Cerca nel blog

lunedì 28 novembre 2011

Mps crash: fortunatamente ci sono anche i buoni...

   
  Per quanto attiene alla situazione di Banca e Fondazione, basti solo il dire che a Gabriellone Mancini pare sia toccato lavorare anche la domenica (e a Messa, come avrà fatto ad andare? Avrà anticipato al sabato?); i numeri parlano da soli: bastano ed avanzano.
Nel marasma generale, fa piacere che stamattina qualcuno - cioè gli aderenti al Comitato che cerca di monitorare la crisi montepaschina - si ritrovi per fare il punto della situazione: c'è gente che va da sinistra ( il gruppo di Laura Vigni ) alla Lega, liste civiche (Corradi e De Risi) e cani sciolti, curiosamente preoccupati del Mps crash più del pur amaro goal interista al novantesimo o dell'infortunio di Kaukenas (auguri, ovviamente). Questi sono i "buoni": non certo perchè immacolati a priori (non hanno mica la moralità dell'Arcivescovo), ma perchè sono cittadini (alcuni mai candidati, tra l'altro) che in questi mesi (e qualcuno in questi anni) hanno cercato di informarsi e di informare una cittadinanza in maggioranza piena di materiale suino davanti agli occhi. Esistono dunque anche i buoni, in questo triste contesto: sono quelli che bene o male resteranno in città anche quando Gabriellone tornerà a fare lo scapolone d'oro a San Gimignano e Mussari Giuseppe si dedicherà a capitalizzare a Roma (magari in politica) ciò che ha messo in essere nella città del Palio, in modo sistemico e quotidiano, in questi dieci anni di dominio. Questi - per chi non l'avesse capito - sono i "cattivi", insieme al loro codazzo di miracolati di ogni risma.

 Per capire come si sia potuti arrivare fino a questo punto, ancora una volta basta analizzare la stampa: lasciamo stare quella cittadina per non infierire, concentriamoci per esempio su Repubblica Affari e finanza di stamattina. In cui - a pagina 21 - compare un articolo a firma di Adriano Bonafede (nomen omen?), intitolato "L'ultima battaglia di Mussari sulla linea del Piave di Mps".
Articolo tipico per capire l'abile ragnatela relazionale che la Banca (a suon di quattrini) ha saputo creare in questi anni per indorare le pillole amare. In tutto l'articolo, giusto per sintetizzare, risultano clamorose almeno 4 omissioni:
1) Nessun accenno alla mancata restituzione dei Tremonti Bond (captatio benevolentiae verso il commercialista più potente d'Italia, chissà perchè...), per i quali si era motivato l'aumento di capitale concretizzatosi all'inizio di luglio 2011 (il prossimo, sarà quello del ko definitivo);
2)Nessun cenno all'errore degli errori (Antonveneta strapagata): ci si limita ad un sulfureo "Però qualcosa è andato storto". Ma va...
3) Nessun accenno ai guai giudiziari di Mussari stesso, a Galaxopoly: nonostante che il suo coinvolgimento nella procedura d'evidenza di Ampugnano non sia avvenuta in relazione al cittadino Mussari, ma al Presidente Mps Mussari Giuseppe, con pieno coinvolgimento, tra l'altro, di altri papaveri di Fondazione e Banca. Bonafede, forse, non era informato;
4) Nessun riferimento a possibili (doverose) dimissioni, anzi NON SI ESCLUDE UN SUO (DI MUSSARI) TERZO MANDATO ("adesso non è detto", scrive a questo proposito Bonafede).

Ps Questo articolone è - come detto - a pagina 21 di Repubblica Affari finanza di oggi; a pagina 22 - per puro caso - c'è una paginata intera di pubblicità. Di Paskey mobile banking: cioè del Monte dei Paschi di Siena...

14 commenti:

  1. Ci sono di certo i cattivi e qualche raro esempio di persona seria e coscienziosa. Purtroppo in mezzo c'è la grande massa di zona grigia di disinformati, spesso volontariamente disinformati. I cattivi hanno vinto soprattutto grazie a loro...

    RispondiElimina
  2. anonimo delle 12:50 , parole sante, sottoscrivo in pieno !!!
    tantissimi hanno qualcosa da perdere in caso di debacle mps....riflettiamo su questo, pensiamo a quanti di noi campano direttamente o indirettamente "grazie" a babbo monte.
    e sta proprio qui la genesi del tramonto : un forte egoismo di fondo nel sopportare gestioni come quella cui stiamo assistendo da anni....magari chissà come l'ho ottenuto quel posto di lavoro....sto zitto e zitto bene !
    questo principio, chiamiamolo il motto della zona grigia come l'hai giustamente chiamata te, applichiamolo a tutti gli ambienti più importanti della nostra amata città (ee.ll., università, ospedale, curia, contrade, mps, ambiente, informazione) ed ecco spiegato lo tsunami di incompetenza-arroganza-sfacciataggine-immeritocrazia-leccaculismo-arrivismo che ci sta travolgendo !

