perdono a Innocenza Maria per averla lasciata morire nell'amarezza e nel dolore di chi si è vista sparire i propri soldi e non riceve nessuna spiegazione sul c/c 10/645629, passando gli ultimi anni a lottare con il tumore e con la banca.
    Gesù Bambino, vorrei tanto che ci fosse un po di Giustizia per Innocenza Maria. Si mettono i propri soldi in banca per metterli al sicuro dai furti.
    Vorrei che Intesa San Paolo Corrado Passera, spiegasse pubblicamente perché hanno nascosto alla Magistratura di Ragusa il c/c 10/645629 di Innocenza Maria, malata di tumore, lasciandola piangere per otto anni senza mai darle risposte del dove siano finiti i suoi soldi e il suo conto corrente.
    Gesù Bambino,
    vorrei tanto che le nostre Istituzioni facessero sentire la propria voce, vorrei che la Magistratura chiedesse conto a Intesa San Paolo di questo grave fatto.
    Innocenza Maria il 1 aprile 2010 scrive: "Onorevole Silvio Berlusconi,
    trova Lei possibile, che un conto corrente possa sparire con tutto il suo contenuto, e la banca ne ometta l’esistenza alla Magistratura senza alcuna conseguenza?
    ...Quali operazioni sono state effettuate a mia insaputa sul conto 10/645629?"

    RispondiElimina