    RispondiElimina
  3. iL DRAMMA VERO, SAI QUAL è, CARO ERETICO? che alla fine dei salmi, spolpato l'osso e gettatolo ai cani,i due di cui sopra s'involeranno per godersi al sole quanto (lecitamente e col consenso di tutti) guadagnato in questi anni e che nessuno chiederà conto loro dei guasti(irreversibili) provocati. Perchè in quel momento i senesi avranno ben altro cui pensare (a sopravvivere, ad esempio, quando si dovranno mandare a casa centinaia di montepaschini e non necessariamente in pensione)e come sempre la colpa morirà fanciulla

    RispondiElimina
  4. MI SEMBRA CHE IL CODICE CIVILE PREVEDA AZIONI DI RESPONSABILITA' NEI CONFRONTI DEGLI AMMINISTRATORI DI SPA ED ANCHE DI FONDAZIONI... FORSE SE CI FOSSE LA VOLONTA' QUALCHE SOLDINO (SIMBOLICO) SI POTREBBE RECUPERARE...

    RispondiElimina
  5. Tutto quello che si può fare per rendere il futuro difficile a questi figuri va fatto visto che loro hanno rubato il futuro di una intera collettività!

    RispondiElimina
  6. Ieri, le banche ci hanno fatto credere, con il Btp-day, che i cittadini avrebbero potuto sostenere il debito italiano acquistando i titoli di stato. Loro erano disposte a rinunciare addirittura alle loro commissioni, per sostenere questa impresa.
    Ma ieri, lo stato italiano non ha emesso nuovi titoli, ed i venduti, erano quelli già nei portafogli delle banche stesse, di cui si sono semplicemente liberate. Mi sembra che operazione analoga fu già seguita con i titoli Cirio e Parmalat.
    Domande: Chi avrebbe dovuto controllare? Pensate che lo stato le obbligherà ad acquistare le future emissioni ?
    Credo che un sistema siffatto non troverà alcuna soluzione per i problemi generali ed i comportamenti dei singoli!

    RispondiElimina
  7. Alessandro Penati, professore di economia alla Cattolica, ieri sera su La7 sosteneva che 3 banche italiane faticheranno ad arrivare a Natale.
    A chi toccherà?

    RispondiElimina
  8. Intanto sul sole24ore di oggi sezione finanza danno spacciato il monte...se l eba conferma i 3 miliardi di capitalizzazione la fondazione ha 2 strade:

    A) Scendere al 33% con maggiori quote a caltagirone e axa

    B) Integrazione con intesa san paolo visti i buoni rapporti tra mancini-mussari e i vertici di intesa

    RispondiElimina
  9. vorrei dare un suggerimento.
    Storace, del quale non condividevo fino ad ieri alcuna idea, ha avuto oggi un'intuizione geniale! Pagare i compensi dei politici in titoli di stato così saranno interessati a trattare meglio i soldi pubblici.
    io propongo:
    PAGHIAMO I COMPENSI DEI DUE M... IN AZIONI MPS. Che dice, accetteranno?
    g.b.

    RispondiElimina
  10. Mi scuso per gli altri aderenti e partecipanti all'Osservatorio sul Monte non citati, per amnesia (neanche alcolica): gli amici grillini, fra tutti, e gli altri cui chiedo scusa a prescindere.
    Preciso poi che Corradi e De Risi non rappresentano TUTTE le liste civiche, ma solo un'area delle stesse.
    I buoni, dunque, sono sempre pochini (rispetto alla gravità della situazione), ma più di quanti avessi scritto ieri...
    L'eretico

    RispondiElimina
  11. DIMISSIONI SUBITO DI TUTTI E DUE I "PRESIDENTI"
    i rappresentanti del popolo senese i consiglieri comunali cosa fanno?
    dove sono? Eppure erano presenti nei giornali con le facce rubiconde nel chiedere le preferenze e oggi?
    I movimenti del domani cosa dicono?
    Forza senesi pensiamoci noi,inviamo esposti alla Magistratura su tutto ciò che non è chiaro e c'è molto.

    RispondiElimina
  12. Io farei un filmato a tutti i coglionazzi che nelle varie occasioni pubbliche applaudono i due affossa-Siena

    RispondiElimina
  13. Non c'è neanche bisogno del filmato basta guardare certe manifestazioni (sportive, contradaiole, religiose). Oggi c'è la processione di Sant'Ansano, per esempio...

    RispondiElimina
  14. cittadino senese12 dicembre 2011 16:13

    da persona moderata e favorevole al dialogo VOGLIO LANCIARE UN PREOCCUPATO ALLARME sull'attuale clima cittadino: I SEMPLICI CITTADINI SONO ESASPERATI, I RISPARMIATORI SONO FURIBONDI,GLI IMPRENDITORI PEGGIO ANCORA.Le "voci" sull'aggressione al Presidente della Fondazione ( c'è chi dice anche a quello della banca) si rincorrono per le vie cittadine, ogni smentita ufficiale le rafforza.Questo "clima" è pericoloso perchè potrebbe far eccitare gli animi oltre la soglia della contestazione democratica.Ci vuole invece calma e PIENA FIDUCIA NELL'OPERATO DELLA MAGISTRATURA; un invito però dobbiamo farlo al gruppetto ristretto dei "banchieri" (senza voler offendere quelli autentici), questo è l'invito: EVITATE ULTERIORI DANNI ALL'ECONOMIA CITTADINA, EVITATE ULTERIORI DISAGI AI SENESI, LASCIATE LE VOSTRE CARICHE, DIMETTETEVI SUBITO

    RispondiElimina